Bandi pratica forense

Con la circolare n° 25 del 20 febbraio, l’Inps ha dato il via alla riforma della propria Avvocatura. Tale riforma si è resa necessaria in quanto, con i quasi 750mila giudizi in corso, il contenzioso dell’Istituto rappresenta circa il 25% di quello complessivo nazionale, a fronte di una disponibilità di poco più di 300 avvocati per l’intero territorio. Tra le iniziative intraprese, è previsto anche il ricorso alla collaborazione di praticanti avvocati, come già avviene per l’Avvocatura dello Stato e altre importanti Avvocature pubbliche. La pratica forense, della durata di due anni, sarà finalizzata alla formazione teorico-pratica del tirocinante, mediante affiancamento ad un avvocato e partecipazione allo studio per la stesura di atti e pareri, allo svolgimento di ricerche di dottrina e giurisprudenza e partecipazione alle udienze. Le richieste di ammissione alla pratica forense devono essere presentate all’Inps secondo lo schema allegato, in relazione a quanto indicato nel relativo bando.

 

 

Bandi di ammissione alla pratica forense presso le sedi regionali INPS:



Graduatorie di merito per l'ammissione alla pratica forense presso le sedi regionali INPS:

 

  1. Percorso di navigazione

    Le voci indicano la posizione della pagina nell'alberatura del portale, permettendo la navigazione veloce a ritroso.

  2. Il menu di sezione

    In quest'area sono presenti le principali voci della sezione. Il simbolo "+" indica la presenza di sottosezioni. Con un clic su una voce puoi accedere al contenuto.

  3. I pulsanti di servizio SALVA e STAMPA

    Con i due pulsanti puoi scegliere di salvare il contenuto in formato PDF o stamparlo direttamente.

  4. Filtrare i risultati

    In quest'area è possibile scegliere la modalità di visualizzazione delle notizie (griglia o lista) e filtrare i risultati tramite una ricerca libera inserendo parole chiave o periodo di pubblicazione negli appositi campi.