Contratto di prestazione occasionale

Cos'è

La disciplina delle prestazioni di lavoro occasionale è stata introdotta con l’articolo 54 bis, decreto-legge 24 aprile 2017, n. 50, introdotto in sede di conversione dalla legge 21 giugno 2017, n. 96. L’Istituto ha fornito indicazioni con la circolare INPS 5 luglio 2017, n. 107.

Successivamente sono intervenute diverse disposizioni di legge che hanno rivisto l’ambito di applicazione della norma.

L’articolo 2-bis, decreto-legge 12 luglio 2018, n. 87, cosiddetto “Decreto dignità”, introdotto in sede di conversione dalla legge 9 agosto 2018, n. 96, ha apportato significative modifiche alla disciplina delle prestazioni di lavoro occasionale nell’ambito delle attività agricole, del turismo e degli enti locali.

L’Istituto ha fornito chiarimenti a tale proposito con la circolare INPS 17 ottobre 2018, n. 103.

Infine, l’articolo 1, commi 342 e 343, legge 29 dicembre 2022, n. 197 (legge di bilancio 2023) ha riformulato l’articolo 54 bis, decreto-legge 24 aprile 2017, n. 50. Le novità legislative riguardano l’ampliamento della possibilità di accesso alle prestazioni occasionali e il divieto di utilizzo nel settore agricoltura.

L’Istituto ha fornito chiarimenti a tale proposito con la circolare INPS 19 gennaio 2023, n. 6.

A chi è rivolto

Come funziona