Trova in INPS
Trova Subito
Come Fare per
I PIU' RICHIESTI
Contatti
Torna indietro

Versione Testuale
920914
DIREZIONE CENTRALE
PAR
DIREZIONE CENTRALE
TECNOLOGIAINFORMATICA
DIREZIONE CENTRALE
PER I CONTRIBUTI
Circolare n. 98.
AI  DIRIGENTI CENTRALI E PERIFERICI
AI  COORDINATORI GENERALI,
    CENTRALI E PERIFERICI DEI
    RAMI PROFESIONALI
AI  PRIMARI COORDINATORI
    GENERALI E PRIMARI MEDICO
    LEGALI
AI  DIRETTORI DEI CENTRI OPERATIVI
    E,P.C. :
AI  CONSIGLIERI DI AMMINITRAZIONE
AI  PRESIDENTI DEI COMITATI
    REGIONALI
AI  PRESIDENTI DEI COMITATI
    PROVINCIALI
Procedura     di     gestione      "note      di      rettifica"
e       "DM10       passivi"       su       archivio       locale      .
Trasmissione del manuale tecnico-operativo.
DIREZIONE CENTRALE
PAR
DIREZIONE CENTRALE
TECNOLOGIAINFORMATICA
DIREZIONE CENTRALE
PER I CONTRIBUTI
Roma, 27 marzo 1992       AI  DIRIGENTI CENTRALI E PERIFERICI
Circolare n. 98.          AI  COORDINATORI GENERALI,
                              CENTRALI E PERIFERICI DEI
                              RAMI PROFESIONALI
                          AI  PRIMARI COORDINATORI
                              GENERALI E PRIMARI MEDICO
                              LEGALI
                          AI  DIRETTORI DEI CENTRI OPERATIVI
                              E,P.C. :
                          AI  CONSIGLIERI DI AMMINITRAZIONE
                          AI  PRESIDENTI DEI COMITATI
                              REGIONALI
                          AI  PRESIDENTI DEI COMITATI
                              PROVINCIALI
Oggetto:Procedura     di     gestione      "note      di      rettifica"
e       "DM10       passivi"       su       archivio       locale      .
Trasmissione del manuale tecnico-operativo.
      In collaborazione con funzionari della Sede Regionale
  della Campania e delle SAP di Benevento,Como e Venezia, si
  e' provveduto ad una nuova stesura del manuale tecnico-
  operativo di gestione su archivio locale delle "note di
  rettifica " e dei "DM10 passivi".
  Per consentirne l'immediata conoscenza, in attesa della
  fornitura a stampa del suddetto manuale ,verra' inviato a
  ciascuna Sede Regionale un dischetto contenente il testo
  dello stesso, per la riproduzione e la distribuzione alle
  SAP della Regione.
                             Il Direttore Generale
              ISTITUTO NAZIONALE DELLA PREVIDENZA SOCIALE
                    *************************************
                    *                                   *
                    *                                   *
                    *   GESTIONE  "NOTE DI RETTIFICA"   *
                    *           E DM10 PASSIVI          *
                    *               SU                  *
                    *          ARCHIVIO LOCALE          *
                    *                                   *
                    *                                   *
                    *************************************
             CREAZIONE, CONTENUTO E FUNZIONI DELL' ARCHIVIO
              ------------------------------------------------
               CREAZIONE
               ---------
               LA FASE DI CARICAMENTO DELLA DEFINIZIONE DELL'ARCHIVIO
      D.S  66 E' STATA GIA' ATTUATA PRESSO TUTTE LE SEDI AUTONOME DI PRO
      DUZIONE SECONDO LE MODALITA' DESCRITTE AL PUNTO  1.2  DELLA CIRCO-
      LARE N. 986/EAD IL CUI TESTO E' STATO PORTATO A CONOSCENZA  DELLE
      SEDI MEDESIME CON MSG. N. 19137 DEL 15/2/85.
               LE DIMENSIONI DI TALE  ARCHIVIO  SONO STATE DETERMINATE,
      PER CIASCUNA SEDE, SULLA BASE DEL NUMERO DELLE AZIENDE ATTIVE ED
      IPOTIZZANDO UNA PERMANENZA MEDIA DI 6 MESI PER CIASCUNA REGISTRA-
      ZIONE IMMESSA IN ARCHIVIO.
               PER UNA  OTTIMALE  UTILIZZAZIONE  DELLE RISORSE DISPONI-
      BILI, SI E' STABILITO DI PROCEDERE ALLA MEMORIZZAZIONE NEL DS 66
      DELLE  SOLE RIGHE DEL MOD. DM10 CHE HANNO DATO LUOGO A DIFFEREN-
      ZA TRA DENUNCIATO E CALCOLATO OVVERO DEI SOLI IMPORTI ADDEBITATI
      A TITOLO DI SOMME ACCESSORIE O SANZIONI AMMINISTRATIVE NEL CASO
      IN CUI IL  RETTIFICATIVO SIA  STATO  EMESSO  ESCLUSIVAMENTE PER
      TALI SOMME.
    CONTENUTO DELL' ARCHIVIO ED EMISSIONE DELLA NOTA DI RETTIFICA
    -------------------------------------------------------------
              L' ARCHIVIO DELLE NOTE DI RETTIFICA CONTIENE I DATI RELA-
      TIVI ALLE DIFFERENZE TRA IMPORTO DENUNCIATO  ED IMPORTO  CALCOLATO
      RISCONTRATE DALLA FASE DI CALCOLO DELLA PROCEDURA DM10   CHE HANNO
      DATO  LUOGO  ALLA  EMISSIONE DI UNA NOTA  DI  RETTIFICA  ATTIVA O
      PASSIVA  OVVERO QUELLI RELATIVI A RETTIFICHE  EMESSE  D'INIZIATIVA
      DELLA SEDE.
               VI SONO REGISTRATI, ALTRESI', I SALDI DEI MODELLI  DM10
      PASSIVI RISULTATI ESATTI AL CALCOLO.
               LA  NOTA DI RETTIFICA VIENE EMESSA  PER  CIASCUN  MODELLO
      DM10    QUALORA  IL  CONTROLLO  LOGICO  E   ARITMETICO  DEI   DATI
      DENUNCIATI DALL' AZIENDA EVIDENZI DIFFERENZE POSITIVE O  NEGATIVE,
      E SARA' ATTIVA O PASSIVA A SECONDA CHE IL SALDO DELLA STESSA RECHI
      UN CREDITO O UN DEBITO DELL' ISTITUTO.
               LA  NOTA DI RETTIFICA PUO' ESSERE EMESSA ANCHE  PER  SOLI
      ADDEBITO DI SANZIONI PER TARDIVA PRESENTAZIONE O TARDIVO PAGAMENTO
      DEL MODELLO DM10.
               I  DATI DEL MODELLO DM1O INTERESSATI DALLE OPERAZIONI  DI
      CONTROLLO E   CALCOLO CHE POSSONO DETERMINARE L'EMISSIONE  DI  UNA
      NOTA DI RETTIFICA SONO:
              -  C.S.C E  CODICI AUTORIZZAZIONI  SULLA CUI SCORTA  VIENE
                 DETERMINATA  L'ALIQUOTA CONTRIBUTIVA E L'ESISTENZA  DEL
                 DIRITTO  ALLA  FISCALIZZAZIONE ED  ALLO  SGRAVIO  DEGLI
                 ONERI SOCIALI;
              -  PERIODO CHE, IN  RELAZIONE ALLA DATA  DI  PRESENTAZIONE
                 DEL  MODELLO DM10, DETERMINA  L'EVENTUALE  COMMINAZIONE
                 DELLE SANZIONI PREVISTE DALL' ART.30 DELLA LEGGE NUMERO
                 843/78  E, IN RELAZIONE ALLA DATA DI  ACCETTAZIONE  DEL
                 MODELLO DM1O DETERMINA, IN CASO DI RITARDO  LE SANZIONI
                 PREVISTE DALLA LEGGE NUMERO 48/88;
              -  DATA   ESECUTIVITA'  CHE, IN  RELAZIONE  ALLA  DATA  DI
                 PRESENTAZIONE     E     ACCETTAZIONE    DEL     MODELLO
                 DM10,  DETERMINA L'ADDEBITO DEGLI ONERI  ACCESSORI  NEI
                 CONFRONTI  DELLE AMMINISTRAZIONI LOCALI (VED. CIRCOLARE
                 N. 28 DE  2/2/91 PUNTO C - A. U. 1991 PAG  392);
              -  RETRIBUZIONI CHE, SE ESPRESSE IN MISURA  INFERIORE  AL
                 VALORE  CHE  SI OTTIENE MOLTIPLICANDO IL  NUMERO  DELLE
                 GIORNATE PER L'IMPORTO DEI MINIMALI IN VIGORE, VENGONO
                 ADEGUATE A TALE PRODOTTO;
              -  CONTRIBUZIONI  DAL RIGO 10 IN POI DEL QUADRO " B - C"
                 CHE, SE DIVERSE DAL VALORE CHE SI OTTIENE APPLICANDO LE
                 PREVISTE   ALIQUOTE  CONTRIBUTIVE  ALLE   RETRIBUZIONI,
                 VENGONO RETTIFICATE.
              -  PER  GLI  APPRENDISTI  - RIGHI 2O E  21  -  L'EVENTUALE
                 RETTIFICA  SCATURISCE  DAL PRODOTTO  DEL  NUMERO  DELLE
                 SETTIMANE  DENUNCIATE  PER  L'IMPORTO  DEL   CONTRIBUTO
                 SETTIMANALE E DAL CALCOLO DEL CONTRIBUTO A  PERCENTUALE
                 DI CUI ALL' ART  21 DELLA LEGGE 28/2/86 N  41;
              -  C.I.G  CHE, SE ESPOSTA A CONGUAGLIO NEI RIGHI 39 E 40 O
                 CON I  CODICI "E800"  "F600"  "F700"  "G300"  "T141" E
                 "T142",  DETERMINA IL  CONTROLLO  DELL'ESATTO  AVVENUTO
                 VERSAMENTO DEL CONTRIBUTO ADDIZIONALE.
               IL  PROGRAMMA DI CALCOLO EFFETTUA, INOLTRE, IL  CONTROLLO
      ARITMETICO  DEL  TOTALE "A", DEL TOTALE "B" E DELLA  DIFFERENZA A
      SALDO DEL MODELLO DM10.
               LA  PROCEDURA NON EMETTE NOTA DI RETTIFICA  SE  L'IMPORTO
      TOTALE DA ADDEBITARE O DA RIMBORSARE NON E' SUPERIORE A "PICCOLA
      DIFFERENZA" (VEDI CIRC. N. 265  DEL  14/12/89  A.U  1989/2556).
                 DESCRIZIONE DELLA NOTA DI RETTIFICA ATTIVA
                 ------------------------------------------
         -INTESTAZIONE
         --------------
         =CODICE  DI  EMISSIONE DELLA NOTA DI RETTIFICA  COSTITUITO  DAL
          VALORE NUMERICO:
             TTMMMMMMMMMMPPPPDDDDDD
             DOVE:
               TT = TIPO RETTIFICA
       MMMMMMMMMM = MATRICOLA AZIENDALE
             PPPP = PERIODO DEL MOD. DM10 CHE HA ORIGINATO LA  RETTIFICA
           DDDDDD = DATA DI PRESENTAZIONE DEL DM 10;
         =PROGR.: NUMERO PROGRESSIVO CHE LA RETTIFICA ASSUME NELL'AMBITO
                  DELLA MATRICOLA AZIENDALE;
         =DATA   DI  EMISSIONE:  ESSA  CORRISPONDE  A  QUELLA   INDICATA
                  DALL'OPERATORE DELL'ISOLA AL MOMENTO  DELL'ATTIVAZIONE
                  DEL  CALCOLO DEI MODD. DM 10, IN RELAZIONE AL  PERIODO
                  CHE SI RITIENE NECESSARIO UTILIZZARE PER I   CONTROLLI
                  PRELIMINARI  ALLA  SPEDIZIONE DELLE  RETTIFICHE;  ESSA
                  RAPPRESENTA   INOLTRE  IL "DIES A QUO" PER IL  COMPUTO
                  DEI  30  GIORNI  CONCESSI  AL  DATORE  DI  LAVORO  PER
                  L'ADEMPIMENTO A SUO CARICO;
         =SONO INOLTRE INDICATI I PROGRESSIVI DI ARCHIVIAZIONE  RELATIVI
                  AI MODELLI DM 10/1 E DM 10/2;
         =MATRICOLA AZIENDALE;
         =CODICE FISCALE (O IL N. DI PARTITA IVA) DELL'AZIENDA;
           DATI RETRIBUTIVI E CONTRIBUTIVI
           -------------------------------
               IN   QUESTO   QUADRO  SONO  RIPORTATI,   IN   ORDINE   DI
         ACQUISIZIONE  DEI  CORRISPONDENTI  DATI  DEL  MOD.  DM  10   DI
         PROVENIENZA,  TUTTE LE INFORMAZIONI CONTRIBUTIVE E  RETRIBUTIVE
         RIPORTATE NELLA DENUNCIA MEDESIMA. IN PARTICOLARE:
         =CODICE: IL DATO CHE CONSENTE AI VARI PROGRAMMI DELLA PROCEDURA
               (CALCOLO,   RIPARTIZIONE,   ACQUISIZIONE   E/O   GESTIONE
               RETTIFICHE) DI RICONOSCERE L'IMPORTO IN TRATTAZIONE E  DI
               DETERMINARE   SVILUPPI   ED   APPLICAZIONI    ELABORATIVE
               (APPOSIZIONE  DELLE  STRINGHE, ATTRIBUZIONE AI  CONTI  DI
               COMPETENZA  ECC.)
         =N. DIPENDENTI: DATO DENUNCIATO DALL'AZIENDA;
         =N. GIORNI: DATO DENUNCIATO DALL'AZIENDA;
         =RETRIBUZIONE DENUNCIATA: DATO DENUNCIATO DALL'AZIENDA;
         =RETRIBUZIONE  ADEGUATA MINIMALI: DATO CALCOLATO  NEL  CASO  IN
               CUI NON SIANO STATI RISPETTATI I MINIMALI DI RETRIBUZIONE
               IN VIGORE  NEL PERIODO CONSIDERATO;
         =ALIQUOTA:  DETERMINATA   SULLA  BASE   DELLE   CARATTERISTICHE
               CONTRIBUTIVE   AZIENDALI.  RELATIVAMENTE  AI   DIPENDENTI
               AVENTI  QUALIFICA DI APPRENDISTI IN QUESTA COLONNA  SARA'
               INDICATO IL NUMERO DELLE SETTIMANE;
         =IMPORTO   DENUNCIATO:  DATO  DENUNCIATO   DALL'AZIENDA   NELLA
               RELATIVA RIGA DEL QUADRO (B - C O D) DEL MODELLO DM10;
         =IMPORTO  CALCOLATO:  IMPORTO  DETERMINATO  DAL  PROGRAMMA   DI
               CALCOLO  RISPETTO  AI DATI  PRECEDENTEMENTE  ESPOSTI  SUL
               MEDESIMO RIGO;
         =DIFFERENZA:  DIFFERENZA  ALGEBRICA TRA L'IMPORTO  CALCOLATO E
               L'IMPORTO DENUNCIATO  ED E' PRECEDUTA DAL SEGNO  MENO  SE
               RAPPRESENTA UN CREDITO DEL DATORE DI LAVORO;
         =TOTALE:  IL DATO COSTITUISCE LA SOMMA ALGEBRICA DEGLI  IMPORTI
               RIPORTATI IN CIASCUNA COLONNA.
         -RIEPILOGO  DELLE SOMME ACCREDITATE E/O ADDEBITATE
          -------------------------------------------------
         =IMPORTO  A  DEBITO O A CREDITO DEL DATORE DI  LAVORO:  IMPORTO
          CORRISPONDENTE  AL  TOTALE DELLA  COLONNA  "DIFFERENZA"  NELLA
          IPOTESI  DI  NOTA  DI RETTIFICA PROVENIENTE  DA  MODELLO  DM10
          ATTIVO OVVERO CORRISPONDENTE AL TOTALE DELLA COLONNA  "IMPORTO
          CALCOLATO"  SE PROVENIENTE DA DM1O PASSIVO;
         =SOMME  AGGIUNTIVE  SULL'IMPORTO  ADDEBITATO:  AMMONTARE  DELLE
          SANZIONI  CIVILI  CALCOLATE  SULL'IMPORTO  ADDEBITATO.   NELLA
          PARENTESI  VIENE INDICATO IL NUMERO DEI GIORNI CONSIDERATO  AI
          FINI DEL CALCOLO;
         =SOMME  AGGIUNTIVE  PER RITARDATO VERSAMENTO:  AMMONTARE  DELLE
          SANZIONI  CIVILI  DOVUTE IN CASO DI RITARDATO  VERSAMENTO  DEL
          SALDO  DEL DM10 ORIGINARIO. ANCHE IN QUESTO CASO  E'  PREVISTA
          L'INDICAZIONE  DEL NUMERO DEI GIORNI CONSIDERATO AI  FINI  DEL
          CALCOLO;
         =LO   SPAZIO  IN  BIANCO  SOTTOSTANTE  AI  PREDETTI  RIGHI   E'
          UTILIZZATO   PER   L'ESPOSIZIONE   DELLE   SOMME    ACCESSORIE
          EVENTUALMENTE ADDEBITABILI A TITOLO DI SANZIONI AMMINISTRATIVE
          PER RITARDATA PRESENTAZIONE DELLA DENUNCIA (ART. 30 L  843/78)
          E/O INTERESSI LEGALI.
         =IMPORTO TOTALE A DEBITO DEL DATORE DI LAVORO DA VERSARE  ENTRO
          IL: DATA ENTRO LA QUALE DEVE ESSERE EFFETTUATO IL VERSAMENTO E
          IMPORTO TOTALE DELLA NOTA DI RETTIFICA.
          - ATTESTAZIONE DI PAGAMENTO
            -------------------------
               IL QUADRO IN CUI E' CONTENUTA L'ATTESTAZIONE DI PAGAMENTO
          E' PREDISPOSTO PER L'INDICAZIONE NELLA PARTE SUPERIORE  DELLA
          DATA  DI PRESENTAZIONE DEL MODELLO  DM 10/1-89, DM  10/2-89 E
          DM10/M.
              DAL 1 GENNAIO 1989 (DATA DI INTRODUZIONE DEL NUOVO MODELLO
          DM  10/89  IN  TRE  PARTI)  AI  FINI  DELL'APPLICAZIONE  DELLE
          SANZIONI  AMMINISTRATIVE EX ART. 30 DELLA LEGGE  843/78  VIENE
          PRESA A  RIFERIMENTO IN OGNI CASO (MODELLI ATTIVI,  PASSIVI E
          INSOLUTI) LA DATA DI PRESENTAZIONE DEL MODELLO DM10/2-89 (VEDI
          MSG. N. 1839  DELL'11/11/9  EAD).
              NELLO SPAZIO SOTTOSTANTE VIENE EVIDENZIATO, IN CHIARO,  IL
          TIPO  DI MODELLO DM 10 CUI SI RIFERISCE LA RETTIFICA  (ATTIVO,
          PASSIVO, TOTALMENTE O PARZIALMENTE INSOLUTO).
              L'ATTESTAZIONE  DI  PAGAMENTO E'  CONTENUTA  NELL'APPOSITA
          SEZIONE STRUTTURATA IN MODO DA POTER ESSERE SEPARATA DAL RESTO
          DEL  MODULO E TRASMESSA DALL'ENTE ACCETTANTE (BANCA O  UFFICIO
          POSTALE) ALLA COMPETENTE SEDE DELL'INPS.
              GLI  ELEMENTI CHE COMPONGONO LA CEDOLA, PREDISPOSTA  ANCHE
          PER LA LETTURA OTTICA, SONO I SEGUENTI:
         =SPAZIO  RISERVATO ALL'ENTE ACCETTANTE PER L'APPOSIZIONE  DELLE
          FIRME DI CONVALIDA E CONTROLLO DELL'OPERAZIONE EFFETTUATA;
         =INDICAZIONE DELLA SEDE CHE HA EMESSO LA NOTA DI RETTIFICA;
         =CODICE   DI  EMISSIONE  DELLA  RETTIFICA,  COSTITUITO  DA   22
          CARATTERI COME PRECEDENTEMENTE ILLUSTRATO NELL'ESPOSIZIONE DEI
          DATI DEL QUADRO INTESTAZIONE;
         =PROGRESSIVO:  NUMERO,  COMPOSTO  DI  QUATTRO  CIFRE,  CHE   LA
          RETTIFICA ASSUME NELL'AMBITO DELLA MATRICOLA AZIENDALE;
         =DATA EMISSIONE: DATA IN CUI VIENE EMESSA LA RETTIFICA;
         =PROGRESSIVO DM 10  COMPOSTO DA 20 CARATTERI
                   T AAAAAA NNNNN XXXX YYYY
                      T = TIPO DEL MOD. SC 7/24 CONTENENTE IL DM10;
                 AAAAAA = ARTICOLO DELL' SC 7/24;
                  NNNNN = NUMERO DEL MODELLO SC 7/24 (AMMGG);
                   XXXX = NUMERO DEL MOD. DM 11;
                   YYYY = NUMERO DEL DM10 NEL DM11;
         =DM10/RA 89 DICITURA CHE COMPARE SULLE RETTIFICHE RELATIVE A
             PERIODI DALL' 1.1.89.
         =CODE-LINE:  ESSA CONSENTE, MEDIANTE LETTURA OTTICA DEI  PROPRI
          DATI,  LA  RAPIDA ACQUISIZIONE  DEGLI  ELEMENTI  SIGNIFICATIVI
          DELLA NOTA DI RETTIFICA PAGATA ED IL CONSEGUENTE AGGIORNAMENTO
          DEGLI  ARCHIVI.  LA SUA COMPOSIZIONE E' DI 45  CARATTERI COSI'
          SUDDIVISI:
          -CODICE SEDE  E ZONA.............4  CARATTERI (PER   LA  SEDE
                                           PROVINCIALE IL CODICE ZONA E'
                                           UGUALE A 00)
          -PROGRESSIVO AZIENDA.............6 CARATTERI (MATRICOLA AZIEN-
                                           DALE DEPURATA DEL CODICE SEDE
                                           E DEL CONTRO-CODICE)
          -PERIODO DM 10 ..................4 CARATTERI (MMAA)
          -DATA DI PRESENTAZIONE
           DEL MOD. DM 10..................6 CARATTERI (GGMMAA)
          -TIPO  RETTIFICA.................2 CARATTERI
          -IMPORTO RETTIFICA...............12 CARATTERI
          -DATA SCADENZA RETTIFICA.........6 CARATTERI (GGMMAA)
          -CHECK DIGIT.....................1  CARATTERE   (CONTROCODICE
                                           CODE-LINE);
         =QUIETANZA DI PAGAMENTO: E' POSTA AL DI SOTTO DELLA "CEDOLA" ED
          E'   DESTINATA  A  CONTENERE  IL  TIMBRO  A   DATA   DELL'ENTE
          ACCETTANTE, L'INDICAZIONE DELL'IMPORTO RISCOSSO E LE  PREVISTE
          FIRME DI CONVALIDA DELL'OPERAZIONE E/O DI CONTROLLO.
         -DESTINATARIO DELLA NOTA DI RETTIFICA
          ------------------------------------
               LA   SEZIONE  RECA  LA  RAGIONE  SOCIALE  E   L'INDIRIZZO
          DELL'AZIENDA   NONCHE'  LA  MATRICOLA  E  LE   CARATTERISTICHE
          CONTRIBUTIVE.
         -DISTINTA DI VERSAMENTO
          ----------------------
               LA SEZIONE E' RISERVATA ALL'ENTE ACCETTANTE
                  DESCRIZIONE DELLA NOTA DI RETTIFICA PASSIVA
                  -------------------------------------------
               LE DIMENSIONI E LA STRUTTURA GRAFICA GENERALE DEL MODELLO
         DM 10/RP SONO SOSTANZIALMENTE UGUALI A QUELLE GIA' INDICATE PER
         IL MODELLO DM 10/RA.
               LA  PECULIARITA' DELLE SITUAZIONI FINALI PER LE QUALI  IL
         MODULO  IN  QUESTIONE  VIENE UTILIZZATO (SALDI  A  CREDITO  DEL
         DATORE  DI LAVORO) COMPORTA LA NECESSITA' DI ELIMINARE  QUALCHE
         "QUADRO", DI MODIFICARE QUALCHE STRINGA A STAMPA E DI AGGIUNGE-
         RE UN TESTO DI "AVVERTENZE" PER I DATORI DI LAVORO DESTINATARI.
               LE   CARATTERISTICHE  CHE  DIVERSIFICANO  IL  MODULO  IN
         TRATTAZIONE  DA  QUELLO  UTILIZZATO PER  LA  STAMPA  DI  "NOTE"
         RECANTI  UN  SALDO  FINALE A  DEBITO  DELLE  AZIENDE,  SONO  LE
         SEGUENTI:
         -IL MODULO E' PREDISPOSTO IN ORIGINALE E COPIA;
         -IL TOTALE "A CREDITO" DEL DATORE DI LAVORO, NEL CASO IN CUI LA
          RETTIFICA PASSIVA PROVENGA DA DM10 PASSIVO RISULTATO ERRATO E'
          LA  SOMMA ALGEBRICA DELLE DIFFERENZE EVENTUALMENTE RISCONTRATE
          DAL  PROGRAMMA  DI CALCOLO DELLA PROCEDURA DM10 E  DEL  SALDO
          DENUNCIATO  DALLA  DITTA;
               LO  SPAZIO  PER LA "QUIETANZA" E   L'  "ATTESTAZIONE"  DI
          VERSAMENTO  E'  UTILIZZATO  PER  LA  STAMPA  DI  UN  TESTO  DI
          COMUNICAZIONE ALL'AZIENDA DELLA LIQUIDAZIONE DEL RIMBORSO.
               NELLO   SPAZIO  SOTTOSTANTE  E'  INSERITO   UN   "QUADRO"
          RISERVATO ALL'INPS PER QUALSIASI ANNOTAZIONE NECESSARIA PER LA
          DEFINIZIONE  DELLA  RETTIFICA.
         -E'  ALTRESI'  INDICATO  IN  CHIARO IL  TIPO  DI  DM10  CHE  HA
          ORIGINATO LA RETTIFICA PASSIVA ("PROVENIENTE DA DM 10  ATTIVO"
          OVVERO "PROVENIENTE DA  DM10 PASSIVO").
                   FUNZIONI DELL' ARCHIVIO
                 ---------------------------
               L'ARCHIVIO ADEMPIE ALLE SEGUENTI FUNZIONI:
            A)  GESTIONE;
            B)  INQUIRY;
            C)  EVIDENZA;
            D)  STAMPA;
            E)  UTILITY.
               TALI FUNZIONI, CHE SARANNO PIU' AMPIAMENTE DESCRITTE IN
      SEGUITO, POSSONO COSI' RIASSUMERSI:
            A)  GESTIONE - PER ESSA SI INTENDE LA POSSIBILITA' DI DISPOR
                RE, PER IL TEMPO NECESSARIO, DELLE REGISTRAZIONI NON DE
                FINITE, ALLO SCOPO DI GESTIRLE (ANNULLAMENTO, VARIAZIO-
                NE, CONFERMA, PAGAMENTO, RIMBORSO, REINCASSO E PASSAGGIO
                AL R.C.) IN TUTTO L'ITER AMMINISTRATIVO.
            B)  INQUIRY -  E' POSSIBILE LA CONSULTAZIONE DI TUTTI I PAN-
                NELLI CHE COMPONGONO LA "NOTA DI RETTIFICA", FINCHE' LA
                MEDESIMA NON RISULTA DEFINITA E LA NOTIZIA DELLA DEFINI
                ZIONE STESSA NON SIA STATA RIPORTATA SUL DATA BASE CEN-
                TRALE E NON SIA STATA CANCELLATA DALL' ARCHIVIO PERIFERI
                CO DELLE RETTIFICHE AL TERMINE DELLA FASE DI AGGIORNAMEN
                TO DEGLI ARCHIVI.
                    DI CIASCUNA "NOTA" DEFINITA SARA', COMUNQUE, SEMPRE
                CONSENTITA LA VISUALIZZAZIONE DEI DATI ESSENZIALI (TIPO
                E PROGRESSIVO RETTIFICA,DATA EMISSIONE,IMPORTO RETTIFI-
                CA,  TIPO E  DATA DELLA  DEFINIZIONE   CHE  RISIEDERANNO
                ESCLUSIVAMENTE SU UN'APPENDICE DELLA SEZIONE CONTRIBUTI-
                VA DEL PREDETTO DATA BASE CENTRALE (*).
            C)  EVIDENZA - PER ESSA SI INTENDE LA POSSIBILITA' DI DISPOR
                RE, MEDIANTE ESTRAPOLAZIONI PERIODICHE, DEI DATI SUCCIN-
                TI RELATIVI ALLE REGISTRAZIONI PRESENTI IN ARCHIVIO ANCO
                RA DA DEFINIRE.
            D)  STAMPA - E' POSSIBILE OTTENERE LA RISTAMPA,SUL MODULO IN
                USO,DI UNA NOTA DI RETTIFICA EMESSA DALLA PROCEDURA BASE
                OVVERO LA STAMPA DELLE "RETTIFICHE  EMESSE D' INIZIATIVA
                DELLA  SEDE. E'  INOLTRE  POSSIBILE OTTENERE,  SU  CARTA
                BIANCA, LA COPIA DELLE PAGINE VIDEO CONSULTABILI NONCHE'
                LA STAMPA DI TUTTE LE LISTE DI UTILITY E DEI DOCUMENTI
                CONTABILI DI DEFINIZIONE.
            E)  UTILITY -  SI PUO' OTTENERE LA STAMPA DELLE SEGUENTI
                LISTE:
                      1)  LISTA DELLE PRATICHE MOVIMENTATE;
                      2)  LISTA DELLE AZIENDE INADEMPIENTI  ( GENERALE O
                          INDIVIDUALE);
                      3)  LISTE CHE RIPORTANO A LIVELLO GENERALE O AZIEN
                          DALE IL CONTENUTO DEL  D.S. 66 (PER SITUAZIONI
                          NORMALI O PATOLOGICHE );
   ---------------------------
   (*) PER CIASCUNA RETTIFICA, CON ESCLUSIONE DI QUELLE EMESSE D' INI-
       ZIATIVA DELLA SEDE, SARA' PRESENTE, INOLTRE, LA DATA DI CALCOLO
       DEL DM10 ORIGINARIO.
               LA PROCEDURA  INOLTRE  EMETTE IN AUTOMATICO:
                      1   LISTA DI "QUADRATURA" DEI DOCUMENTI  CONTABILI
                          ACQUISITI;
                      2)  LISTA DEI DOCUMENTI CONTABILI (SC28-IP6/BIS)
                          PER I QUALI E' STATO ESEGUITO L' AGGIORNAMENTO
                          DEL D.B. CENTRALE RELATIVAMENTE ALLE RETTIFI-
                          CHE IN CIASCUNO DI ESSI PRESENTI; IN APPENDICE
                          A TALE LISTA VIENE FORNITO L' ELENCO DELLE RE-
                          GISTRAZIONI CHE, EVENTUALMENTE, NON AVESSERO
                          TROVATO CORRISPONDENZA SUL DATA BASE MEDESIMO.
                DESCRIZIONE OPERATIVA DELLE FASI PROCEDURALI
                --------------------------------------------
          ALIMENTAZIONE DELL' ARCHIVIO LOCALE
          -----------------------------------
               NEL D.S. 66 LE REGISTRAZIONI POSSONO TRARRE ORIGINE:
                   A) DALLA PROCEDURA BASE DEL DM10 (E' QUESTO IL  FLUS-
                      SO PROCEDURALE  QUANTITATIVAMENTE  PIU'  RILEVANTE
                      DELLE NOTE DI RETTIFICA ED E' L'UNICO PER CIO' CHE
                      CONCERNE LE REGISTRAZIONI CHE  RAPPRESENTANO  DM10
                      CON  SALDI A CREDITO AZIENDA RISULTATI  ESATTI  AL
                      CALCOLO);
                   B) DALL' INIZIATIVA DELLA SEDE, QUALORA SI RILEVI  LA
                      NECESSITA'  DI  RETTIFICARE UNA  DENUNCIA  MENSILE
                      DM10 PASSATA ATTRAVERSO LA FASE DI  CALCOLO  SENZA
                      LA RILEVAZIONE  DI  DIFFERENZE  TRA "DENUNCIATO" E
                      "CALCOLATO".
               A CIASCUNA REGISTRAZIONE ( SIA ESSA "NOTA  DI  RETTIFICA"
          ATTIVA O PASSIVA, OVVERO RAPPRESENTI UN MOD.  DM10  PASSIVO)
          VIENE ATTRIBUITO UN "PROGRESSIVO RETTIFICA", COMPOSTO DI QUAT-
          TRO CARATTERI NUMERICI PRINCIPIANTI DA "0001" PER CIASCUNA MA-
          TRICOLA AZIENDALE. TALE "PROGRESSIVO" E', UNITAMENTE  ALLA MA-
          TRICOLA DELL' AZIENDA, L' ELEMENTO FONDAMENTALE PER L' ACCESSO
          ALLE REGISTRAZIONI CONTENUTE NEL D.S. 66.
                       UTILIZZAZIONE DELLA PROCEDURA
                       -----------------------------
               L'OTTIMALE  UTILIZZAZIONE  DELLA  PROCEDURA,  NELL'OTTICA
         DELLA VERTICALIZZAZIONE DEL LAVORO PREVISTA DALLA  COSTITUZIONE
         DELLE  "ISOLE DI PRODUZIONE", PASSA NECESSARIAMENTE  ATTRAVERSO
         UNA  FUNZIONALE GESTIONE DEI DATI CONTENUTI NELL'ARCHIVIO  D.S
         66.
               IN QUESTO SENSO  SONO DA CONSIDERARSI INDIFFERIBILI TUTTI
         GLI   INTERVENTI  DI  TIPO  TECNICO  E/O  AMMINISTRATIVO    CHE
         CONSENTONO  IL  TEMPESTIVO  AGGIORNAMENTO  DELLE  REGISTRAZIONI
         RELATIVE A  DM10/RA, DM10/RP E A  DM0  PASSIVI.
               LA PROCEDURA PREVEDE, IN RELAZIONE A QUESTA ESIGENZA,  LA
         POSSIBILITA'  DELL'INDIVIDUAZIONE DELLO "STATO  DI GESTIONE" DI
         CIASCUNA   REGISTRAZIONE  NELL'AMBITO  DEL  D.S.  66   MEDIANTE
         L'UTILIZZO DEL  "CODICE INTERVENTO" (V  APPENDICE C).
               L'OPERATORE ADDETTO ALL'ISOLA DI PRODUZIONE,  UTILIZZANDO
         QUESTO STRUMENTO E GLI ALTRI INTERVENTI CHE SONO DESCRITTI  NEL
         PRESENTE  MANUALE,  DEVE SEMPRE OPERARE IN  MODO  CHE  CIASCUNA
         REGISTRAZIONE  PRESENTE IN ARCHIVIO SODDISFI L'ESIGENZA DI UNA
         COMPLETA,  CORRETTA ED IMMEDIATA TRASPARENZA  DELLA  SITUAZIONE
         AZIENDALE.
               NELL'AMBITO  DI  UNA  GESTIONE  EFFICACE  GLI  INTERVENTI
         VANNO    REALIZZATI   SIA   NEL   MOMENTO    DELL'ALIMENTAZIONE
         DELL'ARCHIVIO  D.S. 66   SIA  NELLA  FASE  DI  GESTIONE   DELLE
         REGISTRAZIONI IN ESSO CONTENUTE.
         ADEMPIMENTI PRELIMINARI PER LA DEFINIZIONE DELLE REGISTRAZIONI
         --------------------------------------------------------------
               E' IL COMPLESSO DEGLI ADEMPIMENTI MIRANTI AD  INDIVIDUARE
         I  MODELLI  RETTIFICATIVI  CHE,  PRIMA  DELLA  SPEDIZIONE  ALLE
         AZIENDE,  A  SEGUITO  D  VERIFICA,  DEBBANO  ESSERE  VARIATI O
         ANNULLATI.
               L'OPERATORE DELL'ISOLA DI PRODUZIONE CONTROLLA, ANCHE SUL
         LA SCORTA DELLA LISTA "R", LA "VALIDITA'" DELLE NOTE DI RETTIFI
         CA, CON PARTICOLARE RIGUARDO PER QUELLE DI RILEVANTE IMPORTO.
               QUALORA VERFICHI CHE ALCUNE DELLE NOTE DI RETTIFICA SONO
         TOTALMENTE O PARZIALMENTE ERRATE LE SOTTOPONE AL FUNZIONARIO
         RESPONSABILE CON FORMALE E MOTIVATA PROPOSTA DI ANNULLAMENTO
         O VARIAZIONE.
               IN CONSEGUENZA DEI PROVVEDIMENTI ADOTTATI, EFFETTUA GLI
         ADEMPIMENTI DESCRITTI NELLE OPZIONI DI "ANNULLAMENTO" E "VARIA
         ZIONE" (VEDI PUNTI 3 E 4 SUCCESSIVI), ED ARCHIVIA NEL FASCICOLO
         DELL'AZIENDA LE NOTE DI RETTIFICA ERRATE CON IL PROVVEDIMENTO
         ADOTTATO.
               ANALOGHI ADEMPIMENTI DEVONO ESSERE EFFETTUATI QUALORA,SUC
         CESSIVAMENTE ALLA SPEDIZIONE ALLE AZIENDE DELLE NOTE DI RETTIFI
         CA, PERVANGANO CONTESTAZIONI. OVVIAMENTE ALLE AZIENDE VA DATA
         FORMALE COMUNICAZIONE IN ORDINE ALLE DECISIONI ADOTTATE.
               GESTIONE DELLE REGISTRAZIONI DEL D.S. 66
               ----------------------------------------
               L'OPERATORE  ADDETTO  ALL'ISOLA  DI  PRODUZIONE, PER   UN
         CORRETTO AGGIORNAMENTO DELL'ARCHIVIO, DEVE:
          - IN  CASO DI CONTESTAZIONE DELLA NOTA DI RETTIFICA  DA  PARTE
            DELL'AZIENDA,  PRIMA  DELLA FASE ISTRUTTORIA  DEL DOCUMENTO,
            INSERIRE  TEMPESTIVAMENTE IL CODICE INTERVENTO "CP" AL  FINE
            DI CONSENTIRE LA RILEVAZIONE STATISTICA DELL'ENTITA'  E  DEL
            MOVIMENTO DELLE CONTESTAZIONI;
          - ESAMINARE LA CONTESTAZIONE NEL MERITO, PREVIA ADOZIONE DEI
            PROVVEDIMENTI AMMINISTRATIVI DI VARIAZIONE O DI ANNULLAMEN
            TO, APPORTA LE DOVUTE VARIAZIONI IN ARCHIVIO CON CONSEGUEN
            TE, SE DEL CASO, RIEMISSIONE DELLA NOTA DI RETTIFICA;
          - IN  CASO  DI  PRESENTAZIONE  DI  FORMALE  RICORSO   AVVERSO
            L'ADDEBITO  DELLA NOTA DI RETTIFICA, E SEMPRE CHE LO  STESSO
            NON ABBIA SCOPO MERAMENTE DILATORIO, INSERIRE IL CODICE "RP"
            E, DOPO L'ISTRUTTORIA, CODIFICARE L'ITER AMMINISTRATIVO  DEL
            DOCUMENTO  MEDIANTE L'UTILIZZAZIONE DEGLI  APPOSITI  "CODICI
            INTERVENTO  ("RC", "RR"  E  "RA");
          - EFFETTUARE  UN  MONITORAGGIO  PERIODICO  DELL'ARCHIVIO  PER
            INDIVIDUARE,  MEDIANTE  LE  OPZIONI  DI  STAMPA  E   UTILITY
            DESCRITTE  NELLA  SEZIONE APPOSITA DEL PRESENTE  MANUALE,  I
            MODELLI RETTIFICATIVI SCADUTI ED INSOLUTI PER LA CONSEGUENTE
            TRASMISSIONE AL "RECUPERO  CREDITI".
                  E'  OPPORTUNO  SOTTOLINEARE  CHE  SE,  DURANTE  QUESTA
         FASE, L'ADDETTO RISCONTRI  CHE  IL  MOTIVO  CHE HA DATO ORIGINE
         ALLA SINGOLA NOTA DI RETTIFICA PUO' ESSERE RICONDUCIBILE AD  UN
         MANCATO   AGGIORNAMENTO   DELL'ARCHIVIO  AZIENDE  E/O   AD   UN
         COMPORTAMENTO CONTINUATIVO DEL MODUS CONTRIBUTIVO  DELL'AZIENDA
         E  CHE,  QUINDI, SIA RAGIONEVOLE SUPPORRE LA PRESENZA  DI  PIU'
         NOTE  DI  RETTIFICA  EMESSE PER LO STESSO  MOTIVO  (AD  ESEMPIO
         MANCATO   INSERIMENTO   DI   CODICI   DI   AUTORIZZAZIONE   PER
         L'AMMISSIONE  AI  BENEFICI  DELLA  FISCALIZZAZIONE  E/O  SGRAVI
         ALTRIMENTI   SPETTANTI;   ASSENZA,  PER  LE   PICCOLE   AZIENDE
         INDUSTRIALI, DEL C.A  "1S"; ERRATA CODIFICAZIONE DELLE  AZIENDE
         ARTIGIANE E COMMERCIALI AVENTI DIRITTO ALLA RIDUZIONE DEL 2,05%
         DEL CTR. CUAF, CON LA MANCATA CANCELLAZIONE DEL C.A  "3K",  PER
         LE PRIME, E L'ASSENZA DEL C.A. "3V" PER LE SECONDE  ECC.) SARA'
         UTILE UNA COMPLETA RICOGNIZIONE SULL'INTERA POSIZIONE AZIENDALE
         PER  UNA  SOLLECITA  DEFINIZIONE  DI  EVENTUALI   COMPORTAMENTI
         ANOMALI CHE ABBIANO DETERMINATO LA PRESENZA, NELL'ARCHIVIO D.S.
         66,   DI  NOTE  DI  RETTIFICA   CONTESTATE  O  MENO  DA   PARTE
         DELL'AZIENDA, DEL TUTTO INFONDATE.
               E'  POSSIBILE, MEDIANTE ATTIVAZIONE DEL PROGRAMMA  "526",
         VISUALIZZARE LA SITUAZIONE COMPLESSIVA DELL'ARCHIVIO D.S. 66, E
         CIO'  AL FINE DI UNA RAZIONALE PROGRAMMAZIONE E  PIANIFICAZIONE
         DEI NECESSARI INTERVENTI.
               L'OPZIONE  "2" DEL PROGRAMMA, ATTIVABILE DA OPERATORI  DA
         "165"  A  "167",  PRODUCE  LA LISTA  DELLE  NOTE  DI  RETTIFICA
         D'IMPORTO SUPERIORE A LIRE 50 MILIONI.
            ATTIVATO IL PGM 5100, DA UTENTE "ISOLA DI PRODUZIONE",
          VIENE VISUALIZZATO IL PANNELLO CHE SI RIPRODUCE DI SEGUITO:
               ***************************************************
               *                                                 *
               *  P R O C E D U R A   R E T T I F I C A T I V I  *
               *    S U   S O T T O S I S T E M A   "8 1 0 0"    *
               *                                                 *
               ***************************************************
     OPZIONI:
              1) STATISTICA
              2) CONSULTAZIONE
              3) VARIAZIONE
              4) ANNULLAMENTO
              5) DEFINIZIONE
              6) STAMPE
              7) RISTAMPA RETTIFICA
              8) AGGIORNAMENTO ARCHIVI
               DIGITA OPZIONE: _
                           AP2 PER TERMINARE
               E' IL PANNELLO CHE CONSENTE DI GESTIRE LE NOTE DI RETTIFI
          CA ED I PASSIVI ESATTI IN OGNI LORO ASPETTO.
               UN PANNELLO DIVERSO E' PREVISTO SOLTANTO PER LA EMISSIONE
          DI UNA RETTIFICA D' UFFICIO E PER L'AGGIORNAMENTO DEL "DATA BA
          SE" CENTRALE DEI MODELLI DM10 CON L'ESITO DELLA DEFINIZIONE.
            STATISTICA
            ----------
               LA PRESENTE  PROCEDURA  CONSENTE, ATTRAVERSO L' UTILIZZA-
          ZIONE DEI "CODICI INTERVENTO"  (VEDI APPENDICE "C") ED IN RAP-
          PORTO AL "TIPO RETTIFICA" (VEDI APPENDICE "B"), DI OTTENERE LA
          VISUALIZZAZIONE E LA STAMPA, IN  QUALSIASI MOMENTO, DI UN PRO-
          SPETTO  STATISTICO CHE RIPRODUCE I CODICI E I CAMPI UTILI  PER
          LA COMPILAZIONE DEL QUADRO "B6" DEL MOD. 14.O/E IN USO.
               L' INCREMENTO O IL DECREMENTO DEI CONTATORI CHE CONSENTO-
          NO DI  OTTENERE IL SUDDETTO RISULTATO AVVIENE IN VIA AUTOMATI-
          CA, AD  ECCEZIONE  DELLE  SEGUENTI SITUAZIONI CHE RISULTERANNO
          COMUNQUE COMPRESE NEL  PROSPETTO  STATISTICO, MA  CHE DOVRANNO
          ESSERE FORNITE CON INTERVENTO  MANUALE UTILIZZANDO IL PANNELLO
          CHE SARA' DESCRITTO PIU' AVANTI:
              - RETTIFICHE ATTIVE               = COLONNA 7 COD. 46580
              - ACQUISIZIONE CEDOLE VERSAMENTO  = COLONNA 3 COD. 46610
              - DM10 PASSIVI                    = COLONNA 3 COD. 46640
              - DM10 PASSIVI IN EVIDENZA        = COLONNA 9 COD. 66040
              CON L' OPZIONE "1" DEL PROGRAMMA 5100, VIENE VISUALIZZATO
          IL SEGUENTE PANNELLO:
              ***************************************************
              *                                                 *
              *  P R O C E D U R A   R E T T I F I C A T I V I  *
              *    S U   S O T T O S I S T E M A   "8 1 0 0"    *
              *       PROSPETTO STATISTICO  (MODELLO 14.O/E)    *
              ***************************************************
    OPZIONI:
             1) AGGIORNAMENTO DATI
             2) CONSULTAZIONE
                  DIGITA OPZIONE: _
                  ANNO _     MESE _      <=== SOLO PER CONSULTAZIONE
                          AP2 PER TERMINARE
              E' POSSIBILE  SCEGLIERE  L' OPZIONE DI AGGIORNAMENTO DATI,
         CHE OPERA SUL MESE IN CORSO, OVVERO  L' OPZIONE DI CONSULTAZIO-
         NE DEI DATI STATISTICI MEMORIZZATI IN ARCHIVIO.
            1.1) = OPZIONE 1 - AGGIORNAMENTO DATI
                   ------------------------------
               A SEGUITO DI ATTIVAZIONE DI DETTA  OPZIONE, RISERVATA  AL
          "COORDINATORE DELL  ISOLE", (SENZA INDICARE  ALCUN  VALORE PER
          L'ANNO ED IL MESE), VIENE VISUALIZZATO IL SEGUENTE PANNELLO:
      PROSPETTO STATISTICO PER COMPILAZIONE MODELLO 14.O/E DEL XX/XX
          ARCHIVIO NOTE DI RETTIFICA E DM10 PASSIVI  AL XX/XX/XX
                     AGGIORNAMENTO DATI NON AUTOMATIZZATI
 -----------------------------------------------------------------------
 I COD. I COL 2 I COL 3 I COL 4 I COL 5 I COL 6 I COL 7 I COL 8 I COL 9I
 I------I-------I-------I------------------------------------------------------
I-------I-------I-------I-------I------I        I 46580I       I       I
I       I       I   X   I       I      I        I------I-------I-------I-------
I-------I-------I-------I-------I------I        I 46610I       I   X   I
I       I       I       I       I      I        I------I-------I-------I-------
I-------I-------I-------I-------I------I        I 46640I       I   X   I
I       I       I       I       I      I        I------I-------I-------I-------
I-------I-------I-------I-------I------I        I 66040I       I       I
I       I       I       I       I  X   I        -------------------------------
----------------------------------------
   DESCRIZIONE CODICI:          46580 =  RETTIFICHE ATTIVE
                                46610 =  ACQUISIZIONE VERSAMENTI
                                46640 =  DM10 PASSIVI
                                66040 =  DM10 PASSIVI IN EVIDENZA
                   INVIO PER ACQUISIRE     AP2 PER TERMINARE
               L' IMMISSIONE MANUALE DEI DATI, NEI SOLI CAMPI EVIDENZIA-
          TI CON LA "X", E' MOTIVATA DALLE SEGUENTI CONSIDERAZIONI:
                      -  RETTIFICHE ATTIVE:    L' INDICAZIONE DEL NUMERO
                                           COMPLESSIVO DELLE RETTIFICHE
                                           EMESSE DALLA PROCEDURA DM10
                                           E CHE VENGONO SPEDITE ALLE
                                           AZIENDE SENZA ALCUN PREVENTI-
                                           VO INTERVENTO MODIFICATORIO
                                           DELLA SEDE, CONSENTE DI OTTE-
                                           NERE, DI VOLTA IN VOLTA, DAL
                                           PROGRAMMA LA GIACENZA FINALE
                                           ESPOSTA NELLA COLONNA 9.
                                           (IL CODICE, ANCHE SE SOPPRES-
                                           SO, CONTINUA AD ESSERE MOVI-
                                           MENTATO DALLA PROCEDURA).
