Minimali giornalieri di retribuzione

Cos'è

La retribuzione da utilizzare, da parte del datore di lavoro, come base per il calcolo dei contributi di previdenza e assistenza sociale non può essere inferiore all'importo delle retribuzioni stabilito da leggi, regolamenti, accordi collettivi o contratti individuali, qualora ne derivi una retribuzione d'importo superiore a quello previsto dal contratto collettivo (articolo 1, comma 1 del decreto legislativo 9 ottobre 1989, n. 338, convertito nella legge 7 dicembre 1989, n. 389).

A chi è rivolto

Come funziona