Cosa fare in caso di malattia o infortunio che non compete a INAIL

L'indennità di malattia, erogata dall'INPS ai lavoratori aventi diritto alla tutela (compresi i lavoratori marittimi, gli iscritti alla Gestione separata e, in alcuni casi previsti dalla legge, i disoccupati o sospesi), è riconosciuta quando si verifica un evento morboso che ne determina l'incapacità temporanea al lavoro, intesa come mansione specifica.

Per accedere alla prestazione, è necessario trasmettere il certificato telematico di malattia redatto dal medico curante.

Certificati medici telematici

L'invio della certificazione telematica della malattia è divenuto operativo a seguito del decreto ministeriale del 26 febbraio 2010 con l'obiettivo di semplificare il processo di gestione dei certificati medici, riducendone i relativi costi.

Mediante i Sistemi di Accoglienza Centrale ( SAC ) e Regionale (SAR) vengono trasmessi i certificati di malattia all'INPS, che individua i datori di lavoro rispettivamente competenti a riceverne i relativi attestati e li mette a disposizione mediante il servizio dedicato.

L'INAIL tutela i lavoratori che subiscono un infortunio sul lavoro o contraggono una malattia professionale.

Nei casi di dubbia competenza tra INPS e INAIL, è prevista una convenzione, stipulata dai due istituti per velocizzare l'iter di definizione della competenza e semplificare gli adempimenti connessi all'erogazione delle prestazioni economiche.

Sistema di accoglienza centrale, trasmissione telematica dei certificati di malattia.

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.