                      -  ACQUISIZIONE CEDOLE VERSAMENTO:   SI TRATTA DEL
                                           NUMERO DI CEDOLE COMPRESE NEI
                                           MODELLI SC28 CHE PERVENGONO
                                           DAL SETTORE COMPETENTE PER LA
                                           CONTABILITA'.
                          MODELLI DM10 PASSIVI:    SI TRATTA DEL  NUMERO
                                           COMPLESSIVO    DEI    MODELLI
                                           PERVENUTI NEL MESE.
                         MODELLI DM10 PASSIVI IN EVIDENZA:  SI TRATTA DI
                                           NUMERO  CHE  RAPPRESENTA   UN
                                           "DI   CUI"   DELLE    DENUNCE
                                           INDICATE IN COL. 9 DEL CODICE
                                           46640.
               TUTTI GLI AGGIORNAMENTI  MANUALI POSSONO  ESSERE FATTI IN
          QUALSIASI MOMENTO NEL CORSO DEL MESE ALLA CUI RILEVAZIONE DEVO
          NO RIFERIRSI.
            1.2) = OPZIONE 2 - CONSULTAZIONE DATI
                   ------------------------------
                 PER TALE OPZIONE, ATTIVABILE DA QUALSIASI  UTENTE DELLE
          "ISOLE DI PRODUZIONE", E' RICHIESTA ANCHE LA  DIGITAZIONE DEL-
          L' ANNO E DEL MESE (NELLA FORMA AA-MM) DI CUI SI VUOLE CONSUL-
          TARE LA SITUAZIONE STATISTICA. PREMENDO IL TASTO "INVIO" SI OT
          TIENE IL SEGUENTE PANNELLO:
       PROSPETTO STATISTICO PER COMPILAZIONE MODELLO 14.O/E DEL XX/XX
          ARCHIVIO NOTE DI RETTIFICA E DM10 PASSIVI  AL XX/XX/XX
 -----------------------------------------------------------------------
 I COD. I COL 2  ICOL 3 I COL 4 I COL 5 I COL 6 I COL 7 I COL 8 I COL 9I
 I------I--------I------I-------I-------I-------I-------I-------I------I
 I 46580I        I      I       I       I       I       I       I      I
 I------I--------I------I-------I-------I-------I-------I-------I------I
 I 46590I        I      I       I       I       I       I       I      I
 I------I--------I------I-------I-------I-------I-------I-------I------I
 I 46600I        I      I       I       I       I       I       I      I
 I------I--------I------I-------I-------I-------I-------I-------I------I
 I 46610I        I      I       I       I       I       I       I      I
 I------I--------I------I-------I-------I-------I-------I-------I------I
 I 46630I        I      I       I       I       I       I       I      I
 I------I--------I------I-------I-------I-------I-------I-------I------I
 I 46640I        I      I       I       I       I       I       I      I
 I------I--------I------I-------I-------I-------I-------I-------I------I
 I 66040I        I      I       I       I       I       I       I      I
 -----------------------------------------------------------------------
                AP2 PER TERMINARE         PF1 PER DESCRIZIONE CODICI
                     INVIO PER COPIA SU STAMPANTE AGGIUNTIVA ==> ID. _
                CON LA VISUALIZZAZIONE DEI DATI STATISTICI E' POSSIBILE,
           ALTRESI',  INDICANDO  L' "ID" DELLA  STAMPANTE  AGGIUNTIVA E
          PREMENDO  IL TASTO "INVIO", OTTENERE LA  STAMPA  DELLA  PAGINA
          VIDEO; TALE OPERAZIONE DEVE ESSERE EFFETTUATA  ALMENO IL PRIMO
          GIORNO DI CIASCUN MESE PER DISPORRE DEL  PROSPETTO  NECESSARIO
          PER LA COMPILAZIONE DEL MOD. 14.O/E RELATIVO AL MESE  IMMEDIA-
          TAMENTE PRECEDENTE.
                 E' POSSIBILE AVERE LA DECODIFICA DEI CODICI STATISTICI,
          MEDIANTE IL TASTO "PF1"  CHE DA' LUOGO  ALLA  VISUALIZZAZIONE
          DEL PROSPETTO CHE DI SEGUITO SI RIPORTA:
        *****        DESCRIZIONE CODICI MODELLO 14.O/E       *****
      ---------------------------------------------------------------
      I  CODICE   I               DESCRIZIONE                       I
      I-----------I-------------------------------------------------I
      I   46580   I  RETTIFICHE ATTIVE                              I
      I-----------I-------------------------------------------------I
      I   46590   I  RETTIFICHE CONTESTATE                          I
      I-----------I-------------------------------------------------I
      I   46600   I  RICORSI AVVERSO NOTE DI RETTIFICHE             I .
      I-----------I-------------------------------------------------I
      I   46610   I  ACQUISIZIONE VERSAMENTI                        I
      I-----------I-------------------------------------------------I
      I   46630   I  RETTIFICHE PASSIVE                             I
      I-----------I-------------------------------------------------I
      I   46640   I  DM10 PASSIVI DA RIMBORSARE                     I .
      I-----------I-------------------------------------------------I
      I   66040   I  DM10 PASSIVI IN EVIDENZA                       I .
      -------------------------------------------------------------------------
I-------------------------------------------------I
                                                                              A
P2 PER USCIRE       PF1 PER CONSULTAZIONE DATI
                                                                             LA
  SITUAZIONE  STATISTICA  MENSILE PUO' ESSERE OTTENUTA                 ANCHE PE
R UNO QUALSIASI  DEGLI  ULTIMI  DODICI  MESI, COMPRESO
          QUELLO IN CORSO  ALLA DATA DELLA RICHIESTA; ALL' OCCORRENZA E'
          SUFFICIENTE DIGITARE I  RELATIVI DATI NEGLI APPOSITI CAMPI DEL
          PANNELLO ( VEDI PUNTO 1).
                 PER UNA CORRETTA GESTIONE DELLA SITUAZIONE STATISTICA
          SI RITIENE OPPORTUNO FORNIRE LE SEGUENTI INDICAZIONI:
                    -  IL  NUMERO DEI MODELLI DM10  PASSIVI  ESATTI  CON
          SALDO NEI LIMITI DELLA "PICCOLA DIFFERENZA" VIENE STATISTICATO
          AUTOMATICAMENTE NELLA COLONNA  5  DEL CODICE "46640 ;
                    - LE RETTIFICHE ATTIVE E PASSIVE CON SALDO NEI LIMI-
          TI   DELLA   "PICCOLA  DIFFERENZA"  NON   VENGONO   PRESE   IN
          CONSIDERAZIONE NEMMENO A FINI STATISTICI, NON ESSENDO, COME NO
          TO,  EMESSE  DALLA PROCEDURA DM10. ESSE  HANNO  UNA  RILEVANZA
          STATISTICA SOLO SE PROVENIENTI DA DENUNCIA PASSIVA AI FINI DEL
          DECREMENTO DEL NUMERO DEI MODELLI DM10 PASSIVI DA RIMBORSARE.
       2)  CONSULTAZIONE
           -------------
               ATTIVANDO L'OPZIONE "2", DA QUALSIASI UTENTE, E  PREMENDO
          IL TASTO "INVIO" VIENE VISUALIZZATO IL SEGUENTE PANNELLO:
               ***************************************************
               *                                                 *
               *  P R O C E D U R A   R E T T I F I C A T I V I  *
               *    S U   S O T T O S I S T E M A   "8 1 0 0"    *
               *                                                 *
               *             C O N S U L T A Z I O N E           *
               ***************************************************
               MATRICOLA _
                    AP2 PER USCIRE       INVIO PER CONTINUARE
               DIGITATA LA MATRICOLA DELL' AZIENDA IN TRATTAZIONE IL PRO
          GRAMMA CONTROLLA CHE LA STESSA RISULTI FORMALMENTE ESATTA, PRE
          SENTE NELL' ARCHIVIO LOCALE AZIENDE E, CON ALMENO UNA REGISTRA
          ZIONE, NELL' ARCHIVIO LOCALE DELLE RETTIFICHE.
               IN CASO NEGATIVO VENGONO PRESENTATI, IN CALCE, RISPETTIVA
          MENTE I SEGUENTI MESSAGGI:  << MATRICOLA ERRATA >>, << AZIENDA
          NON PRESENTE IN D.S. 9>> E  << MATRICOLA NON PRESENTE SU  D.S.
          66>>. IN TUTTI I CASI E' CONSENTITO VARIARE IL NUMERO DI MATRI
          COLA AZIENDALE.
               QUALORA TALE CONTROLLO DIA  INVECE, ESITO POSITIVO, DOPO
          AVER PREMUTO IL TASTO "INVIO", VIENE VISUALIZZATA LA DENOMINA-
          ZIONE DELL' AZIENDA E, SE ESSA CORRISPONDE ALLA MATRICOLA IMPO
          STATA, DOPO IL SUCCESSIVO "INVIO",  VIENE RICHIESTO IL  NUMERO
          PROGRESSIVO DELLA RETTIFICA  ( DA INTENDERE TALE ANCHE IL MOD.
          DM10 CON SALDO PASSIVO RISULTATO  ESATTO AL CALCOLO). SE  TALE
          NUMERO NON E' NOTO, PREMENDO IL TASTO "INVIO", VIENE VISUALIZ-
          ZATO IL PANNELLO DI SEGUITO RIPRODOTTO:
                    PROCEDURA RETTIFICATIVI SU SOTTOSISTEMA "8100"
                           MATRICOLA AZIENDA  XXXXXXXXXX
                          ---------------------------------
                          *   NOTE   DI   *    DM1        *
                          *   RETTIFICA   *    PASSIVI    *
                          ---------------------------------
     PRESENTI             *     SI        *     NO        *
                          ---------------------------------
     PER VISUALIZZARLI    *    PF1        *     ==        *
                          ---------------------------------
                        PER USCIRE DAL PROGRAMMA PREMERE  AP2
               CON TALE PANNELLO L' OPERATORE  VIENE INFORMATO SULLA NA-
          TURA DELLE REGISTRAZIONI PRESENTI NEL D.S. 66 PER LA MATRICOLA
          IN ESAME E SUL TASTO FUNZIONALE DA UTILIZZARE  PER LA RELATIVA
          VISUALIZZAZIONE ( "PF1" PER LE RETIFICHE E "PF2" PER I PASSIVI
          ESATTI).
               NEL CASO ESEMPLIFICATO IL MESSAGGIO E' DI PRESENZA DI NO-
          TE DI RETTIFICA ATTIVE E/O PASSIVE E DI INESISTENZA DI MODELLI
          DM10 PASSIVI ESATTI ( ASSENZA DI INDICAZIONE DEL TASTO FUNZIO-
          NALE PER LA LORO VISUALIZZAZIONE).
               DOPO TALE OPERAZIONE SI ACCEDE AL SEGUENTE PANNELLO:
               PROCEDURA RETTIFICATIVI SU SOTTOSISTEMA 8100
        DISPLAY RETTIFICHE PRESENTI SU DS66 PER L' AZIENDA  XXXXXXXXXX
 * PROGR.*PERIODO********** TOTALI ********************************************
 -------------- * T I P O *        * RETT. * RIFER.* DIFFERENZA  *  SANZIONI  *
      SALDO     *RETTIFICA*        * ----- * ----- * ----------- * ---------- *
 -
 * ------- *                                                     *       *
  *             *            *                *         *        *       *
  *             *            *                *         *        *       *
  *             *            *                *         *        *       *
  *             *            *                *         *        *       *
  *             *            *                *         *        *       *
  *             *            *                *         *        *       *
  *             *            *                *         *        *       *
  *             *            *                *         *        *       *
  *             *            *                *         *        *       *
  *             *            *                *         *
                                                                 >>> POSIZIONAR
E IL CURSORE SOTTO IL RIGO DELLA RETTIFICA DA CONSULTARE
       E PREMERE INVIO, ALTRIMENTI,
                 AP2  PER PANNELLO OPZIONI
               LA CONSULTAZIONE  AVVIENE POSIZIONANDO IL CURSORE IN COR-
          RISPONDENZA DEL RIGO CHE SI RIFERISCE ALLA  REGISTRAZIONE  CHE
          INTERESSA; PREMENDO IL TASTO "INVIO" VIENE  PRESENTATO  IL SE-
          GUENTE PANNELLO (AL QUALE, PERALTRO, SI ACCEDE  ANCHE  IN MODO
          DIRETTO DIGITANDO NELL'APPOSITO PANNELLO IL "PROGRESSIVO RETTI
          FICA", SE NOTO):
               ***************************************************
               *                                                 *
               *  P R O C E D U R A   R E T T I F I C A T I V I  *
               *    S U   S O T T O S I S T E M A   "8 1 0 0"    *
               *                                                 *
               *             C O N S U L T A Z I O N E           *
               ***************************************************
              MATRICOLA    XXXXXXXXXX           PROGR. RETT.  XXXX
              C.A.=  XX XX XX XX XX XX XX            C.S.C.  XXXXX
              TIPO AZIENDA  XX                  TIPO RETTIFICA  XX
              SC7/24  X  XXXXXX  XXXXX  DM11 N.  XXXX  DM10 N.  XXXX
              DATA PRESENTAZIONE DM10M  XXXXXX  PERIODO RIFER.  XXXX
              CODICE INTERVENTO  XX    SALDO DM10/M  XXXXXXXXXXXXX
  INVIO  PER STAMPARE LA PAGINA VIDEO, DIGITANDO L'ID. STAMPANTE ==> _
            AP2 PER USCIRE          PF2 PER CONTINUARE
               TALE PANNELLO, PER L' OPZIONE IN ESAME, RISULTA COMPLETA-
          MENTE PRECOMPILATO; DI ESSO, COME DI TUTTI I PANNELLI SUCCES-
          SIVI DI CONSULTAZIONE, PUO' ESSERE OTTENUTA LA COPIA DIGITANDO
          L'IDENTIFICATIVO DELLA STAMPANTE AGGIUNTIVA.
               LA CONSULTAZIONE PROSEGUE CON LA  DIGITAZIONE  DEL  TASTO
          FUNZIONALE "PF2"; VENGONO PRESENTATI UNICAMENTE I "QUADRI" DEL
          LA RETTIFICA CHE CONTENGONO ALMENO UN IMPORTO A TITOLO DI DIF-
          FERENZA TRA "DENUNCIATO" E "CALCOLATO" (PER LA VISUALIZZAZIONE
          DI UN MOD. DM10 PASSIVO, DOPO IL SURRIPORTATO PANNELLO,  VIENE
          VISUALIZZATO UNICAMENTE IL PANNELLO FINALE DEL SALDO).
               LA  DICITURA "SC7/24" FA RIFERIMENTO AI DATI DEL  MODELLO
          DM10/1  E   VIENE  SOSTITUITA  DA  "SC28"   OVVERO   "IP6/BIS"
          (RISPETTIVAMENTE  PER  REGISTRAZIONE ATTIVA O PASSIVA)  SE  LA
          CONSULTAZIONE RIGUARDA UNA REGISTRAZIONE GIA' DEFINITA PER  LA
          QUALE  SONO DA COMPLETARE LE FASI SUCCESSIVE  ALL'ACQUISIZIONE
          DEL CODICE CORRISPONDENTE AL TIPO DELLA DEFINIZIONE STESSA.(*)
               I PANNELLI CONTENENTI I "QUADRI" DELLA NOTA DI RETTIFICA
          (CHE TROVANO RISCONTRO NEGLI OMOLOGHI QUADRI DEL MOD. DM10
          IN USO) SONO I SEGUENTI:
 -----------------------------
 (*) LA CONSULTAZIONE, INFATTI, E' POSSIBILE FINO A QUANDO, A SEGUITO
     DELLA FASE DI AGGIORNAMENTO DELL'ARCHIVIO LOCALE, LA REGISTRAZIONE
     (NOTA DI RETTIFICA O DM10 PASSIVO ESATTO) NON VIENE CANCELLATA.
                        *** PROCEDURA RETTIFICATIVI ***
                           C O N S U L T A Z I O N E
                    MATRICOLA  XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX
  PERIODO RIF.  XXXX                                NUMERO  RETRIBUZ.  ALIQ.
  SOMME        SOMME      COD.                      DIPEND.  /1000
DENUNCIATE   CALCOLATE    RIP.                     _        _          _      _
            _            _                         _        _          _      _
            _            _                         _        _          _      _
            _            _             BBBBB       _        _          _      _
            _            _             BB   BB     _        _          _      _
            _            _
 BB   BB     _        _          _      _            _            _
 BBBBB       _        _          _      _            _            _
 BB   BB     _        _          _      _            _            _
 BB   BB     _        _          _      _            _            _
 BBBBB       _        _          _      _            _            _
             _        _          _      _            _            _
             _        _          _      _            _            _
             _        _          _      _            _            _
 INVIO  PER STAMPARE LA PAGINA VIDEO, DIGITANDO L'ID. STAMPANTE ==> _
      AP2 PER USCIRE   PF2 PER CONTINUARE   PF1 PER PANNELLO PRECEDENTE
               QUESTO PANNELLO E' STRUTTURATO PER CONTENERE, AL MASSIMO,
          14 RIGHE ERRATE; PREMENDO IL TASTO "PF2", NEL CASO  IN CUI LE
          RIGHE ERRATE SIANO IN NUMERO MAGGIORE, SARA'  VISUALIZZATO UN
          SECONDO ANALOGO PANNELLO CONTENENTE LE RESIDUE RIGHE  ERRATE.
          (SEMPRECHE' SU ESSO RISULTI PRESENTE ALMENO UNA RIGA ERRATA).
                       *** PROCEDURA RETTIFICATIVI ***
                           C O N S U L T A Z I O N E
                    MATRICOLA  XXXXXXXXXX  PERIODO RIF.  XXXX
          SOMME        SOMME      COD.  ! SOMME       SOMME        COD.
          DENUNCIATE   CALCOLATE  RIP.  ! DENUNCIATE  CALCOLATE    RIP.
          _            _         _      ! _           _            _
          _            _         _      ! _           _            _
    CCCCC _            _         _      ! _           _            _
  CCC     _            _         _      ! _           _            _
 CC       _            _         _      ! _           _            _
 C        _            _         _      ! _           _            _
 CC       _            _         _      ! _           _            _
  CCC     _            _         _      ! _           _            _
    CCCCC _            _         _      ! _           _            _
          _            _         _      ! _           _            _
 INVIO  PER STAMPARE LA PAGINA VIDEO, DIGITANDO L'ID. STAMPANTE ==> _
      AP2 PER USCIRE   PF2 PER CONTINUARE   PF1 PER PANNELLO PRECEDENTE
               QUESTO QUADRO E' STRUTTURATO IN UNICO PANNELLO CONTENENTE
          AL MASSIMO, 20 RIGHE. LA CONSULTAZIONE PROSEGUE, COME DETTO IN
          PRECEDENZA, PREMENDO IL TASTO FUNZIONALE "PF2"; SEMPRECHE' IN
          ESSO SIA CONTENUTA ALMENO UNA RIGA ERRATA VIENE VISUALIZZATO
          IL SEGUENTE PANNELLO:
                       *** PROCEDURA RETTIFICATIVI ***
                          C O N S U L T A Z I O N E
                     MATRICOLA  XXXXXXXXXX  PERIODO RIF.  XXXX
                    ---------------------------------------
                    -  A S S E G N I  F A M I L I A R I   -
                    ---------------------------------------
                                             *
                              CORRENTI        *          IMPORTO
 C.F.= _                 NUMERO      ASSEGNI  * DICHIARATO     CALCOLATO
               FIGLI    _          _          *
               CONIUGI  _          _          *
               GENITORI _          _          * _              _
                                              *
                                              *
                              ARRETRATI       *
 C.F.= _                 NUMERO      ASSEGNI  *
               FIGLI    _          _          *
               CONIUGI  _          _          *
               GENITORI _          _          * _              _
 INVIO  PER STAMPARE LA PAGINA VIDEO, DIGITANDO L'ID. STAMPANTE ==> _
      AP2 PER USCIRE   PF2 PER CONTINUARE   PF1 PER PANNELLO PRECEDENTE
               QUESTO QUADRO, STRUTTURATO  IN  UNICO  PANNELLO, CONTIENE
          NELLA PARTE SINISTRA I DATI "COMPLEMENTARI" DEGLI A.F. E, NEL-
          LA PARTE DESTRA, GLI IMPORTI "DICHIARATO" E "CALCOLATO".
               LA PRESENZA DEL SUDDETTO PANNELLO E' GIUSTIFICATA SOLO DA
          RETTIFICHE ANCORA PRESENTI IN  ARCHIVIO E  RELATIVE A DM10 CON
          PERIODO DI COMPETENZA SINO A  DICEMBRE 1988.
              PREMENDO  IL  TASTO "PF2", SOLO SE IN  ESSO  E'  CONTENUTA
       ALMENO UNA RIGA ERRATA, VIENE VISUALIZZATO IL SEGUENTE PANNELLO:
                       *** PROCEDURA RETTIFICATIVI ***
                          C O N S U L T A Z I O N E
                   MATRICOLA  XXXXXXXXXX  PERIODO RIF.  XXXX
          SOMME       SOMME      COD.  ! SOMME       SOMME         COD.
          DENUNCIATE  CALCOLATE  RIP.  ! DENUNCIATE  CALCOLATE     RIP.
         _            _         _      ! _           _            _
          _            _         _      ! _           _            _
 DDDDD    _            _         _      ! _           _            _
 D    DD  _            _         _      ! _           _            _
 D    DD  _            _         _      ! _           _            _
 D    DD  _            _         _      ! _           _            _
 D    DD  _            _         _      ! _           _            _
 D    DD  _            _         _      ! _           _            _
 DDDDD    _            _         _      ! _           _            _
          _            _         _      ! _           _            _
 INVIO  PER STAMPARE LA PAGINA VIDEO, DIGITANDO L'ID. STAMPANTE ==> _
   AP2 PER USCIRE  PF2 PER CONTINUARE  PF1 PER PANNELLO PRECEDENTE
              QUESTO  QUADRO E' STRUTTURATO IN DUE PANNELLI CIASCUNO DEI
         QUALI PUO' CONTENERE, AL  MASSIMO, 20  RIGHE ERRATE; IL SECONDO
         DI ESSI E'  VISUALIZZABILE, PREMENDO IL  TASTO "PF2",  SOLTANTO
         NEL CASO IN CUI SUL  PRIMO PANNELLO  SIANO STATE GIA' IMPEGNATE
         LE 20 RIGHE  DISPONIBILI  E SEMPRECHE' SUL SECONDO PANNELLO SIA
         PRESENTE ALMENO UNA RIGA ERRATA.
                        *** PROCEDURA RETTIFICATIVI ***
                           C O N S U L T A Z I O N E
                    MATRICOLA              PERIODO RIF.
       IMPORTO A DEBITO AZIENDA . . . . . . . . . . :
       IMPORTO A CREDITO AZIENDA. . . . . . . . . . :
  S   -CIVILI SULLE DIFFERENZE   ( GG       ) . . . :
  A   -INTERESSI 5% SU DIFFERENZE( GG       ) . . . :
  N   -ART. 1/1 L. 688/85 . . . . . . . . . . . . . :
  Z   -ART. 1/2 L. 688/85 . . . . . . . . . . . . . :
  I   -CIVILI PER RITARD. VERSAMENTO ( GG       ) . :
  O    ( DI CUI PER INTERESSI AL 5%) ( GG       ) . :
  N   -EX ART. 30 L. 843/78 . . . . . . . . . . . . :
  I   -SU SGRAVIO ILLEGITTIMO . . . . . . . . . . . :
      -I.R.P.E.F. . . . . . . . . . . . . . . . . . :
                         SALDO A DEBITO AZIENDA       :
                         SALDO A CREDITO AZIENDA      :
  DATA SCADENZA VERSAMENTO
      DEFINITA IL           PER
  INVIO  PER STAMPARE LA PAGINA VIDEO, DIGITANDO L'ID. STAMPANTE ==> _
                   AP2 PER USCIRE     PF1 PER PANNELLO PRECEDENTE
               SI TRATTA DEL QUADRO RIEPILOGATIVO DELLA SITUAZIONE DEBI-
          TORIA / CREDITORIA DELL' AZIENDA. SE LA RETTIFICA IN CONSULTA-
          ZIONE RISULTA GIA' DEFINITA,VIENE INDICATO, IN CHIARO, IL TIPO
          DI DEFINIZIONE (NATURALMENTE, IN QUEST'ULTIMO CASO,LA CONSULTA
          ZIONE E' CONSENTITA FINO A CHE LA REGISTRAZIONE NON SARA' CAN-
          CELLATA DALL'ARCHIVIO LOCALE, COME GIA' DETTO IN PRECENDENZA).
               IN CALCE A TALE PANNELLO, COME IN CALCE A TUTTI I PANNEL-
          LI GIA' DESCRITTI, VIENE INDICATA LA POSSIBILITA' DI RITORNARE
          AL PANNELLO PRECEDENTE PREMENDO IL TASTO FUNZIONALE "PF1".
        3)  VARIAZIONE
            ----------
               UNA VOLTA ESPLETATI GLI ADEMPIMENTI AMMINISTRATIVI IN PRE
          CEDENZA DESCRITTI, L'OPERATORE ACCEDE AL TERMINALE PER LE NE-
          CESSARIE OPERAZIONI DI INPUT.
               L'OPZIONE DI VARIAZIONE E' ATTIVABILE SOLO DAGLI UTENTI
          CHE COSTITUISCONO LE "ISOLE DI PRODUZIONE" CON IDENTIFICATIVO
          COMPRESO TRA IL VALORE "100" E "139".
               L' OPZIONE DI "VARIAZIONE" NON E' AMMESSA PER IL MODELLO
          DM10 PASSIVO ESATTO PRESENTE NEL D.S. 66.
               NEL CASO IN CUI FOSSE NECESSARIO PROCEDERE ALLA MODIFICA
          DEL SALDO PASSIVO DENUNCIATO, CONSIDERATO ESATTO DAL  PROGRAM-
          MA DI CALCOLO, MA RIVELATOSI ERRATO IN FASE DI SUCCESSIVA VERI
          FICA PRIMA DELLA DEFINIZIONE, BISOGNERA' ANNULLARE LA REGISTRA
          ZIONE  RELATIVA  AL  DM10  PASSIVO ED  EMETTERE  UNA  NOTA  DI
          RETTIFICA D'INIZIATIVA DELLA SEDE.
               LE MODALITA' DA SEGUIRE AI FINI DELLA INDIVIDUAZIONE DEL-
          LA REGISTRAZIONE INTERESSATA SONO LE STESSE GIA' DESCRITTE PER
          L' OPZIONE DI CONSULTAZIONE ( MATRICOLA  AZIENDALE CON O SENZA
          PROGRESSIVO RETTIFICA).
               DIGITANDO L' OPZIONE "3" DEL PROGRAMMA "5100", E PREMENDO
          IL TASTO "INVIO", VIENE ATTIVATA LA FUNZIONE DI VARIAZIONE CON
          LA  PRESENTAZIONE DEL PANNELLO SEGUENTE CHE SERVE AD ESPRIMERE
          LA VOLONTA' DI VARIARE UNA REGISTRAZIONE IN QUANTO COMPRESA IN
          UNA DOMANDA DI CONDONO AI SENSI DEL D.L. 259/90 CONVERTITO CON
          L. 166/91, OVVERO PER ALTRI MOTIVI. LA SCELTA DELL' UNA O DEL-
          L' ALTRA OPZIONE COMPORTERA' UNA DIVERSA GESTIONE DEI DATI RI-
          PORTATI SUL PANNELLO FINALE DELL' OPZIONE DI VARIAZIONE.
               ***************************************************
               *                                                 *
               *  P R O C E D U R A   R E T T I F I C A T I V I  *
               *    S U   S O T T O S I S T E M A   "8 1 0 0"    *
               *                                                 *
               *               V A R I A Z I O N E               *
               ***************************************************
                1) DI RETTIFICA NON COMPRESA IN DOMANDA DI CONDONO
                2) DI RETTIFICA COMPRESA IN DOMANDA DI CONDONO AI
                   SENSI DEL D.L. 259/90
                       DIGITA OPZIONE _
                   AP2 PER USCIRE       INVIO PER CONTINUARE
              EFFETTUATA LA SCELTA DI CUI AL PRECEDENTE PANNELLO E DOPO
          AVER DIGITATA LA MATRICOLA AZIENDA E INDIVIDUATO IL PROGRESSI-
          VO  DELLA  RETTIFICA  SU CUI SI  INTENDE  INTERVENIRE, VENGONO
          EFFETTUATI I CONTROLLI PER STABILIRE SE  LA  REGISTRAZIONE  E'
          DISPONIBILE PER L'OPZIONE IN ARGOMENTO (VARIAZIONE).
              SI RITIENE OPPORTUNO RICHIAMARE L' ATTENZIONE SULLA DELICA
          TEZZA DELLA SCELTA CHE VIENE EFFETTUATA IN QUANTO  IN  CASO DI
          VARIAZIONE "PER CONDONO" LA RETTIFICA STESSA SARA' POI DISPONI
          BILE SOLTANTO PER IL CONSEGUENTE PASSAGGIO ALLA PROCEDURA "RE-
          CUPERO CREDITI" MENTRE NON ESISTE ALCUNA DIVERSITA' OPERATIVA
          SU TUTTI I PANNELLI CHE COMPONGONO LA NOTA DI RETTIFICA AD EC-
          CEZIONE DEL PANNELLO FINALE.
              OGNI CASO DI INDISPONIBILITA' VIENE EVIDENZIATO CON OPPOR-
          TUNO ED ESPLICATIVO MESSAGGIO.
              NEL CASO INVECE DI ASSENZA DI IMPEDIMENTI VIENE VISUALIZZA
          TO IL SEGUENTE PANNELLO:
               ***************************************************
               *                                                 *
               *  P R O C E D U R A   R E T T I F I C A T I V I
               *    S U   S O T T O S I S T E M A   "8 1 0 0"    *
               *                                                 *
               *              V A R I A Z I O N E                *
               ***************************************************
              MATRICOLA    XXXXXXXXXX           PROGR. RETT.  XXXX
              C.A.=  XX XX XX XX XX XX XX XX         C.S.C.  XXXXX
              TIPO AZIENDA  XX                  TIPO RETTIFICA  XX
              SC7/24  X  XXXXXX  XXXXX  DM11 N.  XXXX  DM10 N.  XXXX
              DATA PRESENTAZIONE DM10M  XXXXXX  PERIODO RIFER.  XXXX
              CODICE INTERVENTO  XX    SALDO DM10/M  XXXXXXXXXXXX
            AP2 PER USCIRE          SCEGLI QUADRO:  B  C  AF  D  SALDO
              SI PUO' INTERVENIRE SUI SEGUENTI CAMPI:
                    TIPO RETTIFICA:  E' UN CODICE DI DUE CARATTERI NUME-
                    ---------------
                                     RICI CHE IDENTIFICA IL SEGNO (+/-)
                                     DEL SALDO DELLA RETTIFICA COLLEGAN
                                     DOLO AL MOD DM10 ORIGINARIO; ESSO
                                     FORNISCE ANCHE L' INFORMAZIONE CHE
                                     INDIVIDUA LE COSIDDETTE " PICCOLE
                                     DIFFERENZE". IL CODICE "TIPO RETTI
                                     FICA" DIFFERENZIA, ALTRESI', I MODD
                                     DM10 PASSIVI ESATTI DALLE NOTE DI
                                     RETTIFICA.
                                          L' ELENCO DEI CODICI, LA RELA-
                                     TIVA DECODIFICA E LE ISTRUZIONI PER
                                     LA LORO UTILIZZAZIONE SONO QUELLE
                                     RISULTANTI DALL' APPENDICE "A" ( VE
                                     DI ALLEGATI).
                    CODICE INTERVENTO:  E' COMPOSTO DI DUE CARATTERI AL
                    ------------------
                                     FABETICI CHE INDIVIDUANO LO "STATO"
                                     DI GESTIONE DI CIASCUNA REGISTRAZIO
                                     NE NELL' AMBITO DEL D.S. 66. I CODI
                                     CI, INDICATI ED ILLUSTRATI NELL' AL
                                     LEGATA  APPENDICE "C" ,SONO UTILIZ
                                     ZATI, ALTRESI', PER LA RILEVAZIONE
                                     AUTOMATIZZATA DEI DATI STATISTICI
                                     DA RIPORTARE SUL MODELLO MENSILE
                                     14.O/E.
                                     LA COMPATIBILITA' TRA IL NUOVO CO-
                                     DICE ED IL PREESISTENTE E' VERIFI-
                                     CATA A PROGRAMMA SECONDO LE INTERPO
                                     LAZIONI RILEVABILI DALLA ALLEGATA
                                     TABELLA N.2.
          QUADRO "B"
          ----------
                        *** PROCEDURA RETTIFICATIVI ***
                              V A R I A Z I O N E
                    MATRICOLA  XXXXXXXXXX  PERIODO RIF.  XXXX
              NUMERO  RETRIBUZ.  ALIQ.     SOMME        SOMME      COD.
              DIPEND.  /1000             DENUNCIATE   CALCOLATE    RIP.
             _        _          _      _            _            _
             _        _          _      _            _            _
             _        _          _      _            _            _
 BBBBB       _        _          _      _            _            _
 BB   BB     _        _          _      _            _            _
 BB   BB     _        _          _      _            _            _
 BBBBB       _        _          _      _            _            _
 BB   BB     _        _          _      _            _            _
 BB   BB     _        _          _      _            _            _
 BBBBB       _        _          _      _            _            _
             _        _          _      _            _            _
             _        _          _      _            _            _
             _        _          _      _            _            _
              AP2 PER USCIRE        SCEGLI QUADRO:  B  C  AF  D  SALDO
              SI PUO' INTERVENIRE SUI SEGUENTI CAMPI:
                    NUMERO DIPENDENTI: LA VARIAZIONE PUO' CONSISTERE SIA
                    ------------------
                                     NELLA MODIFICA DEL DATO GIA' PRESEN
                                     TE SIA NELL' INSERIMENTO DI UN DATO
                                     IN UNA NUOVA RIGA.
                    RETRIBUZIONE:    IL VALORE  DA MODIFICARE O INSERIRE
                    -------------
                                     VA ESPRESSO IN MIGLAIA DI LIRE.
                    ALIQUOTA:        IL DATO DEVE ESSERE SCRITTO OBBLIGA
                    ---------
                                     TORIAMENTE IN QUATTRO CARATTERI SEN
                                     ZA INDICAZIONE DELLA VIRGOLA, (PER
                                     L'ALIQUOTA DELLO 0,16% BISOGNA,QUIN
                                     DI, DIGITARE 0016 MENTRE L'ALIQUOTA
                                     DEL 15% SARA' INDICATA CON IL GRUP-
                                     PO 1500).
                                     NEL CASO DI INTERVENTO SU UNO  DEI
                                     RIGHI 20,21(APPRENDISTI) O 22 (LAVO
                                     RO STRAORDINARIO) IN QUESTA COLONNA
                                     VA DIGITATO RISPETTIVAMENTE IL NUME
                                     RO DELLE SETTIMANE ( 5 SETTIMANE =
                                     0005) O IL NUMERO DELLE  ORE  ( 82
                                     ORE = 0082).
                    SOMME CALCOLATE:   SI TRATTA DEL NUOVO IMPORTO DA
                    ----------------
                                     PORRE  A   CONFRONTO   CON   QUELLO
                                     DENUNCIATO (IMMODIFICABILE).
                                     NEL CASO IN CUI LA NUOVA SOMMA CAL-
                                     COLATA RISULTI UGUALE A QUELLA DE-
                                     NUNCIATA, TALCHE' LA RELATIVA DIFFE
                                     RENZA RISULTEREBBE UGUALE A "ZERO"
                                     ( SOLO NELL'IPOTESI DI MODIFICA DI
                                     PER INSERIMENTO DI UNA NUOVA RIGA)
                                     LA RIGA STESSA, IN OCCASIONE DI UNA
                                     SUCCESSIVA CONSULTAZIONE O VARIAZIO
                                     ONE, RISULTERA' MANCANTE DAL RELATI
                                     VO "QUADRO".
              NEL CASO D'INSERIMENTO DI UNA NUOVA RIGA E' CONSENTITO OV-
         VIAMENTE DIGITARE VALORI IN TUTTI I CAMPI CHE COMPONGONO LA RI-
         GA STESSA,COMPRESO IL "CODICE DI RIPARTIZIONE" SECONDO LE ISTRU
         ZIONI FORNITE NELLA PARTE DEDICATA ALLA EMISSIONE DELLA NOTA DI
         RETTIFICA D'INIZIATIVA DELLA SEDE.
               IL CONTROLLO SULLA VALIDITA' E COMPATIBILITA' DEL "CODICE
         DI RIPARTIZIONE" E' DEMANDATA AL "DML" LE CUI FUNZIONI SONO STA
         TE DESCRITTE CON MESSAGGIO N. 10520 DEL 25-1-85.
               IL PANNELLO PUO' CONTENERE, AL MASSIMO, 14 RIGHE: OVE FOS
         SE NECESSARIO INSERIRNE ALTRE VIENE PRESENTATO UN SECONDO  PAN-
         NELLO DELLO STESSO "QUADRO" CHE NE CONTIENE ALTRETTANTE.
               TERMINATO L'INTERVENTO SU TALE QUADRO E' POSSIBILE, POSI-
         ZIONANDO OPPORTUNAMENTE IL CURSORE, SCEGLIERE  IL  SUCCESSIVO
         ( "C", "AF", "D") PER CONTINUARE O CONCLUDERE ("SALDO") L'OPE-
         RAZIONE DI VARIAZIONE.
           QUADRO "C"
           ----------
                        *** PROCEDURA RETTIFICATIVI ***
                              V A R I A Z I O N E
                    MATRICOLA  XXXXXXXXXX  PERIODO RIF.  XXXX
          SOMME        SOMME      COD.  ! SOMME       SOMME        COD.
          DENUNCIATE   CALCOLATE  RIP.  ! DENUNCIATE  CALCOLATE    RIP.
          _            _         _      ! _           _            _
          _            _         _      ! _           _            _
    CCCCC _            _         _      ! _           _            _
  CCC     _            _         _      ! _           _            _
 CC       _            _         _      ! _           _            _
 C        _            _         _      ! _           _            _
 CC       _            _         _      ! _           _            _
  CCC     _            _         _      ! _           _            _
    CCCCC _            _         _      ! _           _            _
          _            _         _      ! _           _            _
                  AP2 PER USCIRE        SCEGLI QUADRO:  B  AF  D  SALDO
                    SOMME CALCOLATE:    VEDI PUNTO   QUADR  "B".
                    ----------------
                    PER L' INSERIMENTO DEL "CODICE DI RIPARTIZIONE" VALE
               QUANTO GIA' DETTO IN PRECEDENZA PER IL QUADRO "B".
                    IL QUADRO E' COSTITUITO DA UN UNICO PANNELLO CONTE-
               NENTE 20  RIGHE.
                    TERMINATO  L'INTERVENTO E'  POSSIBILE,  POSIZIONANDO
               OPPORTUNAMENTE  IL  CURSORE,  PASSARE  AD  ALTRO  QUADRO,
               PRECEDENTE  O  SUCCESSIVO  PER  CONTINUARE  O  CONCLUDERE
               L'OPERAZIONE DI VARIAZIONE.
           QUADRO "A.F.":
           --------------
                    LA PRESENZA DI QUESTO QUADRO, COME  GIA'  DETTO  IN
               PRECEDENZA, E' IPOTIZZABILE SOLTANTO PER   MODELLI DM10M
               CHE SI RIFERISCONO A PERIODO DI COMPETENZA SINO AL 12/88.
                        *** PROCEDURA RETTIFICATIVI ***
                              V A R I A Z I O N E
                     MATRICOLA  XXXXXXXXXX  PERIODO RIF.  XXXX
                     ---------------------------------------
                     - A S S E G N I    F A M I L I A R I  -
                     ---------------------------------------
                                              *
                              CORRENTI        *          IMPORTO
 C.F.= _                 NUMERO      ASSEGNI  * DICHIARATO     CALCOLATO
               FIGLI    _          _          *
               CONIUGI  _          _          *
               GENITORI _          _          * _              _
                                              *
                                              *
                              ARRETRATI       *
 C.F.= _                 NUMERO      ASSEGNI  *
               FIGLI    _          _          *
               CONIUGI  _          _          *
               GENITORI _          _          * _              _
                   AP2 PER USCIRE   SCEGLI QUADRO:  B  C  D  SALDO
                    A.F. CORRENTI/ARRETRATI:   SONO MODIFICABILI TUTTI I
                    ------------------------
                                               DATI AD ECCEZIONE DELL'IM
                                              PORTO "DICHIARATO".
               ANCHE DA QUESTO "QUADRO" SI PUO' PASSARE AI  SUCCESSIVI O
          AI PRECEDENTI POSIZIONANDO OPPORTUNAMENTE IL CURSORE SUL RELA-
          TIVO CODICE IDENTIFICATIVO.
          QUADRO "D"
          ----------
                       *** PROCEDURA RETTIFICATIVI ***
                             V A R I A Z I O N E
                    MATRICOLA  XXXXXXXXXX  PERIODO RIF.  XXXX
           SOMME       SOMME      COD.  ! SOMME       SOMME         COD.
           DENUNCIATE  CALCOLATE  RIP.  ! DENUNCIATE  CALCOLATE     RIP.
          _            _         _      ! _           _            _
          _            _         _      ! _           _            _
 DDDDD    _            _         _      ! _           _            _
 D    DD  _            _         _      ! _           _            _
 D    DD  _            _         _      ! _           _            _
 D    DD  _            _         _      ! _           _            _
 D    DD  _            _         _      ! _           _            _
 D    DD  _            _         _      ! _           _            _
 DDDDD    _            _         _      ! _           _            _
          _            _         _      ! _           _            _
               AP2 PER USCIRE   SCEGLI QUADRO:  B  C  AF  D  SALDO
               PER IL QUADRO IN ESAME VALGONO LE STESSE INDICAZIONI FOR-
          NITE PER IL QUADRO "C" AD ECCEZIONE DEL FATTO CHE PER IL  QUA-
          DRO "D" E' DISPONIBILE, NEL CASO DI ESAURIMENTO DEL PRIMO, UN
          SECONDO PANNELLO CHE PORTA A 40 LE RIGHE COMPLESSIVAMENTE UTI-
          LIZZABILE PER LE PARTITE A CREDITO DEL DATORE DI LAVORO.
          PANNELLO "SALDO"
          ----------------
                      *** PROCEDURA RETTIFICATIVI ***
                            V A R I A Z I O N E
                    MATRICOLA  XXXXXXXXXX  PERIODO RIF.  XXXX
          IMPORTO A DEBITO AZIENDA . . . . . . . . . . :
          IMPORTO A CREDITO AZIENDA. . . . . . . . . . :
 S   -CIVILI SULLE DIFFERENZE       ( GG       ) . . . :
 A   -INTERESSI 5% SU DIFFERENZE    ( GG       ) . . . :
 N   -ART. 1/1 D.L. 688/85 . . . . . . . . . . . . . . :
 Z   -ART. 1/2 D.L. 688/85 . . . . . . . . . . . . . . :
 I   -CIVILI PER RITARD. VERSAMENTO ( GG       ) . . . :
 O    ( DI CUI PER INTERESSI AL 5%) ( GG       ) . . . :
 N   -EX ART. 30 L. 843/78 . . . . . . . . . . . . . . :
 I   -SU SGRAVIO ILLEGITTIMO . . . . . . . . . . . . . :
     -I.R.P.E.F. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . :
                            SALDO A DEBITO AZIENDA
                            SALDO A CREDITO AZIENDA
 DATA SCADENZA VERSAMENTO
           AP2 PER PANNELLO MAIN
               E' IL PANNELLO FINALE DI CIASCUNA  REGISTRAZIONE PRESENTE
         SUL D.S. 66. SI PUO' INTERVENIRE SU QUALSIASI CAMPO PER MODIFI-
         CARE UN DATO GIA' ESISTENTE OVVERO PER INSERIRNE NUOVI, SE NON
         TRATTASI  DI  VARIAZIONE DI RETTIFICA COMPRESA  IN  DOMANDA  DI
         CONDONO DEL D.L. 259/91 CONVERTITO CON LEGGE 166/1991.
              IN QUEST'ULTIMO CASO L' OPERATORE POTRA' INTERVENIRE SOLA-
         MENTE  SUL  CAMPO  DELLE DIFFERENZE   CONTRIBUTIVE  (IMPORTO A
         DEBITO   /   CREDITO) E DELL' IMPORTO DELLA NOTA  DI  RETTIFICA
         (SALDO A DEBITO / A CREDITO AZIENDA).
                TUTTI GLI ALTRI CAMPI RISULTERANNO AZZERATI AD ECCEZIONE
          DEL   CAMPO  RELATIVO  ALLE  SANZIONI  CIVILI  PER   RITARDATO
          VERSAMENTO  CHE  VENGONO  RICALCOLATE  AUTOMATICAMENTE   NELLA
          MISURA  DELL'8  PER CENTO ANNUO SENZA  LIMITAZIONE  DEL  TETTO
          MASSIMO  PREVISTO  NELLA  MISURA  DEL  40  PER  CENTO  CHE  VA
          RAPPORTATO  AL  COMPLESSIVO  DEBITO  CONTRIBUTIVO  OGGETTO  DI
          CONDONO.
                    IMPORTO A DEBITO AZIENDA:   COSTITUISCE  LA  SOMMA
                    -------------------------
                                     ALGEBRICA  DI  TUTTE LE  DIFFERENZE
                                    PRESENTI NEI VARI "QUADRI" DELLA NO
                                    TA DI RETTIFICA ATTIVA.
                                    L'IMPORTO   VIENE   CONTROLLATO  A
                                    PROGRAMMA  E, IN  CASO  DI  ERRORE,
                                    COMPARE, IN CALCE ALLA PAGINA VIDEO,
                                    IL  MESSAGGIO  "IMPORTO  DIVERSO  DA
                                    SOMMATORIA  DIFFERENZA -  SOMMATORIA
                                    CALCOLATA XXXXXXXXXXXX". IL CURSORE
                                    SI POSIZIONA SU QUESTO STESSO CAMPO
                                    SE  NON  ESISTE ERRORE  DI  "SEGNO"
                                    ALTRIMENTI  SI POSIZIONA  SUL  CAMPO
                                    DELL'IMPORTO A CREDITO DELL AZIENDA.
                   IMPORTO A CREDITO AZIENDA:      COSTITUISCE LA SOMMA
                   --------------------------
                                    ALGEBRICA  DI  TUTTE  LE  DIFFERENZE
                                    PRESENTI NEI VARI QUADRI DELLA  NOTA
                                    DI  RETTIFICA PASSIVA O IL SALDO  DI
                                    UN MODELLO DM10 PASSIVO ESATTO.
                                    E' APPENA IL CASO DI  NOTARE  CHE LA
                                    PRESENZA DI TALE IMPORTO E' SEMPRE E
                                    RECIPROCAMENTE POSSIBILE IN  ASSENZA
                                    DI UN IMPORTO NEL PRECEDENTE  CAMPO.
                                    IL CONTROLLO SULLA CONGRUITA' DI TA-
                                    LE IMPORTO AVVIENE CON I CRITERI DE-
                                    SCRITTI AL PRECEDENTE PUNTO.
                    SANZIONI CIVILI SULLE DIFFERENZE CONTRIBUTIVE
                    ---------------------------------------------
                                    L' INDICAZIONE DEL LORO IMPORTO, CON
                                    IL RELATIVO DATO COMPLEMENTARE COSTI
                                    TUITO DAL NUMERO DEI GIORNI IN BASE
                                    AL QUALE ESSO E' STATO CALCOLATO, DE
                                    VE ESSERE NECESSARIAMENTE PRESENTE
                                    QUANDO RISULTA REGISTRATO UN VALORE
                                    NEL CAMPO  "IMPORTO A DEBITO DELLA
                                    AZIENDA"; TALE NECESSARIA COESISTEN-
                                    ZA VIENE CONTROLLATA DAL PROGRAMMA
                                    CHE, IN CASO NEGATIVO, INVIA IL SE-
                                    GUENTE MESSAGGIO IN CALCE AL VIDEO:
                                    << MANCA INDICAZIONE DELLE SANZIONI
                                    CIVILI >> OVVERO <>
                                    SE MANCA UNO SOLO DEI DATI PREVISTI
                                    (NUMERO GIORNI/IMPORTO SANZIONI).(*)
                    INTERESSI 5% SU DIFFERENZE
                    --------------------------
                                    IL  CAMPO RIPORTA L'  IMPORTO  DEGLI
                                    INTERESSI   LEGALI   ( 5%  SINO   AL
                                    15.12.90 E  10% DAL 16.12.90) DOVUTI
                                    SUL DEBITO PER CONTRIBUTI E SANZIONI
                                    CIVILI A DECORRERE DAL GIORNO IN CUI
                                    QUESTE  ULTIME  SUPERANO   L'IMPORTO
                                    MASSIMO ADDEBITABILE DEL 200%.
