Le prestazioni familiari in regime internazionale

Per il principio della parità di trattamento il lavoratore straniero, comunitario o straniero, ha gli stessi diritti del lavoratore italiano anche per quanto riguarda le prestazioni economiche e sociali destinate alla famiglia.

Le prestazioni familiari

Assegno al Nucleo Familiare

L'Assegno al Nucleo Familiare (ANF) è un sostegno economico per le famiglie dei lavoratori dipendenti o dei pensionati da lavoro dipendente. I nuclei familiari devono essere composti da più persone e il reddito complessivo deve essere inferiore a quello determinato ogni anno dalla legge.


Assegni Familiari per coltivatori diretti, coloni e mezzadri, piccoli coltivatori diretti, titolari delle pensioni a carico delle gestioni speciali dei lavoratori autonomi

Gli assegni familiari sono una prestazione economica a sostegno delle famiglie di alcune categorie di lavoratori (coltivatori diretti, coloni e mezzadri, piccoli coltivatori diretti, titolari delle pensioni a carico delle gestioni speciali dei lavoratori autonomi) italiani, comunitari e stranieri che lavorano in Italia con un reddito complessivo per il nucleo familiare inferiore ai limiti stabiliti annualmente dalla legge.

I cittadini stranieri possono includere nel nucleo i familiari residenti in Italia o in Paesi con i quali esista una convenzione bilaterale in materia di trattamenti di famiglia.


Assegno al nucleo familiare dei comuni

È un assegno, concesso in via esclusiva dai comuni e pagato dall'INPS, rivolto alle famiglie che hanno almeno tre figli minori e che dispongono di patrimoni e redditi limitati.


Assegno di natalità

L’assegno di natalità (detto anche "Bonus Bebè") è un assegno annuale, erogato mensilmente, destinato alle famiglie con un figlio nato, adottato o in affido preadottivo tra il 1° gennaio 2015 e il 31 dicembre 2017 o tra il 1° gennaio 2018 e il 31 dicembre 2018 e con un ISEE non superiore a 25mila euro.


Premio alla nascita - 800 euro

Il premio alla nascita di 800  euro (bonus mamma domani) viene corrisposto dall’INPS per la nascita o l’adozione di un minore, a partire dal 1° gennaio 2017, su domanda della futura madre al compimento del settimo mese di gravidanza (inizio dell’ottavo mese di gravidanza) o alla nascita, adozione o affido.

Il beneficio è concesso in un’unica soluzione per ogni evento (gravidanza, parto, adozione o affidamento) e in relazione a ogni figlio nato, adottato o affidato.

Normativa di riferimento per le prestazioni familiari in regime comunitario

Le prestazioni familiari previste dalle legislazioni degli stati membri variano per caratteristiche e ammontare. Ogni Stato è responsabile della loro erogazione e pone le condizioni per poterne beneficiare.

Per garantire la tutela dei diritti di sicurezza sociale dei lavoratori migranti e l'esercizio del diritto alla libera circolazione dei cittadini europei, la normativa comunitaria coordina le leggi dei vari sistemi previdenziali nazionali.

Sono disponibili le fonti normative comunitarie e le principali disposizioni applicative emanate dall'INPS per le prestazioni familiari in regime comunitario.

Indicatore della situazione economica equivalente, che deriva dal rapporto tra l'ISE e il numero dei componenti del nucleo familiare in base a una scala di equivalenza stabilita dalla legge.

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.