Accredito dei contributi figurativi per maternità al di fuori di un rapporto di lavoro per dipendenti pubblici

Cos'è

L'articolo 25, comma 2, del Testo Unico delle disposizioni legislative in materia di tutela e sostegno della maternità e della paternità, approvato con il decreto legislativo 26 marzo 2001, n. 151, prevede anche per gli iscritti alle Gestioni pensionistiche dei dipendenti pubblici, l’istituto dell’accredito figurativo per i periodi corrispondenti al congedo di maternità (astensione obbligatoria) avvenuti al di fuori del rapporto di lavoro.

A chi è rivolto

Come funziona

Domanda

Contributi accreditati, senza onere a carico del lavoratore, per periodi in cui l’interessato è costretto a interrompere l’attività lavorativa per diversi motivi (gravidanza, malattia, disoccupazione). Sono utili sia per raggiungere il diritto a pensione sia per aumentare l'importo della stessa.

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.