                    SANZIONI EX ART 1/1 D.L. 688/85
                    -------------------------------
                                    TRATTASI   DI  SANZIONE   NON   PIU'
                                    VIGENTE     CHE     VIENE     ANCORA
                                    VISUALIZZATA SOLO PER  MOTIVI  DI
  ----------------------------------
  (*)  IL CONTROLLO NON VIENE ATTUATO PER I  C.S.C. = 3.XX.XX; PERTANTO
      LE SANZIONI CIVILI POSSONO MANCARE SE, PER RETTIFICHE RELATIVE AD
      AZIENDE CON C.S.C. DEL RAMO 3, ESISTE UN  "IMPORTO A DEBITO"  DEL
      DATORE DI LAVORO. E' DA TENER CONTO, ALTRESI', CHE,  IN  PRESENZA
      DEI CODICI DI RIPARTIZIONE T119 E Q901  ( RETTIFICHE  EMESSE  PER
      ERRATO CALCOLO AZIENDALE DELLE SANZIONI CIVILI SUL  RESIDUO DEBITO
      RELATIVO AD UN DM10 INSOLUTO ), NON ESSENDO LEGITTIMA L'APPLICAZIO
      NE  DI  SANZIONI  SU  SANZIONI, SE  SI  RENDE  NECESSARIO  VARIARE
      L'IMPORTO  DEL  CODICE  Q901, IL  CONTROLLO  CIRCA  LA  NECESSARIA
      ESISTENZA  DI  SANZIONI CIVILI IN PRESENZA DI  "IMPORTO  A  DEBITO
      AZIENDA" PUO' ESSERE ECCEZIONALMENTE SUPERATO ADDEBITANDO A TITOLO
      DI SANZIONI CIVILI SULLE DIFFERENZE, L'IMPORTO DI UNA LIRA PER UN
      GIORNO.
                                    QUADRATURA  DELL'IMPORTO PRECEDENTE-
                                    MENTE ADDEBITATO.
                                    L' IMPORTO DI DETTA SANZIONE, SE PRE
                                    SENTE, DEVE ESSERE AZZERATO.
                    SANZIONI EX ART. 1/2 D.L. 688/85
                    --------------------------------
                                    TRATTASI DI SANZIONE NON PIU' VIGEN-
                                    TE CHE VIENE ANCORA VISUALIZZATA SO-
                                    LO PER MOTIVI DI QUADRATURA DELL' IM
                                    PORTO PRECEDENTEMENTE ADDEBITATO.
                                    L' IMPORTO DI DETTA SANZIONE, SE PRE
                                    SENTE, DEVE ESSERE AZZERATO.
                    SANZIONI CIVILI PER RITARDATO VERSAMENTO
                    ----------------------------------------
                                    SI RIFERISCONO ALL' IPOTESI DI RITAR
                                    DATO PAGAMENTO DEL SALDO DELLA DENUN
                                    CIA   MENSILE;  PERTANTO   LA   LORO
                                    PRESENZA E' SOLTANTO EVENTUALE.(*)
                                    VIENE INOLTRE EVIDENZIATO, CON IL SI
                                    GNIFICATO DI "DI CUI", L' EVENTUALE
                                    IMPORTO PER INTERESSI LEGALI DOVUTI
                                    NEL CASO IN CUI LE SANZIONI CIVILI
                                    SUPERINO L'IMPORTO MASSIMO ADDEBITA-
                                    BILE DEL 200 PER CENTO.
  ---------------------------------
  (*) VEDERE LA NOTA PRECEDENTE PER LE POSIZIONI RELATIVE AL C.S.C.DEL
      RAMO "3".
                    SANZIONI EX ART. 30 LEGGE 843/78
                    --------------------------------
                                    L' EVENTUALE PRESENZA DI UN IMPORTO
                                    IN TALE CAMPO SI RIFERISCE AD UN MOD
                                    DM10 ATTIVO O PASSIVO PRESENTATO
                                    OLTRE IL TERMINE LEGALE DI SCADENZA.
                    SANZIONI SU SGRAVIO ILLEGITTIMO
                    -------------------------------
                                    TRATTASI DI SANZIONE NON PIU' VIGEN-
                                    TE AI SENSI DELLA LEGGE N. 166/91 DI
                                    CONVERSIONE DEL D.L. 259/90.
                                    L' IMPORTO DI DETTA SANZIONE, SE PRE
                                    SENTE, DEVE ESSERE AZZERATO.
                    SANZIONI IRPEF:
                    ---------------
                                    TALE  SANZIONE PUO' ESSERE  PRESENTE
                                    SU NOTA DI RETTIFICA DI MODD. DM10/M
                                    AFFERENTI I PERIODI DA NOVEMBRE 1980
                                    AD OTTOBRE 1988.
                    SALDO A DEBITO AZIENDA:
                    -----------------------
                                       E' LA SOMMA ALGEBRICA DEGLI IMPOR
                                    TI  PRESENTI IN  TUTTI I  PRECEDENTI
                                    CAMPI DEL PANNELLO IN ESAME. VIENE
                                    EFFETTUATO, A PROGRAMMA, IL CONFRON-
                                    TO DELL' IMPORTO  PRESENTE IN  TALE
                                    CAMPO CON LA SOMMATORIA ALGEBRICA DE
                                    GLI IMPORTI PRESENTI IN TUTTI I PRE-
                                    CEDENTI CAMPI DELLO STESSO PANNELLO;
                                    IN CASO DI DISCORDANZA VIENE INVIATO
                                    IN CALCE ALLA PAGINA VIDEO  IL MES_
                                    SAGGIO << SALDO DIVERSO DA SOMMATO-
                                    RIA - SALDO CALCOLATO œ XXXXXXXX >>.
                                    QUESTO MESSAGGIO APPARE ANCHE IN AS-
                                    SENZA DI TALE DATO, NONCHE' IN OCCA-
                                    SALDO A "DEBITO" NEL CAMPO DEL SALDO
                                    A "CREDITO".
                                        QUALORA, PER ERRORE MATERIALE,
                                    FOSSERO STATI DIGITATI VALORI IN EN-
                                    TRAMBI I CAMPI RELATIVI AL SALDO IL
                                    MESSAGGIO PRESENTATO SARA': << SALDI
                                    A DEBITO/CREDITO AZIENDA ILLOGICI>>.
                    SALDO A CREDITO AZIENDA:
                    ------------------------
                                         PER IL CONTENUTO DI TALE CAMPO
                                    VALGONO LE STESSE CONSIDERAZIONI E
                                    OPERAZIONI DESCRITTE PER IL " SALDO
                                    A DEBITO AZIENDA ".
                    DATA SCADENZA VERSAMENTO:
                    -------------------------
                                         E' LA DATA ENTRO LA QUALE LA
                                    AZIENDA DEBITRICE DEVE PAGARE L' IM-
                                    PORTO ADDEBITATO.
                                         NELLA FASE DI "VARIAZIONE" DEL-
                                    LA NOTA DI RETTIFICA,LA "DATA DI SCA
                                    DENZA" PUO' RIMANERE INALTERATA (VA-
                                    RIAZIONE CHE SI EFFETTUA PRIMA DELLA
                                    SPEDIZIONE ALL' AZIENDA DELLA "NOTA"
                                    APPENA EMESSA DALLA PROCEDURA DM10
                                    OVVERO INTERVENTO DELLA SEDE IN SE-
                                    GUITO A CONTESTAZIONE RITENUTA NON
                                    FONDATA, ECC.) OPPURE ESSERE OGGETTO
                                    DI MODIFICA; IN TAL CASO SE TRA LA
                                    NUOVA DATA SCADENZA E LA DATA DI VA-
                                    RIAZIONE NON INTERCORRONO 30 GIORNI,
                                    VIENE VISUALIZZATO IL SEGUENTE MES-
                                    SAGGIO :<>.
                                          NEL CASO OPPOSTO ( PIU' DI 30
                                    GIORNI TRA LE SUDDETTE DATE ) VIENE
                                    PRESENTATO IL SEGUENTE MESSAGGIO:
                                    << INTERCORRONO + 30 GIORNI TRA DATA
                                    SISTEMA E DATA SCADENZA >>.
              IN FASE DI CONTROLLO DEI DATI DEL PANNELLO FINALE VIENE VE
         RIFICATA,  IN  AUTOMATICO  LA COMPATIBILITA'  TRA  SALDO  DELLA
         RETTIFICA  E   "CODICE  INTERVENTO"  SECONDO   LE   INDICAZIONI
         CONTENUTE  NELLA TABELLA ALLEGATA. QUALORA VENGA  RILEVATA  UNA
         INCOMPATIBILTA'  LOGICA  TRA  IL SALDO A DEBITO  OD A   CREDITO
         DELL'AZIENDA  ED  IL  "CODICE  INTERVENTO"  VIENE  VISUALIZZATO
         APPOSITO  MESSAGGIO;  IN  TAL CASO  BISOGNERA'  PROCEDERE  ALLA
         VARIAZIONE DEL DATO ERRATO.
               PRIMA DI CONSIDERARE ESEGUITA LA VARIAZIONE, IL PROGRAMMA
         PROVVEDE ALTRESI', A CONTROLLARE LA COMPATIBILITA' TRA IL SALDO
         DELLA RETTIFICA E IL CODICE "TIPO RETTIFICA" ( VEDI TABELLA N.
         1 ALLEGATA).
               ANCHE IN TALE OCCASIONE VIENE  CONSENTITA  LA  VARIAZIONE
         DEL  "TIPO  RETTIFICA" MEDIANTE PRESENTAZIONE  SOTTO  IL  CAMPO
         "MATRICOLA"   DEL  PRECEDENTE  CODICE "TIPO RETTIFICA"  ED,  IN
         CALCE ALLA PAGINA VIDEO, DEL MESSAGGIO :
               << SALDO ......... INCOMPATIBILE CON TIPO RETTIFICA >>.
               SE IL NUOVO CODICE IMMESSO RISULTA  ANCORA  INCOMPATIBILE
         CON IL SALDO DELLA RETTIFICA ( SI RIFERISCE A "RA" INVECE CHE A
         "RP" O VICEVERSA) VIENE VISUALIZZATO ANCORA IL PREDETTO MESSAG-
         GIO.
               SE, INVECE, IL CODICE "TIPO RETTIFICA" APPENA DIGITATO SI
         RIFERISCE ALLO STESSO SEGNO DEL SALDO DELLA RETTIFICA MA E' AN-
         CORA INCOMPATIBILE CON ESSO PERCHE' RIGUARDA UNA DIVERSA PROVE-
         NIENZA DI DM10, IL PROGRAMMA FORNISCE ANCHE  L' ESATTO CODICE
         "TIPO RETTIFICA" MEDIANTE IL SEGUENTE MESSAGGIO:
                      << IL TIPO RETTIFICA DEVE ESSERE XX >>.
               ESAURITI I CONTROLLI FINALI VIENE VISUALIZZATO IL SEGUEN-
         TE MESSAGGIO:
               <<           ***  VARIAZIONE ESEGUITA  ***             >>
               << PER "NON" STAMPARE IL RETTIFICATIVO DIGITA ==> PF1  >>
               <<        PER PREDISPORRE LA STAMPA ==> INVIO          >>
               SE SI VUOLE LA RISTAMPA DELLA NOTA DI RETTIFICA, PREMENDO
         IL TASTO "INVIO" APPARE L' ULTERIORE MESSAGGIO:
               <<        STAMPA PREDISPOSTA IN COLLEZIONE             >>
               LA STAMPA DELLA NOTA "VARIATA" SARA', QUINDI, OTTENUTA AT
         TIVANDO L' OPZIONE "6" (STAMPE) DEL PANNELLO MAIN E MEDIANTE LA
         RELATIVA SOTTOPZIONE "2" OPPURE "3" A SECONDA CHE SI  TRATTI DI
         RETTIFICA  "ATTIVA" O "PASSIVA" (LA DESCRIZIONE DELLA  FUNZIONI
         "STAMPE"  E' DETTAGLIATAMENTE DESCRITTA NELLA APPOSITA  SEZIONE
         DELLE PRESENTI ISTRUZIONI).
               SE, PUR AVENDO NECESSITA' DI DISPORRE DELLA RISTAMPA DEL-
         LA "NOTA" VARIATA, FOSSE STATO PREMUTO PER ERRORE IL TASTO FUN-
         ZIONALE "PF1", LA NUOVA STAMPA PUO' ESSERE COMUNQUE OTTENUTA AT
         TIVANDO L' OPZIONE "7" DEL PANNELLO MAIN DELLA PROCEDURA  ( RI-
         STAMPA RETTIFICA); IN TAL CASO, NATURALMENTE, E' NECESSARIO IM-
         METTERE I DATI IDENTIFICATIVI DELLA NOTA DI CUI SI CHIEDE LA RI
         STAMPA ( MATRICOLA E PROGRESSIVO RETTIFICA).
               VARIAZIONE DEL SALDO CON INVERSIONE DEL SEGNO
               ---------------------------------------------
               LA  VARIAZIONE DI UNA NOTA DI RETTIFICA  PUO'  COMPORTARE
         ANCHE  LA TRASFORMAZIONE DI UN MOD. DM10-RA IN MOD.  DM10-RP E
         VICEVERSA.  CIO' PUO' AVVENIRE QUANDO, A SEGUITO DEL CONTROLLO
         DELLA  RETTIFICA E' NECESSARIO APPORTARE VARIAZIONI ALLE  RIGHE
         ERRATE O INSERIRNE ALTRE CHE DETERMINANO L'INVERSIONE DEL SEGNO
         DEL SALDO DELLA RETTIFICA STESSA.
               IN  TAL  CASO E' SUFFICIENTE EFFETTUARE LE  VARIAZIONI E
         DETERMINARE IL NUOVO SALDO ED IL NUOVO TIPO RETTIFICA IN QUANTO
         IL   PROGRAMMA   PROVVEDERA'   A   MODIFICARE   LA   SITUAZIONE
         PREESISTENTE IN MODO DIRETTO ( VALE A DIRE SENZA IL  PREVENTIVO
         ANNULLAMENTO DELLA RETTIFICA DA VARIARE).
               VARIAZIONE CON CONSEGUENTE ANNULLAMENTO
               ---------------------------------------
               E',  DI NORMA, LA SITUAZIONE CHE SI DETERMINA  QUANDO  E'
         NECESSARIO  INTERVENIRE IN VARIAZIONE PER OTTENERE LA  PARZIALE
         COMPENSAZIONE DELLE DIFFERENZE RISCONTRATE CON L'IMMISSIONE  DI
         UNA O PIU' NUOVE RIGHE I CUI IMPORTI, SOMMATI ALGEBRICAMENTE A
         QUELLI  DELLE DIFFERRENZE GIA' ESISTENTI, DETERMINANO UN  SALDO
         PARI A "PICCOLA DIFFERENZA".
               LO  STESSO  RISULTATO PUO'  ESSERE  RAGGIUNTO,  PERALTRO,
         ANCHE NEL CASO IN CUI SI INTERVENGA IN VARIAZIONE DEGLI IMPORTI
         GIA' PRESENTI NELLA RETTIFICA CHE, PER EFFETTO DELLE VARIAZIONI
         MEDESIME, SI ELIDONO.
               IL   PROGRAMMA  PREVEDE  LA  FISSAZIONE  DELLA   "PICCOLA
         DIFFERENZA"  EQUIVALENTE  ALL' IMPORTO NON  ADDEBITABILE  COSI'
         COME  PREVISTO DALLA CIRCOLARE N. 265 DEL 14/12/89  (VEDI  ATTI
         UFFICIALI 1989 PAG. 2556).
               E' OPPORTUNO RICORDARE CHE I LIMITI SONO I SEGUENTI:
               -  PER I  PERIODI CONTRIBUTIVI ANTERIORI  AL  10  OTTOBRE
                  1989,  AI SENSI DELL'ART. 2 COMMA 13 DEL  D.L.  NUMERO
                  338/89, IL LIMITE DI SOMMA DA CONSIDERARE COME IMPORTO
                  NON  ADDEBITABILE, AL NETTO DELLE SANZIONI CIVILI   E'
                  FISSATO IN LIRE 35.000;
               -  PER I PERIODI DI PAGA SUCCESSIVI A TALE DATA, AI SENSI
                  DELLA  DELIBERA  N.  872,  DEL  27/7/89, DEL  COMITATO
                  ESECUTIVO IL LIMITE AL LORDO DELLE SANZIONI CIVILI  E'
                  FISSATO IN LIRE 20.000.
               L'INTERVENTO DI VARIAZIONE CON ANNULLAMENTO E' NECESSARIO
         IN   QUANTO   TALE  TIPO  DI  DEFINIZIONE  DEVE   PRODURRE   LA
         RIPARTIZIONE  CONTABILE DELLE PARTITE CHE, PUR  ELIDENDOSI  PER
         SOMMA  ALGEBRICA,  RAPPRESENTANO  SITUAZIONI  CONCRETE  LA  CUI
         RILEVAZIONE  CONTABILE  E' DESTINATA  A  FORNIRE  SIGNIFICATIVI
         ELEMENTI DI VALUTAZIONE AGLI ORGANI DELL'ISTITUTO.
               E'  OPPORTUNO TENER CONTO CHE IN OGNI CASO DI  VARIAZIONE
         CON ANNULLAMENTO E' NECESSARIO SOSTITUIRE IL PRECEDENTE  CODICE
         "TIPO RETTIFICA" CON QUELLO CORRISPONDENTE ALLA DEFINIZIONE  IN
         QUESTIONE ( CODICE TIPO RETTIFICA DELLA SERIE 2X OVVERO 8X DOVE
         LA  "X" CORRISPONDE AL TIPO DI MODELLO DM10 DA CUI PROVIENE  LA
         RETTIFICA) ED  IL CODICE INTERVENTO COMPATIBILE  CON  IL  SALDO
         DELLA  RETTIFICA  (CODICE  DI ANNULLAMENTO ES.  "EA" , "CA"  ED
         "RA" .
               TRATTANDOSI  DI  IMPORTO  FINALE  NON  ADDEBITABILE   NE'
         RIMBORSABILE, IL PROGRAMMA, A VARIAZIONE EFFETTUATA, NON  OFFRE
         LA  POSSIBILITA' DI RICHIEDERE CONTESTUALMENTE LA  PREPARAZIONE
         DELLA  STAMPA  DELLA NOTA. TUTTAVIA ESSA PUO'  ESSERE  OTTENUTA
         MEDIANTE L' OPZIONE "7" DEL PANNELLO MAIN DEL PROGRAMMA "5100".
        4)  ANNULLAMENTO
            ------------
               DOPO AVER ESPLETATO GLI ADEMPIMENTI AMMINISTRATIVI PRECE-
         DENTEMENTE DESCRITTI, L'OPERATORE ACCEDE AL TERMINALE PER LE NE
         CESSARIE OPERAZIONI DI INPUT.
               L' ANNULLAMENTO DELLA "NOTA" DI RETTIFICA, RISERVATO AGLI
         UTENTI  CON  IDENTIFICATIVO COMPRESO TRA "100" E  "139",  PUO'
         AVVENIRE QUANDO DA  PREVENTIVO CONTROLLO AMMINISTRATIVO  (PRIMA
         DELLA SPEDIZIONE ALL'AZIENDA) O A SEGUITO DI CONTESTAZIONE SI
         CONSTATA  CHE  LE  "DIFFERENZE  RISCONTRATE  DAL  PROGRAMMA  DI
         CALCOLO NON DOVEVANO ESSERE RILEVATE.
               TALE  IPOTESI RICORRE QUANDO LE DIFFERENZE RILEVATE  DAI
         PROGRAMMI DI ELABORAZIONE (STRINGATURA, CALCOLO) RISULTANO  NON
         CORRISPONDENTI ALLA SITUAZIONE REALE QUALE COMPLESSIVAMENTE  SI
         DEDUCE DA UNA VERIFICA DELLA POSIZIONE  ANAGRAFICO-CONTRIBUTIVA
         DELL'  AZIENDA,  DALLE  ALIQUOTE  IN  VIGORE  NEL  PERIODO   DI
         RIFERIMENTO DELLA DENUNCIA RETTIFICATA, DALLA MANCATA O ERRONEA
         ATTRIBUZIONE DI "CODICI DI AUTORIZZAZIONE", ECC.
               SI TRATTA, IN EFFETTI, DI ELEMENTI REALI CHE, SE NOTI  AL
         MOMENTO IN CUI IL MODELLO DM10 INTERESSATO E' STATO SOTTOPOSTO
         ALLE   FASI   ELABORATIVE  SUCCESSIVE   ALL'ACQUISIZIONE,   NON
         AVREBBERO ORIGINATO LA NOTA DI RETTIFICA.
               QUESTA MODALITA' DI ANNULLAMENTO NON PUO' ESSERE ESEGUITA
         PER  LE  REGISTRAZIONI  PROVENIENTI DA  MODELLI  DM  CON  SALDO
         ORIGINARIO PASSIVO.
               LA  DEFINIZIONE  PER "ANNULLAMENTO"  DELLE  REGISTRAZIONI
         INTERESSATE   PUO'  AVVENIRE  UTILIZZANDO  L'OPZIONE  "4"   DEL
         PANNELLO  MAIN, DIGITATA LA QUALE VIENE PRESENTATO IL  SEGUENTE
         PANNELLO:
               ***************************************************
               *                                                 *
               *  P R O C E D U R A   R E T T I F I C A T I V I  *
               *    S U   S O T T O S I S T E M A   "8 1 0 0"    *
               *                                                 *
               *             A N N U L L A M E N T O             *
               ****************************************************************
            1) DI SINGOLA RETTIFICA
            2) DI VARIE RETTIFICHE DI DIVERSE AZIENDE
                       3) DI VARIE RETTIFICHE DELLA STESSA AZIENDA
                       DIGITA OPZIONE
                    AP2 PER USCIRE       INVIO PER CONTINUARE
               LA SCELTA DI UNA OPZIONE INVECE CHE UN' ALTRA  E' DETTATA
           SOLTANTO DAL TIPO DI LAVORO CHE SI DEVE FARE. PIU' PRECISAMEN
           TE, AD ESEMPIO, LA SCELTA DELL' OPZIONE "3" E' DA PREFERIRISI
           NEL CASO DI ANNULLAMENTI CONSEGUENTI ALL'ESAME DI UNA POSIZIO
           NE AZIENDALE CHE SI CONCLUDE CON LA DECISIONE DI ANNULLARE UN
           CERTO NUMERO DI RETTIFICHE DELLA STESSA AZIENDA EVITANDO  DI
           DIGITARE PIU' VOLTE LA STESSA MATRICOLA AZIENDALE.
                   TUTTE LE MODALITA' DI ANNULLAMENTO DETERMINANO LA "DE
          FINIZIONE" DELLA REGISTRAZIONE INTERESSATA CHE NON RISULTERA'
          PIU' DISPONIBILE PER ALTRE OPERAZIONI DI VARIAZIONI MA UNICA-
          MENTE PER CONSULTAZIONE FINO A CHE NON VIENE CANCELLATA DALLO
          ARCHIVIO LOCALE.
     4.1) ANNULLAMENTO SINGOLA RETTIFICA
          ------------------------------
               NEL CASO IN CUI VENGA SCELTA L'OPZIONE "1" VIENE VISUALIZ
           ZATO IL SEGUENTE PANNELLO:
              ***************************************************
              *                                                 *
              *  P R O C E D U R A   R E T T I F I C A T I V I  *
              *    S U   S O T T O S I S T E M A   "8 1 0 0"    *
              *                                                 *
              *             A N N U L L A M E N T O             *
              ***************************************************
             MATRICOLA _
                   AP2 PER USCIRE       INVIO PER CONTINUARE
               DOPO AVER IMMESSO I DATI DI  VOLTA IN VOLTA RICHIESTI DAL
          PROGRAMMA ( LE OPERAZIONI INTERMEDIE DA EFFETTUARE SONO QUELLE
          GIA' DESCRITTE IN OCCASIONE DELLE ISTRUZIONI FORNITE AL PRECE-
          DENTE PUNTO    PER LA CONSULTAZIONE DELLE NOTE  DI  RETTIFICA)
          VIENE VISUALIZZATO IL SEGUENTE PANNELLO CHE CONSENTE DI VERIFI
          CARE L'ESATTA INDIVIDUAZIONE DELLA RETTIFICA DA ANNULLARE.
              ***************************************************
              *                                                 *
              *  P R O C E D U R A   R E T T I F I C A T I V I  *
              *    S U   S O T T O S I S T E M A   "8 1 0 0"    *
              *                                                 *
              *             A N N U L L A M E N T O             *
              ***************************************************
             MATRICOLA    XXXXXXXXXX           PROGR. RETT.  XXXX
             C.A.=  XX XX XX XX XX XX XX XX         C.S.C.  XXXXX
             TIPO AZIENDA  XX                  TIPO RETTIFICA  XX
             SC7/24  X  XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX
  XXXXX  DM11 N.  XXXX  DM10 N.  XXXX
                                                              DATA PRESENTAZION
E DM10M  XXXXXX  PERIODO RIFER.  XXXX
                                                              CODICE INTERVENTO
  XX    SALDO DM10/M  XXXXXXXXXXXX
  PF5 ===> PER ANNULLARE
           AP2 PER USCIRE
                 DOPO AVER PREMUTO IL TASTO "PF5" NE VIENE CHIESTA LA
          CONFERMA CON IL MESSAGGIO:
                  << RIBATTI "PF5" PER CONFERMA ANNULLAMENTO >>
                 NEL CASO IN CUI L' OPERAZIONE DI ANNULLAMENTO NON DEBBA
          ESSERE CONFERMATA SARA' SUFFICIENTE "USCIRE" DAL PROGRAMMA PRE
          MENDO IL TASTO "AP2", ALTRIMENTI VERRA' VISUALIZZATO IL SEGUEN
          TE MESSAGGIO:
                        << ANNULLAMENTO EFFETTUATO >>
       4.2) ANNULLAMENTO VARIE RETTIFICHE DI DIVERSE AZIENDE
            ------------------------------------------------
               NEL CASO IN CUI VENGA SCELTA L'OPZIONE "2" ( ANNULLAMENTO
           DI PIU' RETTIFICHE DI VARIE AZIENDE) VIENE VISUALIZZATO IL SE
           GUENTE PANNELLO:
             ***************************************************
             *  P R O C E D U R A   R E T T I F I C A T I V I  *
             *            ACQUISIZIONE   ANNULLAMENTI          *
             ***************************************************
             MATRICOLA   PROG.   PERIODO
              AZIENDA    RETT.   (MMAA)
           _            _        _
           _            _        _
           _            _        _
           _            _        _
           _            _        _
           _            _        _
           _            _        _
           _            _        _
           _            _        _
           _            _        _
                       INVIO PER ACQUISIRE
                         AP2 PER TERMINARE
               SUL SUDDETTO PANNELLO E' POSSIBILE ACQUISIRE DIECI RICHIE
           I SEGUENTI DATI IDENTIFICATIVI:
                - MATRICOLA AZIENDA;
                - PROGRESSIVO RETTIFICA;
                - PERIODO DI COMPETENZA DEL MODELLO DM10 ORIGINARIO.
               LE RIGHE DEVONO ESSERE COMPILATE IN SEQUENZA, OVVERO NON
           SONO CONSENTITE RIGHE VUOTE SEGUITE DA ALTRE RICHIESTE DI AN-
           NULAMENTO.
               IL PROGRAMMA EFFETTUA I CONTROLLI DI ANNULLABILITA' DELLE
           REGISTRAZIONI ACQUISITE E, IN ASSENZA DI EVENTUALI MOTIVI CHE
           NE IMPEDISCANO L'ANNULLAMENTO, VISUALIZZA L'IMPORTO DI CIASCU
           NA RETTIFICA ELENCATA CON INVITO ALL' OPERATORE AD ESPRIMERE
           LA CONFERMA DELLA RICHIESTA DI ANNULLAMENTO MEDIANTE LA DIGI-
           TAZIONE DEL CARATTERE "Y" IN CORRISPONDENZA DI OGNI RIGA COM-
           PILATA. L' OPERATORE PUO' ANCORA ESCLUDERE DALL' ANNULLAMENTO
           UNA O PIU' RETTIFICHE SEMPLICEMENTE MEDIANTE L'OMISSIONE DEL
           CARATTERE "Y" IN CORRISPONDENZA DI OGNI RIGA DA ESCLUDERE.
               IL COMPLETAMENTO ED IL "BUON FINE" DELLE OPERAZIONI VIENE
           EVIDENZIATO DAL "SI" OVVERO DAL "NO" IN CORRISPONDENZA DI CIA
           SCUNA RIGA COMPILATA E DAL MESSAGGIO:
                       "ANNULLAMENTI EFFETTUATI".
        4.3) ANNULLAMENTO VARIE RETTIFICHE DELLA STESSA AZIENDA
             --------------------------------------------------
               NEL CASO IN CUI VENGA SCELTA L'OPZIONE "3" ( ANNULLAMENTO
           DI PIU' RETTIFICHE DELLA STESSA AZIENDA ) VIENE  VISUALIZZATO
           UN PANNELLO SIMILE A QUELLO GIA' VISTO PER L' OPZIONE "2" CON
           LA SOLA DIFFERENZA CHE LA MATRICOLA AZIENDALE PUO' ESSERE DI-
           GITATA UNA SOLA VOLTA E CHE PERTANTO TUTTI  GLI  ANNULLAMENTI
           PROPOSTI DEVONO RIFERIRSI AD UNA SOLA AZIENDA.
      EMISSIONE DI UNA NOTA DI RETTIFICA D' INIZIATIVA DELLA SEDE
      -----------------------------------------------------------
               E'  POSSIBILE EMETTERE AD INIZIATIVA DELLA SEDE UNA  NOTA
         DI RETTIFICA DI UN MODELLO DM10 GIA' PRESENTE NEL D.B. CENTRALE
         DELLE AZIENDE PURCHE' NON SIA PRESENTE, PER LO STESSO  PERIODO,
         ALTRA NOTA DI RETTIFICA NON ANCORA DEFINITA O, COMUNQUE,  ANCHE
         SE DEFINITA, NON ANCORA SOTTOPOSTA ALLA FASE DI  "AGGIORNAMENTO
         ARCHIVI".
               IL  RICORSO  ALL'EMISSIONE  DELLA NOTA  DI  RETTIFICA  AD
         INIZIATIVA  DELLA  SEDE VA LIMITATO AI CASI IN CUI  IL  SINGOLO
         DM10 SIA RISULTATO ESATTO AL PROGRAMMA DI CALCOLO PER   EFFETTO
         DI ERRORI   MATERIALI COMMESSI  DAGLI  OPERATORI  IN   SEDE  DI
         ACQUISIZIONE  DEL  MODELLO IN ESAME OVVERO PER  NON  TEMPESTIVO
         AGGIORNAMENTO  DEGLI  ELEMENTI PRESI A RIFERIMENTO IN  SEDE  DI
         CALCOLO (C.S.C  E/O  C.A.).
               PER  TUTTE LE ALTRE IPOTESI SI DOVRA' FARE  RICORSO  ALLA
         PROCEDURA DELLE REGOLARIZZAZIONI CONTRIBUTIVE.
               LA VARIAZIONE PUO' INTERESSARE QUALSIASI RIGO DEL DM10 E,
         OVVIAMENTE,  IN RELAZIONE AL MOTIVO DELLA VARIAZIONE E AL  RIGO
         INTERESSATO, NEL CAMPO "COD.", DATA LA VALENZA CONTABILE  DELLO
         STESSO, VANNO RIPORTATI IN MODO ESATTO I CODICI PREVISTI  DALLA
         PROCEDURA DI ACQUISIZIONE E CONTROLLO DELLA PROCEDURA "BASE".
               POICHE',  RELATIVAMENTE ALLE NOTE DI RETTIFICA EMESSE  AD
         INIZIATIVA  DELLA  SEDE, NON E' PREVISTA  ALCUNA  PROCEDURA  DI
         CONTROLLO AUTOMATIZZATO, LE STESSE DEVONO ESSERE COMPLETE SOTTO
         TUTTI  I  PUNTI DI VISTA, E QUINDI  DEVONO  ESSERE  DETERMINATE
         PREVENTIVAMENTE SIA LE VARIAZIONI, POSITIVE O NEGATIVE, SIA  LE
         SOMME ACCESSORIE, IL SALDO E LA SCADENZA.
               E'  DA  RILEVARE  CHE E' POSSIBILE, IN  DEROGA  A  QUANTO
         PREVISTO  DALLA PROCEDURA DM10, L'ACQUISIZIONE DI UNA  NOTA  DI
         RETTIFICA  EMESSA  D'INIZIATIVA DELLA SEDE ANCHE  SE  IL  SALDO
         FINALE E' UN IMPORTO NEI LIMITI DELLA "PICCOLA DIFFERENZA".
                   NOTE OPERATIVE
                   --------------
               PER INSERIRE IN ARCHIVIO LOCALE LA REGISTRAZIONE DI UNA
          "NOTA" EMESSA D' INIZIATIVA DELLA SEDE, DEVE ESSERE ATTIVATO,
          SOTTO "DMS", IL PGM 5130; A TALE UOPO L'OPERATORE DI CONTROLLO
          DEVE INSERIRE IL "PROGRAM PROFILE" DEL PGM 5130, TRAMITE IL
          PGM "720" OPZIONE "8" DA OPERATORE 1, INDICANDO I SEGUENTI PA-
          RAMETRI:
           - DESCRIPTION                   ACCESSO D.B. DM10/M
           - PRIMARY VTAM APPLICATION             IMS
           - FORCE MODE INDICATOR                  Y
           - COMMUNICATION MODE                    I
           - VALID DEVICE
                      - 3277/2                     Y
                      - 3276                       Y
           - ACCESS LIMITED TO CERTAIN OPERATORS   Y
           - ACCESS LIMITED TO CERTAIN TERMINALS   N
          L'ADEMPIMENTO A  CARICO DELL' OPERATORE DI CONTROLLO  E'  GIA'
     STATO   EFFETTUATO  PRESSO  TUTTE  LE  SAP.  DEVE   INVECE   ESSERE
     EFFETTUATO, UNA SOLA VOLTA, PER LE SEDI DI NUOVA ISTITUZIONE.
              ATTIVANDO IL  PROGRAMMA 5130, DA IDENTIFICATIVO COMPRESO
          TRA I  VALORI "2" E "6", TRAMITE PGM 720, VIENE PRESENTATO  IL
          SEGUENTE PANNELLO:
              ***************************************************
              *                                                 *
              *  P R O C E D U R A   R E T T I F I C A T I V I  *
              *    S U   S O T T O S I S T E M A   "8 1 0 0"    *
              *                                                 *
              ***************************************************
    OPZIONI:
             1) ACQUISIZIONE RETTIFICHE EMESSE D'UFFICIO
             2) TRASMISSIONE RETTIFICHE DEFINITE
              DIGITA OPZIONE: _
                          AP2 PER TERMINARE
               CON L' OPZIONE "1" VIENE VISUALIZZATO IL PANNELLO CHE RI-
          CHIEDE  INIZIALMENTE LA  DIGITAZIONE  DEL NUMERO  DI MATRICOLA
          AZIENDALE; PREMUTO IL TASTO "INVIO", DOPO I  CONTROLLI FORMALI
          E DI ESISTENZA DELLA POSIZIONE AZIENDALE NEL D.S. 9, LO STESSO
          PANNELLO S' IMPLEMENTA DI TRE RIGHE ASSUMENDO LA SEGUENTE CON-
          FIGURAZIONE:
              ***************************************************
              *                                                 *
              *  P R O C E D U R A   R E T T I F I C A T I V I  *
              *    S U   S O T T O S I S T E M A   "8 1 0 0"    *
              *                                                 *
              *                                                 *
              ***************************************************
             MATRICOLA
             PERIODO RIFERIMENTO DM10/M _
             DATA PRESENTAZIONE         _
             SALDO DM10M ("-" = PASSIVO)_
                    AP2 PER USCIRE       INVIO PER CONTINUARE
              DOPO AVER  IMMESSO I  DATI RICHIESTI (PER IL "SALDO" BISO-
          GNA ANTEPORRE IL SEGNO  MENO ("-")  AL  RELATIVO  IMPORTO  NEL
          CASO IN CUI ESSO SI RIFERISCA AD UN MOD. DM10  ORIGINARIAMENTE
          PASSIVO) IL PROGRAMMA, DOPO AVER RICHIESTO  LA  RIDIGITAZIONE,
          PER CONFERMA, DEL SALDO DM10   PRESENTA IL  PANNELLO CHE SEGUE
          GIA' COMPILATO NEI CAMPI  CONTRASSEGNATI  CON "X" E PRIVO  DEL
          "PROGRESSIVO RETTIFICA" CHE SARA' ASSEGNATO DAL  PROGRAMMA  AD
          ACQUISIZIONE AVVENUTA:
              ***************************************************
              *                                                 *
              *  P R O C E D U R A   R E T T I F I C A T I V I  *
              *    S U   S O T T O S I S T E M A   "8 1 0 0"    *
              *                                                 *
              *             A C Q U I S I Z I O N E             *
              *****************************************************************
                           MATRICOLA    XXXXXXXXXX
                           C.A.=  XX XX XX XX XX XX XX XX         C.S.C.  XXXXX
                           TIPO AZIENDA  XX                  TIPO RETTIFICA _
                           SC7/24 _  _       _       DM11 N. _      DM10 N. _
                           DATA PRESENTAZIONE DM10M  XXXXXX  PERIODO RIFER.  XX
XX
             CODICE INTERVENTO  XX    SALDO DM10/M  XXXXXXXXXXXX
           AP2 PER USCIRE          SCEGLI QUADRO:  B  C  AF  D  SALDO
              DEVONO ESSERE ORA DIGITATI I SEGUENTI ALTRI DATI:
                    A) - "TIPO RETTIFICA" ( VEDI APPENDICE "B")
                    B) - SC7/24 NELLA FORMA T AAAAAA NNNNN DOVE:
                                 T = TIPO SC7/24
                            AAAAAA = N. ARTICOLO
                             NNNNN = NUMERO
                    C) - NUMERO PROGRESSIVO DM11
                    D) - NUMERO DM10 (POSIZIONE ALL'INTERNO DEL DM11)
               TERMINATA  L' IMMISSIONE  DEI SUDDETTI  DATI, PREMENDO IL
          TASTO "INVIO" IL PROGRAMMA  EFFETTUA I   DOVUTI  CONTROLLI SUL
          DATA BASE CENTRALE DELLE AZIENDE PER  VERIFICARE  SE I DATI DI
          "AGGANCIO" AL MOD. DM10 ORIGINARIO,  FORNITI  DALL' OPERATORE,
          TROVANO IN ESSO RISCONTRO.
               IN CASO NEGATIVO, A SECONDA DELL' ERRORE RISCONTRATO, VIE
          NE INVIATO APPOSITO MESSAGGIO E PRESENTATO IL PANNELLO DI VOL-
          TA IN VOLTA NECESSARIO PER APPORTARE LE VARIAZIONI AI DATI CHE
          NON HANNO TROVATO RISCONTRO SUL D.B. CENTRALE.
               SUPERATI I PREDETTI CONTROLLI  PUO'  ESSERE  INIZIATA  LA
          ACQUISIZIONE DEI DATI RELATIVI ALLE SOLE RIGHE DEL  MOD.  DM10
          CHE EVIDENZIANO DIFFERENZE TRA IMPORTO "DENUNCIATO"  E IMPORTO
          "CALCOLATO". PER TUTTE LE OPERAZIONI D' IMMISSIONE  DATI VALGO
          NO LE STESSE INDICAZIONI  FORNITE  AL  PUNTO 3,  IN  OCCASIONE
          DELLA TRATTAZIONE DELLA "VARIAZIONE" DELLE NOTE DI RETTIFICA.
               IN PARTICOLARE, PER CIO' CHE CONCERNE I "CODICI DI RIPAR-
          TIZIONE" E' DA TENER PRESENTE CHE:
                  - I CODICI RELATIVI ALLE "RIGHE FISSE" DEL MOD. DM10
                    (10 - 11- 20 - 21 ECC.) DEVONO ESSERE DIGITATI NELLA
                    FORMA "XXR" DOVE XX RAPPRESENTA IL NUMERO DELLA RIGA
                    INTERESSATA;
                  - I CODICI EMESSI AUTOMATICAMENTE DAL PROGRAMMA DI CAL
                    COLO DOVRANNO ESSERE COSI' DIGITATI:
                    $Q1 PER Q1  ( IMPORTO ERRONEAMENTE VERSATO )
                    $Q2 PER Q2  ( IMPORTO ERRONEAMENTE REINTROITATO);
                  - TUTTI GLI ALTRI CODICI DEVONO ESSERE DIGITATI NELLA
                    FORMA  "XXXX"  ANCHE SE SONO COMPOSTI DI UNO, DUE O
                    TRE CARATTERI; IN TAL CASO ESSI DEVONO ESSERE SCRIT-
                    TI CON ALLINEAMENTO A SINISTRA (ESEMPIO: PER RIFERIR
                    SI A DIPENDENTI CON QUALIFICA DI DIRIGENTE BISOGNA
                    DIGITARE "3000").
        5) DEFINIZIONE
           -----------
               PREMESSA
               -
               LE REGISTRAZIONI PRESENTI NEL DS 66 DEVONO INTENDERSI DE-
           FINITE ALLORQUANDO, A SEGUITO DI PAGAMENTO, RIMBORSO, REINCAS
           SO, ANNULLAMENTO, SEGNALAZIONE AL SETTORE  RECUPERO  CREDITI,
           SONO  INOLTRATE  ALLE  FASI CHE SI  CONCLUDONO CON L'AGGIOR-
           NAMENTO DEL DATA BASE CENTRALE DELLE AZIENDE E CON LA CANCEL-
           LAZIONE DALL' ARCHIVIO LOCALE DELLE NOTE DI RETTIFICA ( PER
           "ANNULLATE"  DEVONO INTENDERSI ANCHE LE NOTE IL CUI SALDO, A
           SEGUITO  DI  VARIAZIONE,RISULTA DI IMPORTO  NON  ADDEBITABILE
           OVVERO NON RIMBORSABILE).
               PER  LE  OPERAZIONI  DI  DEFINIZIONE  VENGONO  UTILIZZATI
           DOCUMENTI  RIEPILOGATIVI  DENOMINATI,  IN  QUESTA  PROCEDURA,
           MODELLI  SC28 (IN REALTA' CORRISPONDENTI A SC7/24 DI TIPO  C,
           D, E, F) ANCHE SE COSTITUITI IN MODO VIRTUALE DALLA PROCEDURA
           PER  RAGIONI   DI   OMOGENEITA' STRUTTURALE  PER  I  PREVISTI
           ADEMPIMENTI   AMMINISTRATIVO/CONTABILI   NECESSARI   PER   IL
           COMPLETAMENTO  DELLE  FASI DELLA  PROCEDURA  (  ANNULLAMENTO,
           DEFINIZIONE "PICCOLE DIFFERENZE").
               ANALOGAMENTE AVVIENE PER I "RIMBORSI" DI NOTE DI RETTIFI-
           CA PASSIVE OVVERO DI SALDI PASSIVI DA DM10 RISULTATI ESATTI
           ALL' ACQUISIZIONE.  IN TALI CASI, COM'E' NOTO, VIENE UTILIZZA
           TO IL MODELLO "IP6/BIS". TALE MODULO, PER POTER ESSERE GESTI-
           TO, DEVE AVERE LA STESSA "STRUTTURA" DELLE REGISTRAZIONI DENO
           MINATE SC7/24, PER ESSO IL RELATIVO PROGRAMMA FORNIRA' AUTOMA
           TICAMENTE UN ELEMENTO CONTABILE CHE CORRISPONDE AL " N. DOCU-
           MENTO" DEI MODD. SC7/24; AL "N ARTICOLO", INVECE, CORRISPONDE
           RA'  IL  NUMERO DEL MODELLO IP6/BIS CHE E' COMPOSTO  COME  DI
           CONSUETO,  DI 6 CIFRE DI CUI LA PRIMA RAPPRESENTA IL  NUMERO-
           UNITA'  DELL'  ANNO CORRENTE, LA SECONDA  IL  CODICE  UFFICIO
           EMITTENTE E LE ULTERIORI QUATTRO IL VERO E PROPRIO PROGRESSI-
           VO NELL'AMBITO DELL'UFFICIO EMITTENTE.
             STRUTTURA DELLA REGISTRAZIONE SC28
             ----------------------------------
               IL MODELLO RIEPILOGATIVO ( SC28 / IP6-BIS) HA LA FUNZIONE
           DI  CONSENTIRE LA TRASMISSIONE,  RIPARTIZIONE,  AGGIORNAMENTO
           ARCHIVI   DELLA  PROCEDURA  E  PUO'  ESSERE  CONSIDERATO   UN
           "CONTENITORE"   DESTINATO  A    RAGGRUPPARE,   PER    SINGOLE
           FATTISPECIE OMOGENEE, TUTTE LE SITUAZIONI "DEFINITE" PRESENTI
           NEL  D.S. 66.
               E'  OPPORTUNO  DISTINGUERE  IN DUE  GRUPPI  LE  "PRATICHE
            DEFINITE":
                  1) MODD. DM10-RA  PAGATI O  DA TRASMETTERE AL  SETTORE
                     "RECUPERO CREDITI", MODD. DM10-RP E DM10 PASSIVI DA
                     REINCASSARE.
                  2) "NOTE" ATTIVE O PASSIVE DEFINITE PER ANNULLAMENTO O
                     PER RIMBORSO.
               PER I CASI RIENTRANTI NEL GRUPPO 1) DEVE ESSERE COMPILATO
           UN MOD. SC28 CARTACEO CON LE MODALITA' CHE SARANNO IN SEGUITO
           DESCRITTE.
               PER I CASI RIENTRANTI NEL SECONDO GRUPPO GLI ELEMENTI CHE
           CARATTERIZZANO IL MODELLO SC28 SONO, IN TUTTO OD IN PARTE, AT
           TRIBUITI AUTOMATICAMENTE DALLA PROCEDURA.
               LA   REGISTRAZIONE   DEL   MODELLO  SC28  HA LA  SEGUENTE
           CONFIGURAZIONE:
                     T AAAAAA NNNNN IN CUI:
           T = TIPO : PUO' ASSUMERE I VALORI DI SEGUITO DESCRITTI CON LE
                      RELATIVE FATTISPECIE CHE RAGGRUPPA:
                      C =  DM1OM/RA DA TRASFERIRE AL  SETTORE  "RECUPERO
                           CREDITI  PERCHE' INSOLUTI OVVERO COMPRESI  IN
                           DOMANDA DI CONDONO AI SENSI DELLA L. 166/91;
                      D = "NOTE" DI RETTIFICA PASSIVE E DM1OM CON SALDO
                          PASSIVO   ESATTO  DA  TRASFERIRE  AL   SETTORE
                          "RECUPERO  CREDITI"  PER  COMPENSAZIONE  O  IN
                          QUANTO COMPRESI IN DOMANDA DI CONDONO AI SENSI
                          DELLA LEGGE 166/91;
                      E = TUTTE LE REGISTRAZIONI CON SALDO PASSIVO PER
                          LE QUALI VIENE DISPOSTO IL RIMBORSO (IP6/BIS);
                      F = TUTTE LE NOTE DI RETTIFICA  CON  SALDO  ATTIVO
                           PAGATE;
                          TUTTE LE NOTE DI RETTIFICA CON SALDO ATTIVO  O
                          PASSIVO:
                          - DA STORNARE IN QUANTO IL SALDO DELLA RETTIFI
                            CA RIENTRA NEI LIMITI DELLA NON ADDEBITABILI
                            TA' O NON RIMBORSABILITA' (SC28 VIRTUALE);
                          - ANNULLATE A SEGUITO DI VARIAZIONE;
                          - ANNULLATE SENZA VARIAZIONI.
           AAAAAA = ART.:   PER IL TIPO "F", LIMITATAMENTE  ALLE NOTE DI
                            RETTIFICA PAGATE, TALE NUMERO CORRISPONDE AL
                            VALORE FORNITO DAL SETTORE COMPETENTE PER LA
                            CONTABILITA' QUALE NUMERO DI PARTITA.
                            PER I TIPI "C" E "D" IL NUMERO DELL'ARTICOLO
                            VIENE   ATTRIBUITO  DALL'  OPERATORE   DELLA
                            "ISOLA DI PRODUZIONE".
                            PER IL TIPO "E", ESSO CORRISPONDE AL " NUME-
                            RO IP6/BIS" CHE, COME IN PRECEDENZA ILLUSTRA
                            TO, E' COMPOSTO DI 6 CIFRE.
                            PER  LE  RIMANENTI SITUAZIONI  COMPRESE  NEL
                            TIPO "F", IL NUMERO DELL'ARTICOLO VIENE AT-
                            TRIBUITO CONVENZIONALMENTE DAL SISTEMA (VE-
                            DERE, IN PROPOSITO, IL SUCCESSIVO PARAGRAFO
                            DEDICATO ALLA DEFINIZIONE DELLE "PICCOLE DIF
                            FERENZE" E DELLE RETTIFICHE ANNULLATE).
           NNNNN = NUMERO:  E' ESPRESSO NELLA CONSUETA FORMA AMMGG ( AN-
                            NO   MESE  GIORNO) ED INDICATA  QUALE  "DATA
                            CONTABILE"  DAL  SETTORE COMPETENTE  PER  LA
                PER  IL  TIPO  "E"  IL NUMERO  "SC28"  VIENE DETERMINATO
          AUTOMATICAMENTE  DAL PROGRAMMA E VISUALIZZATO  NELLA  MEDESIMA
          FORMA  GIA'  INDICATA (AMMGG) CON RIFERIMENTO  ALLA  DATA  DEL
          SISTEMA.  DI  TALE  NUMERO, COME  SARA'  AMPIAMENTE  DETTO  IN
          SEGUITO, L'OPERATORE AL TERMINALE DEVE PRENDERE DEBITA NOTA.
                PER I TIPI "C" E "D" TALE NUMERO VIENE ATTRIBUITO  DALLO
          OPERATORE DELL' "ISOLA DI PRODUZIONE".
                PER IL TIPO "F" ( LIMITATAMENTE ALLE NOTE PAGATE )  ESSO
          VIENE INDICATO , SUL MOD. SC7/24, DAL SETTORE  COMPETENTE  PER
          GLI ADEMPIMENTI CONTABILI.
