Agevolazioni contributive

ATTENZIONE: la seguente pagina è archiviata e le notizie e informazioni presenti hanno solo un valore storico e potrebbero non essere più in linea con la normativa vigente alla data di oggi.

INFRATRENTADUENNI

  • Gli imprenditori di età inferiore ai 32 anni che si sono iscritti per la prima volta in qualità di titolari alle Gestioni Art/Com nell'anno 1998 hanno avuto la facoltà di differire, a domanda, il versamento dei contributi dovuti per i due anni successivi all'iscrizione, per un importo pari al 50% dei contributi stessi. Tale pagamento rateale deve avvenire in 16 rate trimestrali, utilizzando i bollettini di c/c postale inviati periodicamente dall'Inps.
  • Gli imprenditori di età inferiore a 32 anni, iscritti per la prima volta in qualità di titolari alle gestioni Art/Com, nel 1999-2000-2001, pagano i contributi con la riduzione del 50%.

L'agevolazione riguarda anche gli eventuali familiari collaboratori del nuovo iscritto, anch'essi iscritti per la prima volta e, come il titolare, di età inferiore a 32 anni.
Per l'ammissione al beneficio, che non influirà sulla posizione assicurativa degli iscritti, nei confronti dei quali sarà accreditato l'intero importo dei contributi dovuti in relazione ai periodi di effettiva attività, non è richiesta specifica domanda, basta l'iscrizione negli anni 1999, 2000 e 2001.


N.B. La riduzione dei contributi dovuti non può essere riconosciuta ai soggetti che abbiano prodotto domanda di iscrizione oltre il termine del 31 dicembre 2001, anche se l’inizio dell’attività lavorativa è anteriore a tale data. In tali casi è da ritenersi ininfluente, ai fini dell’applicazione dell’agevolazione contributiva, il rispetto del temine di 30 giorni previsto per l’iscrizione.


ULTRASESSANTACINQUENNI

  • A decorrere dal 1° gennaio 1998, previa presentazione di apposita domanda, artigiani e commercianti (titolari d'impresa o collaboratori familiari) con più di 65 anni di età, già pensionati presso le gestioni dell'Inps, possono chiedere che il contributo previdenziale sia applicato nella misura del 50% (art. 59, comma 15, Legge 27 dicembre 1997 n° 449).

Sono esclusi da tale agevolazione i titolari di pensione di reversibilità, mentre è consentita ai titolari di assegno di invalidità.


Il beneficio può essere riconosciuto anche per periodi contributivi precedenti la data di presentazione della domanda solo a seguito di formale richiesta degli interessati ed a condizione che non si sia già proceduto alla liquidazione di supplementi di pensione, fermi restando il limite del primo gennaio 1998 e la sussistenza, per i periodi di riferimento, dei requisiti dell’età e del pensionamento.


N.B.: In questo caso l'accredito contributivo ed il conseguente supplemento di pensione viene ridotto della metà.




  1. Percorso di navigazione

    Le voci indicano la posizione della pagina nell'alberatura del portale, permettendo la navigazione veloce a ritroso.

  2. Il menu di sezione

    In quest'area sono presenti le principali voci della sezione. Il simbolo "+" indica la presenza di sottosezioni. Con un clic su una voce puoi accedere al contenuto.

  3. I pulsanti di servizio SALVA e STAMPA

    Con i due pulsanti puoi scegliere di salvare il contenuto in formato PDF o stamparlo direttamente.

  4. Filtrare i risultati

    In quest'area è possibile scegliere la modalità di visualizzazione delle notizie (griglia o lista) e filtrare i risultati tramite una ricerca libera inserendo parole chiave o periodo di pubblicazione negli appositi campi.