Salta il menu di navigazione del canale
 
Pagina 1 di 21 Prima   Precedente   Successiva   Ultima
Argomento


Testo


  • 05Dic Argomento:  Informazioni generali Ente:  Ex-Inpdap

    Domanda: La durata della pausa pranzo può essere superiore alle 2 ore e può decorrere dalle ore 13,00?

    Risposta: La pausa deve avere una durata non inferiore a trenta minuti e non superiore alle due ore. La collocazione temporale di tale intervallo, qualora diversa dalle due fasce attualmente esistenti (dalle ore 12,30 alle ore 14,30 oppure dalle ore 14,00 alle ore 16,00) deve essere stabilita in sede di contrattazione locale e può decorrere a partire dalle ore 12,00 compatibilmente con le specifiche esigenze operative della struttura.

     

  • 02Set Argomento:  Previdenza Complementare ---> Pensione Ente:  Ex-Inpdap

    Domanda: Chi eroga la pensione?

    Risposta: La pensione può essere erogata direttamente dal Fondo pensione (se autorizzato) o da società di assicurazione con esso convenzionate.

     

  • 02Set Argomento:  Previdenza Complementare ---> Pensione Ente:  Ex-Inpdap

    Domanda: La pensione complementare può essere rivalutabile?

    Risposta: La possibilità di rivalutare la pensione dipende dalle condizioni contenute nel contratto di gestione della rendita stipulato tra Fondo e compagnia di assicurazione, nelle parti che, eventualmente, prevedono la rivalutazione.

     

  • 02Set Argomento:  Previdenza Complementare ---> Pensione Ente:  Ex-Inpdap

    Domanda: Che cos'è la pensione complementare di vecchiaia?

    Risposta: È la prestazione in forma di pensione che si consegue al compimento dell'età pensionabile, con almeno 5 anni di appartenenza al Fondo. Questa prestazione riguarda i dipendenti pubblici aderenti ai fondi negoziali del settore.

     

  • 02Set Argomento:  Previdenza Complementare ---> Contribuzione Ente:  Ex-Inpdap

    Domanda: Che cosa avviene per la contribuzione nel caso di lavoratore assente senza diritto a retribuzione?

    Risposta: I contributi non sono versati per tutto il periodo di mancata retribuzione.

     

  • 02Set Argomento:  Previdenza Complementare ---> Adesione Ente:  Ex-Inpdap

    Domanda: Quando si può aderire a un Fondo pensione?

    Risposta: In linea di massima non esiste un termine per l'adesione. Fanno eccezione i soli lavoratori pubblici a tempo indeterminato già in servizio al 31/12/2000. Questi lavoratori possono aderire al Fondo pensione negoziale entro il 31/12/2015, optando, contestualmente, per il TFR. Tale termine potrà essere eventualmente prorogato attraverso un apposito accordo contrattuale.

     

  • 02Set Argomento:  Previdenza Complementare ---> Opzione TFR Ente:  Ex-Inpdap

    Domanda: Sono un dipendente pubblico a tempo indeterminato in servizio al 31 dicembre 2000, posso optare per il solo trattamento di fine rapporto, senza aderire al Fondo pensione?

    Risposta: No. L’opzione al Tfr è legata all’adesione al Fondo pensione.

     

  • 02Set Argomento:  Previdenza Complementare ---> Tassazione Ente:  Ex-Inpdap

    Domanda: Che tipo di tassazione si applica alla pensione complementare?

    Risposta: La pensione complementare (la rendita) dei dipendenti pubblici viene assoggettata a tassazione ordinaria progressiva (con aliquota marginale) non per l'intero ammontare, ma solo per la parte corrispondente ai contributi precedentemente dedotti. Per quei soggetti interessati dal decreto legislativo n. 252/2005, sulle rendite opera un’ imposta sostitutiva dell'IRPEF nella misura del 15%, con una riduzione annua di 0,30 punti (sino ad un massimo di 6 punti complessivi) per ogni anno di partecipazione al Fondo successivo al 15°.

     

  • 02Set Argomento:  Previdenza Complementare ---> Adesione Ente:  Ex-Inpdap

    Domanda: I lavoratori con un contratto a tempo determinato possono iscriversi a un Fondo di previdenza complementare? Come avviene adesione?

    Risposta: Lo statuto dei singoli fondi stabilisce se può iscriversi o no un dipendente con contratto a tempo determinato. Quasi tutti gli statuti dei Fondi negoziali prevedono questa possibilità, anche se con differenze nella durata minima del contratto richiesta per l'iscrizione.

     

  • 02Set Argomento:  Previdenza Complementare ---> Contribuzione Ente:  Ex-Inpdap

    Domanda: Quali sono i contributi che si devono versare per il lavoratore assente con retribuzione ridotta?

    Risposta: Di norma la contribuzione viene calcolata sulla retribuzione corrisposta. Gli statuti di alcuni Fondi (ad esempio del Fondo Espero), tuttavia, prevedono che, in caso di assenze per determinate circostanze meritevoli di tutela (maternità, infortunio, malattia), i contributi devono essere calcolati sull'intera retribuzione che sarebbe spettata in caso di normale svolgimento del rapporto di lavoro.

     

Contenuti correlati