                PER LE RESTANTI SITUAZIONI COMPRESE NEL TIPO "F" IL "NU-
          MERO SC28" VIENE ATTRIBUITO  AUTOMATICAMENTE DALLA  PROCEDURA
          CON RIFERIMENTO ALLA DATA DEL SISTEMA.
                CHIUSURA MODD. SC 28 PER AVVIO ALLE FASI SUCCESSIVE
                ---------------------------------------------------
               LA CHIUSURA DELLE REGISTRAZIONI DENOMINATE SC28  AVVIENE,
          DI NORMA, OGNI QUALVOLTA, ACQUISITI I DOCUMENTI AD ESSE  RIFE-
          RITI, SE NE RILEVI LA "QUADRATURA" E SI DISPONGA L'INOLTRO AL-
          LE FASI SUCCESSIVE ( STRINGATURA, TRASMISSIONE,  RIPARTIZIONE,
          AGGIORNAMENTO ARCHIVI LOCALI).
               DI TUTTI I MODD. SC7/24 (IN FUNZIONE DI SC28) COSI' DEFI
          NITI  (SI  TRATTA DI QUELLI AVENTI TIPO "C",  "D",  "E",  "F")
          VIENE   ESPOSTO IL RISULTATO DELLA RIPARTIZIONE CONTABILE  SUL
          BIGLIETTO CONTABILE DI RIPARTIZIONE MENSILE DEI MODELLI DM2.
               I MODD. SC28 RIPARTITI SARANNO ELENCATI IN SEPARATA LISTA
          IN CODA AL BIGLIETTO CONTABILE STESSO.
               LE RETTIFICHE ANNULLATE SENZA VARIAZIONI ED I MODD. DM10M
          PASSIVI  ANNULLATI  PRESENTI NEL MOD. SC28 NON  SONO  SOGGETTI
          ALLA  FASE  DI STRINGATURA E RIPARTIZIONE IN  QUANTO,  PER  LE
          PRIME NON SUSSISTONO "DIFFERENZE" DA RIPARTIRE E PER I SECONDI
          LA RIPARTIZIONE E' AVVENUTA IN PROCEDURA BASE.
               SONO, PERALTRO, SOGGETTE ALLA RIPARTIZIONE LE NOTE DI RET
          TIFICA ATTIVE O PASSIVE IL CUI SALDO, ORIGINARIAMENTE ADDEBITA
          BILE O RIMBORSABILE, E' DIVENUTO (A SEGUITO DI VARIAZIONE) PA-
          RI A "PICCOLA DIFFERENZA".
               LE NOTE DI RETTIFICA ATTIVE E/O  PASSIVE IL CUI SALDO NON
          SUPERA L' IMPORTO DEFINIBILE "PICCOLA DIFFERENZA" SONO RAGGRUP
          PATE, MEDIANTE L' ATTIVAZIONE DELL' OPZIONE   " CREAZIONE DEL
          SC/28 VIRTUALE", UNITAMENTE CON QUELLE ANNULLATE ( CON O SENZA
          VARIAZIONI), IN SC28 DI TIPO "F" IL CUI NUMERO IDENTIFICATIVO
          E' COSTITUITO COME SEGUE:
                      - UN NUMERO FISSO DI QUATTRO NOVE (9999)
                      - UN PROGRESSIVO DI ATTIVAZIONE NELL' ANNO CHE NON
                        PUO' SUPERARE IL VALORE 99.
               PER GLI ADEMPIMENTI  OPERATIVI PER LA  DEFINIZIONE DELLE
          PICCOLE DIFFERENZE" SI RINVIA ALL'APPOSITO PARAGRAFO.
             NORME OPERATIVE
             ---------------
             ATTIVANDO L' OPZIONE 5 DEL PANNELLO  MAIN  DEL  PROGRAMMA
         "5100" VIENE RESO DISPONIBILE IL SEGUENTE PANNELLO:
              ***************************************************
              *  P R O C E D U R A   R E T T I F I C A T I V I  *
              *    S U   S O T T O S I S T E M A   "8 1 0 0"    *
              *              D E F I N I Z I O N E              *
              ***************************************************
    OPZIONI:
             1) PAGAMENTO
             2) RIMBORSO
             3) PASSAGGIO ALL' U.R.
             4) INOLTRO ALLE FASI SUCCESSIVE
             5) DISPLAY E/O STAMPA MODELLI IN LAVORAZIONE
             6) CREAZIONE SC28 VIRTUALE
             7) STRINGATURA
              DIGITA OPZIONE: _
                           AP2 PER TERMINARE
        5.1 )  PAGAMENTO
               ---------
              IL PAGAMENTO DEL SALDO DELLA NOTA DI RETTIFICA ATTIVA DEVE
         ESSERE  EFFETTUATO UTILIZZANDO LA CEDOLA CONTENUTA NEL  MODELLO
         DM10/RA.
              SI RENDE OPPORTUNO SOTTOLINEARE CHE I DATI RIPORTATI SULLA
         CEDOLA NON POSSONO IN NESSUN CASO ESSERE MODIFICATI.LE SAP SONO
         PERTANTO  INVITATE  A PRENDERE LE INIZIATIVE DEL  CASO TENDENTI
         A  SCORAGGIARE L'UTILIZZO DI CEDOLE NON REGOLARI.
              PERALTRO QUALORA PERVENGANO VERSAMENTI RELATIVI A NOTE  DI
         RETTIFICA EFFETTUATI CON MEZZI DIVERSI DALLA CEDOLA PRESTAMPATA
        IL   CUI   IMPORTO   NON  CORRISPONDA  A    QUELLO   MEMORIZZATO
        NELL'ARCHIVIO D.S. 66 GLI STESSI VANNO ACQUISITI COME "DOCUMENTO
        DIVERSO"  E    VANNO   EFFETTUATI   GLI   OPPORTUNI   INTERVENTI
        SULLA NOTA DI RETTIFICA INTERESSATA.
               LE  NOTE  DI RETTIFICA ATTIVE VENGONO  CONTABILIZZATE  AL
        MOMENTO DELLA RISCOSSIONE. LA RILEVAZIONE DEL FLUSSO FINANZIARIO
        VIENE EFFETTUATA MOVIMENTANDO, IN AVERE, IL CONTO GPA 54/83.  LA
        SEGNALAZIONE SULL'ARCHIVIO DELLE NOTE DI RETTIFICA DELL'AVVENUTO
        VERSAMENTO  DETERMINA  ANCHE LA RIPARTIZIONE DELLA  RETTIFICA E
        L'EMISSIONE   DEL   RELATIVO   BIGLIETTO   CONTABILE   CON    LA
        MOVIMENTAZIONE, IN DARE, DEL CONTO GPA 53/83.
               I  DOCUMENTI   DI  PAGAMENTO  PERVENGONO   ALL'ISOLA   DI
         PRODUZIONE   DALL'  UFFICIO  COMPETENTE  PER  LA   CONTABILITA'
         IN ALLEGATO AL MODELLO "SC7/24 R"  DI TIPO "F".
              L'OPERATORE  DELL'ISOLA PRENDERA' IN CARICO DETTO  MODELLO
         ED ANNOTERA' SUL REGISTRO DI CARICO/SCARICO DEI MODELLI SC7/24
         DI  TIPO  "F" APPOSITAMENTE ISTITUITO, IL  NUMERO,  L'ARTICOLO,
         L'IMPORTO E LA DATA DI CARICO (VEDI ALLEGATO N. 5)(*).
              NUMERATA PROGRESSIVAMENTE CIASCUNA RIGA DEL REGISTRO,  CON
         IL   PROGRESSIVO  ATTRIBUITO  AD  OGNI  MODELLO  SC7/24   SARA'
         POSSIBILE REPERIRE AGEVOLMENTE LA REGISTRAZIONE ALL'ATTO  DELLO
         SCARICO.
              SI PROCEDERA' QUINDI ALL' ACQUISIZIONE DI CIASCUNA  CEDOLA
         O  DOCUMENTO  CONTENUTO  NEL  MODELLO  RIEPILOGATIVO   MEDIANTE
         LETTURA OTTICA (IN AUTOMATICO O IN SEMI-AUTOMATICO) O  MEDIANTE
         TASTIERA.
              SELEZIONANDO L'OPZIONE "1", DA  UTENTE CON  IDENTIFICATIVO
         COMPRESO TRA IL VALORE "100" E "139", VIENE RICHIESTA L'INDICA-
         ZIONE DEL CONTO D' IMPUTAZIONE DELLE RETTIFICHE PAGATE CHE PUO'
         ASSUMERE I SEGUENTI VALORI:
                  -  5264 PER DOCUMENTI FINO AL 31.12.88;
                  -  5483 PER DOCUMENTI DALL'1.1.89.
         ----------------
         (*) TALE ADEMPIMENTO SARA' EFFETTUATO FINO ALL'ATTUAZIONE DEL
         COLLEGAMENTO DELLA PROCEDURA CON L'ARCHIVIO DI CONTROLLO CONTA-
         BILE.
              SUCCESSIVAMENTE VIENE RESO DISPONIBILE IL PANNELLO DI GE-
         STIONE DEL DOCUMENTO DENOMINATO SC28 ( TALE DENOMINAZIONE INDI-
         VIDUA LA "FUNZIONE" DEL DOCUMENTO MENTRE, IN REALTA', COME  NO-
         TO, IL DOCUMENTO CARTACEO E' UN MOD. SC 7/24 A CUI VIENE ATTRI-
         BUITO, COME GIA' DETTO, IL "CODICE TIPO"  F ).
             ***************************************************
             *                                                 *
             *  P R O C E D U R A   R E T T I F I C A T I V I  *
             *    S U   S O T T O S I S T E M A   "8 1 0 0"    *
             *                                                 *
             ***************************************************
           A = ACQUISIZIONE
           V = VARIAZIONE                              SC28   = 1
           D = DISPLAY E/O STAMPA
           C = CANCELLAZIONE                        DOCUMENTO = 2
           Q = QUADRATURA
           _   <= DIGITA FUNZIONE              DIGITA OPZIONE => _
                CHIAVE SC28                PROGR. DOCUMENTO
                F_      _                        _
                                 AP2  PER USCIRE
                          INVIO PER NUOVA ACQUISIZIONE
       5.1.A )  FUNZIONE " A " : ACQUISIZIONE
                -----------------------------
              QUESTA FUNZIONE CONSENTE L' ACQUISIZIONE DEI DATI IDENTI-
         FICATIVI DEL MOD "SC28".
              PER IL TERMINE "DOCUMENTO" PRESENTE NEL PANNELLO IN USO,
         DEVE  INTENDERSI  LA  SINGOLA  CEDOLA  O  ALTRO  DOCUMENTO   DI
         PAGAMENTO DELLA NOTA DI RETTIFICA ATTIVA (*).
                           ACQUISIZIONE MOD. SC28
                           ----------------------
              ALL' INIZIO DELLE OPERAZIONI DI ACQUISIZIONE, BISOGNA DI-
         GITARE "A" PER LA FUNZIONE E "1" PER L' OPZIONE; INDI E' NECES-
         SARIO IMMETTERE I DATI CARATTERIZZANTI IL MOD. SC28 INTERESSATO
         (  ARTICOLO E NUMERO NELLA FORMA "AAAAAA","NNNNN"; IL TIPO  "F"
          E'  GIA'  PREIMPOSTATO  DAL PROGRAMMA )  MENTRE  E'  SUPERFLUA
          L'INDICAZIONE DEL "PROGRESSIVO DOCUMENTO".
 -------------------------------
 (*) ALLO SCOPO DI EVITARE UN ECCESSIVO FRAZIONAMENTO DELLE OPERAZIONI
     DI ACQUISIZIONE, VERIFICA QUADRATURA, ECC. E' STATO RITENUTO OP-
     PORTUNO SUPERARE L' INDICAZIONE DEL MODELLO DM 11.
     PERTANTO ANCHE SE SI RISCONTRASSE LA MATERIALE ESISTENZA DEL DOCU-
     MENTO CARTACEO PREDETTO, ESSO NON DEVE ESSERE PRESO IN CONSIDERA-
     ZIONE AI FINI DELLA PRESENTE PROCEDURA AUTOMATIZZATA.
              PREMENDO IL TASTO INVIO APPARIRA' IL SEGUENTE PANNELLO:
              ***************************************************
              *                                                 *
              *  P R O C E D U R A   R E T T I F I C A T I V I  *
              *   A C Q U I S I Z I O N E   M O D.  "S.C. 28"   *
              *                                                 *
              ***************************************************
                          NUMERO        AAAAAA
                          TIPO               F
                          NUM.ART.       NNNNN
                          IMPORTO    _
                          COD.UFF.ACCETT.    _
                          NUMERO CEDOLE      _
                        AP2 PER TORNARE AL MAIN
                      INVIO PER ACQUISIRE
              QUESTO   PANNELLO  DEVE  ESSERE  COMPLETATO  CON  I   DATI
         RICHIESTI,  INSERITI I  QUALI, E PREMUTO IL TASTO  "INVIO",  SI
         EFFETTUANO I CONTROLLI SULLA PRESENZA DI DATI IN TUTTI I CAMPI.
              ESAURITI I CONTROLLI, ED APPORTATE LE EVENTUALI VARIAZIONI
         AI DATI RISCONTRATI ERRATI, VIENE VISUALIZZATO IL SEGUENTE MES-
         SAGGIO:
               "SC28 ACQUISITO - INVIO PER ACQUISIZIONE CEDOLE "
              A QUESTO PUNTO, PREMENDO IL TASTO INVIO, VIENE PRESENTATO
         IL SEGUENTE PANNELLO DI "SCELTA TIPO DI ACQUISIZIONE" :
             **********                     **********
             ****   ACQUISIZIONE     RETTIFICHE   ****
             **********                     **********
               SC28 IN LAVORAZIONE  T AAAAAA NNNNN
    BATTI: 1 PER ACQUISIRE DA LETTORE IN AUTOMATICO
           2 PER ACQUISIRE DA LETTORE IN SEMIAUTOMATICO
           3 PER ACQUISIRE DA TASTIERA
           4 PER ACQUISIRE DOCUMENTI DIVERSI
             OPZIONE ==>_
             PREMI: INVIO PER INIZIARE
                      AP2  PER RITORNARE AL MAIN
       5.1.A.1: ACQUISIZIONE CEDOLE DA LETTORE IN AUTOMATICO
                --------------------------------------------
                E' CONSENTITA LA LETTURA OTTICA DELLE CEDOLE DA DM10/RA;
          PERALTRO, QUALORA LA SEDE,  PER RAGIONI  ORGANIZZATIVE LOCALI
          CONTINGENTI O SISTEMATICHE, NON NE  RAVVISI  L' ECONOMICITA' O
          L'OPPORTUNITA' IN RAPPORTO ALLE OPERAZIONI PROPEDEUTICHE E SUC
          CESSIVE A QUELLE DI LETTURA VERA E PROPRIA, PUO' RICORRERE AL-
          L' ACQUISIZIONE DA TASTIERA UTILIZZANDO L'OPZIONE N. 3.
                ATTIVATA LA SUDDETTA OPZIONE "1", IL PROGRAMMA LEGGE LE
          CEDOLE,PREVENTIVAMENTE INSERITE NELL'APPOSITO ALIMENTATORE DEL
          LETTORE OTTICO, SCARTANDO QUELLE CHE, PER UN QUALSIVOGLIA MOTI
          VO (ERRORE DI LETTURA DEL CHECK DIGIT, LIMITATA CHIAREZZA DEL-
          LA CODE-LINE,ECC.) RISULTANO ILLEGIBILI.
                   LE SUDDETTE CEDOLE SCARTATE POSSONO ESSERE RIPROPOSTE
          REINSERENDOLE NELL'ALIMENTATORE E, SE NUOVAMENTE SCARTATE, DE-
          VONO ESSERE ACQUISITE CON ALTRA MODALITA' ( ACQUISIZIONE SEMI-
          AUTOMATICA O DA TASTIERA).
       5.1.A.2: ACQUISIZIONE CEDOLE DA LETTORE IN SEMIAUTOMATICO
                ------------------------------------------------
                   ATTIVATA L'OPZIONE N. 2, IL PROGRAMMA SI COMPORTA CO-
          ME PER L' OPZIONE "1".
                   PERALTRO, NEL CASO IN CUI LA LETTURA DELLA CODE-LINE
          NON VENGA CORRETTAMENTE EFFETTUATA, LA CEDOLA INTERESSATA NON
          VIENE "SCARTATA" MA LA CODE-LINE MEDESIMA SARA' VISUALIZZATA
          SUL MONITOR DELL' APPARECCHIATURA, INTERROMPENDO IL CICLO DI
          LETTURA CONSENTENDO ALL' OPERATORE DI INTERVENIRE PER APPORTA-
          RE LE OPPORTUNE VARIAZIONI AI DATI LETTI.
                   A CORREZIONE AVVENUTA IL PROGRAMMA PASSERA' AUTOMATI-
          CAMENTE ALLA LETTURA DELLE ALTRE CEDOLE CONTENUTE NELL' ALIMEN
          TATORE.
       5.1.A.3: ACQUISIZIONE CEDOLE DA TASTIERA
                -------------------------------
                QUALORA LA SEDE, PER MOTIVI DI ECONOMICITA' E/O DI OP-
          PORTUNITA' (ESIGUO NUMERO DI CEDOLE PRESENTI IN CIASCUN MODEL-
          LO  SC28 DI TIPO "F", PAGAMENTO EFFETTUATO CON  MEZZO  DIVERSO
          DALLA CEDOLA OD ALTRO),  PROVVEDA  AD  ACQUISIRE  I  PAGAMENTI
          MEDIANTE  INPUT  MANUALE,  SI AVVALE  DI  QUESTA  OPZIONE  CHE
          PROPONE IL SEGUENTE PANNELLO DOPO AVER PREMUTO IL TASTO INVIO:
               ****************************************************
               **              ACQUISIZIONE  CEDOLE              **
               **                TRAMITE TASTIERA                **
               ****************************************************
                      SC28  IN LAVORAZIONE   X  XXXXXX  XXXXX
 C O D I C E    E M I S S I O N E
       MATRICOLA                     PROG.
        AZIENDA                      RETT.
      _                             _
      _                             _
      _                             _
      _                             _
      _                             _
      _                             _
      _                             _
      _                             _
      _                             _
      _                             _
 PREMERE AP2 PER RITORNARE AL MAIN    INVIO PER ACQUISIRE
               IL PANNELLO PREVEDE L'ACQUISIZIONE DELLA MATRICOLA AZIEN
          DA E DEL PROGRESSIVO RETTIFICA RELATIVI A DIECI CEDOLE DI PAGA
          MENTO CON POSSIBILITA' DI ALTRI PANNELLI PER ULTERIORI ACQUI-
          SIZIONI.
                TERMINATA L'ACQUISIZIONE DEL PANNELLO LA DIGITAZIONE DEL
          TASTO "INVIO" DA' INIZIO AI CONTROLLI  FORMALI  E  LOGICI  SUI
          DATI ACQUISITI.
                OGNI MOTIVAZIONE DI ERRORE VIENE EVIDENZIATA MEDIANTE IL
          POSIZIONAMENTO DEL CURSORE SULLA RIGA INTERESSATA ACCOMPAGNATO
          DA IDONEO  MESSAGGIO ESPLICATIVO PER GLI OPPORTUNI INTERVENTI
          DA PARTE DELL'OPERATORE.
        - SE SI TRATTA DI UN ERRORE MATERIALE DI DIGITAZIONE L'OPERATORE
          PROVVEDE A DIGITARE IL DATO CORRETTO E PROSEGUE NELL'ACQUISI-
          ZIONE OVVERO CHIEDE LA QUADRATURA DEL MOD. SC7/24 IN LAVORA-
          ZIONE SE NON VI SONO ALTRE CEDOLE DA ACQUISIRE;
        - SE TUTTI I DATI DIGITATI RISULTANO ESATTI RISPETTO ALLA CEDO-
          LA (PUO' TRATTARSI DI UNA RETTIFICA NON ANCORA CARICATA SUL
          D.S. 66 OVVERO DI UNA RETTIFICA "FUORI SEDE") BISOGNA ESCLUDE-
          RE LA CEDOLA PER ACQUISIRLA QUALE DOCUMENTO DIVERSO;
        - SE UNO O PIU' DOCUMENTI NON SI RIFERISCONO A CEDOLE DI PAGAMEN
          TO DI RETTIFICA ATTIVA ESSI VANNO CONSIDERATI "DOCUMENTI DIVER
          SI" PER LE CUI MODALITA' DI ACQUISIZIONE SI RIMANDA ALLA TRAT-
          TAZIONE DELLA RELATIVA OPZIONE.
                SUPERATI CON SUCCESSO TUTTI I CONTROLLI PREVISTI,IL PAN-
          NELLO PRECEDENTE VIENE AUTOMATICAMENTE IMPLEMENTATO CON I DATI
          CHE RICOSTRUISCONO IL CODICE DI EMISSIONE PRESENTE SULLA CEDO-
          LA IN CORSO DI ACQUISIZIONE COME SI EVINCE DAL PANNELLO CHE DI
          SEGUITO SI RIPORTA:
               ****************************************************
               **              ACQUISIZIONE  CEDOLE              **
               **                TRAMITE TASTIERA                **
               ****************************************************
                      SC28  IN LAVORAZIONE   X  XXXXXX  XXXXX
 C O D I C E    E M I S S I O N E
 TIPO   MATRICOLA    PER.     DATA    PROG.      IMPORTO
 RETT    AZIENDA    RIFER.   DM10/M   RETT.     RETTIFICA
 XX     XXXXXXXXXX   XXXX    XXXXXX   XXXX     XXXXXXXXXXXX  _
 XX     XXXXXXXXXX   XXXX    XXXXXX   XXXX     XXXXXXXXXXXX  _
 XX     XXXXXXXXXX   XXXX    XXXXXX   XXXX     XXXXXXXXXXXX  _
 XX     XXXXXXXXXX   XXXX    XXXXXX   XXXX     XXXXXXXXXXXX  _
 XX     XXXXXXXXXX   XXXX    XXXXXX   XXXX     XXXXXXXXXXXX  _
 XX     XXXXXXXXXX   XXXX    XXXXXX   XXXX     XXXXXXXXXXXX  _
 XX     XXXXXXXXXX   XXXX    XXXXXX   XXXX     XXXXXXXXXXXX  _
 XX     XXXXXXXXXX   XXXX    XXXXXX   XXXX     XXXXXXXXXXXX  _
 XX     XXXXXXXXXX   XXXX    XXXXXX   XXXX     XXXXXXXXXXXX  _
 XX     XXXXXXXXXX   XXXX    XXXXXX   XXXX     XXXXXXXXXXXX  _
 DIGITARE "Y" ACCANTO ALLE RIGHE DA MEMORIZZARE
 PREMERE AP2 PER RITORNARE AL MAIN   PF1 PER VARIARE I DATI ACQUSITI
                L' OPERATORE, DOPO AVER CONTROLLATO L'ESATTEZZA DEI CODI
          CI DI EMISSIONE EVIDENZIATI, DEVE DIGITARE IL CARATTERE "Y" IN
          CORRISPONDENZA DI OGNI RIGA DEL PANNELLO DI CUI SI RICHIEDE LA
          MEMORIZZAZIONE.
                IN CASO DI DISCORDANZA BASTERA' OMETTERE LA "Y" PER NON
          PROCEDERE ALLA DEFINIZIONE DELLA REGISTRAZIONE DISCORDANTE.
                SE INVECE LA DISCORDANZA E' DA IMPUTARE AD UN' ERRATA DI
          GITAZIONE DEI DATI DI RIFERIMENTO ( MATRICOLA E  PROGRESSIVO
          RETTIFICA) IL TASTO "PF1" CONSENTE DI APPORTARE LE OPPORTUNE
          VARIAZIONI AI DATI CHE HANNO ORIGINATO L'ERRATA INDIVIDUAZIONE
          DELLA RETTIFICA CHE SI INTENDEVA DEFINIRE.
                TERMINATA L'ACQUISIZIONE DEVE ESSERE ATTIVATA L' OPZIONE
          DI QUADRATURA DEL MODELLO SC28, SE I DATI DICHIARATI ED ACQUI-
          SITI  CONCORDANO. IN CASO DI DISCORDANZA DEI DATI E' NECESSA-
          RIO PROCEDERE ALLE OPPORTUNE MODIFICHE FACENDO RICORSO  ALLA
          FUNZIONE DI VARIAZIONE ( DEL MODELLO SC28OPPURE DELLA SINGOLA
          CEDOLA) PRIMA DI RIATTIVARE LA  FUNZIONE DI QUADRATURA.
                DOPO  LA QUADRATURA, E LA RICHIESTA DI  EMISSIONE  DELLA
          RELATIVA LISTA, IL  DOCUMENTO  LAVORATO  DEVE ESSERE INOLTRATO
          ALLE  FASI  SUCCESSIVE MEDIANTE L'OPZIONE 4  DEL  PANNELLO  DI
          DEFINIZIONE.
                QUALORA IL MOD. SC28 DI TIPO "F" QUADRATO, PRESENTI DOCU
          MENTI "RICICLATI" (MANCATI ABBINAMENTI IN D.S. 66) L' INOLTRO
          ALLA FASE SUCCESSIVA COMPORTERA' LA RIPARTIZIONE DELLE SOLE
          CEDOLE DI DM10/RA ANDATE A BUON FINE.
                L'OPERATORE DELL'ISOLA, OTTENUTA LA STAMPA DELLA "LISTA
          DI QUADRATURA", RIPORTA NELL'APPOSITO REGISTRO, IN CORRISPON-
          DENZA DELL'ANNOTAZIONE RELATIVA AL CARICO, LA DATA DI SCARICO
          DEL MODELLO SC28 E L'INDICAZIONE DI EVENTUALI DOCUMENTI RICI-
          CLATI.
                ARCHIVIA IL MODELLO SC28 CON LE CEDOLE DI PAGAMENTO.
                IN FASE D'ACQUISIZIONE DELLE CEDOLE DI VERSAMENTO VIENE
          RILEVATO  AUTOMATICAMENTE  L'  EVENTUALE  RITARDATO  PAGAMENTO
          DELL'IMPORTO ADDEBITATO CON LA NOTA DI RETTIFICA.
               LA RILEVAZIONE E' EFFETTUATA PONENDO A CONFRONTO LA "DATA
          DI SCADENZA" DELLA RETTIFICA (ELEMENTO PRESENTE NELLA COMPOSI-
          ZIONE DELLA CODE-LINE) CON IL "NUMERO SC 28" CHE CORRISPONDE
          NORMALMENTE ALLA "DATA CONTABILE".
                POICHE' QUESTA DATA NON E' UGUALE  A QUELLA DI EFFETTIVO
          PAGAMENTO DELLE SINGOLE CEDOLE COMPRESE NELLO STESSO MODELLO
          SC28 E CONSIDERATO CHE ESSA E' SUCCESSIVA DI ALMENO TRE GIORNI
          RISPETTO A QUELLA DI VERSAMENTO, SI E' STABILITO DI RITENERE
          VERSATE ENTRO IL TERMINE CONCESSO TUTTE LE CEDOLE  LA CUI DATA
          DI  SCADENZA  NON SIA ANTERIORE DI TRE  GIORNI  RISPETTO  ALLA
          DATA  INSITA  NEL "NUMERO SC 28". IN TUTTI GLI ALTRI  CASI  LE
          CEDOLE SONO DA CONSIDERARE PAGATE IN RITARDO.
               LE "CEDOLE" COSI' INDIVIDUATE VENGONO EVIDENZIATE CON  LE
          SEGUENTI MODALITA':
              *  CON LA DICITURA " PAGATA IN RITARDO " APPOSTA NELLA CO-
                 LONNA "ANNOTAZIONI" DELLA LISTA DOCUMENTI  ALLEGATA  AL
                 PROSPETTO DI QUADRATURA DEL MOD. SC28 DI PROVENIENZA;
              *  CON LA LORO ELENCAZIONE SU UNA LISTA "AD HOC" DENOMINA-
                 TA "LISTA DELLE CEDOLE PAGATE IN RITARDO" E SU CUI SONO
                 RIPORTATI I SEGUENTI ELEMENTI:
                    -  DATI IDENTIFICATIVI DEL MOD. SC 28 (TIPO, ARTICO-
                       LO, NUMERO);
                    -  NUMERO PROGRESSIVO DELLA CEDOLA NELL' AMBITO  DEL
                       MOD. SC 28 DI PROVENIENZA (QUALORA IN CORRISPON-
                       DENZA DELLA POSIZIONE INDICATA DA TALE NUMERO NON
                       FOSSE REPERITA LA CEDOLA CHE INTERESSA  -  E CIO'
                       PUO' ESSERE DOVUTO A CANCELLAZIONE DI CEDOLE  PER
                       MOTIVI VARI  -  LA POSIZIONE REALE VA RICERCATA,
                       SE NECESSARIO, CON L'AUSILIO DELLA "LISTA DOCUMEN
                       TI" ANNESSA AL PROSPETTO RELATIVO ALLA QUADRATURA
                       DEL MOD. SC 28 IN QUESTIONE);
                    -  MATRICOLA AZIENDALE;
                    -  PROGRESSIVO RETTIFICA NELL'AMBITO AZIENDALE;
                    -  PERIODO DI RIFERIMENTO DELLA RETTIFICA;
                    -  IMPORTO CORRISPONDENTE ALLA SOMMA ALGEBRICA DELLE
                       DIFFERENZE TRA "CALCOLATO" E "DENUNCIATO" (*);
                    -  IMPORTO DELLE SANZIONI CIVILI  ADDEBITATE  SULLE
                       PREDETTE "DIFFERENZE" (*);
                    -  DATA DI SCADENZA DELLA RETTIFICA;
                    -  "ANNOTAZIONI". TALE COLONNA E' A DISPOSIZIONE DEL
                       L'  "ISOLA  DI PRODUZIONE";  PERTANTO  RISULTERA'
                       SEMPRE VUOTA AD ECCEZIONE DEL CASO DESCRITTO IN
                       NOTA (*)  RICORRENDO IL QUALE VERRA' IMPOSTATA LA
                       DICITURA "SANZ. DA NON AGGIORNARE".
        -------------------------------
         (*)  PUO' AVVENIRE CHE LA CEDOLA ACQUISITA SI RIFERISCA AD UNA
              NOTA DI RETTIFICA IN CUI LA SOMMA ALGEBRICA DELLE DIFFE-
              RENZE O E' UGUALE A ZERO OPPURE E' A CREDITO  DEL  DATORE
              DI LAVORO TALCHE' NON RISULTA PRESENTE L'IMPORTO  DOVUTO
              A TITOLO DI SANZIONI CIVILI SULLE DIFFERENZE ( L'IMPORTO
              ADDEBITATO CON IL MOD.DM 10/RA E' DOVUTO ALLA PRESENZA DI
              SANZIONI IRROGATE AD ALTRO TITOLO ED IL CUI IMPORTO RISUL
              TA MAGGIORE DI QUELLO RICONOSCIUTO A CREDITO DEL DATORE
              DI LAVORO O, NATURALMENTE, DI QUELLO ASSENTE).
                 IN TAL CASO, ESSENDO STATA COMUNQUE RILEVATA DAL PRO-
              GRAMMA LA CIRCOSTANZA DEL RITARDATO PAGAMENTO DELL'IMPOR-
              TO ADDEBITATO, LA CEDOLA SARA' UGUALMENTE LISTATA SIA SUL
              LA "LISTA DOCUMENTI" ANNESSA AL PROSPETTO DI QUADRATURA
              DEL MOD. SC 28, SIA SULLA "LISTA CEDOLE PAGATE IN RITAR-
              DO"; SU QUEST'ULTIMA, NELLA COLONNA "ANNOTAZIONI" RISUL-
              TERA' RIPORTATA LA DICITURA "SANZ. DA NON AGGIORNARE".
                  LA LISTA COSI' EMESSA DEVE ESSERE DEFINITA DALL' OPE-
               RATORE CHE DEVE:
                    -  INDIVIDUARE NEL GRUPPO DI CEDOLE ACQUISITE QUELLE
                       RIPORTATE SULLA LISTA SENZA L'ANNOTAZIONE "SANZ.
                       DA NON AGGIORNARE";
                    -  RILEVARE DALLE PREDETTE CEDOLE LA DATA DI EFFETTI
                       VO PAGAMENTO E TRASCRIVERLA NELLA COLONNA "ANNOTA
                       ZIONI" IN CORRISPONDENZA DELLA REGISTRAZIONE INTE
                       RESSATA;
                    -  CALCOLARE, SULLA BASE DEGLI ELEMENTI PRESENTI NEL
                       LA LISTA IN ESAME, L'AMMONTARE DELLA DIFFERENZA
                       DOVUTA  DALL'AZIENDA A TITOLO DI SANZIONI  CIVILI
                       PER  IL  PERIODO  INTERCORRENTE TRA  LA  DATA  DI
                       SCADENZA DELLA RETTIFICA E LA DATA DI EFFETTIVO
                       VERSAMENTO.
                  QUALORA, A SEGUITO DELLE PREDETTE OPERAZIONI, RISULTI
               A CARICO DELL'AZIENDA UN ULTERIORE DEBITO IL CUI IMPORTO
               VA CONSIDERATO "PICCOLA DIFFERENZA" L' OPERATORE DEVE:
                    -  TRASCRIVERE L'IMPORTO CALCOLATO NELLA COLONNA "AN
                       NOTAZIONI" SULLA RIGA CORRISPONDENTE ALLA NOTA DI
                       RETTIFICA INTERESSATA, APPONENDO, ALTRESI', LA DI
                       CITURA "NON ADDEBITABILE";
                    -  APPORRE, IN CORRISPONDENZA DELLE PREDETTE ANNOTA-
                       ZIONI, LA DATA E LA PROPRIA FIRMA.
                  IN CASO CONTRARIO L'OPERATORE DEVE:
                    - INVIARE ALL'AZIENDA APPOSITA LETTERA DI ADDEBITO
                      (RACCOMANDATA) DALLA QUALE DEVE RISULTARE:
                      -  IL  PERIODO  DI  RIFERIMENTO  DELLA  NOTA   DI
                         RETTIFICA;
                      -  LA SORTA CAPITALE ADDEBITATA;
                      -  LA  SOMMA AGGIUNTIVA COMPLESSIVA  DOVUTA  ALLA
                         DATA DI PAGAMENTO;
                      -  L'  IMPORTO  VERSATO  DA  CONSIDERARE   QUALE
                         ACCONTO;
                      -  IL  TERMINE  ENTRO  IL  QUALE  EFFETTUARE   IL
                         PAGAMENTO DEL RESIDUO.
                    -  ALLEGARE ALLA SUDDETTA LETTERA UN  BOLLETTINO  DI
                       C/C  POSTALE RIPORTANTE NELLA SEZIONE CAUSALE  IL
                       NUMERO  DI MATRICOLA DELL'AZIENDA, IL  CONTO  GPA
                       52/27 ED IL TIMBRO "NOTE DI RETTIFICA";
                    -  APPORRE NELLA COLONNA "ANNOTAZIONI" DELLA  LISTA,
                       IN   CORRISPONDENZA  DI  CIASCUNA   REGISTRAZIONE
                       INTERESSATA, LA DICITURA "DIFFIDATA IL......";
                    -  INSERIRE IN APPOSITA EVIDENZA LA  LISTA IN ESAME
                       DOPO AVERVI ALLEGATE LE COPIE DELLE LETTERE  DI
                       ADDEBITO.
               CON  PERIODICITA'  MENSILE  DEVE  ESSERE  EFFETTUATA   LA
          REVISIONE  DELLA  DOCUMENTAZIONE  IN EVIDENZA  ALLO  SCOPO  DI
          SEGNALARE, TRASCORSO INFRUTTUOSAMENTE IL TERMINE ASSEGNATO PER
          IL  PAGAMENTO, LE AZIENDE INADEMPIENTI AL  SETTORE "RECUPERO
          CREDITI".
               A  TALE  SCOPO VA TRASMESSA TUTTA LA DOCUMENTAZIONE CARTA
          CEA, COMPRESA LA COPIA DELLA LETTERA DI ADDEBITO PRELEVATA DAL
          L' EVIDENZA, E DELLA TRASMISSIONE VA PRESA NOTA IN CORRISPON-
          DENZA DI CIASCUNA REGISTRAZIONE  INTERESSATA CON LA RELATIVA
          DATA NELLA COLONNA "ANNOTAZIONI" DELLA LISTA IN GESTIONE.
               TALE  LISTA SARA'  ARCHIVIATA  SOLO  QUANDO  TUTTE   LE
          REGISTRAZIONI  PRESENTI   RISULTERANNO  DEFINITE  (ARCHIVIATE,
          PAGATE, ECC.).
       5.1.A.4: ACQUISIZIONE DOCUMENTI DIVERSI
                ------------------------------
              TALE ACQUISIZIONE HA LO SCOPO DI OTTENERE COMUNQUE LA QUA-
          DRATURA DEL MOD. SC7/24 DI TIPO "F" IN TRATTAZIONE. DELLA "CE
          DOLA" SCARTATA DEVE ESSERE ACQUISITO IL SOLO IMPORTO UTILIZZAN
          DO IL SEGUENTE PANNELLO CHE SI OTTIENE SELEZIONANDO L'OPZIONE
          "4" SUL PANNELLO RELATIVO ALLA SCELTA TIPO DI ACQUISIZIONE:
               ****************************************************
               **             GESTIONE   RETTIFICHE              **
               **              "DOCUMENTI DIVERSI"               **
               ****************************************************
                    SC28 IN LAVORAZIONE
                               !    IMPORTO   !
                               !   DOCUMENTO  !
                                _
                                _
                                _
                                _
                                _
                                _
                                _
                                _
                                _
                                _
  PREMERE AP2 PER RITORNARE AL MAIN   INVIO PER ACQUISIRE
               OPPORTUNI MSG ESPLICATIVI IN CALCE AL PANNELLO INDICHERAN
          NO I TASTI FUNZIONALI PER LE OPERAZIONI SUCCESSIVE.
               OVVIAMENTE, OVE FOSSE NECESSARIO, L' OPERATORE  PUO',
          PREMENDO INVIO, AVERE A DISPOSIZIONE, DOPO IL PRIMO, UN ULTE-
          RIORE PANNELLO PER ACQUISIRE ALTRI "DOCUMENTI DIVERSI".
               QUANDO L' ACQUISIZIONE DELLE "CEDOLE" O DEI DM10/RA (CON
          QUALUNQUE MODALITA' AVVENUTA ), VIENE COMPLETATA O SOSPESA, IL
          PROGRAMMA VISUALIZZA IL PANNELLO RIEPILOGATIVO DELLA SITUAZIO-
          NE DI ACQUISIZIONE PER IL MODELLO SC7/24 DI TIPO F FINO A QUEL
          MOMENTO :
                   ****************************************
                   ****   ACQUISIZIONE    RETTIFICHE   ****
                   ****    PANNELLO   RIEPILOGATIVO    ****
                   ****************************************
                     SC28 IN LAVORAZIONE  T AAAAAA NNNNN
                         DICHIARATO              ACQUISITO
  IMPORTO     ==>> NNNNNNNN               NNNNNNNN
  NUM.CEDOLE  ==>> NNNN                   NNNN
                      INVIO  PER DISPLAY LISTA CEDOLE
                          PF1  PER STAMPA INTERO SC28
                           AP2  PER RITORNARE AL MAIN
               SE TRATTASI DI SOSPENSIONE, AL MOMENTO DELLA RIPRESA DEL-
          LE OPERAZIONI DI ACQUISIZIONE VIENE VISUALIZZATA ANCHE LA CODE
          LINE DELL'ULTIMA CEDOLA ACQUISITA.
        5.1.V )  FUNZIONE " V " : VARIAZIONE
                 ---------------------------
              LA VARIAZIONE DEI DATI DI UN MOD. SC 28 E, IN PARTICOLARE
          DEL SUO IMPORTO, E' POSSIBILE SOLTANTO SE LE OPERAZIONI DI QUA
          DRATURA DEL DOCUMENTO HANNO EVIDENZIATO CHE, ACQUISITE TUTTE
          LE CEDOLE DISPONIBILI, LA SOMMA DEGLI IMPORTI DI QUESTE ULTIME
          RISULTI INFERIORE ALL'IMPORTO CHE RISULTA "DA ACQUISIRE"  SUL
          MOD. SC28.
               MEDIANTE  LA DIGITAZIONE DELLA FUNZIONE "V", OPZIONE 1 -
          ED  IMMESSI  I  DATI  IDENTIFICATIVI  DEL  MODELLO  SC28,   E'
          POSSIBILE  VARIARE  L'IMPORTO  DEL  DOCUMENTO  SOLTANTO  DALLO
          STESSO UTENTE CHE NE AVEVA CURATA L'ACQUISIZIONE.
               NEL CASO IN CUI, PERALTRO, SIA STATA EVIDENZIATA UNA DIF-
          FERENZA IN PIU' NELL'IMPORTO DELLE CEDOLE ACQUISITE RISPETTO A
          QUANTO INDICATO SUL MOD. SC 28, LA VARIAZIONE PUO' ESSERE ESE-
          GUITA SOLTANTO DAL TERMINALE RISERVATO AL COORDINATORE DELLE
          "ISOLE" CON  IDENTIFICATIVO "166".
        5.1.D )  FUNZIONE " D " : DISPLAY E/O STAMPA
                 -----------------------------------
               CON QUESTA FUNZIONE E' POSSIBILE VISUALIZZARE LO STATO DI
          LAVORAZIONE DI CIASCUN MODELLO SC 28 NONCHE' I DATI SIGNIFICA-
          TIVI DI CIASCUNA REGISTRAZIONE (NOTA DI RETTIFICA) ACQUISITA.
               DIGITATA LA FUNZIONE  "D" OPZIONE 1 ED IMMESSA LA CHIAVE
          DEL MODELLO INTERESSATO, VIENE VISUALIZZATO UN PANNELLO CON I
          DAT  RIEPILOGATIVI DI ACQUISIZIONE DAL QUALE SI OTTIENE IL
          PANNELLO CON LA CODE-LINE DELLE REGISTRAZIONI ACQUISITE:
               ****************************************************
               **         V I S U A L I Z Z A Z I O N E          **
               **     M O D E L L I        A C Q U I S I T I     **
               ****************************************************
                     SC28 DI RIFERIMENTO
  PROGR. !! COD.! PROG. ! PER.!  DATA !PROG.!TIPO!  IMPORTO  ! DATA !
  CEDOLA !! SEDE!AZIENDA! RIF.! PAGAM.!RETT.!RETT! RETTIFICA ! SCAD.!
         !!
         !!
         !!
         !!
         !!
         !!
         !!
         !!
         !!
         !!
         !!
 AP2 PER TORNARE AL MAIN  PF1 PER STAMPARE  INVIO PER PAGINA SUCCESSIVA
               DELLA SITUAZIONE RILEVABILE A VIDEO E' POSSIBILE OTTENERE
          LA STAMPA DA RICHIEDERE PREMENDO IL TASTO PF1.
               CON L'OPZIONE 2 DELLA MEDESIMA FUNZIONE E' POSSIBILE VI-
          SUALIZZARE LA SINGOLA CEDOLA.
       5.1.C)  FUNZIONE " C " : CANCELLAZIONE
               ------------------------------
               LA CANCELLAZIONE DI UN MOD. SC28 (FUNZIONE C - OPZIONE 1)
          PUO' ESSERE OTTENUTA IN QUALSIASI MOMENTO  PRIMA  DELL'INOLTRO
          ALLE FASI SUCCESSIVE.
               ANALOGA POSSIBILITA' E' CONCESSA PER LA CANCELLAZIONE DEL
          LA SINGOLA CEDOLA (FUNZIONE C - OPZIONE 2).
               COME SI E' DETTO IN PRECEDENZA, LA CANCELLAZIONE E' NECES
          SARIA QUANDO, ESSENDO L'IMPORTO DELLE CEDOLE DIVERSO  DA QUEL-
          LO  DEL  MODELLO  SC28 BISOGNA, DOPO  LA  VERIFICA  CONTABILE,
          PROVVEDERE   PRESUMIBILMENTE  ALLA  CORREZIONE   DEL   MODELLO
          RIEPILOGATIVO MEDESIMO.
        5.1.Q )  FUNZIONE " Q " : QUADRATURA
                ------------------------------
              LA FUNZIONE DI QUADRATURA PUO' ESSERE ATTIVATA SOLAMENTE
          DALLO STESSO IDENTIFICATIVO CHE HA CURATO L'ACQUISIZIONE.
               SE AL TERMINE DELL' ACQUISIZIONE, OVVERO PER EFFETTO DI
          VARIAZIONE, SI E' OTTENUTA LA CONCORDANZA DEI VALORI RELATIVI
          AGLI IMPORTI ED AL NUMERO DELLE CEDOLE ACQUISITI E DICHIARATI
          L' OPERATORE, SUL PANNELLO DI SCELTA DELLE FUNZIONI DEVE DIGI
          TARE LA FUNZIONE "Q", OPZIONE 1 ED I  DATI IDENTIFICATIVI DEL
          MODELLO SC28 IN TRATTAZIONE OTTENENDO IL SEGUENTE PANNELLO:
              ***************************************************
              *                                                 *
              *  P R O C E D U R A   R E T T I F I C A T I V I  *
              *     Q U A D R A T U R A    M O D.  "S.C.28"     *
              *                                                 *
              ***************************************************
              DATI S.C.28:
                          NUMERO
                          TIPO
                          NUMERO ARTICOLO
                          IMPORTO DICHIARATO
                          IMPORTO ACQUISITO
                          CEDOLE DICHIARATE
                          CEDOLE ACQUISITE
          PREMERE PF1 PER EFFETTUARE QUADRATURA S.C.28
                  AP2 PER RITORNARE AL PANNELLO OPZIONI
              IL   TASTO  FUNZIONALE "PF1" CONSENTE  DI  EFFETTUARE   LA
          DEFINITIVA QUADRATURA DEL MODELLO SC28 (INDISPENSABILE PER AV-
          VIARLO ALLE SUCCESSIVE FASI ELABORATIVE).
               L'AVVENUTA   QUADRATURA  VIENE  SEGNALATA  CON   APPOSITO
          MESSAGGIO  E  DI ESSA VIENE STAMPATA LA LISTA  UTILIZZANDO  IL
          TASTO FUNZIONALE INDICATO SUL  PANNELLO.
               SE  LO  STATO DI LAVORAZIONE DEL  MODELLO  EVIDENZIA  UNA
          SQUADRATURA NON DERIVANTE DAL MANCATO COMPLETAMENTO DELLE OPE-
          RAZIONI DI LETTURA O ACQUISIZIONE MANUALE DELLE CEDOLE PRESEN-
          TI NEI DOCUMENTI IN TRATTAZIONE, L'OPERATORE AL TERMINALE CHIE
          DE LA STAMPA DELL'INTERO SC 28, DOPO AVER EVENTUALMENTE VISUA-
          LIZZATO TUTTE LE CEDOLE CHE RISULTANO ACQUISITE.
               PER GLI ADEMPIMENTI DA ESEGUIRE IN CASO DI SQUADRATURA
          CONFERMATA VEDERE DESCRIZIONE DELLA FUNZIONE VARIAZIONE.
               PER LE NOTE DI RETTIFICA PAGATE PER SOLA SORTA CAPITALE
          NON VI SONO DIFFERENZE OPERATIVE DA OSSERVARE E LE  STESSE VEN
          GONO CONSIDERATE DEFINITE A TUTTI GLI EFFETTI.
               IL SUCCESSIVO TRASFERIMENTO ALLA PROCEDURA "RECUPERO CRE-
          DITI"  DELLE  INFORMAZIONI NECESSARIE PER  LA  QUANTIFICAZIONE
          DELLE  SANZIONI  DOVUTE E  SUCCESSIVA  NOTIFICA  ALLE  AZIENDE
          AVVIENE CON L'ATTIVAZIONE DEL PROGRAMMA 5150 LE CUI  MODALITA'
          OPERATIVE  SONO  STATE PORTATE A CONOSCENZA DELLE  S.A.P   CON
          MESSAGGIO NUMERO 32438 DEL 29/03/88 ( CHE AD OGNI BUON FINE SI
          ALLEGA IN COPIA AL PRESENTE MANUALE).
            5.2 RIMBORSI (*)
                --------
                REGISTRAZIONE IN ARCHIVIO LOCALE
                --------------------------------
               VENGONO REGISTRATI NELL' ARCHIVIO LOCALE TUTTI I MODELLI
          CON SALDO PASSIVO RISULTATI ESATTI ALLA FASE DI CALCOLO ( PER
          "ESATTO" SI INTENDE ANCHE IL SALDO CHE NELL'IMPORTO CALCOLATO
          RISULTI AL MASSIMO DISCORDANTE PER +/- LIRE 20.000 DAL SALDO
          DENUNCIATO) E LE "NOTE" DI RETTIFICA CON SALDO PASSIVO ( MODEL
          LI DM10-RP).
               FANNO ECCEZIONE I MODELLI  DM10  CON SALDO PASSIVO CALCO-
          LATI MANUALMENTE, RIMBORSATI E POI ACQUISITI ATTRIBUENDO  ALLA
          DENUNCIA IL "TIPO 2"; INFATTI PER TALI SITUAZIONI NON VI  SONO
          ESIGENZE  DI GESTIONE IN QUANTO I MODELLI DM10  IN  QUESTIONE,
          DOPO   L'ACQUISIZIONE  SECONDO  LA  NORMALE  PROCEDURA   DM10,
          RISULTANO GIA' DEFINITI.
               NON VENGONO PARIMENTI MEMORIZZATI NELL' ARCHIVIO TUTTI I
          MODELLI (DM10 E DM10-RP) IL CUI SALDO NON SIA RIMBORSABILE PER
          IMPORTO NEI LIMITI DELLA "PICCOLA DIFFERENZA".
               OVVIAMENTE ANCHE I MODELLI DM10-RP POSSONO ESSERE VA-
          RIATI O CONSULTATI CON LE STESSE MODALITA' GIA' DESCRITTE IN
          FASE DI TRATTAZIONE DELLE RISPETTIVE OPZIONI.
 --------------------------
 (*) E'IN FASE DI AVANZATA ATTUAZIONE UNA NUOVA PROCEDURA AUTOMATIZZATA
     CHE  ACCENTRERA'  LE  OPERAZIONI  DI RIMBORSO E  DI  REINCASSO  PER
     COMPENSAZIONE CON GESTIONE DEL PARTITARIO GPA 10/66.
               IL DM10 PASSIVO ESATTO PUO' SOLTANTO ESSERE CONSULTATO
          E NESSUNA VARIAZIONE E' AMMESSA IN FORMA DIRETTA (PER TALE MO
          TIVO, IN SEDE DI "CONSULTAZIONE", ALL'OPERATORE VIENE PRESENTA
          TO, OLTRE ALL'INIZIALE PANNELLO IDENTIFICATIVO, SOLTANTO IL
          PANNELLO FINALE RELATIVO AL SALDO DELLA REGISTRAZIONE).
               NEL CASO IN CUI, A MOTIVO DELLA SOPRAVVENIENZA DI ELE-
          MENTI O NOTIZIE CHE RENDANO NECESSARIA LA CORREZIONE DI UNA
          O PIU' PARTITE DEBITORIE O CREDITORIE PRESENTI NELLA DENUNCIA
          FOSSE NECESSARIO EFFETTUARE VARIAZIONI, SI DEVE FARE RICORSO
          ALL' EMISSIONE DI UNA NOTA DI RETTIFICA ( ATTIVA O PASSIVA )
          D'INIZIATIVA PREVIO ANNULLAMENTO DELLA REGISTRAZIONE CORRI-
          SPONDENTE AL DM10 PASSIVO CHE SI VUOLE MODIFICARE.
          RILEVAZIONE STATISTICA
          ----------------------
               PER  QUANTO RIGUARDA LE REGISTRAZIONI DEI MODELLI  DM10
          PASSIVI  PERVENUTI  SI RINVIA A QUANTO GIA' DETTO IN  SEDE  DI
          TRATTAZIONE DELL' OPZIONE DI STATISTICA.
                LO SCARICO AVVIENE, INVECE, AUTOMATICAMENTE:
          -  NELLA  FASE  DI CONSOLIDAMENTO DELLA  PROCEDURA  BASE  DEI
             MODELLI  DM1  O  DM2 RIMBORSATI  PRIMA  DELL'  ACQUISIZIONE
             (TIPO DENUNCIA "2"),O CHE HANNO GENERATO NOTA DI RETTIFICA;
          -  NELLA  FASE DI "INOLTRO" DEI DOCUMENTI RELATIVI  AI  DM10
             PASSIVI  DEFINITI  DOPI  L'ACQUISIZIONE  ( IP6/BIS  PER  IL
             RIMBORSO, ANNULLAMENTO IN CASO DI EMISSIONE DI UNA NOTA  DI
             RETTIFICA EMESSA AD INIZIATIVA DELLA SEDE).
            OPERAZIONI PER L'EMISSIONE DEL MOD. IP6/BIS
            -------------------------------------------
                 DALL'ESAME  DELLA  LISTA "R3", EMESSA DALL'ELABORAZIONE
            DELLE  DENUNCE MENSILI AVENTI SALDO A CREDITO  DELL'AZIENDA,
            VENGONO RILEVATI I MODD. DM10 DA RIMBORSARE.
                 EFFETTUATI GLI ADEMPIMENTI PREVISTI PER L'ACCERTAMENTO
            DELLA "PAGABILITA'" DELL'AZIENDA (CIRC. N.52 DEL 2.3.1990),
            L'OPERATORE DELL'ISOLA:
            - APPONE, IN CALCE A CIASCUN MOD. DM10  PASSIVO IL "PROGRES-
              SIVO RETTIFICA DEL DM10" RILEVABILE DALLA LISTA R3;
            - RAGGRUPPA LE DENUNCE E LE NOTE DI RETTIFICA DA RIMBORSARE
              E LE SOTTOPONE ALLA FIRMA DEL FUNZIONARIO  RESPONSABILE
              PER LE "NOTE DI RETTIFICA" PASSIVE DA DM10 PASSIVO, A CIA
              SCUNA NOTA DEVE ESSERE ALLEGATA L'ORIGINARIA DENUNCIA);
            - ANNOTA CIASCUN MODELLO IP6/BIS NELL'APPOSITO REGISTRO  DEL
              REPARTO   R.C.,  PREVIA  VERIFICA   DELLE   COMPATIBILITA'
              FINANZIARIE, RILEVANDONE IL NUMERO PROGRESSIVO DI 6 VALORI
              DI CUI:
                    - IL PRIMO CORRISPONDE ALL'ULTIMA CIFRA DELL'ANNO DI
                      EMISSIONE;
                    - IL  SECONDO  INDIVIDUA IL REPARTO EMITTENTE;
                    - GLI ULTIMI QUATTRO RAPPRESENTANO  IL  PROGRESSIVO
                      (DA  0001 A 9999) DI REGISTRAZIONE NELL'AMBITO  DI
                      CIASCUN ANNO SOLARE;
            - ACCEDE AL TERMINALE PER LE OPERAZIONI DI ACQUISIZIONE.
        5.2.A )  FUNZIONE " A " : ACQUISIZIONE
                 ---------------
               ATTIVATO IL PGM 5100 E L' OPZIONE 5 DEL PANNELLO MAIN (DE
          FINIZIONE"), DA UN TERMINALE IL CUI IDENTIFICATIVO INDIVIDUA
          UN UTENTE "ISOLA DI PRODUZIONE" (DA 100 A 139), VIENE VISUALIZ
          ZATO IL SEGUENTE PANNELLO:
              ***************************************************
              *  P R O C E D U R A   R E T T I F I C A T I V I  *
              *    S U   S O T T O S I S T E M A   "8 1 0 0"    *
              *              D E F I N I Z I O N E              *
              ***************************************************
     OPZIONI:
             1) PAGAMENTO
             2) RIMBORSO
             3) PASSAGGIO AL RECUPERO CREDITI
             4) INOLTRO ALLE FASI SUCCESSIVE
             5) DISPLAY E/O STAMPA MODELLI IN LAVORAZIONE
             6) CREAZIONE SC28 VIRTUALE
             7) STRINGATURA
               DIGITA OPZIONE: _
                           AP2 PER TERMINARE
               IMMESSA L'OPZIONE 2, VIENE RICHIESTA LA DIGITAZIONE DEL
         CONTO D'IMPUTAZIONE DELLE REGISTRAZIONI DI CUI SI STA PREDIS-
         PONENDO IL RIMBORSO  IL VALORE DA DIGITARE E' "1066" CHE ASSUME i
         IL SIGNIFICATO "GPA 10/66".
               ACQUISITO  IL CONTO D'IMPUTAZIONE VIENE  VISUALIZZATO  IL i
          SEGUENTE PANNELLO:
             ***************************************************
             *                                                 *
             *  P R O C E D U R A   R E T T I F I C A T I V I  *
             *    S U   S O T T O S I S T E M A   "8 1 0 0"    *
             *                                                 *
             ***************************************************
                   PROGRAMMA DI GESTIONE MODELLO "IP6/BIS"
 FUNZIONI :
           A = ACQUISIZIONE
           C = CANCELLAZIONE
           D = DISPLAY E/O STAMPA
           Q = QUADRATURA
                                         DIGITA FUNZIONE ==>> _
              INVIO  PER CONTINUARE
               AP2   PER USCIRE DAL PROGRAMMA
              IL  MODELLO  IP6/BIS  IN QUANTO  DOCUMENTO  RIEPILOGATIVO  i
          DEVE ESSERE ACQUISITO SCEGLIENDO LA FUNZIONE "A" NELL'APPOSITO
          CAMPO  IL TASTO INVIO VISUALIZZA IL SEGUENTE PANNELLO:
               >>>>    DATI      IP6/BIS     <<<<
           TIPO    NUMERO                    IMPORTO
            E
               DATA FINE CALCOLO INTERESSI =>>
             INVIO  PER CONTINUARE
              AP2   PER USCIRE DAL PROGRAMMA
               SUL PREDETTO PANNELLO IL TIPO DOCUMENTO "E" RISULTA  GIA' i
          PRECOMPILATO PER CUI I DATI DA ACQUISIRE SONO:
                   - NUMERO   E'  IL  DATO  RILEVATO  DAL  REGISTRO  DEL
                     ------
                              REPARTO R.C.
                   - IMPORTO:  E' IL TOTALE DEGLI  IMPORTI DA RIMBORSARE
                     -------
                              PER TUTTE LE PARTITE COMPRESE NEL  MODELLO i
                              IP6/BIS.
                   - DATA FINE CALCOLO INTERESSI: E' LA DATA FINALE DA
                                          PRENDERE A RIFERIMENTO PER IL CALCOLO
 DEGLI
                             EVENTUALI INTERESSI PASSIVI DA CORRISPONDE  i
                             RE ALL' AZIENDA.
               PREMENDO IL TASTO "INVIO" PER CONTINUARE, SUL MEDESIMO
          PANNELLO, TRA I DUE DATI CITATI DA ULTIMO (NUMERO E IMPORTO),
          VIENE VISUALIZZATO UN GRUPPO DI 5 CIFRE "ELEMENTO  CONTABILE"
          CORRISPONDENTE  ALLA  DATA DEL SISTEMA NELLA  FORMA  AMMGG CHE i
          VIENE  ATTRIBUITO AUTOMATICAMENTE PER CONSENTIRE AI  PROGRAMMI i
          DELLE  FASI  SUCCESSIVE AD  OPERARE CON  LE  STESSE  MODALITA' i
          OSSERVATE PER I MODELLI SC28.
                DI TALE NUMERO L'OPERATORE DEVE PRENDERE DEBITA NOTA.
               IL "NUMERO" E L' "ELEMENTO CONTABILE" SONO, UNITAMENTE AL
          "TIPO" DEL DOCUMENTO ( IN QUESTO CASO "E" ), GLI ELEMENTI IN-
          DISPENSABILI PER L'ACCESSO ALL'ARCHIVIO LOCALE DELLE NOTE DI
          RETTIFICA PER TUTTO QUANTO CONCERNE LA GESTIONE DEL MODELLO IN
          LAVORAZIONE FINCHE' ESSO NON VIENE CANCELLATO.
               I SUDDETTI DATI DEVONO ESSERE RIPORTATI SU CIASCUN MODEL-
          LO COMPRESO NEL DISPOSITIVO DI RIMBORSO.
               PREMENDO ULTERIORMENTE IL TASTO "INVIO" VIENE PRESENTATO
          IL SEGUENTE PANNELLO:
            ***************************************************
             *  P R O C E D U R A   R E T T I F I C A T I V I  *
             *      ACQUISIZIONE   DATI   MOD. "IP6/BIS"       *
             ***************************************************
                        MATRICOLA   PROG.
                         AZIENDA    RETT.
 DIGITARE MATRICOLA E  _            _
 PROGRES.  RETTIFICA.  _            _
 DOPO AVER EFFETTUATO  _            _
 I   VARI   CONTROLLI  _            _
   IL   PROGRAMMA      _            _
 VISUALIZZA L'IMPORTO  _            _
 DEL RIMBORSO E DEGLI  _            _
 EVENTUALI  INTERESSI  _            _
 PASSIVI CALCOLATI.    _            _
                       _            _
                       INVIO PER ACQUISIRE
                         AP2 PER TERMINARE
               E' RICHIESTA PER OGNI PARTITA L' IMMISSIONE DEL NUMERO DI
          MATRICOLA AZIENDALE E DEL NUMERO "PROGRESSIVO" CHE LA REGISTRA
          ZIONE HA ASSUNTO, PER L'AZIENDA INTERESSATA, NELL'ARCHIVIO LO-
          CALE DELLE RETTIFICHE ( SI RICORDA CHE IL "PROGRESSIVO" VIENE
          AUTOMATICAMENTE ASSEGNATO SIA ALLE "NOTE" DI RETTIFICA SIA AI
          MODELLI PASSIVI ESATTI).
               IL NUMERO MASSIMO DI PARTITE ACQUISIBILI IN UN PANNELLO
          E' UGUALE A 10; PER UN NUMERO DI PARTITE PIU' ELEVATO  VENGONO
          RESI DISPONIBILI PANNELLI SUCCESSIVI.
               ULTIMATA L'ACQUISIZIONE  PER ESAURIMENTO DELLE RIGHE DI-
          SPONIBILI OVVERO PER ESAURIMENTO DEI MODELLI DA RIMBORSARE, E
          DIGITATO  IL TASTO INVIO  IL PANNELLO GIA' UTILIZZATO  PER LA  i
          ACQUISIZIONE DEI DATI DELLE PARTITE VIENE IMPLEMENTATO CON LA
          VISUALIZZAZIONE DELL' IMPORTO DA RIMBORSARE A TITOLO DI SALDO
          E CON L'EVENTUALE IMPORTO A TITOLO DI INTERESSI PASSIVI.
             ***************************************************
             *  P R O C E D U R A   R E T T I F I C A T I V I  *
             *      ACQUISIZIONE   DATI   MOD. "IP6/BIS"       *
             ***************************************************
                        MATRICOLA   PROG.     IMPORTO        INTERESSI
                         AZIENDA    RETT.    RETTIFICA        PASSIVI
 DIGITARE MATRICOLA E   XXXXXXXXXX   XXXX   XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX
  _   XXXXXXXX .        PROGRES.  RETTIFICA.   XXXXXXXXXX   XXXX   XXXXXXXXXXXX
  _   XXXXXXXX .
 DOPO AVER EFFETTUATO   XXXXXXXXXX   XXXX   XXXXXXXXXXXX  _   XXXXXXXX .
   IL   PROGRAMMA       XXXXXXXXXX   XXXX   XXXXXXXXXXXX  _   XXXXXXXX .
 VISUALIZZA L'IMPORTO   XXXXXXXXXX   XXXX   XXXXXXXXXXXX  _   XXXXXXXX .
 DEL RIMBORSO E DEGLI   XXXXXXXXXX   XXXX   XXXXXXXXXXXX  _   XXXXXXXX .
 EVENTUALI  INTERESSI   XXXXXXXXXX   XXXX   XXXXXXXXXXXX  _   XXXXXXXX .
 PASSIVI CALCOLATI.     XXXXXXXXXX   XXXX   XXXXXXXXXXXX  _   XXXXXXXX .
                        XXXXXXXXXX   XXXX   XXXXXXXXXXXX  _   XXXXXXXX .
 PER CONFERMA DIGITA: "R" = SOLO RETTIFICA; "Y" = RETTIFICA + INTERESSI
       PREMERE "PF1" PER VARIARE I DATI DIGITATI
               OGNI  EVENTUALE  MOTIVAZIONE DI  ERRORE  VIENE  SEGNALATA i
          ALL'OPERATORE CON OPPORTUNO ED ESPLICATIVO MESSAGGIO.
               A FIANCO DI CIASCUN IMPORTO RISCONTRATO UGUALE A QUELLO
          RISULTANTE ALL'OPERATORE, DEVE ESSERE DIGITATO IL CARATTERE
          "R" PER RIMBORSARE SOLO IL SALDO DEL MODELLO IN TRATTAZIONE OV
          VERO IL CARATTERE "Y" PER RIMBORSARE SIA IL SALDO DEL MODELLO
          SIA L' IMPORTO CALCOLATO A TITOLO DI INTERESSI PASSIVI.
                OVVIAMENTE  LA  OMESSA INDICAZIONE  DI ENTRAMBI I VALORI i
          COMPORTERA'  L'ESCLUSIONE DELLE REGISTRAZIONI INTERESSATE  DAL i
          MODELLO IP6/BIS.(*)
              ALLA FINE DELLE OPERAZIONI DI IMMISSIONE DEI DATI RELATIVI
          ALLE PARTITE DA RIMBORSARE DEVE ESSERE ATTIVATA LA FUNZIONE DI
          QUADRATURA DEL MODELLO IP6/BIS.
              NEL CASO IN CUI IL DOCUMENTO RISULTI "QUADRATO" SI DEVE
          PROCEDERE ALLA SUCCESSIVA NECESSARIA FASE DI STAMPA DEL MODEL-
          LO STESSO DA AVVIARE AL REPARTO COMPETENTE PER LE OPERAZIONI
          CONTABILI.
               IN CODA AL MODELLO IP6/BIS VENGONO STAMPATE LE LETTERE DI
          COMUNICAZIONE   DI  LIQUIDAZIONE  DA  INVIARE   ALLE   AZIENDE i
          INTERESSATE.
     -------------------------------------
     (*) PER LE REGISTRAZIONI IL CUI IMPORTO MEMORIZZATO SIA RISULTATO
         EVENTUALMENTE DIVERSO DA QUELLO NOTO ALL'OPERATORE, QUESTI
         PUO' OPERARE CON I SEGUENTI CRITERI:
         - SE LA DIVERGENZA E' DOVUTA A ERRORE DI DIGITAZIONE DEL N. DI
           MATRICOLA E/O DEL "PROGRESSIVO RETTIFICA", PROVVEDE ALLE OP-
           PORTUNE CORREZIONI ANCHE CONTESTUALMENTE ALL'ACQUISIZIONE
           DEL MOD. IP6/BIS IN TRATTAZIONE;
         - SE LA DIVERGENZA E' DOVUTA AL MANCATO INTERVENTO IN "VARIA-
           ZIONE" DELLA REGISTRAZIONE CONSIDERATA, DEVE, DI NORMA, COM-
           PLETARE L'ACQUISIZIONE DEL MOD. IP6/BIS IN TRATTAZIONE; LA
           REGISTRAZIONE INTERESSATA A VARIAZIONE DEVE ESSERE ENUCLEATA
           DAL DISPOSITIVO DI RIMBORSO.
               SE, PERALTRO, LA VERIFICA DELLA QUADRATURA DA' ESITO NEGA
          TIVO E' NECESSARIO RIACQUISIRE, PREVIA CANCELLAZIONE DELL' IN-
          TERO  MODELLO SQUADRATO  TUTTE LE PARTITE CHE NE FANNO  PARTE  i
          DOPO AVER RIMOSSO LA CAUSA CHE NE IMPEDIVA LA QUADRATURA.
               LA CANCELLAZIONE E' INDISPENSABILE IN QUANTO NON E' PRE-
          VISTA, PER I DISPOSITIVI DI RIMBORSO, UNA FUNZIONE DI VARIAZIO
          NE   E  PERTANTO  NON E' OPPORTUNO PROCEDERE  A   RIMBORSI  DI i
          NUMEROSI MODELLI CON UN UNICO IP6/BIS.
               IN OGNI CASO, DELLO STATO DI LAVORAZIONE DEL MOD. IP6/BIS
          PUO' ESSERE OTTENUTA (MEDIANTE LA FUNZIONE "D" DEL PANNELLO DI
          GESTIONE) UNA STAMPA STRUTTURATA SU PIU' PAGINE (ALMENO 2   DI i
          CUI LA PRIMA RECA I DATI RIEPILOGATIVI NELLA FORMA:
               TIPO                                  X
               NUMERO                           XXXXXX
               ELEM. CONT.                       XXXXX
               IMPORTO DICHIARATO         XXXXXXXXXXXX
               IMPORTO ACQUISITO          XXXXXXXXXXXX
               MODELLI ACQUISITI                   XXX
               NEL  CASO  IN  CUI IL DOCUMENTO  RISULTA  "SQUADRATO" SUL i
          LA PRIMA PAGINA COMPARIRA' LA SEGUENTE FRASE:
                  << IL MOD. IP6/BIS RISULTA SQUADRATO -
                     CANCELLARE E RIACQUISIRE IP6/BIS  >>
               IN CASO DI "QUADRATURA" INVECE LA FRASE SARA':
 << IL MOD.IP6BIS RISULTA QUADRATO - INOLTRABILE ALLE FASI SUCCESSIVE >>
               LE PAGINE SUCCESSIVE CONTENGONO LA ANALISI DELLE  PARTITE i
          ACQUISITE  CON L'INDICAZIONE  PER CIASCUNA  REGISTRAZIONE  DEI i
          DATI RELATIVI AL NUMERO DI MATRICOLA AZIENDALE, AL PROGRESSIVO
          RETTIFICA, ALL'IMPORTO RISULTANTE IN ARCHIVIO.
        5.2.C )  FUNZIONE " C " : CANCELLAZIONE
                 ----------------
               LA CANCELLAZIONE DI UN MOD. IP6/BIS PUO' ESSERE  OTTENUTA i
          SE  IL  MODELLO  STESSO NON E' STATO  ANCORA  SOTTOPOSTO  ALLA i
          FUNZIONE  DI QUADRATURA   SOLTANTO DALLO STESSO UTENTE CHE  HA i
          CURATO LA SUA ACQUISIZIONE.
               AD ESSA SI PROVVEDE ATTIVANDO LA FUNZIONE  "C"  DEL PAN-
          NELLO GIA' RIPORTATO IN OCCASIONE DELLA DESCRIZIONE DELLE OPE-
          RAZIONI DI ACQUISIZIONE DEL MODELLO RIEPILOGATIVO DI  RIMBORSO i
          ED  ACQUISIZIONE DEI DATI IDENTIFICATIVI DELLO STESSO.
               IL TASTO INVIO VISUALIZZA IL SEGUENTE PANNELLO:
                        >>>    DATI     IP6/BIS   <<<<
                    TIPO    NUMERO   ELEM.CONT.
                      E
                      INVIO  PER CONTINUARE
                       AP2   PER USCIRE DAL PROGRAMMA
               SUL  PREDETTO  PANNELLO DEVONO ESSERE  ACQUISITI  I  DATI i
          RELATIVI  AL  NUMERO  DEL  MODELLO  IP6/BIS  E    ALL'ELEMENTO i
          CONTABILE (CHE COME DETTO VIENE FORNITO DAL PROGRAMMA IN FASE  i
          DI ACQUISIZIONE).
        5.2.Q )  FUNZIONE " Q " : QUADRATURA
                 ----------------
               QUESTA  FUNZIONE DEVE ESSERE EFFETTUATA, AL TERMINE DELLA i
         OPERAZIONE  DI  ACQUISIZIONE  DIGITANDO LA LETTERA  "Q"  E   IL i
         TASTO  "INVIO"   VIENE QUINDI  RICHIESTA  L'ACQUISIZIONE  DEGLI i
         ELEMENTI  IDENTIFICATIVI  DEL MODELLO DA QUADRARE    NUMERO  E  i
         ELEMENTO CONTABILE)
                VIENE  VISUALIZZATO L'IMPORTO DELLE PARTITE ACQUISITE E  i
         L'IMPORTO DI EVENTUALI INTERESSI.
                LA  QUADRATURA SI OTTIENE DIGITANDO IL TASTO  FUNZIONALE i
         "PF2"  E PER CONFERMA  IL TASTO FUNZIONALE "PF4".
                IL  TASTO  "INVIO"  PREDISPONE  LA  STAMPA  DEL  MODELLO i
          IP6/BIS   DA  PRODURRE ALMENO IN TRIPLICE  COPIA,  E   QUALORA i
          SIANO  STATI  CALCOLATI  INTERESSI  PASSIVI,  DELLE   RELATIVE i
          LETTERE  DI COMUNICAZIONE ALLE AZIENDE.
                COME  PER  TUTTI GLI OUTPUT DELLA PROCEDURA   LA  STAMPA i
          FISICA AVVIENE ATTIVANDO IL PROGRAMMA "4390".
                SI RACCOMANDA LA SPEDIZIONE DELLE PREDETTE COMUNICAZIONI i
         ALLE  AZIENDE  ANCHE IN CONSIDERAZIONE  DEGLI  ASPETTI  FISCALI i
         COLLEGATI ALLE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLE STESSE.
               LA  STAMPA  DEL  MODELLO  E'  CONDIZIONE  NECESSARIA  PER i
          L'INOLTRO  ALLA FASE SUCCESSIVA   (STRINGATURA   TRASMISSIONE  i
          RIPARTIZIONE ED AGGIORNAMENTO ARCHIVI).
               IL MODELLO E' DIVISO IN DUE SEZIONI DI CUI:
           ** LA PRIMA RAPPRESENTA L'"ORDINE" ALLA BANCA DI EMETTERE AS-
           SEGNI CIRCOLARI NON TRASFERIBILI A FAVORE DEI BENEFICIARI E-
           LENCATI; COMPRENDE L'INDICAZIONE DEL NUMERO ELENCO, DEL NUME-
           RO COMPLESSIVO DELLE PARTITE, DEL NUMERO DI CONTO DEBITORE,
           LA FIRMA DELL'IMPIEGATO ADDETTO  LA FIRMA DEL RESPONSABILE    i
           LA  FIRMA  DI  "TRAENZA"  NONCHE'    IN  CALCE   UN  RIQUADRO i
           RISERVATO   ALL'ISTITUTO  DI  CREDITO  E   UNO   AL   REPARTO i
           COMPETENTE PER LA CONTABILITA'.
           ** LA SECONDA, ED EVENTUALMENTE LE SUCCESSIVE, ELENCA LE PAR-
              TITE  CORRISPONDENTI AI SALDI DA RIMBORSARE; PER  CIASCUNA i
              DI ESSE VENGONO FORNITI I SEGUENTI DATI:
              -"PROGR."        NUMERO PROGRESSIVO DI CIASCUNA PARTITA
                               NELL'AMBITO DEL DOCUMENTO;
              -"MATRICOLA":    E' IL NUMERO DI MATRICOLA AZIENDALE CON
                               UNO SPAZIO PER L'INDICAZIONE DEL  "CODICE i
                               FISCALE" O "PARTITA IVA" DELL'AZIENDA;
              -"BENEFICIARIO": DENOMINAZIONE AZIENDALE E  INDIRIZZO;
              -"IMPORTO ":     E' QUELLO MEMORIZZATO IN ARCHIVIO E CON-
                               FERMATO DALL'OPERATORE IN ACQUISIZIONE;
              -"CAUSALE"       IL TIPO DI DOCUMENTO CUI SI RIFERISCE  IL i
                               RIMBORSO   (RETTIFICA  PASSIVA       DM1O i
                               PASSIVO) E PERIODO DI RIFERIMENTO;
              -"ANNOTAZIONI":  SPAZIO LIBERO DISPONIBILE.
              IL MODELLO IP6/BIS CON ALLEGATI, PER GLI OPPORTUNI RISCON-
          TRI, I MODELLI CARTACEI (DM10/P E DM10-RP) VIENE SOTTOPOSTO AL
          LA FIRMA DEL DIRIGENTE L'UFFICIO.
        5.2.D )  FUNZIONE " D " : DISPLAY E/O STAMPA
                 ----------------
               QUESTA   FUNZIONE  CONSENTE  LA   VISUALIZZAZIONE   DELLA i
          SITUAZIONE DI ACQUISIZIONE DEL MODELLO E DELLE PARTITE CHE  LO i
          COMPONGONO.
               E'  INOLTRE POSSIBILE  MEDIANTE L'ATTIVAZIONE  DEL  TASTO i
          FUNZIONALE  INDICATO DAL PROGRAMMA  LA  RISTAMPA  DEL  MODELLO i
          IP6/BIS E RELATIVI ALLEGATI.
               LA FUNZIONE VIENE ATTIVATA MEDIANTE LA DIGITAZIONE  DELLA i
          LETTERA   "D"  E    DEI  DATI   IDENTIFICATIVI   DEL   MODELLO i
          RIEPILOGATIVO.
      RIMBORSO DEI SALDI: OPERAZIONI CONTABILI
      ----------------------------------------
               PER  IL  RIMBORSO DELLE NOTE DI RETTIFICA  E DEI  MODELLI i
          DM10 PASSIVI LA PROCEDURA EMETTE IL MODELLO IP6/BIS  INDICANDO i
          QUALE CONTO DA ADDEBITARE GPA 10/66.
               OTTENUTA LA STAMPA DEL DOCUMENTO, ED APPOSTE LE FIRME DI
          TRAENZA CON IL CONSEGUENTE INOLTRO ALLE FASI SUCCESSIVE (VEDI
          DESCRIZIONE DELLA FASE "INOLTRO"), ESSO VIENE TRASMESSO AL RE-
          PARTO  COMPETENTE  PER LA CONTABILITA'.
               LA SEGNALAZIONE DELLA NOTIZIA DI RIMBORSO DETERMINA:
          - LO SCARICO STATISTICO DELLA RETTIFICA O DEL DM PASSIVO;
          - LA RIPARTIZIONE DELLA RETTIFICA MOVIMENTANDO IN AVERE  QUALE i
            SALDO   RIPARTITO   IL  CONTO  GPA  54/86, O     GPA   54/16 i
            LIMITATAMENTE ALLE RETTIFICHE EMESSE NEGLI ANNI 1989 E 1990;
          - LA CONTESTUALE RILEVAZIONE DEL DEBITO CON L'ARTICOLO:
                              GPA 53/86   A   GPA 10/66
            LIMITATAMENTE  ALLE NOTE DI RETTIFICA EMESSE A  PARTIRE  DAL i
            1991  IN QUANTO PER QUELLE EMESSE NEGLI ANNI 1989 E 1990  LA i
            RILEVAZIONE  DEL  DEBITO E' AVVENUTA AL MOMENTO  DELLA  LORO i
            EMISSIONE.
               SUL  MODELLO  SC46 DI FINE MESE I CONTI GPA 53/86  E  GPA i
          54/86  DEVONO  RISULTARE MOVIMENTATI PER  LO  STESSO  IMPORTO, i
          CONSIDERATA LA CONTESTUALITA' DELLE OPERAZIONI DI  RILEVAZIONE i
          DEL   DEBITO  E  DI  RIPARTIZIONE  DELLE  NOTE  DI   RETTIFICA i
          INTERESSATE.
        5.3 PASSAGGIO AL "RECUPERO CREDITI"
            -------------------------------
               CONSIDERAZIONI GENERALI
               -----------------------
               LE NOTE DI RETTIFICA RECANTI UN SALDO A DEBITO DELL'AZIEN
          DA, CHE NON RISULTINO PAGATE ENTRO I TERMINI ASSEGNATI, DEVONO
          ESSERE TRASMESSE ALLA PROCEDURA "RECUPERO CREDITI" PER LE SUC
          CESSIVE AZIONI NEI CONFRONTI DELLE AZIENDE DEBITRICI.
               PARIMENTI DEBBONO ESSERE TRASFERITI ALLA PROCEDURA "RECU-
          PERO CREDITI" I  SALDI A CREDITO AZIENDA (DM10 E/O  RETTIFICHE i
          PASSIVE RIMBORSABILI) PER I QUALI E' NECESSARIO PROCEDERE ALLE
          OPERAZIONI DI REINCASSO PER COMPENSAZIONE.
               ALLE  SUDDETTE FUNZIONI ADEMPIE L'OPZIONE IN ARGOMENTO.
         A) NOTE DI RETTIFICA ATTIVE INSOLUTE
            ---------------------------------
               TRASCORSO IL TERMINE ASSEGNATO ALLE AZIENDE DEBITRICI PER i
         IL  PAGAMENTO  LE SEDI DOVRANNO INIZIARE LE OPERAZIONI  PER  IL i
         RECUPERO COATTIVO DELLE NOTE DI RETTIFICA INSOLUTE.
               CONSIDERATI I TEMPI NECESSARI PER LA CANALIZZAZIONE E  LA i
         ACQUISIZIONE DELLE RETTIFICHE RISCOSSE, OVVERO PER LA RICEZIONE i
         E GESTIONE DELLE CONTESTAZIONI, IL TRASFERIMENTO DELLE  SINGOLE i
         PARTITE  AL  "RECUPERO CREDITI" POTRA' AVVENIRE  TRASCORSI  TRE i
         MESI DALLA EMISSIONE DELLA NOTA DI RETTIFICA.
               L'  ESTRAPOLAZIONE DELLE REGISTRAZIONI RELATIVE  A  SALDI i
         NON PAGATI AVVIENE MEDIANTE LO SCORRIMENTO DELL' ARCHIVIO DS 66 i
         CHE PUO'  ESSERE:
          1) GENERALIZZATO, CHE PRODUCE LA "LISTA RETTIFICHE INSOLUTE AD i
              UNA CERTA DATA" (VEDI PUNTO 6.9.B);
          2)    "MIRATO"  ATTRAVERSO LA STAMPA DELLA  LISTA  "SITUAZIONE i
               SINGOLA AZIENDA" (VEDI PUNTO 6.9.D).
               LA  LISTA  PRODOTTA DEVE ESSERE OGGETTO DI  VERIFICA   DA i
         PARTE   DELL'  OPERATORE  DELL'  "ISOLA  DI  PRODUZIONE"   ONDE i
         ACCERTARE LA VALIDITA' DELLA NOTA DI RETTIFICA E  L'INESISTENZA i
         DI MOTIVI OSTATIVI ALLA SEGNALAZIONE AL "RECUPERO CREDITI".
                  IN CASO CONTRARIO DEVE ESSERE PRESA OPPORTUNA  NOTA IN I  i
         CORRISPONDENZA  DELLA REGISTRAZIONE INTERESSATA  (DEPENNARE  IL i
         CORRISPONDENTE  RIGO  E  INDICARNE  IL  MOTIVO  NELL'  APPOSITA i
         COLONNA  "ANNOTAZIONI"), E DEVONO ESSERE AVVIATE LE  OPERAZIONI i
         DI  VARIAZIONE  O  DI  ANNULLAMENTO  DELLE  NOTE  DI  RETTIFICA i
         INTERESSATE.
               L'EMISSIONE DELLA LISTA NON PRODUCE LA "CHIUSURA" DELLE
         NOTE INTERESSATE.
               LA  SEGNALAZIONE SULL' ARCHIVIO DELLE NOTE  DI  RETTIFICA i
         DELLA  INADEMPIENZA  APERTA SULL' ARCHIVIO  "RECUPERO  CREDITI" i
         DETERMINA:
               - LA "CHIUSURA" DELLE NOTE DI RETTIFICA TRASFERITE;
               - LA RILEVAZIONE DEL CREDITO, CON IL BIGLIETTO  CONTABILE i
                 DI SC45 DI FINE MESE, CON L'ARTICOLO:
                            GPA 00/02    A    GPA 54/82;
               - LA RIPARTIZIONE CONTABILE DELLE RETTIFICHE INTERESSATE, i
                MOVIMENTANDO,QUALE SALDO SPECIFICATO,IL CONTO GPA 53/82..
                 QUALORA PERVENGA, SUCCESSIVAMENTE AL  TRASFERIMENTO  AL i
                 "RECUPERO  CREDITI",  L' INCASSO DI CEDOLE DI  NOTE  DI i
                  RETTIFICA  LA CUI IMPUTAZIONE E' STATA  EFFETTUATA  AL i
                 CONTO GPA 54/83, SARA' NECESSARIO STORNARE I VERSAMENTI i
                 AFFLUITI A TALE  CONTO, AL PREVISTO CONTO GPA 54/51.
                 L'OPERAZIONE DI CUI SOPRA SARA' POSSIBILE SULLA  SCORTA i
                 DELLA  LISTA  DI  "RICICLO",  EMESSA  DALLA   PROCEDURA i
                 DELLE  NOTE  DI RETTIFICA  CHE EVIDENZIA  I  VERSAMENTI i
                 PER RETTIFICHE NON PIU' PRESENTI IN ARCHIVIO   MEDIANTE i
                 CONSULTAZIONE SUL DATA BASE CENTRALE DELL' AZIENDA  CHE i
                 PER IL MODELLO INTERESSATO RECA, SUL SEGMENTO  RELATIVO i
                 ALLA NOTA DI RETTIFICA, L'ANNOTAZIONE DELLA DEFINIZIONE i
                 CHE NEL CASO IN ESAME ASSUME IL VALORE "VG".
         B) DM10 E/O RETTIFICHE PASSIVE DA REINCASSARE PER COMPENSAZIONE
            ------------------------------------------------------------
              QUALORA   SULL'ARCHIVIO   "RECUPERO   CREDITI"   L'AZIENDA i
         PRESENTI  DELLE  PARTITE A  PROPRIO  DEBITO  PER  PROCEDERE  AL i
         REINCASSO  DEI  DOCUMENTI PASSIVI BISOGNA  PROVVEDERE  AL  LORO i
         TRASFERIMENTO SU DETTO ARCHIVIO.
               L'OPERATORE  DELL'ISOLA, A TAL FINE, SULLA  SCORTA  DELLA i
         "LISTA  DM10/P  E DM10 -RP NON DEFINITI" (VEDI PUNTO  6.9.C) O  i
         DELLA  STAMPA  DELLA "SITUAZIONE SINGOLA AZIENDA"  (VEDI  PUNTO i
         6.9.D),  PER LE MATRICOLE PER LE QUALI  VERIFICA  L'INESISTENZA i
         DEI REQUISITI DI PAGABILITA' RICHIEDE AL "RECUPERO CREDITI"  IL i
         NUMERO  DELL'INADEMPIENZA  SU CUI FAR CONFLUIRE  I  CREDITI  DA i
         REINCASSARE PER COMPENSAZIONE.
               PER LA COMPILAZIONE DEL MOD. SC28, CHE IN QUESTA  IPOTESI i
         E'  DI TIPO "D", VALGONO LE STESSE ISTRUZIONI PREVISTE  PER  LE i
         NOTE DI RETTIFICA INSOLUTE.
               LA SEGNALAZIONE DI REINCASSO DETERMINA:
         - LO SCARICO DELLA REGISTRAZIONE DAL RELATIVO ARCHIVIO;
         - LA RIPARTIZIONE DELLA RETTIFICA  TRASFERITA  MOVIMENTANDO  INi
           AVERE, QUALE SALDO RIPARTITO, IL CONTO GPA 54/86 O  GPA 54/16
           (PER  LE  RETTIFICHE EMESSE NEGLI ANNI 1989 E 1990);
         - LA  CONTESTUALE RILEVAZIONE DEL DEBITO DA  RETTIFICA  PASSIVA i
           (RELATIVAMENTE ALLE EMMESSE DAL 1991 IN POI) CON L'ARTICOLO:
                           GPA 53/86     A     GPA 10/66.
               SUL MOD. SC46 DI FINE MESE I CONTI GPA 53/86 E GPA 54/86
         DEVONO RISULTARE MOVIMENTATI PER LO STESSO IMPORTO  CONSIDERATA i
         LA CONTESTUALITA' DELLE OPERAZIONI DI RILEVAZIONE DEL DEBITO E  i
         DI RIPARTIZIONE DELLE NOTE DI RETTIFICA INTERESSATE;
         - LA RILEVAZIONE DEL REINCASSO CON L' ARTICOLO:
                           GPA 10/66    A    GPA 00/02
            CHE SARA' EVIDENZIATO SUL MOD. SC45 REG.
               QUALORA  DOPO  L' OPERAZIONE DI  REINCASSO  SUSSISTA  UNA i
         DIFFERENZA  DA RIMBORSARE ALL' AZIENDA, LA PROCEDURA  "RECUPERO i
         CREDITI" MOVIMENTERA' IN AVERE, PER TALE DIFFERRENZA, IL  CONTO i
         GPA 10/99.
               IL  RELATIV0 RIMBORS0 AVVERRA', OVVIAMENTE,  MOVIMENTANDO i
         IN DARE TALE CONTO.
               AL "RECUPERO CREDITI" VANNO TRASMESSI, ASSIEME ALLA COPIA i
          DEL MOD. SC28, I DOCUMENTI CARTACEI (NOTA DI RETTIFICA PASSIVA i
          E DM10 PASSIVO) INTERESSATI AL REINCASSO.
              ----------------------------------
              ADEMPIMENTI DELLE "ISOLE DI PRODUZIONE"
              ---------------------------------------
               LE MODALITA' OPERATIVE DA SEGUIRE PER OTTENERE LA LISTA
          DELLE RETTIFICHE SCADUTE E  INSOLUTE SONO DESCRITTE NEL PARA
          GRAFO RELATIVO ALLE STAMPE.
               SULLA LISTA, DA STAMPARE IN TRIPLICE COPIA, SARANNO  ELEN
          CATE TUTTE LE NOTE DI RETTIFICA A DEBITO AZIENDA, SCADUTE ALLA
          DATA INDICATA DALL' OPERATORE.
               LA LISTA, EVENTUALMENTE MODIFICATA CON LE ANNOTAZIONI DEL i
          CASO,  DEVE  ESSERE INVIATA, IN DUPLICE  COPIA,  AL  "RECUPERO i
          CREDITI"  PER  L'APERTURA  DI  UN'INADEMPIENZA,  PER  CIASCUNA i
          AZIENDA, CON TIPO SEGNALAZIONE "25".
               IL  NUMERO DELL'INADEMPIENZA DEVE ESSERE RIPORTATO  SULLA i
          LISTA RICEVUTA IN CORRISPONDENZA DI CIASCUNA AZIENDA.
               UNA  COPIA DELLA LISTA VA POI RESTITUITA ALL'  "ISOLA  DI i
          PRODUZIONE" PER GLI ADEMPIMENTI SUCCESSIVI.
               RICEVUTA LA LISTA, L'OPERATORE DELL'ISOLA:
          ** COMPILA PER CIASCUNA AZIENDA UN MODELLO SC28, CON LE SEGUEN
             TI MODALITA', AVENDO CURA DI TENER DISTINTE LE  RETTIFICHE
             "ANTE 89" E "POST 88" (NEL QUAL CASO DEVONO ESSERE COMPILA-
             TI UN MODELLO SC28 PER CIASCUN PERIODO):
             - IN CORRISPONDENZA DEL " CONTO CORRENTE " INDICA LA MATRI-
               COLA AZIENDALE;
             - APPONE, NEL QUADRO "A", NEL CAMPO "DOCUMENTO" IL "NUMERO"
               CHE CORRISPONDE ALLA DATA DEL GIORNO DI COMPILAZIONE NEL-
               LA FORMA AMMGG;
             - INDICA, NELL'APPOSITO CAMPO DEL MEDESIMO QUADRO, IL NUME-
               RO "ARTICOLO" SECONDO LE ISTRUZIONI RELATIVE ALLA PROCEDU
               RA DELLE PRATICHE DI RECUPERO DEI CREDITI;
             - NEL QUADRO "C" INDICA L'IMPORTO TOTALE DEI SALDI DELLE NO
               TE DI RETTIFICA DI CUI SI DEVE PROCEDERE AL RECUPERO;
             - NEGLI APPOSITI CAMPI DEL MEDESIMO QUADRO INDICA, IL CODI-
               CE "TIPO" C ED IL NUMERO COMPLESSIVO DELLE REGISTRAZIONI
               INTERESSATE AL RECUPERO E, NELL'ULTIMO DEI CAMPI DISPONI-
               BILI IL NUMERO DELLA INADEMPIENZA ALL'UOPO APERTA.
          - TRASCRIVE NEL REGISTRO DI  CARICO / SCARICO DEI MODD. SC28
            I DATI DA ESSO RICHIESTI RELATIVAMENTE AL CARICO DEI PREDET-
            TI DOCUMENTI;
          - ACCEDE AL TERMINALE PER L'INTERVENTO NECESSARIO ALLA DEFINI-
            ZIONE DELLE REGISTRAZIONI PRESENTI IN ARCHIVIO INTERESSATE
            ALLA SUCCESSIVA GESTIONE A CURA DEL "RECUPERO CREDITI" ED A
            TAL FINE, DOPO AVERE DIGITATO L'OPZIONE 5 DEL PANNELLO MAIN
            DELLA  PROCEDURA,  DA UN IDENTIFICATIVO IL  CUI  VALORE  SIA i
            COMPRESO TRA "100" E "139", OTTIENE IL SEGUENTE PANNELLO:
              ***************************************************
              *  P R O C E D U R A   R E T T I F I C A T I V I  *
              *    S U   S O T T O S I S T E M A   "8 1 0 0"    *
              *              D E F I N I Z I O N E              *
              ***************************************************
    OPZIONI:
             1) PAGAMENTO
             2) RIMBORSO
             3) PASSAGGIO AL RECUPERO CREDITI
             4) INOLTRO ALLE FASI SUCCESSIVE
             5) DISPLAY E/O STAMPA MODELLI IN LAVORAZIONE
             6) CREAZIONE SC28 VIRTUALE
             7) STRINGATURA
               DIGITA OPZIONE: _
                          AP2 PER TERMINARE
                NORME OPERATIVE
                ---------------
               ATTIVANDO L'OPZIONE 3 ("PASSAGGIO AL "RECUPERO CREDITI")
          VIENE RICHIESTO ALL'OPERATORE DI INDICARE IL TIPO DI OPERAZIO-
          NE DA ESEGUIRE.
                DIGITA:
                        1) PER MODD. DM 10/M-RA
                        2) PER REINCASSO
               SELEZIONANDO L'OPZIONE "1", VIENE CHIESTA L'INDICAZIONE
          DEL CONTO D'IMPUTAZIONE DELLE RETTIFICHE INSOLUTE CHE ASSUME I i
          SEGUENTI VALORI:
                  -  5264 PER DOCUMENTI FINO AL 31.12.88;
                  -  5483 PER DOCUMENTI DALL'1.1.89.
              SELEZIONANDO L'OPZIONE "2" (REINCASSO) INVECE IL CONTO  DI
         IMPUTAZIONE  DEI  DOCUMENTI  DA REINCASSARE  ASSUME  IL  VALORE i
         "1066".
              SULLO STESSO PANNELLO SU CUI VIENE DIGITATO IL CONTO D'IM-
         PUTAZIONE DEVE ESSERE FORNITA L'INFORMAZIONE RELATIVA ALLA MOTI
         VAZIONE DELLA COMPILAZIONE DEL MODELLO SC7/24. SE LE  REGISTRA-
         ZIONI SI RIFERISCONO A RETTIFICHE VARIATE IN QUANTO COMPRESE IN
         DOMANDE DI CONDONO AI SENSI DEL D.L.259/90 CONVERTITO CON LEGGE
         166/91  DEVE  ESSERE  APPOSTA  UNA  "Y"  NELL'  APPOSITO  CAMPO i
         PREVISTO DAL PANNELLO.
              OVVIAMENTE IL SUDDETTO CAMPO NON VA COMPILATO SE LE RETTI-
         FICHE IN TRATTAZIONE SONO INSOLUTE OVVERO SONO OGGETTO DI REIN-
         CASSO PER COMPENSAZIONE.
               VIENE QUINDI MESSO A DISPOSIZIONE DELL' OPERATORE IL SE-
         GUENTE PANNELLO CHE CONSENTE LA GESTIONE COMPLETA DEL MODELLO
         SC28  MEDIANTE L' ATTIVAZIONE COMBINATA DELLA RELATIVA FUNZIONE
         ED OPZIONE. ANALOGHE POSSIBILITA' SONO  ATTIVABILI PER IL SINGO
         LO " DOCUMENTO " ( NOTA DI RETTIFICA ) COMPRESO NEL MODELLO RIE
         PILOGATIVO IN ESAME.
        5.3.A )  FUNZIONE " A"  : ACQUISIZIONE
                 -------------
             ***************************************************
             *                                                 *
             *  P R O C E D U R A   R E T T I F I C A T I V I  *
             *    S U   S O T T O S I S T E M A   "8 1 0 0"    *
             *                                                 *
             ***************************************************
           A = ACQUISIZIONE
           V = VARIAZIONE                              SC28   = 1
           D = DISPLAY E/O STAMPA
           C = CANCELLAZIONE                        DOCUMENTO = 2
           Q = QUADRATURA
          _   <= DIGITA FUNZIONE              DIGITA OPZIONE => _
           CHIAVE SC28      MATRICOLA   NUM. INAD.  PROG.DOCUMENTO
       C/D   _     _       _             _             _
                                AP2  PER USCIRE
              LA PRIMA OPERAZIONE DA EFFETTUARE E' L'ACQUISIZIONE DEL
         MODELLO SC28; PERTANTO E'NECESSARIO DIGITARE PRELIMINARMENTE,
         NEI RISPETTIVI CAMPI, LA FUNZIONE "A" E L'OPZIONE "1".
              BISOGNA, ALTRESI', INSERIRE I SEGUENTI DATI:
         - CHIAVE SC28: NUMERO E ARTICOLO (IL "TIPO" RISULTERA' PRECOMPI
           LATO ASSUMENDO IL VALORE "C" PER LE RETTIFICHE ATTIVE ED IL
           VALORE "D" PER I DOCUMENTI PASSIVI);
         -  MATRICOLA:  OGNI  MODELLO SC28 DEVE RIFERIRSI  AD  UNA  SOLA i
                      AZIENDA;
         -  N.INADEMP: ATTRIBUITO DAL "RECUPERO  CREDITI"  SULL'ARCHIVIO i
                       D.S.  178.  IL PROGRAMMA  EFFETTUA  UN  CONTROLLO i  e
                       SULLA    PRESENZA    DELL'INADEMPIENZA   E     LA i
                       COMPATIBILITA'     DEL    "TIPO     SEGNALAZIONE" i
                      DELL'INADEMPIENZA IN RELAZIONE AL TIPO DEL MODELLOO
                       SC28 (  25 = DOCUMENT  INSOLUTI E 39 =  DOCUMENTI i
                       CONDONATI  EX  D.L. 259/90 CONVERTITO  CON  LEGGE i
                       166/91);
         - PROG. DOCUMENTO: IL CAMPO NON VA COMPILATO.
               ULTIMATA L'ACQUISIZIONE DEI DATI IDENTIFICATIVI DEL MODEL
          LO  SI  DEVE  PROVVEDERE   ALL'IMMISSIONE  DEI  DATI  RELATIVI i
          ALL'IMPORTO ED AL NUMERO DEI DOCUMENTI CONTENUTI.
               ALL'UOPO PREMENDO IL TASTO INVIO E' DISPONIBILE IL PANNEL
          LO CHE SEGUE:
              ***************************************************
              *                                                 *
              *  P R O C E D U R A   R E T T I F I C A T I V I  *
              *   A C Q U I S I Z I O N E   M O D. "S.C.28"     *
              *                                                 *
              ***************************************************
                   MATRICOLA  XXXXXXXXXX     N.INAD.  YYYY
                          TIPO                 C/D
                          NUM.ART.          AAAAAA
                          NUMERO             NNNNN
                          IMPORTO                _
                          NUM.DOCUMENTI          _
                        AP2 PER TORNARE AL MAIN
                        INVIO PER ACQUISIRE
               INSERITI I DATI RICHIESTI, E PREMUTO IL TASTO  INVIO, VIE
          NE VISUALIZZATO IL SEGUENTE MESSAGGIO:
                    *      AP2 PER TORNARE AL MAIN        *
                    *       == SC 28 ACQUISITO ==         *
                    *  INVIO  PER ACQUISIZIONE DOCUMENTI  *
           SE ESISTONO ALTRI MODD. SC 28 DA ACQUISIRE, L'OPERATORE DI-
        GITA IL TASTO AP2 E TORNA AL PANNELLO "FUNZIONI".
           PER L'ACQUISIZIONE DEI SINGOLI  DOCUMENTI, PREMENDO IL  TASTO i
     INVIO, VIENE PRESENTATO IL SEGUENTE PANNELLO:
             ***************************************************
             *  P R O C E D U R A   R E T T I F I C A T I V I  *
             *        ACQUISIZIONE RETTIFICHE INSOLUTE         *
             ***************************************************
             MATRICOLA AZIENDA XXXXXXXXXX NUM. INADEMPIENZA XXXX
                PROGR. RETTIFICA
                     _
                     _
                     _
                     _
                     _
                     _
                     _
                     _
                     _
                     _
                       INVIO PER ACQUISIRE
                         AP2 PER TORNARE AL MAIN
               SU DI ESSO DEVONO ESSERE ACQUISITI I PROGRESSIVI RETTIFI-
          CA DELLE REGISTRAZIONI DA TRASFERIRE AL RECUPERO CREDITI.
               COMPLETATA L'ACQUISIZIONE DEI SUDDETTI DATI IL TASTO DI
          "INVIO" INIZIA I CONTROLLI SUI DATI IMMESSI.
               IN CASO DI DATI ESATTI, IL PROGRAMMA FORNISCE A FIANCO DI
          CIASCUN "PROGR. RETTIFICA" DIGITATO, L'IMPORTO DEL SALDO RISUL
          TANTE IN DS 66 ED IL " COD. INTERVENTO" (VEDI APPENDICE " C ")
          SOLO SE ESSO CORRISPONDE AD UNO DEI SEGUENTI:
                  CP, CC, CV, CA, RP, RA, RR, VG.
               IN TALI CASI L'OPERATORE, DOPO AVER PORTATO A TERMINE LA
          ACQUISIZIONE  DEI  DATI  INERENTI ALTRE  "NOTE"  PRESENTI  NEL i
          MOD.  SC28  UTILIZZANDO UN  PANNELLO SUCCESSIVO, ED  APPONENDO i
          IL CARATTERE "Y" A FIANCO DI CIASCUNA RETTIFICA DEFINIBILE, IN
          TERROMPE LE OPERAZIONI RINVIANDO LA RICHIESTA DI "QUADRATURA"
          A DOPO AVER ACCERTATO O FATTO ACCERTARE LA REALE SITUAZIONE DI
          GESTIONE IN CUI SI TROVA LA RETTIFICA CONTRADDISTINTA DA UNO
          DEI SUDDETTI "CODICI INTERVENTO".
               VIENE INOLTRE VERIFICATA L'OMOGENEITA' DEI DOCUMENTI PRE-
          SENTI NEL MODELLO SC28 NEL SENSO CHE NON POSSONO COESISTERE DO
          CUMENTI  ATTIVI CON PASSIVI, DOCUMENTI INSOLUTI CON  DOCUMENTI i
          DA  REINCASSARE E DOCUMENTI COMPRESI IN DOMANDA DI CONDONO  AI i
          SENSI DEL D.L.259/90 CONVERTITO CON LEGGE 166/91 CON DOCUMENTI i
          TRATTATI AD ALTRO TITOLO.
                A SEGUITO DELLA "SOSPENSIONE" DELL'ACQUISIZIONE OVVERO
          DELL' ULTIMAZIONE DELLE RELATIVE OPERAZIONI SENZA SEGNALAZIONE
          DI ALCUNA MOTIVAZIONE DI ERRORE, PREMENDO IL TASTO "AP2" VIENE
          PRESENTATO IL SEGUENTE PANNELLO CHE EVIDENZIA  LO "STATO" DI
          ACQUISIZIONE DEL MODELLO SC28 INTERESSATO:
                   ****************************************
                   ****   ACQUISIZIONE    RETTIFICHE   ****
                   ****    PANNELLO   RIEPILOGATIVO    ****
                   ****************************************
                     SC28 IN LAVORAZIONE  T AAAAAA NNNNN
                         DICHIARATO              ACQUISITO
  IMPORTO     ==>> NNNNNNNN               NNNNNNNN
  NUM.CEDOLE  ==>> NNNN                   NNNN
                      INVIO  PER DISPLAY LISTA CEDOLE
                          PF1  PER STAMPA INTERO SC28
                           AP2  PER RITORNARE AL MAIN
               DI TUTTE LE RETTIFICHE ATTIVE CHE VENGONO TRASFERITE AL
          "RECUPERO CREDITI" VIENE AUTOMATICAMENTE PREDISPOSTA LA RISTAM
          PA  DA ESEGUIRE SUL MODELLO UFFICIALE IN USO (DM10-RA) CHE  VA i
         INVIATO, COME IN SEGUITO DESCRITTO, AL  "RECUPERO CREDITI".
               LA PREPARAZIONE DELLA SUDDETTA STAMPA E' DESCRITTA NEL PA
          RAGRAFO DELL' OPZIONE "STAMPE"   VEDI PUNTO 6.  ) DEL PRESENTE
          MANUALE.
          5.3.V )  FUNZIONE " V"  : VARIAZIONE
                 -------------
               PER QUESTA FUNZIONE VALGONO LE STESSE MODALITA' OPERATIVE
          GIA'  DESCRITTE  PER LA FUNZIONE DI VARIAZIONE DI  UN  MODELLO i
          SC28 DI TIPO "F" ( VEDI PUNTO 5.1.V).
        5.3.D )  FUNZIONE " D " : DISPLAY E/O STAMPA
                 -----------------------------------
               LA CONSULTAZIONE DELLO " STATO DI LAVORAZIONE " DEI DOCU-
          MENTI ACQUISITI  PUO' AVVENIRE, COME PER GLI ALTRI TIPI DI DO-
          CUMENTI,  UTILIZZANDO  LA  FUNZIONE "D"  ED  OPZIONE  "1"  DEL i
          PANNELLO  DI SEGUITO RIPORTATO, MEDIANTE LA  SOLA  DIGITAZIONE i
          DEI  DATI  IDENTIFICATIVI DEL MODELLO SC28  (SENZA  QUINDI  IL i
          NUMERO DI MATRICOLA AZIENDALE E IL NUMERO DI INADEMPIENZA).
             ***************************************************
             *                                                 *
             *  P R O C E D U R A   R E T T I F I C A T I V I  *
             *    S U   S O T T O S I S T E M A   "8 1 0 0"    *
             *                                                 *
             ***************************************************
           A = ACQUISIZIONE
           V = VARIAZIONE                              SC28   = 1
           D = DISPLAY E/O STAMPA
           C = CANCELLAZIONE                        DOCUMENTO = 2
           Q = QUADRATURA
          _   <= DIGITA FUNZIONE              DIGITA OPZIONE => _
           CHIAVE SC28      MATRICOLA   NUM. INAD.  PROG.DOCUMENTO
        C/D  _     _       _             _             _
                                AP2  PER USCIRE
              DIGITANDO IL TASTO INVIO, APPARE IL SEGUENTE PANNELLO:
              ***************************************************
              *                                                 *
              *  P R O C E D U R A   R E T T I F I C A T I V I  *
              *           D I S P L A Y   M O D. "SC 28"        *
              *                                                 *
              ***************************************************
                   MATRICOLA  XXXXXXXXXX     N.INAD.  YYYY
                IMPORTO ACQUISITO       XXXXXXXXXX
                          TIPO                 C/D
                          NUM.ART.          AAAAAA
                          NUMERO             NNNNN
                          IMPORTO       XXXXXXXXXX
                          DOCUMENTI DICHIAR.  =================================
                                             PREMERE PF1 PER STAMPA SITUAZIONE
SC 28                                                AP2 PER TORNARE AL MAIN
                                               INVIO PER VISUALIZZAZIONE DOCUME
NTI                                           PREMENDO IL TASTO "INVIO" SI PASS
A ALLA ELENCAZIONE DEI                 SINGOLI DOCUMENTI CHE LO COSTITUISCONO:
                                          *************************************
**************                            *  P R O C E D U R A   R E T T I F I
C A T I V I  *                            *             DISPLAY RETTIFICHE INSO
LUTE         *                            *************************************
**************
            MATRICOLA AZIENDA  XXXXXXXXXX  NUM. INADEMPIENZA  XXXX
             PROGR. RETTIFICA       IMPORTO        COD.INT.
                   XXXX        XXXXXXXXXXXXXXXX      XX
                   XXXX        XXXXXXXXXXXXXXXX      XX
                   XXXX        XXXXXXXXXXXXXXXX      XX
                   XXXX        XXXXXXXXXXXXXXXX      XX
                   XXXX        XXXXXXXXXXXXXXXX      XX
                   XXXX        XXXXXXXXXXXXXXXX      XX
                   XXXX        XXXXXXXXXXXXXXXX      XX
                   XXXX        XXXXXXXXXXXXXXXX      XX
                   XXXX        XXXXXXXXXXXXXXXX      XX
                   XXXX        XXXXXXXXXXXXXXXX      XX
                       PF1  PER STAMPARE SITUAZIONE SC28
                         AP2 PER TORNARE AL MAIN
                E' DA TENER PRESENTE CHE LA COLONNA INTESTATA "COD.INT."
          RISULTERA' COMPILATA SE ALMENO UNO DEI DOCUMENTI ELENCATI HA
          UN CODICE INTERVENTO COMPRESO TRA I SEGUENTI: CP, CC, CV, CA,
          RP, RA, RR, VG.
                IN OGNI CASO SI SOTTOLINEA CHE,NEL MODO SOPRA DESCRITTO,
          E' POSSIBILE VISUALIZZARE SOLTANTO L' INSIEME DEI DATI RELATI-
          VI A TUTTI I DOCUMENTI PRESENTI NEL MOD. SC28.
                PER LA VISUALIZZAZIONE DI UNA SINGOLA NOTA DI RETTIFICA
          INSERITA  IN  UN  MOD. SC28 E'  NECESSARIO,  INVECE,  ATTIVARE i
          DIRETTAMENTE LA FUNZIONE "D" - OPZIONE "2" .
        5.3.C )  FUNZIONE " C"  : CANCELLAZIONE
                 --------------------------------------------------------------
                                                                PER QUESTA FUNZ
IONE VALGONO LE STESSE MODALITA' OPERATIVE                 GIA' DESCRITTE PER L
A FUNZIONE DI CANCELLAZIONE DI UN MODELLO                  RIEPILOGATIVO DEI PA
GAMENTI DELLE NOTE DI RETTIFICA ATTIVE E                   PER LA CANCELLAZIONE
 DI UN SOLO DOCUMENTO (PUNTO 5.1.C).                     5.3.Q )  FUNZIONE " Q"
  : QUADRATURA                                                    -------------
               TALE FUNZIONE DEVE ESSERE ATTIVATA DALLO STESSO IDENTIFI-
        CATIVO CHE HA CURATO L' ACQUISIZIONE DEL MODELLO RIEPILOGATIVO.
               DIGITANDO  I  DATI IDENTIFICATIVI DEL MODELLO,  OLTRE  LA i
        FUNZIONE "Q" E L'OPZIONE "1", SI OTTIENE IL SEGUENTE PANNELLO:
              ***************************************************
              *                                                 *
              *  P R O C E D U R A   R E T T I F I C A T I V I  *
              *     Q U A D R A T U R A    M O D.  "S.C.28"     *
              *                                                 *
              ***************************************************
              DATI SC 28  :
                          TIPO                          C/D
                          NUMERO ARTICOLO            AAAAAA
                          NUMERO                      AAAAA
                          IMPORTO DICHIARATO NNNNNNNNNNNNNN
                          IMPORTO ACQUISITO  NNNNNNNNNNNNNN
                          DOCUMENTI DICHIARATI         NNNN
                          DOCUMENTI ACQUISITI          NNNN
          PREMERE PF1 PER EFFETTUARE QUADRATURA S.C.28
                  AP2 PER RITORNARE AL PANNELLO OPZIONI
              PREMENDO IL TASTO FUNZIONALE PF1 VENGONO VISUALIZZATI, IN
         CALCE ALLO STESSO PANNELLO, I SEGUENTI MESSAGGI:
                       >>>>    SC 28 QUADRATO    <<<<
                 PREMERE PF1 PER STAMPA LISTA DI QUADRATURA
                           AP2 PER TORNARE AL MAIN
               PREMENDO ULTERIORMENTE IL TASTO FUNZIONALE "PF1" VENGONO
         PREPARATI I DATI DI STAMPA NEGLI SPOOL.
              SE  IL PANNELLO EVIDENZIA UNA SQUADRATURA,  L'  OPERATORE, i
         PREMUTO  IL  TASTO  AP2, SUL PANNELLO  PROPOSTO,  DIGITATO  NEI i
         RISPETTIVI  CAMPI  I CARATTERI "D-1" OTTIENE IL  DISPLAY  DELLA i
         SITUAZIONE  ANALITICA  DI  ACQUISIZIONE  E PUO'  RICHIEDERE  LA i
         STAMPA   DELLA  LISTA  DI  SITUAZIONE   DELL'ACQUISIZIONE   DEL i
         MOD.SC28.
                SE  VIENE PRESENTATA, NEL PANNELLO DA ULTIMO ILLUSTRATO,
         LA   "QUADRATURA"  DEL  MODELLO,  L'OPERATORE   DELL'ISOLA   DI i
         PRODUZIONE:
                  - CHIEDE LA STAMPA, IN DUPLICE COPIA, DELLA "LISTA DI
                    QUADRATURA";
                  - ANNOTA SUL REGISTRO DI CARICO/SCARICO LA NOTIZIA
                    DELL'AVVENUTA QUADRATURA;
                  - ALLEGA AD UNA COPIA DELLA PREDETTA LISTA IL MODELLO
                    SC28 ACQUISITO E LA RISTAMPA DI TUTTE LE NOTE DI RET
                    TIFICA  DEFINITE PER PASSAGGIO AL SETTORE " RECUPERO
                    CREDITI"; TRASMETTE  A QUEST' ULTIMO SETTORE LA PRE-
                    DETTA  DOCUMENTAZIONE OLTRE AD  ALTRA  EVENTUALMENTE i
                    AGLI ATTI;
                  -  "INOLTRA" I MOD. SC28 INTERESSATI  ALLA  SUCCESSIVE i
                    FASI ELABORATIVE;
                  - ARCHIVIA IN APPOSITA RACCOLTA, IN ORDINE DI NUMERO
                    DEL MODELLO SC28, LA SECONDA COPIA DELLA " LISTA DI
                    QUADRATURA".
        5.4 )  INOLTRO ALLE FASI SUCCESSIVE ALLA DEFINIZIONE
               -----------------------------------------------
               L'OPZIONE  DI  "INOLTRO" PROVVEDE ALLA  PREPARAZIONE,  IN i
         AUTOMATICO, DELLE INFORMAZIONI INDISPENSABILI PER  L'ESECUZIONE i
         DELLE SUCCESSIVE FASI ELABORATIVE (STRINGATURA, TRASMISSIONE AL i
         D.B.   CENTRALE  DELLE  AZIENDE,  RIPARTIZIONE,   AGGIORNAMENTO i
         ARCHIVI PERIFERICI).
              OGNI  UTENTE POTRA' "INOLTRARE" SOLO I MODELLI QUADRATI E  i
         STAMPATI  (SE PREVISTO) DALLO STESSO IDENTIFICATIVO CHE  ATTIVA i
         L'OPZIONE  IN  ARGOMENTO. DALL' OPZIONE "5"  (DEFINIZIONE)  DEL i
         PANNELLO  MAIN SI OTTIENE IL PANNELLO DAL QUALE, CON  L'OPZIONE i
         "4",  VENGONO  VISUALIZZATI I DATI IDENTIFICATIVI  DEI  MODELLI i
         INOLTRABILI COME SI ESEMPLIFICA NEL PANNELLO CHE SEGUE:
             ***************************************************
             *  P R O C E D U R A   R E T T I F I C A T I V I  *
             *           DISPLAY MODELLI INOLTRABILI           *
             ***************************************************
                             CHIAVI MODELLI DISPONIBILI
                                                    > _   <
                                                    > _   <
                                                    > _   <
                                                    > _   <
                                                    > _   <
                                                    > _   <
                                                    > _   <
                                                    > _   <
                                                    > _   <
                                                    > _   <
                                                    > _   <
                                                    > _   <
                                                    > _   <
            DIGITARE "Y" IN CORRISPONDENZA DEI MODELLI DA INOLTRARE
                       INVIO PER MEMORIZZARE RICHIESTE
                         AP2 PER TORNARE AL MAIN
               L'EFFETTIVO "INOLTRO" AVVIENE SOLTANTO PER QUEI DOCUMENTI
          A FIANCO DEI QUALI, NEL PREDETTO PANNELLO, L' OPERATORE HA DI-
          GITATO, PER CONFERMA, IL CARATTERE "Y". LE RICHIESTE DI "INOL
          TRO" COSI' FORMULATE VENGONO MEMORIZZATE DIGITANDO IL TASTO
          "INVIO".
                LO SVOLGIMENTO DELLA FASE ELABORATIVA, RICHIESTA CON LA
          DIGITAZIONE DEL TASTO "AP2", VIENE INIZIATA CON LA VISUALIZZA
          ZIONE DEL PANNELLO CHE SEGUE:
             ***************************************************
             *                                                 *
             *  P R O C E D U R A   R E T T I F I C A T I V I  *
             *       F A S E     D I    " I N O L T R O "      *
             *                                                 *
             ***************************************************
     M O D E L L O   I N   E L A B O R A Z I O N E ==> T AAAAAA NNNNN
              AL TERMINE DELLA FASE, DIGITANDO IL TASTO "AP2", SI OTTIE-
         NE  LA  PREPARAZIONE  DELLA "LISTA DEI  MODELLI  INOLTRATI"  DA i
         STAMPARE  TRAMITE IL PROGRAMMA "4390" LA CUI "CODA  DI  STAMPA" i
         CONTIENE ANCHE L'IDENTIFICATIVO DELL' UTENTE (VEDI ALLEGATO 3)..
              EVENTUALI ERRORI RISCONTRATI IN QUESTA FASE VENGONO RILEVA
         TI, TRAMITE MESSAGGI A VIDEO, CON L'INDICAZIONE DELLA MOTIVAZIO
         NE E DELLE ATTIVITA' DA INTRAPRENDERE PER IL SUPERAMENTO DELLO
         ERRORE STESSO.
        5.5)  DISPLAY E/O STAMPA DEI MODELLI IN LAVORAZIONE
              ---------------------------------------------
              QUESTA OPZIONE CONSENTE LA VISUALIZZAZIONE DELLO "STATO DI i
         LAVORAZIONE" DEI MODELLI RIEPILOGATIVI IN GESTIONE.
              SE   ATTIVATA   DAL   "COORDINATORE   DELLE   ISOLE"    LA i
         VISUALIZZAZIONE EVIDENZIERA' TUTTI I MODELLI IN GESTIONE ED  IL i
         RELATIVO  UTENTE,  MENTRE  SARA' LIMITATA AI  SOLI  MODELLI  DI i
         PROPRIA COMPETENZA, SE ATTIVATA DA "OPERATORE DELL'ISOLA".
               AI  FINI DI UN TEMPESTIVO AGGIORNAMENTO DELL'ARCHIVIO  IL i
         "COORDDINATORE DELLE ISOLE" PERIODICAMENTE ATTIVA L' OPZIONE IN i
         ARGOMENTO  ONDE  EVITARE LA PROLUNGATA GIACENZA DI  MODELLI  IN i
         LAVORAZIONE.
               SI RAMMENTA CHE LA SEQUENZA ELABORATIVA DELLE FASI E'  LA i
         SEGUENTE:
                1  INOLTRO;
                2  STRINGATURA;
                3  TRASMISSIONE DELLE RETTIFICHE DEFINITE;
                4  RIPARTIZIONE;
                5  AGGIORNAMENTO ARCHIVI.
        5.6)  CREAZIONE SC28 VIRTUALE
              -----------------------
             DEFINIZIONE "PICCOLE DIFFERENZE" E REGISTRAZIONI ANNULLATE
             ----------------------------------------------------------
               LA " GESTIONE " DELLE REGISTRAZIONI PRESENTI IN ARCHIVIO
         PUO'  COMPORTARE LA  MODIFICA DEL SALDO  A DEBITO  O A CREDITO  i
         DELL'  AZIENDA  FINO  AD  ANNULLARLO  OVVERO  A   RENDERLO  NON i
         ADDEBITABILE NE' RIMBORSABILE.
              PER   L'   "INOLTRO"  DELLE  SUDDETTE   REGISTRAZIONI   E' i
         NECESSARIO  "CREARE" UN MODELLO SC28, CHIAMATO "VIRTUALE",  CON i
         FUNZIONE  DI  DOCUMENTO RIEPILOGATIVO IN ASSENZA  DI  DOCUMENTO i
         CARTACEO DI SUPPORTO.
              LA NUMERAZIONE DEI SUDDETTI MODELLI VIRTUALI E'  GESTITA A
         PROGRAMMA. ESSI SONO FACILMENTE INDIVIDUABILI IN QUANTO  HANNO
         LA SEGUENTE STRUTTURA:
                      TIPO SC24 = F;
                      ARTICOLO  = 9999XX;
                      NUMERO    = AMMGG.
              LE DUE "XX" FINALI DELL' ARTICOLO RAPPRESENTANO UNA NUMERA
         ZIONE ANNUALE PROGRESSIVA. OGNI ELABORAZIONE CHE SI CONCLUDE PO
         SITIVAMENTE COMPORTA L'INCREMENTO DEL "NUMERO ARTICOLO" E  PER-
         TANTO L' OPZIONE IN ARGOMENTO  PUO' ESSERE ATTIVATA, NEL CORSO
         DELLO STESSO ANNO SOLARE, AL MASSIMO "99" VOLTE.
              IL VALORE "AMMGG" INVECE VIENE FORMATO SULLA BASE DELLA DA
         TA DI ATTIVAZIONE DELL'OPZIONE ED E' COSTITUITO DALLA CIFRA DEL
         L'UNITA' CORRISPONDENTE ALL' ANNO ("A"), AL MESE ("MM") E AL
         GIORNO ("GG").
              ALL'  UOPO BISOGNA ATTIVARE, ALMENO CON FREQUENZA  MENSILE i
         DALL'  UTENTE  CON  IDENTIFICATIVO  "166",  L'OPZIONE  "5"  DEL i
         PANNELLO MAIN DELLA PROCEDURA DAL QUALE SCEGLIERE L'OPZIONE "6"
         (CREAZIONE SC28 VIRTUALE) PER OTTENERE IL PANNELLO SEGUENTE:
              ***************************************************
              *  P R O C E D U R A   R E T T I F I C A T I V I  *
              *    S U   S O T T O S I S T E M A   "8 1 0 0"    *
              *             CREAZIONE SC28 VIRTUALE             *
              *        (PICCOLE DIFFERENZE E ANNULLATI)         *
              ***************************************************
               OPZIONI:
               1) SC28 VIRTUALE PER ANNI 89 E SEGUENTI
               2) SC28 VIRTUALE PER ANNI 88 E PRECEDENTI
                              ==>
                   AP2 PER USCIRE       INVIO PER CONTINUARE
             L OPERATORE DEVE SCEGLIERE, ATTRAVERSO LA DIGITAZIONE DELLA
         OPZIONE,  L'  ELABORAZIONE  DA ATTIVARE E  PREMENDO  IL   TASTO i
         "INVIO"  SI OTTIENE IL PANNELLO SEGUENTE:
              ***************************************************
              *  P R O C E D U R A   R E T T I F I C A T I V I  *
              *    S U   S O T T O S I S T E M A   "8 1 0 0"    *
              *             CREAZIONE SC28 VIRTUALE             *
              *        (PICCOLE DIFFERENZE E ANNULLATI)         *
              ***************************************************
                      DATA ULTIMA ATTIVAZIONE  XX/XX/XX
                   AP2 PER USCIRE       INVIO PER CONTINUARE
             L' INFORMAZIONE RELATIVA ALLA DATA DELL' ULTIMA ATTIVAZIO-
         NE NON SARA' PRESENTE IN CASO DI PRIMA ATTIVAZIONE.
              DOPO  LA DIGITAZIONE DEL TASTO "INVIO" IL  PANNELLO  VIENE i
         MODIFICATO  E COMPLETATO CON ALTRE INFORMAZIONI COME SI  EVINCE i
         DALL'ESEMPIO CHE SEGUE:
              ***************************************************
              *                                                 *
              *  P R O C E D U R A   R E T T I F I C A T I V I  *
              *    S U   S O T T O S I S T E M A   "8 1 0 0"    *
              *             CREAZIONE SC28 VIRTUALE             *
              *        (PICCOLE DIFFERENZE E ANNULLATI)         *
              ***************************************************
                   ELABORAZIONE IN CORSO PER PERIODI ZZZZZZZZZ
                     SC28 IN PREPARAZIONE  F 9999XX NNNNN
                     RECORDS LETTI         XXXXXX
                     RECORDS ELABORATI     XXXXXX
        L'ELABORAZIONE PUO' ESSERE INTERROTTA ATTIVANDO DA ID 165
                IL PGM 556 (PGM=5140 TIPO JOB=240)
             LA STRINGA "ZZZZZZZZZ" POTRA' ASSUMERE IL VALORE "ANTE 89"
         OVVERO "POST 88" IN RELAZIONE ALL' OPZIONE SCELTA.
              I VALORI RELATIVI AI RECORDS LETTI ED ELABORATI VENGONO AG
         GIORNATI OGNI 100 DOCUMENTI LETTI. CON LA STESSA FREQUENZA VIE-
         NE ESAMINATA L' EVENTUALE RICHIESTA D' INTERRUZIONE.
              IN CASO AFFERMATIVO, L' AVVENUTA INTERRUZIONE VIENE COMUNI
         CATA CON OPPORTUNO MESSAGGIO.
              OVVIAMENTE LA CIRCOSTANZA DELLA RIPARTENZA  DELL' ELABORA-
         ZIONE, CHE PUO' AVVENIRE SOLTANTO A SEGUITO  DELL' IMPOSTAZIONE
         DELLE STESSE OPERAZIONI DESCRITTE IN PRECEDENZA  E CHE RIPRENDE
         DAL PUNTO IN CUI SI ERA INTERROTTA, SARA' EVIDENZIATA SUL MEDE-
         SIMO PANNELLO CON OPPORTUNO MESSAGGIO.
              L' ELABORAZIONE VIENE AUTOMATICAMENTE INTERROTTA NEL  CASO
         IN CUI IL NUMERO DELLE REGISTRAZIONI COMPRESE NEL MODELLO  SC28
         IN PREPARAZIONE RAGGIUNGA IL VALORE "5000". LA CIRCOSTANZA VIE-
         NE EVIDENZIATA CON OPPORTUNO MESSAGGIO ED OVVIAMENTE L'OPERATO-
         RE DEVE RIATTIVARE L'ELABORAZIONE INTERROTTA PER LIMITE MASSIMO
         DI  DOCUMENTI.  IL NUMERO ARTICOLO DEL MODELLO  VIRTUALE  DELLA i
         SUCCESSIVA  ELABORAZIONE RISULTERA' INCREMENTATA DI UNA  UNITA' i
         RISPETTO AL PRECEDENTE.
              LA REGOLARE CONCLUSIONE DELL'ELABORAZIONE VIENE EVIDENZIA-
         DERE ALLA STAMPA, CHE VIENE AUTOMATICAMENTE PREDISPOSTA, MEDIAN
         TE ATTIVAZIONE DEL PROGRAMMA "4390".
              LA  SUDDETTA  STAMPA CONTIENE I DATI  IDENTIFICATIVI  DEL i
         MODELLO,  L'IMPORTO  TOTALE  DEI SALDI  NON  ADDEBITATI O   NON i
         RIMBORSATI E L'ELENCAZIONE DELLE REGISTRAZIONI ELABORATE.
            FASI ELABORATIVE SC28 VIRTUALE
            ------------------------------
              IL  MODELLO SC28 VIRTUALE VIENE MEMORIZZATO, PER  LE  FASI i
          SUCCESSIVE,  NEL D.S. 97 (ARCHIVIO SC28 E IP6/BIS ACQUISITI).
              LA PREPARAZIONE DELLA STAMPA DI TUTTE LE REGISTRAZIONI COM
         PRESE NEL SUDDETTO MODELLO E' AUTOMATICA E L'OPERATORE DEVE SOL
         TANTO ATTIVARE IL PROGRAMMA "4390".
              DOPO TALE OPERAZIONE LA TRATTAZIONE DEL MOD. SC28 AVVIENE
         IN MODO ANALOGO A QUELLO PREVISTO PER GLI ALTRI DOCUMENTI CARTA
         CEI   (INOLTRO,  STRINGATURA,  TRASMISSIONE,   RIPARTIZIONEE    i
         AGGIORNAMENTO ARCHIVI).
        5.7)  STRINGATURA
              -----------
              LA FASE DI "STRINGATURA" (APPOSIZIONE DELLE STRINGHE CON-
         TRIBUTIVE  AGLI  IMPORTI  DELLE RIGHE ERRATE  PER  LA  CORRETTA i
         RIPARTIZIONE  CONTABILE  DELLE  PARTITE  PRESENTI  SU  CIASCUNA i
         REGISTRAZIONE  COMPRESA  IN DOCUMENTI  INOLTRATI)  DEVE  ESSERE i
         AVVIATA COME SEGUE:
                 - ATTIVARE PGM 5100 DA OPERATORE "166";
                 - SCEGLIERE L' OPZIONE "5" (DEFINIZIONE);
                 - ATTIVARE L' OPZIONE "7" DEL PANNELLO "DEFINIZIONE".
              VIENE VISUALIZZATO IL SEGUENTE PANNELLO:
             ***************************************************
             *                                                 *
             *  P R O C E D U R A   R E T T I F I C A T I V I  *
             *       F A S E     D I    "  STRINGATURA  "      *
             *                                                 *
             ***************************************************
  M O D E L L O   I N   E L A B O R A Z I O N E ==> T AAAAAA NNNNN
             LA FINE DELL' ELABORAZIONE VIENE EVIDENZIATA CON APPOSITO
         MESSAGGIO A VIDEO.
        6)  STAMPE E UTILITY
            ----------------
               L'  OPZIONE  "6" DEL MAIN DEL PGM  "5100"  VISUALIZZA  IL i
          SEGUENTE PANNELLO:
              **********************************************
              *     PROCEDURA RETTIFICATIVI SU  "8100"     *
              **********************************************
      OPZIONI:
             1 - STAMPA LISTA RETTIFICHE MOVIMENTATE
             2 - RISTAMPA MODELLI DM10M/RA
             3 - RISTAMPA MODELLI DM10M/RP
             4 - STAMPA DM10M/RA PER REGOLARIZZAZIONE
             5 - CANCELLAZIONE LISTA MOVIMENTATE
             6 - CANCELLAZIONE RISTAMPA DM10M/RA
             7 - CANCELLAZIONE RISTAMPA DM10M/RP
             8 - CANCELLAZIONE DM10M/RA PER REGOLARIZZAZIONE
             9 - STAMPE GENERALIZZATE
          BATTI OPZIONE:_
                            AP2 PER USCIRE
               LE PRIME OTTO OPZIONI SONO  ATTIVABILI SOLTANTO DA UTENTI
          CON IDENTIFICATIVO DA "165" A "167" MENTRE L'ULTIMA OPZIONE E'
          ATTIVABILE DAGLI IDENTIFICATIVI DA "100" A "139".
               LA DIFFERENZA DI UTENTI ABILITATI E'  GIUSTIFICATA  DALLA
          CONSIDERAZIONE CHE LE STAMPE PRODOTTE DALLE PRIME OTTO OPZIONI
          NON SONO SELEZIONABILI PER "CODICI GUIDA". SARA' PERTANTO COM-
          PITO DEL "COORDINATORE DELL'ISOLA" DIVIDERE LE STAMPE PRODOTTE
          (AD ECCEZIONE DELLA LISTA MOVIMENTATE) TRA GLI INTERESSATI.
               TUTTE LE STAMPE SONO GESTITE MEDIANTE CREAZIONE DI " CODE
          DI STAMPA " DA ESEGUIRE TRAMITE PROGRAMMA "4390". I NOMI CHE
          SONO STATI ASSEGNATI ALLE SUDDETTE "CODE DI STAMPA" NE CONSEN-
          TONO UNA RAPIDA ED UNIVOCA INDIVIDUAZIONE (VEDI  ALLEGATO 3).
             6.1) = OPZIONE 1 - STAMPA LISTA MOVIMENTATE
                    ------------------------------------
               E' POSSIBILE OTTENERE LA LISTA DELLE "REGISTRAZIONI" PRE-
          SENTI IN D.S. 66 SULLE QUALI SI E' INTERVENUTO IN VARIAZIONE O
          ANNULLAMENTO.  LA  LISTA  COMPRENDE,  ALTRESI',  LE  NOTE   DI i
          RETTIFICA  EMESSE  DI INIZIATIVA DELLA SEDE CON  DIFFERENZE A  i
          TITOLO DI SGRAVI.
               LA  LISTA  DEVE  ESSERE STAMPATA  PERIODICAMENTE  PER  LA i
          VERIFICA  A  CAMPIONE  DELLE RELATIVE  PARTITE  DA  PARTE  DEL i
          DIRIGENTE IL REPARTO R.C..
               LA LISTA "MOVIMENTATE" FORNISCE I SEGUENTI DATI:
                      A) - MATRICOLA AZIENDA;
                      B) - PROGRESSIVO RETTIFICA;
                      C) - CHIAVE DM10 ( SC7/24, DM11, DM10)
                      D) - PERIODO DI RIFERIMENTO DELLA RETTIFICA;
                      E) - SALDO DELLA NOTA DI RETTIFICA;
                      F) - DATA DI SCADENZA DELLA NOTA DI RETTIFICA;
                      G) - IL CODICE "TIPO RETTIFICA";
                      H) - LA DATA DELL'OPERAZIONE;
                      I) - SGRAVI  INDEBITI (IN CASO  DI  PRESENZA  DI
                           DIFFERENZA A TALE TITOLO INDICA:"SI");
                      L) - ANNOTAZIONI (A DISPOSIZIONE DELL'UTILIZZATORE
                           DELLA LISTA).
               DEI DATI INDICATI SUB "E", "F", "G", "H" VIENE FORNITO
          IL VALORE PRECEDENTE E QUELLO MODIFICATO.
               IMPOSTANDO L' OPZIONE  "1" , SE NELLA COLLEZIONE ESISTONO e
          RECORDS DA ELABORARE, VIENE AVVIATA L' ELABORAZIONE E PREDISPO
          STA LA RELATIVA "CODA DI STAMPA".
               SE LA STAMPA E' STATA GIA' ESEGUITA E NON ANCORA CANCELLA
          TA, APPARE IL MESSAGGIO:
                 <<  STAMPA GIA' ESEGUITA ==> INVIO PER RIESECUZIONE  >>
                 <<    ALTRIMENTI ATTIVARE OPZIONE DI CANCELLAZIONE   >>
               L'EVENTUALE RIESECUZIONE PRODUCE LA RISTAMPA DELLA LISTA.
          PER   OTTENERE   LA   LISTA   DELLE   PRATICHE   "MOVIMENTATE" i
          SUCCESSIVAMENTE   OCCORRE   PRELIMINARMENTE   PROCEDERE   ALLA i
          CANCELLAZIONE DELLA PRECEDENTE LISTA ( VEDI OPZIONE "5"  DELLO i
          STESSO PANNELLO).
             6.3) = OPZIONE 2 - RISTAMPA MODELLI DM10M/RA
                    -------------------------------------
             6.3) = OPZIONE 3 - RISTAMPA MODELLI DM10M/RP
                    ------------------------------------
               CIASCUNA DI QUESTE OPZIONI CONSENTE DI STAMPARE, SUL MODU
          LO IN USO, LE "NOTE" DI CUI SI E' GIA' CHIESTA LA STAMPA IN FA
          SE DI VARIAZIONE O DI ACQUISIZIONE DI UNA RETTIFICA EMESSA AD
          INIZIATIVA DELLA SEDE. I RELATIVI DATI ( CHE SONO STATI, COME
          DETTO, GIA' IMMESSI IN COLLEZIONE) SONO DISPONIBILI NELLE CODE
          DI STAMPA.
               DIGITANDO IL TASTO "INVIO" VIENE EFFETTUATO UN CONTROLLO
          SULLA PRESENZA DI UNA PRECEDENTE " CODA DI STAMPA" NON ANCORA
          CANCELLATA NEL QUAL CASO VIENE VISUALIZZATO IL MESSAGGIO:
             << CODA GIA' PRESENTE IN SPOOL - ATTIVARE PGM 4390 >>
               QUALORA  IL  CONTROLLO DIA ESITO  POSITIVO  IL  PROGRAMMA i
         VISUALIZZA IL RECORD IN ELABORAZIONE. TERMINATO LO  SCORRIMENTO i
         DELLA COLLEZIONE VIENE PRESENTATA IL PANNELLO DI  "ELABORAZIONE i
         TERMINATA" ED INVITO AD ATTIVARE IL PGM. 4390.
               LA STAMPA FISICA DELLE "NOTE" E' PRECEDUTA DALLA EMISSIO
          NE DI DUE MODULI COMPILATI CON IL CARATTERE "X" ONDE CONSENTI-
          RE L' ESATTO POSIZIONAMENTO DEL MODULO.
             6.4) = OPZIONE 4 - STAMPA DM10M/RA PER REGOLARIZZAZIONE
                   -----------------------------------------------
               CON QUESTA OPZIONE E' POSSIBILE OTTENERE LA STAMPA DELLE
          NOTE DI RETTIFICA ATTIVE (INSOLUTE O CONDONATE) DA AVVIARE  AL i
          "RECUPERO  CREDITI".  LE RELATIVE  REGISTRAZIONI  SONO  QUELLE i
          ESTRATTE   IN  MODO   MIRATO   O   MEDIANTE   LO   SCORRIMENTO i
          DELL'ARCHIVIO (OPZIONE "9" DESCRITTA PIU'AVANTI) E COMPRESE IN i
          SC28 DI TIPO "C".
               LA RISTAMPA DELLE RETTIFICHE PASSIVE, PER IL TIPO DI DEFI
          NIZIONE  IN ESAME, NON E' PREVISTA IN QUANTO GIA' STAMPATA  IN i
          DUPLICE  COPIA  AL MOMENTO DELL'EMISSIONE.
             6.5) = OPZIONE 5 - CANCELLAZIONE LISTA MOVIMENTATE
                    -------------------------------------------
                  L' ATTIVAZIONE DI  QUESTA  OPZIONE  E'  INDISPENSABILE
          QUANDO, SUCCESSIVAMENTE ALLA STAMPA DI UNA LISTA DI PRATICHE
          "MOVIMENTATE", SONO STATI EFFETTUATI ALTRI INTERVENTI DI VARIA
          ZIONE/ANNULLAMENTO  OD  EMISSIONE DI  RETTIFICHE  D'INIZIATIVA i
          DELLA  SEDE. IN CASO CONTRARIO LA LISTA, DI CUI SI OTTIENE  LA i
          STAMPA CON L'OPZIONE "1" PRECEDENTEMENTE DESCRITTA, E'  SEMPRE i
          QUELLA GIA' EMESSA ALMENO UNA VOLTA.
                  SE QUESTA OPZIONE VIENE ATTIVATA SENZA AVER MAI EFFET-
          TUATO ALMENO UNA VOLTA LA STAMPA DI QUANTO REGISTRATO NELL' AP
          POSITA COLLEZIONE, VIENE VISUALIZZATO IL SEGUENTE MESSAGGIO:
                     << SCELTA OPZIONE NON IN SEQUENZA >>
               DELL'OPZIONE DI CANCELLAZIONE VIENE RICHIESTA LA CONFERMA
          MEDIANTE LA RIDIGITAZIONE DELLA STESSA.
               IL TASTO "AP2" CONSENTE DI NON ESEGUIRE LA CANCELLAZIONE,
          IN CASO DI ERRATA DIGITAZIONE. IL MESSAGGIO SEGUENTE SEGNALA
          LA REGOLARE CONCLUSIONE DELL' OPZIONE RICHIESTA:
                      << CANCELLAZIONE EFFETTUATA >>
             6.6) = OPZIONE 6 - CANCELLAZIONE RISTAMPA DM10M/RA
                    -------------------------------------------
             6.7) = OPZIONE 7 - CANCELLAZIONE RISTAMPA DM10M/RP
                    -------------------------------------------
             6.8) = OPZIONE 8 - CANCELLAZIONE DM10M/RA PER REGOLARIZZ.
                    -----------------------------------------------------------
                           PER QUESTE OPZIONI VALGONO LE STESSE ISTRUZIONI GIA'
                   IMPARTITE AL PRECEDENTE PUNTO 6.5 ( CANCELLAZIONE DELL  LIST
A                  DELLE MOVIMENTATE).
                 6.9) = OPZIONE 9 - STAMPE GENERALIZZATE
                        --------------------------------
                         QUESTA OPZIONE E' ATTIVABILE SOLO DA IDENTIFICATIVI UT
EN                 TE "ISOLA DI PRODUZIONE" ( DA "100" A "139").
                         DA ESSA SI ACCEDE AL PANNELLO CHE DI SEGUITO SI RIPROD
U-                 CE:
               PROCEDURA RETTIFICATIVI SU SOTTOSISTEMA 8100
               PROGRAMMA '5120' - STAMPE GENERALIZZATE DS66
      FUNZIONI DI STAMPA :
          >> A << . . . . LISTA RETTIFICHE ATTIVE NON DEFINITE
          >> B << . . . .RETTIFICHE INSOLUTE AD UNA CERTA DATA
          >> C << . . . .LISTA DM10M/P E DM10M-RP NON DEFINITI
          >> D << . . . . .         SITUAZIONE SINGOLA AZIENDA
          >> E << . . . . . . . .RETTIFICHE DA DM10/M INSOLUTI
    POSIZIONARE IL CURSORE SOTTO LA FUNZIONE DESIDERATA E PREMERE INVIO,
    ALTRIMENTI, PREMERE AP2 PER USCIRE DAL PROGRAMMA
                PER L' ATTIVAZIONE DI UN' OPZIONE BISOGNA POSIZIONARE IL
          CURSORE SOTTO LA LETTERA CHE LA CONTRASSEGNA.
        6.9.A): LISTA RETTITIFICHE ATTIVE NON DEFINITE
                --------------------------------------
                  CONSENTE DI OTTENERE UN TABULATO CHE RIPORTA, PER TUT-
          TE LE REGISTRAZIONI ATTIVE NON DEFINITE PRESENTI NELL'ARCHIVIO
          LOCALE DELLE RETTIFICHE, I SEGUENTI DATI:
                     - MATRICOLA AZIENDA;
                     - DENOMINAZIONE AZIENDA;
                     - PROGRESSIVO RETTIFICA;
                     - CHIAVE DEL MOD. DM10 ORIGINARIO;
                     - PERIODO DI RIFERIMENTO;
                     - SALDO DELLA NOTA DI RETTIFICA ATTIVA;
                     - DATA DI SCADENZA;
                     - ANNOTAZIONI: SPAZIO DISPONIBILE PER L' UTENTE E
                       PER INFORMAZIONI FORNITE A PROGRAMMA.
                  E' POSSIBILE OTTENERE UNA STAMPA PARZIALE DELLE REGI-
          STRAZIONI PRESENTI NELL'ARCHIVIO LOCALE DELLE RETTIFICHE SELE-
          ZIONANDO L'ELABORAZIONE PER "CODICI GUIDA" MEDIANTE LA DIGITA-
          ZIONE DI UNA "X" IN CORRISPONDENZA DEL/DEI CODICI GUIDA DA ELA
          BORARE.
                  L'ELABORAZIONE PUO' ESSERE INTERROTTA ATTIVANDO ( DA
          UTENTE "165" ) IL PROGRAMMA 5120. LE STAMPE PRODOTTE SINO ALLA
          INTERRUZIONE NON VENGONO RESE DISPONIBILI.
        6.9.B): RETTIFICHE INSOLUTE AD UNA CERTA DATA
                -------------------------------------
                  QUESTA OPZIONE CONSENTE DI OTTENERE, MEDIANTE LO SCOR-
          RIMENTO DELL' INTERO ARCHIVIO LOCALE DELLE NOTE DI RETTIFICA,
          UN TABULATO  DELLE REGISTRAZIONI RELATIVE A "NOTE DI RETTIFI-
          CA" ATTIVE CHE NON RISULTANO DEFINITE CON IL PAGAMENTO ENTRO
          LA DATA FORNITA DALL' OPERATORE.
                  L' UTILIZZAZIONE E LA GESTIONE DI TALE LISTA E' STATA
          DESCRITTA IN OCCASIONE DELLA TRATTAZIONE DELLA "DEFINIZIONE"
          DELLE REGISTRAZIONI PRESENTI IN D.S. 66.
                  PER OTTENERE LA LISTA, DOPO AVER POSIZIONATO IL CURSO
          RE  SOTTO  LA LETTERA "B", E' NECESSARIO DIGITARE LA  DATA  DI i
          RIFERIMENTO.
                  E' POSSIBILE ESCLUDERE LE REGISTRAZIONI CHE SI RIFERI-
          SCONO AD AZIENDE CON CODICE STATISTICO OPERATIVO  "2.XX.XX" E
          "3.XX.XX" COSI' COME E' POSSIBILE LIMITARE L' ELABORAZIONE AD
          UNO O PIU' CODICI GUIDA.
                  E'  POSSIBILE  INOLTRE  CHIEDERE  CHE  L'ELABORAZIONE
          PRENDA   IN  ESAME  SOLAMENTE ALCUNI  CODICI  INTERVENTO  ( AL i
          MASSIMO  TRE  PER  OGNI  ELABORAZIONE).  I  CODICI  INTERVENTO i
          SELEZIONABILI SONO I SEGUENTI:
                    CP = CONTESTAZIONE PERVENUTA;
                    CV = CONTESTATA E VARIATA;
                    CC = CONTESTATA E CONFERMATA;
                    RP = RICORSO PERVENUTO;
                    RC = RICORSO AL COMITATO;
                    RR = RICORSO RESPINTO.
                  I DATI ELENCATI SULLA LISTA SONO:
                     - MATRICOLA AZIENDA;
                     - DENOMINAZIONE AZIENDA;
                     - PROGRESSIVO RETTIFICA;
                     - CHIAVE DEL MOD. DM10 ORIGINARIO;
                     - PERIODO DI RIFERIMENTO;
                     - SALDO DELLA NOTA DI RETTIFICA;
                     - DATA DI SCADENZA;
                     - CODICE INTERVENTO;
                     - IMPORTO DI EVENTUALI SANZIONI;
                     - ANNOTAZIONI: SPAZIO DISPONIBILE PER L' UTENTE E
                       PER INFORMAZIONI FORNITE A PROGRAMMA.
                LE MODALITA' D'INTERRUZIONE DELL' ELABORAZIONE SONO IDEN
          TICHE A QUELLE DESCRITTE AL PUNTO 6.9.A (DA UTENTE "165" ATTI-
          VAZIONE DEL PROGRAMMA 5120).
        6.9.C): LISTA DM10M/P E DM10M-RP NON DEFINITI
                -------------------------------------
                 CON QUESTA FUNZIONE SI OTTIENE UNA LISTA CHE ELENCA TUT
          TE LE REGISTRAZIONI CON SALDO PASSIVO PRESENTI NELL' ARCHIVIO
          LOCALE OVVERO SOLO QUELLI RELATIVI ALLE AZIENDE CON CODICE GUI
          DA COMPRESO TRA QUELLI PRESCELTI.
                  LE OPERAZIONI DA ESEGUIRE SONO QUELLE GIA' DESCRITTE
          PER LA PRECEDENTE FUNZIONE "A".
                  I DATI ELENCATI SULLA LISTA CHE SI OTTIENE SONO:
                     - MATRICOLA AZIENDA;
                     - DENOMINAZIONE AZIENDA;
                     - PROGRESSIVO RETTIFICA;
                     - CHIAVE DEL MOD. DM10 ORIGINARIO;
                     - PERIODO DI RIFERIMENTO;
                     - SALDO DELLA NOTA DI RETTIFICA PASSIVA OVVERO DEL
                       MODELLO DM10 PASSIVO ESATTO;
                     - TIPO DOCUMENTO;
                     - ANNOTAZIONI: SPAZIO DISPONIBILE PER L' UTENTE E
                       PER INFORMAZIONI FORNITE A PROGRAMMA.
          TICHE A QUELLE DESCRITTE AL PUNTO 6.9.A (DA UTENTE "165" ATTI-
          VAZIONE DEL PROGRAMMA 5120).
        6.9.D): SITUAZIONE SINGOLA AZIENDA
                --------------------------
                  E' POSSIBILE, ATTIVANDO QUESTA FUNZIONE, OTTENERE UN
          "ESTRATTO CONTO AZIENDALE" COMPRENDENTE TUTTE LE REGISTRAZIONI
          CHE,  PER LA STESSA AZIENDA, RISULTANO ANCORA PRESENTI  E  NON i
          DEFINITE NEL D.S. 66.
                  DOPO LA DIGITAZIONE DELLA MATRICOLA INTERESSATA VIENE
          EFFETTUATA UNA LETTURA DELL'ARCHIVIO E, SE VI SONO DELLE REGI-
          STRAZIONI VIENE VISUALIZZATO IL SEGUENTE MESSAGGIO:
                   <<  LISTA SITUAZIONE AZIENDA PRONTA IN SPOOL  >>
                   << PER DIGITARE ALTRA MATRICOLA PREMERE INVIO >>
                   <<    PER USCIRE DAL PROGRAMMA PREMERE AP2    >>
                      (PER ESEGUIRE LE STAMPE ATTIVARE PGM 4390)
                  PREMENDO IL TASTO "INVIO" PUO' ESSERE DIGITATO IL NUME
          RO DI MATRICOLA DI UN' ALTRA AZIENDA.
                  ALLA FINE DELLE IMMISSIONI SI PROCEDE ALLA STAMPA CON
          LE CONSUETE MODALITA'.
        6.9.E): RETTIFICHE DA DM10/M INSOLUTI
                -----------------------------
                 CON QUESTA FUNZIONE SI OTTIENE UNA LISTA DELLE REGISTRA
          ZIONI DELL' ARCHIVIO 66 RELATIVE A RETTIFICHE PROVENIENTI DA
          MODELLI DM10 INSOLUTI COMPRESI IN SC24 DI TIPO "5" O "7" O CON i
          "TIPO RETTIFICA" AVENTI IL VALORE "13", "23", "83" E "93".
                  I DATI ELENCATI SULLA LISTA SONO:
                     - MATRICOLA AZIENDA;
                     - DENOMINAZIONE AZIENDA;
                     - PROGRESSIVO RETTIFICA;
                     - CHIAVE DEL MOD. DM10 ORIGINARIO;
                     - PERIODO DI RIFERIMENTO;
                     - SALDO DELLA NOTA DI RETTIFICA ATTIVA;
                     - DATA DI SCADENZA;
                     - TIPO RETTIFICA ( PASSIVA/ATTIVA );
                     - ANNOTAZIONI: SPAZIO DISPONIBILE PER L' UTENTE E
                       PER INFORMAZIONI FORNITE A PROGRAMMA.
        7)  RISTAMPA RETTIFICA
            ------------------
                 CON QUESTA OPZIONE E' POSSIBILE  OTTENERE  LA RISTAMPA
          DI UNA REGISTRAZIONE PRESENTE IN ARCHIVIO E CHE SI RIFERISCA A
          RETTIFICA ATTIVA OVVERO PASSIVA SU MODELLO  UFFICIALE  AI FINI
          DI EVENTUALE RINOTIFICA ALL' AZIENDA. NON E' PERTANTO IPOTIZZA
          BILE LA RISTAMPA DI UN MODELLO DM10 PASSIVO ESATTO.
                 I DATI RICHIESTI PER OTTENERE LA RISTAMPA SONO GLI STES
          SI PREVISTI PER LA CONSULTAZIONE OVVERO LA MATRICOLA AZIENDALE
          E IL PROGRESSIVO RETTIFICA, SE NOTO, OVVERO LA SUA  INDIVIDUA-
          ZIONE DALL' ELENCO DELLE REGISTRAZIONI PRESENTI IN ARCHIVIO.
        8)  AGGIORNAMENTO ARCHIVI
            ---------------------
              QUESTA FASE FINALE DELLA PROCEDURA DEVE ESSERE ATTIVATA DA
         OPERATORE CON IDENTIFICATIVO "166" MEDIANTE L' OPZIONE "8" DEL
         PANNELLO MAIN DELLA PROCEDURA LA CUI ATTIVAZIONE VISUALIZZA, SE
         VI SONO REGISTRAZIONI DA AGGIORNARE, IL SEGUENTE PANNELLO:
             *
                                 **                                          **
'                                **                                          **
'                                **     AGGIORNAMENTO ARCHIVI PERIFERICI     **
'                                **                                          **
'
             **                                          **'
             **                                          **'
             **********************************************'
                   PROGR. RECORD DA AGGIORNARE  DAL N.'
                                                 AL N.'
                 PER AVVIARE LA FASE DIGITA ==>  "PF1"'
                 PER TORNARE AL MAIN DIGITA ==>  "AP2"'
              AVVIATA LA FASE CON LA DIGITAZIONE DEL TASTO FUNZIONALE
         "PF1" VIENE PRESENTATO IL SEGUENTE PANNELLO:
              **********************************************'
              **                                          **'
              **                                          **'
              **     AGGIORNAMENTO ARCHIVI PERIFERICI     **'
              **                                          **'
              **                                          **'
              **********************************************'
                   PROGR. RECORD DA AGGIORNARE  DAL N.'
                                                 AL N.'
                          IN AGGIORNAMENTO PROGR.  N.'
                   RECORD NUMERO ====> T AAAAAA NNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNN
                                        NEL CASO IN CUI NON ESISTANO RECORDS PR
EDISPOSTI PER L'AG-                GIORNAMENTO DEGLI ARCHIVI, SUL VIDEO APPARIR
A' APPOSITO MESSAG-                GIO ESPLICATIVO.
                                        AL TERMINE DI QUESTA FASE SI CONSEGUONO
 I SEGUENTI RISULTA                TI:
                                           - CANCELLAZIONE DAL D.S. 66 DI TUTTE
 LE REGISTRAZIONI                            DEFINITE;
                                           - CANCELLAZIONE DAL D.S. 99 DEL RECO
RD SC28 O IP6/BIS;                         - CANCELLAZIONE DEI RECORDS CREATI N
EL D.S. 98 PER LA                            STRINGATURA E LA RIPARTIZIONE;
                 - AGGIORNAMENTO DEL RECORD "0" CON I NUOVI VALORI DELLA
                   PERCENTUALE DI RIEMPIMENTO DEL D.S. 66 E DEL NUMERO
                   DEI RECORDS PRESENTI NELL' ARCHIVIO MEDESIMO.
          TRASMISSIONE AL DATA-BASE CENTRALE DELLE AZIENDE
          ------------------------------------------------
              LA DEFINIZIONE DELLE NOTE DI RETTIFICA (PAGAMENTO, RIMBOR-
         SO, REINCASSO, ANNULLAMENTO,STORNO PER LE "PICCOLE DIFFERENZE") i
         E  DEI MODD. DM10 PASSIVI (RIMBORSO,  REINCASSO,  ANNULLAMENTO) i
         PRESENTI   NEL  D.S.  66,  COMPORTA,  QUALE  PRIMA   OPERAZIONE i
         SUCCESSIVA  ALLA FASE DI "STRINGATURA" LA TRASMISSIONE AL  D.B. i
         CENTRALE DELLE AZIENDE DEGLI ESITI DI DEFINIZIONE.
              SI RICORDA CHE, DOPO LA FASE DI AGGIORNAMNETO ARCHIVI, IL
         DATA BASE CENTRALE SARA' L'UNICA FONTE D'INFORMAZIONE DELL'ESI-
         TO DI UNA NOTA DI RETTIFICA.
              ESSENDO, PERTANTO, NECESSARIO IL COLLOQUIO CON L' ARCHIVIO
         CENTRALE, DEVE ESSERE ATTIVATO, SOTTO "DMS", IL PGM "5130"; A
         TALE UOPO L' OPERATORE DI CONTROLLO, DEVE INSERIRE IL "PROGRAM
         PROFILE", DEL PGM "5130" TRAMITE IL PGM "720" (SECONDO LE INDI-
         CAZIONI GIA' FORNITE IN OCCASIONE DELLA DESCRIZIONE DELLE OPERA
         ZIONI  DA EFFETTUARE PER L'EMISSIONE DI UNA NOTA  DI  RETTIFICA i
         D'INIZIATIVA DELLA SEDE).
              LA TRASMISSIONE AL D.B. CENTRALE DEI RECORDS DEFINITI AV-
         VIENE ATTIVANDO L'OPZIONE "2" DEL SEGUENTE PANNELLO:
              ***************************************************
              *                                                 *
              *  P R O C E D U R A   R E T T I F I C A T I V I  *
              *    S U   S O T T O S I S T E M A   "8 1 0 0"    *
              *                                                 *
              ***************************************************
    OPZIONI:
             1) ACQUISIZIONE RETTIFICHE EMESSE D'UFFICIO
             2) TRASMISSIONE RETTIFICHE DEFINITE
              DIGITA OPZIONE: _
                          AP2 PER TERMINARE
             DOPO LA DIGITAZIONE DEL TASTO "INVIO" VIENE PRESENTATO UN
         PANNELLO CONTENENTE L' INDICAZIONE DEL PROGRESSIVO INIZIALE E
         FINALE DEI DOCUMENTI DISPONIBILI PER LA TRASMISSIONE, E DOPO LA
         CONFERMA DELL' AVVIO DELLA FASE DI TRASMISSIONE, IL PROGRESSIVO
         E LA CHIAVE DEL DOCUMENTO PER IL QUALE LA FASE STESSA E' IN COR
         SO.
               AL TERMINE DELLA FASE IN TRATTAZIONE,DOPO LA PREPARAZIONE
         AUTOMATICA DELLA LISTA DEI MODELLI SC28 ED  IP6/BIS  TRASMESSI,
         VIENE PRESENTATO IL SEGUENTE PANNELLO:
             ***************************************************
             *                                                 *
             *                                                 *
             *       TRASMISSIONE   RETTIFICHE  DEFINITE       *
             *                                                 *
             *                                                 *
             ***************************************************
                    TRASMISSIONE ESITI  ==  LISTA PRONTA
                      (ATTIVARE PGM 4390 PER STAMPARE)
           "ENTER" <== PER AVVIARE LA CANCELLAZIONE DELLA COLLEZIONE
                          "AP2" <==  PER TERMINARE
              LA LISTA E  COMPOSTA AL MASSIMO DI DUE PARTI:
            - LA PRIMA, ORDINATA SU UNA O PIU' PAGINE, ELENCA LE CHIAVI
              DEI MODD. SC28 E/O IP6/BIS TRASMESSI AL D.B. CENTRALE;
            - LA SECONDA, STAMPATA SOLO NEL CASO IN CUI IN  CALCE  ALLA i
              PRIMA  PARTE  RISULTI  LA FRASE <<  SEGUE  LISTA  RICICLI i
              TRASMISSIONE>>  ED ORDINATA EVENTUALMENTE SU PIU' PAGINE,
              RIPORTA, PER  OGNI  DOCUMENTO  RICICLATO,  IL  MOTIVO  CHE i
              ASSUME UNO DEI SEGUENTI VALORI:
                   1 = DM10M NON PRESENTE SUL D.B.
                   2 = DM10M PRESENTE SUL D.B. E NON DISPONIBILE
                   3 = PRESENTE SEGMENTO RETTIFICA GIA' DEFINITA.
              NEI CASI DI RICICLO E' NECESSARIO CONTATTARE IL SERVIZIO
              E.A.D.  PER LE OPPORTUNE VERIFICHE.(*)
 --------------------
 (*) PER MOTIVI TECNICI, TEMPORANEAMENTE, LA LISTA  E'  SOSTITUITA  DA   i
     APPOSITO MESSAGGIO A VIDEO (V. MSG. N. 25327 DEL 5.12.1991)
            RIPARTIZIONE
            ------------
              SUCCESSIVAMENTE ALLA "TRASMISSIONE" AL D.B. CENTRALE LE RE
         GISTRAZIONI VENGONO SOTTOPOSTE ALLA RIPARTIZIONE CONTABILE, UTI
         LIZZANDO I PROGRAMMI DELLA PROCEDURA DM10.
               L'  IMPUTAZIONE  AI  CONTI DI  COMPETENZA  AVVIENE  NEGLI i
         STESSI MODELLI SC45 E SC46.
                            TABELLE COMPATIBILITA'
                            ----------------------
                                                            TAB. N. 1
            COMPATIBILITA' TRA NUOVO SALDO E NUOVO CODICE INTERVENTO
        --------------------------------------------------------------
        I         I         S      A       L       D       O         I
        I         I--------------------------------------------------I
        I COD.INT.I   RETTIFICA ATTIVA      I    RETTIFICA PASSIVA   I
        I         I-------------------------I------------------------I
        I         I PICC.DIFF. I > P. DIFF. I PICC.DIFF. I > P. DIFF.I
        I---------I------------I------------I------------I---------------------
-----------I                 I         I            I            I            I
           I                 I   EM    I     --     I     --     I     --     I
     --    I                 I         I            I            I            I
           I
        I   EA    I     XX     I     --     I     --     I     --    I
        I         I            I            I            I           I
        I   EV    I     --     I     XX     I     --     I     XX    I
        I         I            I            I            I           I
        I   ES    I     --     I     XX     I     --     I     --    I
        I         I            I            I            I           I
        I   CP    I     --     I     XX     I     XX     I     XX    I
        I         I            I            I            I           I
        I   CA    I     XX     I     --     I     XX     I     --    I
        I         I            I            I            I           I
        I   CV    I     --     I     XX     I     XX     I     XX    I
        I         I            I            I            I           I
        I   CC    I     --     I     XX     I     --     I     --    I
        I         I            I            I            I           I
        I   DP    I     --     I     --     I     --     I     --    I
        I         I            I            I            I           I
        I   PD    I     --     I     --     I     --     I     --    I
        I         I            I            I            I           I
        I   ER    I     --     I     --     I     XX     I     XX    I
        I         I            I            I            I           I
        I   PE    I     --     I     --     I     --     I     --    I
        I         I            I            I            I           I
        I   RP    I     --     I     XX     I     --     I     XX    I
        I         I            I            I            I           I
        I   RC    I     --     I     XX     I     --     I     XX    I
        I         I            I            I            I           I
        I   RA    I     XX     I     XX     I     XX     I     XX    I
        I         I            I            I            I           I
        I   RR    I     --     I     XX     I     XX     I     XX    I
        I         I            I            I            I           I
        I   VG    I     XX     I     --     I     XX     I     XX    I
        I         I            I            I            I           I
        --------------------------------------------------------------
   XX = COMPATIBILITA'
                                                            TAB. N. 2
               TABELLA DI COMPATIBILITA' TRA "CODICI INTERVENTO"
                     (NUOVO RISPETTO AL VECCHIO) =  1  PARTE
              ---------------------------------------------------
              I   I     I    I    I    I    I    I    I    I    I
              I   I  A  I    I    I    I    I    I    I    I    I
              I   I-----I EM I EA I EV I ES I CP I CA I CV I CC I
              I         I    I    I    I    I    I    I    I    I
              I   DA    I    I    I    I    I    I    I    I    I
              I---------I----I----I----I----I----------------------------------
I----I----I----I                            I         I    I    I    I    I
I    I    I    I                            I   EM    I -- I XX I XX I XX I XX
I -- I -- I -- I                            I         I    I    I    I    I
I    I    I    I                            I   EA    I -- I -- I -- I -- I --
I -- I -- I -- I                            I         I    I    I    I    I
I    I    I    I                            I   EV    I -- I -- I -- I -- I XX
I -- I -- I -- I                            I         I    I    I    I    I
I    I    I    I                            I   ES    I -- I -- I -- I -- I --
I -- I -- I -- I                            I         I    I    I    I    I
I    I    I    I                            I   CP    I -- I -- I -- I -- I --
I XX I XX I XX I
              I         I    I    I    I    I    I    I    I    I
              I   CA    I -- I -- I -- I -- I -- I -- I -- I -- I
              I         I    I    I    I    I    I    I    I    I
              I   CV    I -- I -- I -- I -- I -- I -- I -- I -- I
              I         I    I    I    I    I    I    I    I    I
              I   CC    I -- I -- I -- I -- I -- I -- I -- I -- I
              I         I    I    I    I    I    I    I    I    I
              I   DP    I -- I -- I -- I -- I -- I -- I -- I -- I
              I         I    I    I    I    I    I    I    I    I
              I   PD    I -- I -- I -- I -- I -- I -- I -- I -- I
              I         I    I    I    I    I    I    I    I    I
              I   ER    I -- I -- I -- I -- I -- I -- I -- I -- I
              I         I    I    I    I    I    I    I    I    I
              I   PE    I -- I -- I -- I -- I -- I -- I -- I -- I
              I         I    I    I    I    I    I    I    I    I
              I   RP    I -- I -- I -- I -- I -- I -- I -- I -- I
              I         I    I    I    I    I    I    I    I    I
              I   RC    I -- I -- I -- I -- I -- I -- I -- I -- I
              I         I    I    I    I    I    I    I    I    I
              I   RA    I -- I -- I -- I -- I -- I -- I -- I -- I
              I         I    I    I    I    I    I    I    I    I
              I   RR    I -- I -- I -- I -- I -- I -- I -- I -- I
              I         I    I    I    I    I    I    I    I    I
              I   VG    I -- I -- I -- I -- I -- I -- I -- I -- I
              I         I    I    I    I    I    I    I    I    I
              ---------------------------------------------------
   XX = COMPATIBILITA'                                      (SEGUE)
                                               TAB. N. 2  (SEGUITO)
           TABELLA DI COMPATIBILITA' TRA "CODICI INTERVENTO"
                (NUOVO RISPETTO AL VECCHIO) =  2  PARTE
         --------------------------------------------------------
         I   I     I    I    I    I    I    I    I    I    I    I
         I   I  A  I    I    I    I    I    I    I    I    I    I
         I   I-----I DP I PD I ER I PE I RP I RC I RA I RR I VG I
         I         I    I    I    I    I    I    I    I    I    I
         I   DA    I    I    I    I    I    I    I    I    I    I
         I---------I----I----I----I----I----I----I----I----I----I
         I         I    I    I    I    I    I    I    I    I    I
         I   EM    I -- I -- I XX I -- I XX I -- I -- I -- I XX I
         I         I    I    I    I    I    I    I    I    I    I
         I         I    I    I    I    I    I    I    I    I    I
         I   EV    I -- I -- I -- I -- I XX I -- I -- I -- I XX I
         I         I    I    I    I    I    I    I    I    I    I
         I   ES    I -- I -- I -- I -- I -- I -- I -- I -- I -- I
         I         I    I    I    I    I    I    I    I    I    I
         I   CP    I -- I -- I -- I -- I -- I -- I -- I -- I XX I
         I         I    I    I    I    I    I    I    I    I    I
         I   CA    I -- I -- I -- I -- I -- I -- I -- I -- I -- I
         I         I    I    I    I    I    I    I    I    I    I
         I   CV    I -- I -- I -- I -- I XX I -- I -- I -- I XX I
         I         I    I    I    I    I    I    I    I    I    I
         I   CC    I -- I -- I -- I -- I XX I -- I -- I -- I XX I
         I         I    I    I    I    I    I    I    I    I    I
         I   DP    I -- I XX I -- I XX I -- I -- I -- I -- I -- I
         I         I    I    I    I    I    I    I    I    I    I
         I   PD    I -- I -- I -- I -- I -- I -- I -- I -- I -- I
         I         I    I    I    I    I    I    I    I    I    I
         I   ER    I -- I -- I -- I -- I XX I -- I -- I -- I -- I
         I         I    I    I    I    I    I    I    I    I    I
         I   PE    I -- I -- I -- I -- I -- I -- I -- I -- I -- I
         I         I    I    I    I    I    I    I    I    I    I
         I   RP    I -- I -- I -- I -- I -- I XX I XX I XX I XX I
         I         I    I    I    I    I    I    I    I    I    I
         I   RC    I -- I -- I -- I -- I -- I -- I XX I XX I XX I
         I         I    I    I    I    I    I    I    I    I    I
         I   RA    I -- I -- I -- I -- I -- I -- I -- I -- I -- I
         I         I    I    I    I    I    I    I    I    I    I
         I   RR    I -- I -- I -- I -- I -- I -- I -- I -- I XX I
         I         I    I    I    I    I    I    I    I    I    I
         I   VG    I -- I -- I -- I -- I -- I -- I -- I -- I -- I
         I         I    I    I    I    I    I    I    I    I    I
         --------------------------------------------------------
   XX = COMPATIBILITA'
                                                      APPENDICE "A"
                  TIPO E STRUTTURA DELL' ARCHIVIO
                 ---------------------------------
                   TIPO
                 --------
               L' ARCHIVIO DELLE NOTE DI RETTIFICA RESIDENTE SU SOTTOSI
      STEMA PERIFERICO E' UN  "R.S.D.S." CHE OFFRE I SEGUENT  VANTAGGI:
          -  POSSIBILITA' DI ORGANIZZARE I DATI IN MANIERA GERARCHICA ED
             ORIENTATA ALLA APPLICAZIONE CHE SI INTENDE, DI VOLTA IN VOL
             TA, REALIZZARE;
          -  DISPONIBILITA' DI PIU'  CHIAVI DI  ACCESSO COMPOSTE IL  CUI
             UTILIZZO (PARZIALE O TOTALE) PERMETTE DI ACCEDERE  DIRETTA-
             MENTE A GRUPPI DI INFORMAZIONI OMOGENEE IN FUNZIONE  DELLE
             ESIGENZE DELL'APPLICAZIONE RICHIESTA, EVITANDO GRAVOSI SCOR
             RIMENTI DELL' INTERO ARCHIVIO; CON CIO' SI REALIZZA UNA MAG
             GIORE ELASTICITA' NELLA GESTIONE DELLO ARCHIVIO STESSO IN
             QUANTO CONSENTE DI ATTIVARE LE FUNZIONI DI "INQUIRY" E DI
             AGGIORNAMENTO ANCHE CON INFORMAZIONI ELEMENTARI (ESEMPIO:
             LA SOLA MATRICOLA AZIENDALE);
          -  OMOGENEITA' DI ACCESSO RISPETTO AD APPLICAZIONI GIA' OPERAN
             TI (CONSULTAZIONE ARCHIVI PERIFERICI);
          -  ESECUZIONE DI RICERCA E DI AGGREGAZIONE DI DATI SINTETICI
             (STATISTICHE) SENZA LA NECESSITA' DI REALIZZARE SPECIFICI
             PROCESSI ELABORATIVI;
          -  UNA PIU' SEMPLICE GESTIONE DELLE FASI DI RIPARTENZA.
                   STRUTTURA ARCHIVIO
                                                       L' ARCHIVIO LOCALE DELLE
 "NOTE DI RETTIFICA" E' STRUTTURA             TO SU QUATTRO DIVERSI TRACCIATI R
ECORDS CHE IDENTIFICANO, RISPETTI             VAMENTE, LE SEGUENTI REGISTRAZION
I:
            A)  DM10-RA/RP CON PROGRESSIVO RECORD = 1
                   -  SU TALE TIPO RECORD VENGONO MEMORIZZATI TUTTI I DA
                      TI SINTETICI DELLA RETTIFICA OLTRE ALLE RIGHE  ER-
                      RATE CHE TROVANO CAPIENZA SUL BLOCCO; VIENE ALTRE-
                      SI' MEMORIZZATO IL NUMERO MASSIMO DI RECORDS CREA-
                      TI PER LA STESSA RETTIFICA;
            B)  DM10-RA/RP CON PROGRESSIVO RECORD DA 2 A "N"
                   -  SU QUESTO TIPO RECORD VENGONO MEMORIZZATE TUTTE LE
                      ALTRE RIGHE ERRATE (PERTANTO LA SUA PRESENZA E'
                      SOLTANTO EVENTUALE);
            C)  DM10 PASSIVO ESATTO
                   -  SU TALE TIPO RECORD VENGONO MEMORIZZATI TUTTI I DA
                      TI SINTETICI RELATIVI AI MODD. DM10 PASSIVI CHE
                      SONO  RISULTATI  ESATTI AL CALCOLO E CHE, QUINDI,
                      SONO REGISTRATI NEL D.S. 66 PER LA SUCCESSIVA NE-
                      CESSARIA GESTIONE (ANNULLAMENTO PER EMISSIONE DI
                      RETTIFICA D' UFFICIO, RIMBORSO, REINCASSO).
                      IN QUESTO CASO LA REGISTRAZIONE IN ARCHIVIO OCCU-
                      PERA' SEMPRE E SOLTANTO UN BLOCCO.
            D)  STATISTICA
                   -  SU DETTO  TIPO RECORD VENGONO MEMORIZZATI TUTTI I
                      DATI RELATIVI ALLA GESTIONE DELLA STATISTICA PER
                      LA COMPILAZIONE DEL MOD. 14.O/E. OGNI RECORD CON
                      TIENE I DATI STATISTICI DI UN MESE E NELL' ARCHI-
                      VIO VENGONO MANTENUTI AL MASSIMO DODICI RECORDS.
              OGNI RECORD PREVEDE 3 CHIAVI DI ACCESSO COSI' STRUTTURATE:
                1)  PRIMA CHIAVE (UNIVOCA)
                    ----------------------
                      E' FORMATA DA :
                         A) PROGRESSIVO MATRICOLA (MATRICOLA AZIENDA DE-
                            PURATA DEL CODICE SEDE E DEL CONTROCODICE);
                         B) PROGRESSIVO RETTIFICA NELL'AMBITO DELL'AZIEN
                            DA;
                         C) PROGRESSIVO RECORD NELL' AMBITO DELLA RETTI-
                            FICA.
                    QUESTA CHIAVE CONSENTE L' ACCESSO ALL' ARCHIVIO LOCA
                LE DELLE NOTE DI RETTIFICA CON LA SOLA MATRICOLA AZIENDA
                LE PER TUTTE LE OPERAZIONI DI INQUIRY ED E', ALTRESI',
                UTILIZZATA NELL' ACQUISIZIONE DELLE CEDOLE DI PAGAMENTO,
                IN QUANTO E' PRESENTE NELLA "CODE-LINE" (COME SI DIRA'
                PIU' DIFFUSAMENTE IN SEGUITO, LA PRESENTE PROCEDURA CON-
                SENTE LA LETTURA OTTICA DEI BOLLETTINI DI VERSAMENTO DA
                DM10-RA).
                    TALE CHIAVE CONSENTE, INOLTRE, L' ACCESSO ALLE RET-
                TIFICHE DA VARIARE O DEFINIRE.
                2)  SECONDA CHIAVE (DUPLICABILE)
                    ----------------------------
                      E' FORMATA DA :
                         A) TIPO RETTIFICA (VEDI APPENDICE "B");
                         B) PROGRESSIVO MATRICOLA (MATRICOLA AZIENDA DE-
                            PURATA DEL CODICE SEDE E DEL CONTROCODICE);
                         C) PERIODO DI RIFERIMENTO DEL MOD. DM10;
                         D) DATA DI PRESENTAZIONE (O PAGAMENTO) DEL MOD.
                            DM10.
                    TALE CHIAVE CONSENTE DI EFFETTUARE AGGREGAZIONI DI
                DATI OMOGENEI PER FINI STATISTICO - CONOSCITIVI.
                    VIENE AMMESSA IN DUPLICATO IN QUANTO E' IPOTIZZABILE
                LA EMISSIONE DI RETTIFICA PER PIU' MODD. DM10 RELATIVI
                ALLA STESSA AZIENDA  CON LO STESSO PERIODO DI RIFERIMEN-
                TO E LA MEDESIMA DATA DI PRESENTAZIONE.
                3)  TERZA CHIAVE (DUPLICABILE)
                    --------------------------
                      E' FORMATA DA :
                         A) STATO DI LAVORAZIONE DEL MOD SC28 O IP6/BIS
                            (E' UN FLAG CHE INDICA LO STATO DI LAVORAZIO
                            NE DEL DOCUMENTO IN ESAME)
                         B) IDENTIFICATIVO DEL MOD. CONTABILE CARTACEO.
                            IN FASE DI CARICAMENTO ARCHIVIO TALE IDENTI-
                            FICATIVO E' COSTITUITO DA NUMERO SC7/24, PRO
                            GRESSIVO DM11 E PROGRESSIVO DM10.
                            IN FASE DI DEFINIZIONE DOCUMENTO TALE IDENTI
                            FICATIVO E' COSTITUITO DA NUMERO SC28, PRO e
                            GRESSIVO DM11 ( = 1) E PROGRESSIVO DM10.
                  QUESTA CHIAVE CONSENTE DI EFFETTUARE AGGREGAZIONI E DI
                SELEZIONARE TUTTI I DOCUMENTI CHE SI TROVANO NELLO STES
                SO "STATO" DI LAVORAZIONE,PER SOTTOPORLI ALLE SUCCESSIVE
                FASI ELABORATIVE (TRASMISSIONE, RIPARTIZIONE, AGGIORNA-
                MENTO ARCHIVI).
              COME DETTO IN PRECEDENZA SULLA REGISTRAZIONE CON PROGRES-
      SIVO RECORD '1', RELATIVO AL DM10-RA/RP, VENGONO MEMORIZZATI I
      DATI SINTETICI RELATIVI A:
                    A) CARATTERISTICHE CONTRIBUTIVE AZIENDALI
                    B) IMPORTI UTILI PER FINI STATISTICI ED ELABORATIVI
                    C) DATI INERENTI LA GESTIONE DEL RETTIFICATIVO
              DOPO I SUDDETTI DATI SINTETICI COMINCIA LA REGISTRAZIONE
      DELLE RIGHE ERRATE CHE AVVIENE SU TRACCIATO LIBERO E LA STRUTTURA
      DI OGNI MEMORIZZAZIONE E' LA SEGUENTE:
                   PARTE COMUNE A TUTTE LE REGISTRAZIONI
            1 BYTE     INDICA IL QUADRO DELLA RIGA DEL MOD DM10
            1   "      INDICA LA LUNGHEZZA DELL'ELEMENTO REGISTRATO
            4   "      INDICANO IL CODICE DI RIPARTIZIONE
                   PARTE VARIABILE
                  (ESEMPIO DI RIGA ERRATA DEL QUADRO "B")
            3   "  INDICANO IL NUMERO DIPENDENTI
            5   "     "     LA RETRIBUZIONE/1000
            2   "     "     L'ALIQUOTA
            6   "     "     L'IMPORTO DENUNCIATO
            6   "     "     L'IMPORTO CALCOLATO
                  (ESEMPIO DI RIGA ERRATA DEL QUADRO "C" E "D")
            6   "     "     L'IMPORTO DENUNCIATO
            6   "     "     L'IMPORTO CALCOLATO
         IN CASO DI DM10 PASSIVO I DATI SINTETICI CHE VENGONO MEMORIZ
     ZATI SONO LE CARATTERISTICHE CONTRIBUTIVE E I DATI PER LA GESTIONE
     DEL DM10 PASSIVO.
                                                       APPENDICE  "B"
                   T I P O    R E T T I F I C A
           "D M 1 0 / M    P A S S I V O"
           ******************************           CODICE
                     ESATTO DA RIMBORSARE             50
           "N O T A   D I   R E T T I F I C A"
           ***********************************
  --------------------------------------------------------------
  I                       I   A T T I V A   I  P A S S I V A   I
  I  P R O V I E N E      I   ADDEBITABILE  I  RIMBORSABILE    I
  I                       I--------I--------I--------I---------I
  I       D A             I   SI   I   NO   I   SI   I   NO    I
  I-----------------------I--------I--------I--------I---------I
  I  DM10M ATTIVO         I   10   I   20   I   90   I   80    I
  I                       I        I        I        I         I
  I  DA SC724 DI TIPO 6   I   12   I   22   I   92   I   82    I
  I                       I        I        I        I         I
  I  DM10M CON COD.T118   I   13   I   23   I   93   I   83    I
  I                       I        I        I        I         I
  I  INIZIATIVA DA DM ATT.I   19   I   29   I   99   I   89    I
  I                       I        I        I        I         I
  I  DM10M PASSIVO        I   11   I   21   I   91   I   81    I
  I                       I        I        I        I         I
  I  INIZIATIVA DA DM PAS.I   18   I   28   I   98   I   88    I
  I                       I        I        I        I         I
  --------------------------------------------------------------
                   ELENCO CODICI INTERVENTO           APPENDICE   "C"
                   ------------------------
           - EM  = RETTIFICA EMESSA  DAL SISTEMA O  D' INIZIATIVA  DELLA
                  SEDE; (**)
           - EA  = EMESSA  ED ANNULLATA  DOPO  LA VERIFICA ( QUINDI
                   MAI SPEDITA ALL'AZIENDA INTERESSATA);
           - EV  = EMESSA, VARIATA D'UFFICIO E SPEDITA ALLA DITTA;
           - CP  = CONTESTATA  (PERVENUTA E/O IN ISTRUTTORIA);
           - CA  =      "     ED ANNULLATA CON O SENZA VARIAZIONI;
           - CV  =      "     , VARIATA E RISPEDITA ALLA DITTA;
           - CC  =      "     , CONFERMATA E RISPEDITA ALLA DITTA;
           - DP  = DM10 PASSIVO PRESENTE IN DS 66 DA RIMBORSARE; (**)
           - PD  = DM10 PASSIVO DEFINITO; (**)
           - RP  = RICORSO PRESENTATO, IN ISTRUTTORIA;
           - RC  =    "    INVIATO ALL'ORGANO ADITO;
           - RA  =    "    ACCOLTO;
           - RR  =    "    RESPINTO;
           - VG  = PASSATA AL SETTORE REGOLARIZZAZIONI; (**)
           - ER  = NOTA DI RETTIFICA PASSIVA RIMBORSATA. (**)
           LA CODIFICA DELLE PREDETTE SITUAZIONI E' STATA IPOTIZZATA CON
       L'UTILIZZAZIONE DI CARATTERI ALFABETICI IN QUANTO ESSI, ONOMATO-
       PEISTICAMENTE, RENDONO -ANCHE SOTTO L'ASPETTO MNEMONICO- AGEVOLE,
      ------------------
      (**)   I CODICI COSI' CONTRASSEGNATI VENGONO GESTITI, IN MODO AU-
             TOMATIZZATO DALLA PROCEDURA E, PERTANTO, NON SONO DIGITABI
             LI DA PARTE DELL' OPERATORE.
       A LIVELLO DI UTENTE/OPERATORE, LA RICERCA E LA COMPRENSIONE SIA
       DEL CODICE STESSO SIA DELLA SITUAZIONE CHE CIASCUN CODICE SOTTIN-
       TENDE.
           PERTANTO LA UTILIZZAZIONE DI TALI CODICI APPARE AGEVOLE ED
       AUTOESPLICATIVA; SI RITIENE, TUTTAVIA, DI DOVER CHIARIRE ALCUNE
       SITUAZIONI:
                  - QUANDO SI AGISCE IN "VARIAZIONE" IL CODICE INTERVEN
                    TO DEVE ESSERE OBBLIGATORIAMENTE VARIATO (LA LOGICI
                    TA' O LA COMPATIBILITA' DEL NUOVO CODICE RISPETTO AL
                    PRECEDENTE O RISPETTO AL SALDO DELLA RETTIFICA VIENE
                    VERIFICATA DAL PROGRAMMA SECONDO LE TABELLE RIPORTA-
                    TE IN ALLEGATO);
                  - QUANDO UNA RETTIFICA ATTIVA VIENE CONTESTATA DALLA
                    AZIENDA E' NECESSARIO APPORRE (A FINI SOPRATUTTO STA
                    TISTICI) SUBITO IL CODICE "CP" PER PROVOCARE, IN TAL
                    MODO, L' INCREMENTO DEL DATO DELLA COLONNA 3 DEL CO-
                    DICE 46590 DEL MOD. 14.O/E;
                  - IN OCCASIONE DELLA DEFINIZIONE DI UN RICORSO, SE ES-
                    SO E' STATO RESPINTO DALL' ORGANO ADITO, L' APPOSI-
                    ZIONE DEL PREVISTO "CODICE INTERVENTO" RR NON CONSEN
                    TE DI APPORTARE ALCUNA VARIAZIONE ALLA NOTA DI RETTI
                    FICA INTERESSATA.
                    QUALORA CIO' FOSSE OBIETTIVAMENTE NECESSARIO, DOVRA'
                    ESSERE UTILIZZATO IL "CODICE INTERVENTO" RA (PARE,
                    INFATTI, INDUBBIO CHE TALE SITUAZIONE SIA DA CONFIGU
                    RARE COME UN PARZIALE ACCOGLIMENTO DELLA CONTESTAZIO e
                    NE DELLA DITTA IN ORDINE ALLA COMPLESSIVA CONFIGURA-
                    ZIONE DELLE RIGHE ERRATE).
                                                          ALLEGATO 1
      LA PROCEDURA UTILIZZA I SEGUENTI PROGRAMMI E DSCB:
  *--------------------------------------------------------------------
  I  PROGRAMMI  I                 DESCRIZIONE                         I
  *-
----
  I    5100     I   MAIN                                              I
  I             I                                                     I
  I    5101     I   VERIFICA VERSIONI PGMS PROCEDURA                  I
  I             I                                                     I
  I    5102     I   CARICAMENTO RETTIFICHE DA ELABORAZIONE DM10       I
  I             I                                                     I
  I    5103     I   CREAZIONE D.S. 66 E RECORD ZERO                   I
  I             I                                                     I
  I    5104     I   MODIFICA EXTENT DSCB 66                           I
  I             I                                                     I
  I    5105     I   PANNELLI RETTIFICA DATI GENERALI                  I
  I             I                                                     I
  I    5106     I   DISPLAY RETTIFICHE E DM10 (DATI ESSENZIALI)       I
  I             I                                                     I
  I    5107     I   COMPILAZIONE VIDEO X CONSUL.VARIAZ.ANNULL.        I
  I             I                                                     I
  I    5108     I   CONTROLLI CODICI RIPARTIZIONE                     I
  I             I                                                     I
  I    5109     I   AGGIORNAMENTO E CREAZIONE D.S. 66                 I
  I             I                                                     I
  I    5110     I   CONSULTAZIONE RETTIFICHE                          I
  I    5111     I   STAMPA MOVIMENTATE,RETTIFICHE ATTIVE E PASSIVE    I
  I             I                                                     I
  I    5112     I   CREA, CANCELLA RECORDS COPIA PER VARIAZIONE       I
  I             I                                                     I
  I    5113     I   PANNELLI RETTIFICA QUADRO B                       I
  I             I                                                     I
  I    5114     I   PANNELLO RETTIFICA QUADRO C                       I
  I             I                                                     I
  I    5115     I   PANNELLO RETTIFICA QUADRO AF                      I
  I             I                                                     I
  I    5116     I   PANNELLI RETTIFICA QUADRO D                       I
  I             I                                                     I
  I    5117     I   PANNELLO RETTIFICA QUADRO FINALE                  I
  I             I                                                     I
  I    5118     I   INQUIRY D.B. PER DATI IDENTIFICATIVI DM10         I
  I             I                                                     I
  I    5119     I   TRASMISSIONE ESITI DEFINIZIONE AL DATA BASE       I
  *--------------------------------------------------------------------
  *--------------------------------------------------------------------
  I  PROGRAMMI  I                 DESCRIZIONE                         I
  *--------------------------------------------------------------------
  I    5120     I   STAMPE GENERALIZZATE                              I
  I             I                                                     I
  I    5121     I   PANNELLO OPZIONI MODALITA' DEFINIZIONE            I
  I             I                                                     I
  I    5122     I   ACQUISIZIONE SC28                                 I
  I             I                                                     I
  I    5123     I   ACQUISIZIONE SC28 PER PASSAGGIO RECUPERO CREDITI  I
  I             I                                                     I
  I    5124     I   ACQUISIZIONE CEDOLE RETTIFICHE ATTIVE PAGATE      I
  I             I                                                     I
  I    5125     I   DISPLAY E STAMPA CEDOLE                           I
  I             I                                                     I
  I    5126     I   INOLTRO SC28 ALLE FASI SUCCESSIVE                 I
  I             I                                                     I
  I    5127     I   STAMPA LISTA RETTIFICHE INSOLUTE                  I
  I             I                                                     I
  I    5128     I   GESTIONE IP6/BIS                                  I
  I             I                                                     I
  I    5129     I   ACQUISIZIONE DOCUMENTI PASSAGIO RECUPERO CREDITI  I
  I             I                                                     I
  I    5130     I   MAIN ACQUISIZIONE RETTIFICHE D' INIZIATIVA        I
  I             I   E TRASMISSIONE ESITI DEFINIZIONE                  I
  I             I                                                     I
  I    5131     I   VISUALIZZAZIONE ED AGGIORNAMENTO STATISTICA       I
  I             I                                                     I
  I    5132     I   STAMPA ERRORE SYSIAM                              I
  I             I                                                     I
  I    5133     I   RISTAMPA SINGOLA RETTIFICA                        I
  I             I                                                     I
  I    5134     I   DECODIFICA CODICI RIPARTIZIONE                    I
  I             I                                                     I
  I    5135     I   GESTIONE COLLEZIONI DEFINITE                      I
  I             I                                                     I
  I    5136     I   STAMPA ESITI AGGIORNAMENTO DATA BASE              I
  I             I                                                     I
  I    5137     I   AGGIORNAMENTO ARCHIVI                             I
  I             I                                                     I
  I    5138     I   LISTA RETTIFICHE PROVENIENTI DA DM10M INSOLUTI    I
  I             I                                                     I
  I    5139     I   DECODIFICA IN LETTERE IMPORTO IP6/BIS             I
  I             I                                                     I
  I    5140     I   SCORRIMENTO DS 66 PER CREAZIONE SC28 VIRTUALE     I
  I             I                                                     I
  I    5141     I   PREPARAZIONE AREE PER PROGRAMMA " STRINGHE"       I
  *--------------------------------------------------------------------
  *--------------------------------------------------------------------
  I  PROGRAMMI  I                 DESCRIZIONE                         I
  *----------------------------------------------------------------------------
----------------------------          I    5142     I   CONSULTAZIONE DS 97 - 9
8 - 99                     I          I             I
                           I          I    5143     I   STAMPA SITUAZIONA SINGO
LA AZIENDA                 I          I             I
                           I          I    5144     I   SCORRIMENTO DS 66 PER D
EFINIZIONE RETTIFICHE E    I          I             I   SALDI PASSIVI EX CIRC.
265 RCV REP XI DEL 14.12.89I
  I             I                                                     I
  I    5145     I   VERIFICA VALIDITA' RECORDS DS 66                  I
  I             I                                                     I
  I    5146     I   ELABORAZIONE DELLE NOTE DI RETTIFICA ESCLUSE      I
  I             I   DALLA RIEMISSIONE PER SOLA SORTA CAPITALE         I
  I             I                                                     I
  I    5147     I   PANNELLO ANNULLAMENTI MULTIPLI PER VARIE AZIENDE  I
  I             I                                                     I
  I    5148     I   PANNELLO FINALE RETTIFICA VARIATA PER CONDONO     I
  I             I                                                     I
  I    5150     I   MAIN GESTIONE ARCHIVIO APPOGGIO RETTIFICHE PAGATE I
  I             I   PER SOLA SORTA CAPITALE                           I
  I             I                                                     I
  I    5151     I   STAMPE DA ARCHIVIO APPOGGIO RETTIFICHE PAGATE PER I
  I             I   SOLA SORTA CAPITALE                               I
  I             I                                                     I
  I    5152     I   PASSAGGIO AL "RECPERO CREDITI" DELLE RETTIFICHE   I
  I             I   PAGATE PER SOLA SORTA CAPITALE PER CALCOLO SANZ.  I
  I             I                                                     I
  I    5153     I   ELABORAZIONE RETTIFICHE EMESSE PER SOLE SANZIONI  I
  I             I   PER RICALCOLO EX D.L. 259/90                      I
  I             I                                                     I
  I    5154     I   CONSULTAZIONE ARCHIVIO CONTABILE DS 30            I
  I             I                                                     I
  I    5155     I   ELABORAZIONE RESIDUI CONTABILI                    I
  I             I                                                     I
  I    5156     I   STORNI SU DS 30 DA CONTABILIZZARE                 I
  I             I                                                     I
  I    5157     I   UTILITY CALCOLO INTERESSI PASSIVI                 I
  I             I                                                     I
  I    5160     I   DEFINIZIONE RETTIFICHE ATTIVE NON ADDEBITABILI    I
  I             I                                                     I
  *--------------------------------------------------------------------
  *--------------------------------------------------------------------
  I   ARCHIVI   I                 DESCRIZIONE                         I
  *--------------------------------------------------------------------
  I             I                                                     I
  I     66      I   ARCHIVIO RETTIFICHE                               I
  I             I                                                     I
  I     97      I     "  "   SC28 E IP6/BIS ACQUISITI (INDEXED)       I
  I             I                                                     I
  I     98      I     "  "   RECORD RETTIFICA DEFINITA DA RIPARTIRE   I
  I             I            (INDEXED)                                I
  I     99      I     "  "   SC28 E IP6/BIS INOLTRATI ALLE FASI       I
  I             I            SUCCESSIVE ALLA DEFINIZIONE (INDEXED)    I
  I             I                                                     I
  I     22      I     "  "   COLLEZIONI (RM, RA, RP, RV).             I
  I             I                                                     I
  *--------------------------------------------------------------------
                                                          ALLEGATO 2
      LISTA UTENTI ABILITATI ALL' ATTIVAZIONE DELLE OPZIONI
                       PROGRAMMA  5100
  ---------------------------------------------------------------------
  I OPZIONE   SUB     I  FUNZIONE            I   U T E N T I          I
  I           OPZIONE I                      I   A B I L I T A T I    I
  --------------------I----------------------I------------------------I
  I   1    I          I  STATISTICA          I                        I
  I        I----------I----------------------I------------------------I
  I        I   1      I  AGGIORNAMENTO DATI  I  DA  165  A  167       I
  I        I----------I----------------------I------------------------I
  I        I   2      I  CONSULTAZIONE       I  DA  100  A  139       I
  I        I          I                      I  DA  165  A  167       I
  I-------------------------------------------------------------------I
  I   2    I          I  CONSULTAZIONE       I  DA TUTTI GLI USERID   I
  I-------------------------------------------------------------------I
  I   3    I          I  VARIAZIONE          I  DA  100  A  139       I
  I-------------------------------------------------------------------I
  I   4    I          I  ANNULLAMENTO        I  DA  100  A  139       I
  I-------------------------------------------------------------------I
  I   5    I             DEFINIZIONE         I                        I
  I        I---------------------------------I------------------------I
  I        I   1      I  PAGAMENTO           I  DA  100  A  139       I
  I        I----------I----------------------I------------------------I
  I        I   2      I  RIMBORSO            I  DA  100  A  139       I
  I        I----------I----------------------I------------------------I
  I        I   3      I  PASSAGGIO AL R.C.   I  DA  100  A  139       I
  I        I----------I----------------------I------------------------I
  I        I   4      I  INOLTRO             I  DA  100  A  139       I
  I        I          I                      I  DA  166 (**)          I
  I        I----------I----------------------I------------------------I
  I        I   5      I  DISPLAY MODELLI IN  I  DA  100  A  139       I
  I        I          I  LAVORAZIONE         I  DA  165  A  167       I
  I        I----------I----------------------I------------------------I
  I        I   6      I  CREAZIONE SC28      I  DA  166               I
  I        I          I  VIRTUALE            I                        I
  I        I----------I----------------------I------------------------I
  I        I   7      I  STRINGATURA         I  DAL 166               I
  ---------------------------------------------------------------------
  (CONTINUA)
 --------------------------------------------
 (**) LIMITATAMENTE  AL MODELLO SC28 VIRTUALE
      LISTA UTENTI ABILITATI ALL' ATTIVAZIONE DELLE OPZIONI
                         PROGRAMMA  5100
  ---------------------------------------------------------------------
  I OPZIONEI  SUB     I  FUNZIONE                                     I
  I        I  OPZIONE I                                               I
  ---------------------------------------------------------------------
  I   6    I             STAMPE              I                        I
  I        I---------------------------------I------------------------I
  I        I   1      I  LISTA MOVIMENTATE   I  DA  165  A  167       I
  I        I----------I----------------------I------------------------I
  I        I   2      I  RISTAMPA DM10M/RA   I  DA  165  A  167       I
  I        I----------I----------------------I------------------------I
  I        I   3      I  RISTAMPA DM10M/RP   I  DA  165  A  167       I
  I        I----------I----------------------I------------------------I
  I        I   4      I  STAMPA DM10M/RA PER I  DA  165  A  167       I
  I        I          I  REGOLARIZZAZIONE    I                        I
  I        I----------I----------------------I------------------------I
  I        I   5      I  CANCELLAZIONE LISTA I  DA  165  A  167       I
  I        I          I  MOVIMENATE          I                        I
  I        I----------I----------------------I------------------------I
  I        I   6      I  CANCELLAZIONE       I  DA  165  A  167       I
  I        I          I  RISTAMPA DM10M/RA   I                        I
  I        I----------I----------------------I------------------------I
  I        I   7      I  CANCELLAZIONE       I  DA  165  A  167       I
  I        I          I  RISTAMPA DM10M/RP   I                        I
  I        I----------I----------------------I------------------------I
  I        I   8      I  CANCELLAZIONE       I  DA  165  A  167       I
  I        I          I  DM10M/RA PER REGOL. I                        I
  I        I----------I----------------------I------------------------I
  I        I   9      I STAMPE GENERALIZZATE I  DA  100  A  139       I
  I-------------------------------------------------------------------I
  I   7    I           RISTAMPA RETTIFICA    I  DA  100  A  139       I
  I-------------------------------------------------------------------I
  I   8    I           AGGIORNAMENTO ARCHIVI I  DAL  166              I
  ---------------------------------------------------------------------
                          PROGRAMMA 5130
  ---------------------------------------------------------------------
  I OPZIONE           I  FUNZIONE            I  U T E N T I           I
  I                   I                      I  A B I L I T A T I     I
  I-------------------I----------------------I------------------------I
  I                   I EMISSIONE RETTIFICA  I  DA 2 A 6              I
  I   1               I D'UFFICIO            I                        I
  I-------------------I----------------------I------------------------I
  I   2               I TRASMISSIONE         I  DA 2 A 6              I
  I                   I RETTIFICHE DEFINITE  I                        I
  ---------------------------------------------------------------------
                                                          ALLEGATO 3
            LISTA NOMI IDENTIFICATIVI DELLE CODE DI STAMPA
                         PROGRAMMA 5100
     OPZIONE    NOME CODA
         5/1    STAMPA SC7/24    F XXXXXX XXXXX  (IDENTIF MOD. SC7/24)
         5/2    STAMPA IP6-BIS   E XXXXXX XXXXX  (  "      "  IP6-BIS)
         5/3    STAMPA MODELLO C/D XXXXXX XXXXX  (LISTA DI QUADRATURA)
         5/4    MODELLI INOLTRATI DA ID XXX      (XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX
 = NUMERO UTENTE)
                                   5/5    MODELLI IN GESTIONE  ID XXX      (XXX
 = NUMERO UTENTE)
                                   5/6    STAMPA MODELLO F 9999XX YYYYY    (SC2
8 VIRTUALE)
                                   6/1    LISTA RETTIFICHE MOVIMENTATE
                                   6/2    RISTAMPA MODELLI DM10M/RA E
                                          DISTINTA RACCOM. ( PGM 5100)
                                   6/3    RISTAMPA MODELLI DM10M/RP
         6/4    DM10M/RA PER REGOLARIZZAZIONE
         6/9-A  ATTIVE DA DEFINIRE  (OPER XXX)   (XXX = NUMERO UTENTE)
         6/9-B  RETTIFICHE SCADUTE  (OPER XXX)   (XXX = NUMERO UTENTE)
         6/9-C  PASSIVI DA DEFINIRE (OPER XXX)   (XXX = NUMERO UTENTE)
         6/9-D  LISTA AZIENDA  XXXXXXXXXX        (MATRICOLA AZIENDA)
         6/9-E  RETTIF. DA INSOLUTI OPER. XXX    (XXX = NUMERO UTENTE)
         7      RISTAMPA ATT.  XXXXXXXXXX YYYY   (MATR. E PROG. RET.)
         7      RISTAMPA PASS. XXXXXXXXXX YYYY   (MATR. E PROG. RET.)
                         PROGRAMMA 5130
     OPZIONE    NOME CODA
        2       ESITI TRASMISSIONE RETTIFICHE
  MESSAGGIO N. 32438    DEL 29/03/88                      ALLEGATO 4
     I.N.P.S.                                                           0001000
     DIREZIONE GENERALE                                                 0002000
     SERVIZIO E.A.D.              AI DIRIGENTI LA SEDE                  0003000
                                  AL DIRIGENTE PREPOSTO ALLE AA.AA.     0005000
                                  AI CAPI REPARTO RISCOSSIONE CONTRIBUTI0000000
                            AGLI OPERATORI DI CONTROLLO           0006000
                    OGGETTO: GESTIONE DELLE NOTE DI RETTIFICA PAGATE    0007000
                             PER SORTE CAPITALE DA ASSOGGETTARE AL      0008000
                             CALCOLO DELLE SANZIONI CIVILI              0009000
   P R E M E S S A                                                      0010000
   ---------------                                                      0011000
      LE ISTRUZIONI CHE SEGUONO SI RIFERISCONO ALLA REALIZZAZIONE DI UNA0012000
   PROCEDURA AUTOMATIZZATA CHE CONSENTE LA  GESTIONE DELLE NOTE DI RETTI0013000
   FICA  ATTIVE, GIA' RESIDENTI SU ARCHIVIO PERIFERICO D.S. "66", PAGATEI SU S.
   PER SOLA SORTE CAPITALE.                                             0014000
      LA PROCEDURA  UTILIZZA,  PER DETTA GESTIONE,  UNA  COLLEZIONE  DEL0014000
   D.S."22", CHE VIENE ALIMENTATA DALL' OPZIONE DI AGGIORNAMENTO  ARCHI-0014000
   VIO DELLA PROCEDURA NOTE DI RETTIFICA ( PROGRAMMA 5100 OPZIONE " 8 ")0014000
   MEDIANTE LA CREAZIONE DI UN SEGMENTO CHE CONTIENE I DATI INDISPENSABI0014000
   LI PER IL CALCOLO DELLE SANZIONI NON RICHIESTE  ALL' ATTO DELLA EMIS-0014000
   SIONE O DELLA RIEMISSIONE DELLA NOTA DI RETTIFICA.                   0014000
   CARATTERISTICHE TECNICHE DELLA COLLEZIONE :                          0010000
      - RISIEDE SUL D.S. "22";
      - LA CHIAVE DI ACCESSO ALLA COLLEZIONE E' COSI' STRUTTURATA:
        - TIPO COLLEZIONE "SS"(SENZA SANZIONI);
        - MATRICOLA AZIENDA;
        - PROGRESSIVO RECORD.
      - IL SEGMENTO DELLA COLLEZIONE E' COSI' STRUTTURATO:
        - PERIODO DI COMPETENZA DEL MODELLO DM10/M;
        - DATA DI PRESENTAZIONE DEL MODELLO DM10/M;
        - SALDO DENUCIATO DEL MODELLO DM10/M;
        - EVENTUALE NUMERO GIORNI DI RITARDO DI PRESENTAZIONE;
        - PROGRESSIVO RETTIFICA;
        - IMPORTO PAGATO A TITOLO DI DIFFERENZE CONTRIBUTIVE;
        - EVENTUALI SANZIONI AMMINISTRATIVE;
        - DATA DI PAGAMENTO DELLA RETTIFICA.
      - MEMORIZZAZIONE DI UN SEGMENTO PER OGNI NOTA DI RETTIFICA ATTIVA
        EMESSA O RIEMESSA PAGATA PER SOLE DIFFERENZE CONTRIBUTIVE,SCARI-
        RICATA DALL'ARCHIVIO D.S. 66 OVE LA STESSA RISULTA "DEFINITA" E
        CONTRASSEGNATA DAL CODICE DI DEFINIZIONE "14".
      - CONSULTAZIONE DEI DATI MEMORIZZATI RELATIVI ALLA SINGOLA RETTIFI
        CA MEDIANTE DIGITAZIONE DELLA MATRICOLA AZIENDA E DEL PROGRESSI-
        VO RETTIFICA, OVVERO DEI DATI RELATIVI A TUTTE LE NOTE DI RETTI-
        FICA PRESENTI PER SINGOLA AZIENDA, MEDIANTE DIGITAZIONE DELLA SOA
        LA MATRICOLA AZIENDALE.                                         RA-ELLA
      - VARIAZIONE DEI DATI PER LA SINGOLA NOTA DI RETTIFICA:
        - E' POSSIBILE  APPORTARE MODIFICHE  AL SOLO  DATO RELATIVO ALLA
          DATA DI PAGAMENTO DELLA NOTA DI RETTIFICA, PREVIA DIGITAZIONE
          DI UNA "PAROLA CHIAVE";
        - OGNI REGISTRAZIONE PUO' ESSERE VARIATA UNA SOLA VOLTA; INOLTRE
          LE REGISTRAZIONI VARIATE O ANNULLATE ( VEDI PUNTO SUCCESSIVO )
          SONO RIPORTATE, CON L'INDICAZIONE DELLA DATA DELL' OPERAZIONE,
          SU APPOSITA "LISTA DELLE REGISTRAZIONI MOVIMENTATE". LA LISTA
          E' SOGGETTA AL  CONTROLLO DEL CAPO REPARTO CHE APPONE LA FIRMA
          DI CONVALIDA  ALLE OPERAZIONI EFFETTUATE.
      - ANNULLAMENTO DELL'INTERA REGISTRAZIONE:
        - E' POSSIBILE, NEI CASI PERALTRO ECCEZIONALI DA VALUTARE DA PAR
          TE DEL DIRIGENTE IL REPARTO (ES. PASSAGGIO URGENTE DELLA PRATI
          CA ALL' UFFICIO LEGALE PER PROCEDURA CONCORSUALE IN ATTO), AN-
          NULLARE LA REGISTRAZIONE DI UN SEGMENTO DELLA COLLEZIONE.
          IN CONSIDERAZIONE DELLA DELICATEZZA DELL' OPERAZIONE L' ANNUL-
          LAMENTO VIENE EFFETTUATO MEDIANTE DIGITAZIONE DI UNA " PAROLA
          CHIAVE".
          INOLTRE, ANCHE LE REGISTRAZIONI "ANNULLATE" VENGONO RIPORTATE
          NELLA "LISTA DELLE PRATICHE  MOVIMENTATE" GIA' CITATA.        N-
      - CALCOLO DELLE SOMME AGGIUNTIVE
        - AI FINI DEL CALCOLO DELLE SANZIONI DOVUTE E DELLA RELATIVA RI-
          CHIESTA DI PAGAMENTO VIENE UTILIZZATA UNA FUNZIONE DELLA PROCE
          DURA " RECUPERO CREDITI " OVE AFFLUIRANNO LE REGISTRAZIONI PRE
          SENTI NELL' APPOSITA COLLEZIONE DEL D.S. "22".
          AL RIGUARDO, CON MESSAGGIO A PARTE, SARANNO FORNITE LE RELATI-
          VE ISTRUZIONI.
      - DATI STATISTICI:
        - TALE FUNZIONE PERMETTE L' ANALISI DEI DATI COMPLESSIVI DELLO
          ARCHIVIO NONCHE' DI DATI AGGREGATI CON RIFERIMENTO A CIASCUN
          RAMO DI ATTIVITA' AZIENDALE (C.S.C.).
      - STAMPE
          TALE FUNZIONE PREVEDE:
          - LA STAMPA DELLA SITUAZIONE DI UNA SINGOLA AZIENDA;
          - LA STAMPA DEI DATI D'INTERESSE STATISTICO-OPERATIVO;
          - LA STAMPA SELEZIONATA DELLE REGISTRAZIONI MEMORIZZATE.
      LA PROCEDURA UTILIZZA I PROGRAMMI  "5150" (MAIN)  E  "5151" ED IL 0012000
   D.S.C.B. "22".                                                       0013000
      I SUDDETTI PROGRAMMI SONO DISPONIBILI PER LA RICEZIONE, DA PARTE  0012000
   DELLE SEDI, ENTRAMBI IN VERSIONE "A" DEL 29/03/88.                   0013000
   UTILIZZAZIONE DELLA PROCEDURA                                        0010000
   -----------------------------                                        0011000
      ATTIVATO IL PROGRAMMA "5150", DA QUALUNQUE TERMINALE, VIENE VISUA-0012000
   LIZZATO IL PANNELLO "MAIN" DELLA PROCEDURA CHE RIPORTA LE FUNZIONI      3000
   OPZIONABILI:
                   ****************************************
                   *                                      *
                   *  ARCHIVIO APPOGGIO NOTE DI RETTIFICA *
                   *    PAGATE PER SOLA SORTE CAPITALE    *
                   *  DA ASSOGGETTARE A CALCOLO SANZIONI  *
                   *                                      *
                   ****************************************
             OPZIONI:
                    1)  CONSULTAZIONE
                    2)  VARIAZIONE
                    3)  ANNULLAMENTO
                    4)  PASSAGGIO AL RECUPERO CREDITI
                    5)  DATI STATISTICI
                    6)  STAMPE
                    ======>
                  INVIO PER CONTINUARE    AP2 PER TERMINARE
  1) C O N S U L T A Z I O N E                                          0010000
     -------------------------                                          0011000
      ATTIVANDO L' OPZIONE "1" E PREMENDO IL TASTO "INVIO"  VIENE VISUA-0012000
   LIZZATO IL SEGUENTE PANNELLO:                                        0013000
                   ****************************************
                   *                                      *
                   * ARCHIVIO APPOGGIO NOTE DI RETTIFICA  *
                   *    PAGATE PER SOLA SORTE CAPITALE    *
                   *  DA ASSOGGETTARE A CALCOLO SANZIONI  *
                   *                                      *
                   ****************************************
                                CONSULTAZIONE
 MATRICOLA                 PROGRESSIVO RETTIFICA
                  INVIO PER CONTINUARE    AP2 PER TERMINARE
      E' RICHIESTA LA DIGITAZIONE DELLA MATRICOLA AZIENDALE ED EVENTUAL-0012000
   MENTE DEL PROGRESSIVO RETTIFICA.                                     0013000
      SULLA MATRICOLA AZIENDALE VENGONO EFFETTUATI I SEGUENTI CONTROLLI:
        - VALIDITA' FORMALE E LOGICA;
        - PRESENZA DELLA MATRICOLA SUL D.S. "9";
        - PRESENZA DELLA MATRICOLA SULLA COLLEZIONE "SENZA SANZIONI".
      SE L'OPERATORE HA IMMESSO ANCHE IL PROGRESSIVO RETTIFICA VIENE EF-
   FETTUATO IL CONTROLLO SULLA PRESENZA IN ARCHIVIO DEL PROGRESSIVO  RI-00130
   CHIESTO.                                                             0013000
      OPPORTUNI MESSAGGI VENGONO FORNITI NEI CASI DI ESITO NEGATIVO DEI
   SUDDETTI CONTROLLI.                                                  0013000
      NEL CASO DI IMMISSIONE DI ENTRAMBI I DATI PREVISTI DAL PRECEDENTE
   PANNELLO, DOPO LA DIGITAZIONE DEL TASTO INVIO, VENGONO VISUALIZZATI I0013000
   VALORI DELLA REGISTRAZIONE RICHIESTA E, SE DEL CASO, IL MESSAGGIO DI 0013000
   TIPO DEFINIZIONE SUL PANNELLO CHE DI SEGUITO SI RIPRODUCE.           0013000
                   ****************************************
                   *                                      *
                   * ARCHIVIO APPOGGIO NOTE DI RETTIFICA  *
                   *    PAGATE PER SOLA SORTE CAPITALE    *
                   *  DA ASSOGGETTARE A CALCOLO SANZIONI  *
                   *                                      *
                   ****************************************
                                CONSULTAZIONE
 MATRICOLA                 PROGRESSIVO RETTIFICA
 MM/AA  DATA DM10/M  SALDO DM10/M  GG. RIT.  IMPORTO RETTIF.  DATA PAGAM.
 XX/XX   XX/XX/XX    XXXXXXXXXXXX    XXXX    XXXXXXXXXXXXXX    XX/XX/XX
                  INVIO PER CONTINUARE    AP2 PER TERMINARE
      NEL CASO DI IMMISSIONE DELLA SOLA MATRICOLA AZIENDALE IL PROGRAMMA
   VISUALIZZA TUTTE LE REGISTRAZIONI PRESENTI IN COLLEZIONE. OGNI PAGINA0013000
   VIDEO CONTIENE, AL MASSIMO, DIECI REGISTRAZIONI E IL TASTO "PF1" CON-0013000
   SENTE IL PASSAGGIO ALLA PAGINA SUCCESSIVA. NEL CAMPO "MOVIM." POSSONO0013000
   APPARIRE LE SEGUENTI SIGLE DI CUI SI RIPORTA IL SIGNIFICATO.
        - ANN. = REGISTRAZIONE ANNULLATA
        - VAR. =       "       VARIATA
        - FORZ =       "       VARIATA CON FORZATURA
        - R.C. =       "       TRASMESSA AL RECUPERO CREDITI.
        SI RIPORTA DI SEGUITO IL RELATIVO PANNELLO:
                   ****************************************
                   *                                      *
                   * ARCHIVIO APPOGGIO NOTE DI RETTIFICA  *
                   *   PAGATE PER SOLA SORTE CAPITALE     *
                   * DA ASSOGGETTARE A CALCOLO SANZIONI   *
                   *                                      *
                   ****************************************
                                CONSULTAZIONE
 MATRICOLA
 MM/AA  DATA PRES  SALDO DM10 GG.RIT IMPORTO PAG.  IN DATA  PRG.RET MOVIM.
 XX/XX  XX/XX/XX   XXXXXXXXXX  XXXX  XXXXXXXXXXX   XX/XX/XX XXXX    XXXX
 XX/XX  XX/XX/XX   XXXXXXXXXX  XXXX  XXXXXXXXXXX   XX/XX/XX XXXX    XXXXXXXXXXX
        XX/XX  XX/XX/XX   XXXXXXXXXX  XXXX  XXXXXXXXXXX   XX/XX/XX XXXX    XXXX
 XX/XX  XX/XX/XX   XXXXXXXXXX  XXXX  XXXXXXXXXXX   XX/XX/XX XXXX    XXXX
 XX/XX  XX/XX/XX   XXXXXXXXXX  XXXX  XXXXXXXXXXX   XX/XX/XX XXXX    XXXXXXXXXXX
        XX/XX  XX/XX/XX   XXXXXXXXXX  XXXX  XXXXXXXXXXX   XX/XX/XX XXXX    XXXX
        XX/XX  XX/XX/XX   XXXXXXXXXX  XXXX  XXXXXXXXXXX   XX/XX/XX XXXX    XXXX
        XX/XX  XX/XX/XX   XXXXXXXXXX  XXXX  XXXXXXXXXXX   XX/XX/XX XXXX    XXXX
        XX/XX  XX/XX/XX   XXXXXXXXXX  XXXX  XXXXXXXXXXX   XX/XX/XX XXXX    XXXX
        XX/XX  XX/XX/XX   XXXXXXXXXX  XXXX  XXXXXXXXXXX   XX/XX/XX XXXX    XXXX
                                  AP2 PER TERMINARE
         2) V A R I A Z I O N E
0010000     -------------------
0011000      QUESTA OPZIONE E' ATTIVABILE DA QUALSIASI OPERATORE PREVIA DIGITA-
0012000   ZIONE DI UNA "PAROLA CHIAVE". SI PRECISA CHE VIENE UTILIZZATA LA STES
00120
                                                                           SA "
PAROLA CHIAVE" INSERITA A CURA DEL DIRIGENTE IL REPARTO, MEDIANTE          L' A
TTIVAZIONE DEL PGM. " 5000 ", PER LA MEMORIZZAZIONE DEI PARAMETRI0012000   AI F
INI DELL' ACQUISIZIONE SEMPLIFICATA DEI MODELLI DM10/M.          0012000      D
IGITATO IL VALORE "2" SUL PANNELLO MAIN E ACQUISITA LA " PAROLA  0012000   CHIA
VE ", DANDO "INVIO" VIENE VISUALIZZATO IL SEGUENTE PANNELLO:     0012000
            ****************************************
            *                                      *
            * ARCHIVIO APPOGGIO NOTE DI RETTIFICA  *
            *   PAGATE PER SOLA SORTE CAPITALE     *
            * DA ASSOGGETTARE A CALCOLO SANZIONI   *
            *                                      *
            ****************************************
                                VARIAZIONE
 MATRICOLA                 PROGRESSIVO RETTIFICA
                  INVIO PER CONTINUARE    AP2 PER TERMINARE
      E' RICHIESTA LA DIGITAZIONE DELLA MATRICOLA AZIENDALE E DEL PRO-  0012000
   GRESSIVO DELLA RETTIFICA OGGETTO DI VARIAZIONE. ENTRAMBI I DATI SONO 0012000
   OBBLIGATORI E NON PUO' ESSERE CHIESTA LA VARIAZIONE DI UNA REGISTRA- 0012000
   ZIONE GIA' VARIATA.                                                  0012000
      DOPO LA DIGITAZIONE DEL TASTO "INVIO", ED ACCERTATA LA PRESENZA IN0012000
   COLLEZIONE DELLA  REGISTRAZIONE  RICHIESTA, VENGONO VISUALIZZATI, SUL0012000
   SEGUENTE PANNELLO, I VALORI MEMORIZZATI:                             0012000
                   ****************************************
                   *                                      *
                   * ARCHIVIO APPOGGIO NOTE DI RETTIFICA  *
                   *   PAGATE PER SOLA SORTE CAPITALE     *
                   * DA ASSOGGETTARE A CALCOLO SANZIONI   *
                   *                                      *
                   ****************************************
                                VARIAZIONE
 MATRICOLA                 PROGRESSIVO RETTIFICA
 MMAA  DATA DM10/M  SALDO DM10/M  GG. RIT. IMPORTO RETTIF.  DATA PAGAM.
 XXXX    XXXXXX     XXXXXXXXXXXX   XXXX     XXXXXXXXXXXXX     XXXXXX
                  INVIO PER VARIARE       AP2 PER TERMINARE
      L' OPERATORE PUO' INTERVENIRE IN VARIAZIONE SOLTANTO SULLA DATA DI0012000
   PAGAMENTO DELLA RETTIFICA E LA NUOVA DATA NON PUO' ESSERE SUCCESSIVA 0012000
   A QUELLA CHE RISULTA MEMORIZZATA.                                    0012000
      ALL' OPERATORE VIENE CHIESTO DI " FORZARE " L'OPERAZIONE DI VARIA-
   ZIONE, MEDIANTE LA DIGITAZIONE DEL TASTO " PF2 ", SE LA DATA DI PAGA-
   MENTO MEMORIZZATA IN ARCHIVIO E' SUCCESSIVA AL " 16-03-88 " E LA DATA
   PROPOSTA DALL' OPERATORE E' ANTECEDENTE O UGUALE ALLA SUDDETTA DATA.
      IL MESSAGGIO  "VARIAZIONE EFFETTUATA"  CONCLUDE  L' OPERAZIONE ;
   IL TASTO "INVIO" PERMETTE LA PROPOSIZIONE DI ALTRE VARIAZIONI ED IL
   TASTO "AP2" RIPROPONE IL PANNELLO MAIN.
  3) A N N U L L A M E N T O                                            0010000
     -----------------------                                            0011000
      QUESTA OPZIONE E' ATTIVABILE DA QUALSIASI OPERATORE PREVIA DIGITA-0012000
   ZIONE DI UNA "PAROLA CHIAVE". SI PRECISA CHE VIENE UTILIZZATA LA STES0012000
   SA "PAROLA CHIAVE" INSERITA A CURA DEL DIRIGENTE IL REPARTO, MEDIANTE
   L' ATTIVAZIONE DEL PGM. " 5000 ", PER LA MEMORIZZAZIONE DEI PARAMETRI0012000
   AI FINI DELL' ACQUISIZIONE SEMPLIFICATA DEI MODELLI DM10/M.          0012000
      DIGITATO IL VALORE "3" SUL PANNELLO MAIN E ACQUISITA LA " PAROLA  0012000
   CHIAVE ", DANDO "INVIO" VIENE VISUALIZZATO IL SEGUENTE PANNELLO:     0012000
                   ****************************************
                   *                                      *
                   * ARCHIVIO APPOGGIO NOTE DI RETTIFICA  *
                   *   PAGATE PER SOLA SORTE CAPITALE     *
                   * DA ASSOGGETTARE A CALCOLO SANZIONI   *
                   *                                      *
                   ****************************************
                                ANNULLAMENTO
 MATRICOLA                 PROGRESSIVO RETTIFICA
                  INVIO PER CONTINUARE    AP2 PER TERMINARE
      ANCHE PER LA FUNZIONE DI ANNULLAMENTO, COSi'COME PER QUELLA DI VA-0012000
   RIAZIONE, L'OPERATORE DEVE DIGITARE AMBEDUE I DATI RICHIESTI RELATIVI0012000
   ALLA MATRICOLA AZIENDALE ED AL PROGRESSIVO RETTIFICA.                0012000
      NON E' POSSIBILE ANNULLARE UNA REGISTRAZIONE GIA' DEFINITA (ANNUL-0012000
   LATA O TRASMESSA AL RECUPERO CREDITI).                               0012000
      EFFETTUATO CON SUCCESSO IL CONTROLLO SULLA PRESENZA IN COLLEZIONE 0012000
   DELLA REGISTRAZIONE RICHIESTA, VIENE VISUALIZZATO IL SEGUENTE PANNEL-0012000
   LO:                                                                  0012000
                   ****************************************
                   *                                      *
                   * ARCHIVIO APPOGGIO NOTE DI RETTIFICA  *
                   *   PAGATE PER SOLA SORTE CAPITALE     *
                   * DA ASSOGGETTARE A CALCOLO SANZIONI   *
                   *                                      *
                   ****************************************
                                ANNULLAMENTO
 MATRICOLA                 PROGRESSIVO RETTIFICA
 MM/AA  DATA DM10/M  SALDO DM10/M  GG. RIT IMPORTO RETTIFICA  DATA PAGAM.
 XX/XX   XX/XX/XX    XXXXXXXXXXXX   XXXX      XXXXXXXXXXXX     XX/XX/XX
                  PER CONFERMA CANCELLAZIONE DIGITA ===> PF3
                  INVIO PER CONTINUARE    AP2 PER TERMINARE
      COME SI EVINCE DAL PANNELLO RIPORTATO, ALL'OPERATORE,DOPO AVER VE-0012000
   RIFICATA LA RISPONDENZA DEI DATI VISUALIZZATI, VIENE RICHIESTA LA DI-0012000
   GITAZIONE DEL TASTO "PF3" PER CONFERMARE LA RICHIESTA DI CANCELLAZIO-0012000
   NE. IL MESSAGGIO "CANCELLAZIONE EFFETTUATA" CONCLUDE L' OPERAZIONE.  0012000
   IL TASTO "INVIO" CONSENTE DI EFFETTUARE ULTERIORI RICHIESTE DI AN-   0012000
   NULAMENTO, MENTRE IL TASTO "AP2" CONSENTE IL RITORNO AL PANNELLO     0012000
   MAIN DELLA PROCEDURA.                                                0012000
  4)  C A L C O L O    D E L L E   S O M M E   A G G I U N T I V E      0010000
      ------------------------------------------------------------      0011000
      QUESTA FUNZIONE,RICHIAMABILE CON L' OPZIONE "4" DEL PANNELLO MAIN,0012000
   COME GIA' PRECISATO IN PREMESSA,ALLO STATO NON E' ATTIVA.            0012000
      SI FA RISERVA DI ILLUSTRARE LE NORME TECNICHE-OPERATIVE CONNESSE A0012000
   TALE FUNZIONE CON SUCCESSIVO MESSAGGIO.                              0012000
  5)  D A T I    S T A T I S T I C I                                    0010000
      ------------------------------                                    0011000
      QUESTA FUNZIONE,RICHIAMABILE CON L' OPZIONE "5", VISUALIZZA IL SE-0012000
   GUENTE PANNELLO RECANTE I DATI COMPLESSIVI DELLE REGISTRAZIONI  MEMO-0012000
   RIZZATE:                                                             0012000
                   ****************************************
                   *                                      *
                   * ARCHIVIO APPOGGIO NOTE DI RETTIFICA  *
                   *   PAGATE PER SOLA SORTE CAPITALE     *
                   * DA ASSOGGETTARE A CALCOLO SANZIONI   *
                   *                                      *
                   ****************************************
                                DATI STATISTICI
 DATA ULTIMO SCORRIMENTO ARCHIVIO  XX/XX/XX
 DATI COMPLESSIVI:
 NUMERO REGISTRAZIONI PRESENTI:  . . . . . . . . .    XXXXXXXX
 DI CUI CON RITARDATO PAGAMENTO DM10/M:  . . . . .    XXXXXXXX
 NUMERO REGISTRAZIONI ANNULLATE: . . . . . . . . .    XXXXXXXX
 NUMERO REGISTRAZIONI VARIATE: . . . . . . . . . .    XXXXXXXX
 NUMERO REGISTRAZIONI AL REC. CREDITI. . . . . . .    XXXXXXXX
 IMPORTO TOTALE DIFFERENZE: . . . .    XXX.XXX.XXX.XXX.XXX.XXX
                      PF1 PER AVVIARE NUOVO SCORRIMENTO
                  INVIO PER CONTINUARE    AP2 PER TERMINARE
      I DATI VISUALIZZATI NEL SUDDETTO PANNELLO VENGONO GESTITI DAL CA- 0012000
   RICAMENTO DELLA COLLEZIONE CHE AVVIENE, COME GIA' DETTO, TRAMITE LA  0012000
   ATTIVAZIONE DELL' OPZIONE DI AGGIORNAMENTO ARCHIVIO DELLA PROCEDURA  0012000
   NOTE DI RETTIFICA.                                                   0012000
      L' INDICAZIONE DELLA DATA DELL' ULTIMO SCORRIMENTO ARCHIVIO SARA' 0012000
   TIVARE LA LETTURA DI TUTTE LE REGISTRAZIONI PRESENTI IN ARCHIVIO NEL-0012000
   LA COLLEZIONE TRAMITE LA DIGITAZIONE DEL TASTO FUNZIONALE "PF1".     0012000
      LA SUDDETTA ELABORAZIONE E' ATTIVABILE SOLTANTO DAL TERMINALE CON 0012000
   IDENTIFICATIVO "35".                                                 0012000
      SE INVECE, TALE LETTURA E' STATA GIA' ESEGUITA ALMENO UNA VOLTA,  0012000
   COME DETTO, SARA' PRESENTE LA DATA DELL'ULTIMO SCORRIMENTO ARCHIVIO E0012000
   IL MESSAGGIO "VI SONO ALTRI DATI DA CONSULTARE".                     0012000
      LA DIGITAZIONE DEL TASTO "INVIO" CONSENTIRA' LA CONSULTAZIONE DEI 0012000
   DATI AGGREGATI PER RAMO DI ATTIVITA' CON LA VISUALIZZAZIONE DEL PAN- 0012000
   NELLO DI SEGUITO RIPORTATO:                                          0012000
                   ****************************************
                   *                                      *
                   * ARCHIVIO APPOGGIO NOTE DI RETTIFICA  *
                   *   PAGATE PER SOLA SORTE CAPITALE     *
                   * DA ASSOGGETTARE A CALCOLO SANZIONI   *
                   *                                      *
                   ****************************************
                                DATI STATISTICI
 C.S.C.  X XX XX            DATA ULTIMO SCORRIMENTO ARCHIVIO  XX/XX/XX
 NUMERO AZIENDE INTERESSATE: . . . . . . . . . . .   XXXXXXXX
 NUMERO RETTIFICHE PAGATE: . . . . . . . . . . . .   XXXXXXXX
 PROVENIENTI DA DM10/M ATTIVO: . . . . . . . . . .   XXXXXXXX
     "       "     "   PASSIVO:  . . . . . . . . .   XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX
 CON RITARDATA PRESENTAZIONE DM10/M: . . . . . . .   XXXXXXXX
 NUMERO REGISTRAZIONI ANNULLATE: . . . . . . . . .   XXXXXXXX
 NUMERO REGISTRAZIONI VARIATE: . . . . . . . . . .   XXXXXXXX
 NUMERO REGISTRAZIONI PASSATE AL REC. CREDITI: . .   XXXXXXXX
 IMPORTO TOTALE SORTE CAPITALE: . .   XXX.XXX.XXX.XXX.XXX.XXX
                  INVIO PER ALTRO C.S.C.  AP2 PER TERMINARE
      SE IL NUMERO DI AZIENDE INTERESSATE DI QUEL PARTICOLARE C.S.C. E' 0012000
   "0" (ZERO), VIENE VISUALIZZATO IL MESSAGGIO " NON VI SONO DATI PER IL0012000
   C.S.C. INDICATO".
      SE IL C.S.C. CONSULTATO E' 7 XX XX IN FONDO AL PANNELLO, ANZICHE'
   "INVIO PER ALTRO C.S.C.", VIENE VISUALIZZATO IL MESSAGGIO DI "CONSUL-
   TAZIONE TERMINATA".
      IL TASTO  "AP2" CONSENTIRA' IL RITORNO AL PANNELLO MAIN DELLA PRO-0012000
   CEDURA.
      COME DETTO, SE L' IDENTIFICATIVO DEL TERMINALE E' "35" E L' OPERA-0012000
   TORE DIGITA IL TASTO  "PF1",  VIENE VISUALIZZATO IL SEGUENTE PANNELLO0012000
   CHE PERMETTE DI AVVIARE UNA LETTURA DI TUTTI I RECORDS PRESENTI NELLA0012000
   COLLEZIONE " SENZA SANZIONI " AL FINE DI AGGIORNARE I DATI STATISTICI0012000
   AGGREGATI PER RAMO DI ATTIVITA'.                                     0012000
                   ****************************************
                   *                                      *
                   * ARCHIVIO APPOGGIO NOTE DI RETTIFICA  *
                   *   PAGATE PER SOLA SORTE CAPITALE     *
                   * DA ASSOGGETTARE A CALCOLO SANZIONI   *
                   *                                      *
                   ****************************************
                                DATI STATISTICI
                      RILEVAZIONE DATI DISTINITI PER C.S.C.
             INVIO PER INIZIARE     AP2 PER USCIRE
      IL TASTO "INVIO" CONSENTE L'INIZIO DELL' ELABORAZIONE LA CUI ESE- 0012000
   CUZIONE VIENE VISUALIZZATA CON IL SEGUENTE PANNELLO.                 0012000
                   ****************************************
                   *                                      *
                   * ARCHIVIO APPOGGIO NOTE DI RETTIFICA  *
                   *   PAGATE PER SOLA SORTE CAPITALE     *
                   * DA ASSOGGETTARE A CALCOLO SANZIONI   *
                   *                                      *
                   ****************************************
                                DATI STATISTICI
                      RILEVAZIONE DATI DISTINITI PER C.S.C.
                           ELABORAZIONE IN CORSO
          ULTIMA MATRICOLA LETTA:  . . . . . . . . XXXXXXXXXX
          NUMERO MATRICOLE LETTE:  . . . . . . . .   XXXXXXXX
          NUMERO RECORDS COLLEZIONE LETTI: . . . .   XXXXXXXX
         PGM "5150" INTERROMPIBILE CON PGM 556 TIPO JOB = 240
      L' ELABORAZIONE PUO' ESSERE INTERROTTA ATTIVANDO DAL  "MASTER" IL 0012000
   PROGRAMMA  "556" ED INDICANDO IL VALORE  "5150" QUALE NUMERO DI PRO- 0012000
   GRAMMA ED IL VALORE "240" QUALE TIPO JOB.                            0012000
      PER NUMERO RECORDS COLLEZIONE LETTI SI INTENDE IL NUMERO DI MATRI-0012000
   COLE AZIENDALI PRESENTI NELLA COLLEZIONE.                            0012000
      OPPORTUNO MESSAGGIO SEGNALERA' IL TERMINE DELL' ELABORAZIONE.     0012000
  6)  S T A M P E                                                       0010000
      -----------                                                       0011000
      QUESTA FUNZIONE, RICHIAMABILE CON L'OPZIONE "6" DEL PANNELLO MAIN,0012000
   CONSENTE LA PREPARAZIONE DI VARI TIPI DI OUTPUT.                     0012000
      LA SUA ATTIVAZIONE VISUALIZZA IL SEGUENTE PANNELLO:
                   ****************************************
                   *                                      *
                   * ARCHIVIO APPOGGIO NOTE DI RETTIFICA  *
                   *   PAGATE PER SOLA SORTE CAPITALE     *
                   *  DA ASSOGGETTARE A CALCOLO SANZIONI  *
                   *                                      *
                   ****************************************
                                  STAMPE
             OPZIONI:
                    1)  SINGOLA AZIENDA
                    2)  CONTENUTO ARCHIVIO
                    3)  DATI STATISTICI
                    ======>
                NEL GRUPPO
                  INVIO PER CONTINUARE    AP2 PER TERMINARE
      LE SUB-OPZIONI  "1" E  "3" SONO ATTIVABILI DA QUALISIASI TERMINALE0012000
   MENTRE LA SUB-OPZIONE  "2" E' ATTIVABILE SOLO DAL TERMINALE CON IDEN-0012000
   TIFICATIVO "35".                                                     0012000
      VIENE INOLTRE RICHIESTO DI INDICARE IL GRUPPO DI STAMPA NEL QUALE 0012000
   SI DESIDERA CHE VENGANO PREPARATE LE STAMPE.  E' OPPORTUNO, PERTANTO,0012000
   CHE NEL CASO DI SUB-OPZIONI NON RISERVATE L' OPERATORE PRENDA PREVEN-0012000
   TIVO CONTATTO CON GLI OPERATORI DI CONTROLLO PER ACCERTARE LA DISPONI0012000
   BILITA' DEL GRUPPO DI STAMPA PRESCELTO.                              0012000
      ATTIVATA  LA SUB-OPZIONE "1" ED INDICATO IL GRUPPO DI STAMPA VIENE0012000
   VISUALIZZATO IL SEGUENTE PANNELLO:                                   0012000
                   ****************************************
                   *                                      *
                   * ARCHIVIO APPOGGIO NOTE DI RETTIFICA  *
                   *   PAGATE PER SOLA SORTE CAPITALE     *
                   *  DA ASSOGGETTARE A CALCOLO SANZIONI  *
                   *                                      *
                   ****************************************
                                    STAMPA
 MATRICOLA
                  INVIO PER STAMPARE      AP2 PER TERMINARE
      DIGITATA LA MATRICOLA, E SUPERATI I CONTROLLI SULLA VALIDITA' DEL-0012000
   LA STESSA E SULLA SUA PRESENZA NELL' ARCHIVIO "9" E NELL'APPOSITA COL0012000
   LEZIONE, VIENE PREPARATA UNA STAMPA CHE RIPORTA:                     0012000
       - I DATI ESSENZIALI DEL MODELLO DM10/M:
            - LA MATRICOLA AZIENDA;
            - LA DENOMINAZIONE SOCIALE;
            - IL PERIODO DI RIFERIMENTO DEL MODELLO CHE HA ORIGINATO LA
              RETTIFICA;
            - LA DATA DI PRESENTAZIONE;
            - IL SALDO ORIGINARIO;
            - I GIORNI DI RITARDO NELLA PRESENTAZIONE DEL MOD. DM10/M
              (EVENTUALE);
       - I DATI ESSENZIALI DELLA RETTIFICA:
            - IL PROGRESSIVO RETTIFICA;
            - L' IMPORTO DELLE DIFFERENZE CONTRIBUTIVE PAGATE;
            - LA SEGNALAZIONE DI EVENTUALI SANZIONI AMMINISTRATIVE;
            - LA DATA DI PAGAMENTO;
            - LA DATA DI SCADENZA;
            - EVENTUALI ANNOTAZIONI (ANNULLATO, VARIATO, VARIAZ.FORZ.,
              AL REC. CRED.).
      ATTIVANDO LA SUB-OPZIONE "2" (CONTENUTO ARCHIVIO), DA USERID "35",0012000
   ED INDICATO IL GRUPPO DI STAMPA PRESCELTO, VIENE VISUALIZZATO IL SE- 0012000
   GUENTE PANNELLO:                                                     0012000
                   ****************************************
                   *                                      *
                   * ARCHIVIO APPOGGIO NOTE DI RETTIFICA  *
                   *   PAGATE PER SOLA SORTE CAPITALE     *
                   *  DA ASSOGGETTARE A CALCOLO SANZIONI  *
                   *                                      *
                   ****************************************
                          STAMPA CONTENUTO ARCHIVIO
            PER STAMPARE LE REGISTRAZIONI MOVIMENTATE   ====>  PF1
            PER STAMPARE LE REGISTRAZIONI DA DEFINIRE   ====>  PF2
            PER STAMPARE LE REGISTRAZIONI DEFINITE      ====>  PF3
            PER STAMPARE TUTTE LE REGISTRAZIONI         ====>  PF4
                          AP2 PER TERMINARE
      LA SCELTA DELLA STAMPA DA PREPARARE E' DETERMINATA DALLA DIGITA-  0012000
   ZIONE DEL TASTO FUNZIONALE CORRISPONDENTE; NON PUO' ESSERE AVVIATA   0012000
   LA CONTEMPORANEA PREPARAZIONE DI PIU' LISTE.                         0012000
      SI PRECISA CHE PER "REGISTRAZIONI MOVIMENTATE" SI INTENDONO QUEL- 0012000
   LE PER LE QUALI SONO STATI EFFETTUATI INTERVENTI DI VARIAZIONE, DI   0012000
   ANNULLAMENTO OVVERO DI PASSAGGIO AL RECUPERO CREDITI.                0012000
      PER "REGISTRAZIONI DA DEFINIRE" SI INTENDONO QUELLE MOVIMENTATE E 0012000
   NON, CON ESCLUSIONE DELLE ANNULLATE E DI QUELLE PASSATE AL RECUPERO  0012000
   CREDITI.                                                             00120
      PER "REGISTRAZIONI DEFINITE" SI INTENDONO SOLO LE REGISTRAZIONI   0012000
   ANNULLATE O PASSATE AL RECUPERO CREDITI.                             0012000
      DIGITATO UNO DEI QUATTRO TASTI FUNZIONALI PREVISTI, IL PROGRAMMA  0012000
   VISUALIZZA IL SEGUENTE PANNELLO OVE AL POSTO DELLA STRINGA DELLE "X" 0012000
   VIENE RIPORTATO IL TIPO DI LISTA IN ESECUZIONE.                      0012000
                   ****************************************
                   *                                      *
                   * ARCHIVIO APPOGGIO NOTE DI RETTIFICA  *
                   *   PAGATE PER SOLA SORTE CAPITALE     *
                   *  DA ASSOGGETTARE A CALCOLO SANZIONI  *
                   *                                      *
                   ****************************************
                               INVIO PER INIZIARE      AP2 PER TERMINARE
                   DIGITATO IL TASTO INVIO IL PROGRAMMA INIZIA L' ELABORAZIONE
PER LA0012000   PREPARAZIONE DELLA STAMPA ED IL SUO PROCEDERE VIENE EVIDENZIATO
 DAL  0012000   PANNELLO CHE DI SEGUITO SI RIPORTA.
      0012000      ANCHE SU QUESTO PANNELLO LA STRINGA DELLE  " X " VIENE SOSTI
TUITA 0012000   DALL' INDICAZIONE DELLA LISTA IN PREPARAZIONE.
      0012000
****************************************
*                                      *
                   * ARCHIVIO APPOGGIO NOTE DI RETTIFICA  *
                   *   PAGATE PER SOLA SORTE CAPITALE     *
                   *  DA ASSOGGETTARE A CALCOLO SANZIONI  *
                   *                                      *
                   ****************************************
                            XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX
          ULTIMA MATRICOLA LETTA:  . . . . . . . . XXXXXXXXXX
          NUMERO MATRICOLE LETTE:  . . . . . . . .   XXXXXXXX
          NUMERO RECORDS COLLEZIONE LETTI: . . . .   XXXXXXXX
         PGM "5151" INTERROMPIBILE CON PGM 556 TIPO JOB = 240
      L' ELABORAZIONE PUO' ESSERE INTERROTTA ATTIVANDO DAL MASTER IL PGM0012000
   556 CON INDICAZIONE DEL VALORE "5151", QUALE PROGRAMMA DA INTERROMPE-0012000
   RE, E DEL VALORE "240", QUALE TIPO JOB.                              0012000
      IL MESSAGGIO DI "ELABORAZIONE TERMINATA" E DI "STAMPA PRONTA NEL  0012000
   GRUPPO XX" PONE TERMINE ALL' ELABORAZIONE.                           0012000
      ATTIVATA  LA SUB-OPZIONE "3" (DATI STATISTICI), DA QUALUNQUE TER- 0012000
   MINALE, E SCELTO IL GRUPPO DI STAMPA DA IMPEGNARE, IL MESSAGGIO DI   0012000
   STAMPA PRONTA VIENE FORNITO SULLO STESSO PANNELLO SUL QUALE E' STATA 0012000
   EFFETTUATA LA SCELTA DELLA SUB-OPZIONE.                              0012000
      LA LISTA, COMPOSTA DI OTTO PAGINE, RIPORTA GLI STESSI DATI CHE    0012000
   VENGONO VISUALIZZATI ATTIVANDO L' OPZIONE "5" DEL PANNELLO MAIN (DA- 0012000
   TI STATISTICI). PERTANTO LA PRIMA PAGINA RIPORTERA' I DATI STATISTICI00120
   COMPLESSIVI E LE RESTANTI I DATI STATISTICI AGGREGATI PER RAMO DI AT-0012000
   TIVITA'.                                                             0012000
      OVVIAMENTE SE NON E' MAI STATO ATTIVATO LO SCORRIMENTO ARCHIVIO   0012000
   PER L' AGGREGAZIONE DEI DATI LA LISTA SARA' COMPOSTA DA UNA SOLA PA- 0012000
   GINA CHE CONTIENE SOLO I DATI STATISTICI COMPLESSIVI.                0012000
                                                      ALLEGATO 5
 -------------------------------------------------------------
 I     I                 C A R I C O                         I
 I NUM I-----------------------------------------------------I
 I ORD I DATA I T I NUMERO I ART. I NUM   I    IMPORTO       I
 I     I      I   I        I      I CED   I                  I
 I-----I------I---I--------I------I-------I------------------I
 I     I      I   I        I      I       I                  I
 I     I      I   I        I      I       I                  I
 I     I      I   I        I      I       I                  I
 I     I      I   I        I      I       I                  I
 I     I      I   I        I      I       I                  I
 I     I      I   I        I      I       I                  I
 I     I      I   I        I      I       I                  I
 I     I      I   I        I      I       I                  I
 I     I      I   I        I      I       I                  I
 I     I      I   I        I      I       I                  I
 I     I      I   I        I      I       I                  I
 -------------------------------------------------------------
 -------------------------------------------------------------
 I                                                           I
 I------------------------------------------------------- ---I
 I DATA I ESATTI I IMPORTO I F.S. I IMPORTO I D.D I  IMPORTO I
 I------I--------I---------I------I---------I-----I----------I
 I      I        I         I      I         I     I          I
 I      I        I         I      I         I     I          I
 I      I        I         I      I         I     I          I
 I      I        I         I      I         I     I          I
 I      I        I         I      I         I     I          I
 I      I        I         I      I         I     I          I
 I      I        I         I      I         I     I          I
 I      I        I         I      I         I     I          I
 I      I        I         I      I         I     I          I
 I      I        I         I      I         I     I          I
 I      I        I         I      I         I     I          I
 -------------------------------------------------------------
 (N.B.) I DUE QUADRI DI CARICO E SCARICO COSTITUISCONO
        UN UNICO QUADRO A SVILUPPO ORIZZONTALE.
                      I N D I C E
  - CREAZIONE, CONTENUTO E FUNZIONI ARCHIVIO . . . . . . . . .  "     2
        - CREAZIONE. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .  "     2
        - CONTENUTO DELL'ARCHIVIO. . . . . . . . . . . . . . .  "     3
        - DESCRIZIONE NOTA DI RETTIFICA ATTIVA . . . . . . . .  "     6
        - DESCRIZIONE NOTA DI RETTIFICA PASSIVA. . . . . . . .  "    12
        - FUNZIONI DELL' ARCHIVIO. . . . . . . . . . . . . . .  "    14
  - DESCRIZIONE OPERATIVA DELLE FASI PROCEDURALI . . . . . . .  "    17
        - ALIMENTAZIONE ARCHIVIO LOCALE. . . . . . . . . . . .  "    17
        - UTILIZZAZIONE DELLA PROCEDURA. . . . . . . . . . . .  "    18
        - STATISTICA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .  "    23
              - AGGIORNAMENTO DATI . . . . . . . . . . . . . .  "    25
              - CONSULTAZIONE DATI . . . . . . . . . . . . . .  "    27
        - CONSULTAZIONE. . . . . . . . . . . . . . . . . . . .  "    30
        - VARIAZIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .  "    40
              - QUADRO 'B' . . . . . . . . . . . . . . . . . .  "    45
              - QUADRO 'C' . . . . . . . . . . . . . . . . . .  "    48
              - QUADRO 'AF'. . . . . . . . . . . . . . . . . .  "    49
              - QUADRO 'D' . . . . . . . . . . . . . . . . . .  "    50
              - VARIAZIONE DEL SALDO CON INVERSIONE DEL SEGNO.  "    61
              - VARIAZIONE CON CONSEGUENTE ANNULLAMENTO. . . .  "    62
        - ANNULLAMENTO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .  "    64
              - ANNULLAMENTO SINGOLA RETTIFICA . . . . . . . .  "    67
              - ANNULLAMENTO VARIE RETTIFICHE DIVERSE AZIENDE.  "    69
              - ANNULLAMENTO VARIE RETTIFICHE STESSA AZIENDA .  "    71
        - EMISSIONE D'UFFICIO DI NOTA DI RETTIFICA . . . . . .  "    72
              - NOTE OPERATIVE . . . . . . . . . . . . . . . .  "    74
        - DEFINIZIONE. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .  "    80
              - PREMESSA . . . . . . . . . . . . . . . . . . .  "    80
              - STRUTTURA DELLA REGISTRAZIONE SC28 . . . . . .  "    82
              - CHIUSURA SC28 PER AVVIO ALLE FASI SUCCESSIVE .  "    85
              - NORME OPERATIVE  . . . . . . . . . . . . . . .  "    87
              - PAGAMENTO. . . . . . . . . . . . . . . . . . .  "    88
                - FUNZIONE "A" : ACQUISIZIONE. . . . . . . . .  "    91
                  - ACQUISIZIONE MOD. SC28 . . . . . . . . . .  "    91
                  - ACQUISIZIONE CEDOLE IN AUTOMATICO. . . . .  "    94
                  - ACQUISIZIONE CEDOLE IN SEMIAUTOMATICO. . .  "    95
                  - ACQUISIZIONE CEDOLE DA TASTIERA. . . . . .  "    96
                  - ACQUISIZIONE DOCUMENTI DIVERSI . . . . . .  "   105
                - FUNZIONE "V" : VARIAZIONE  . . . . . . . . .  "   107
                - FUNZIONE "D" : DISPLAY E/O STAMPA. . . . . .  "   108
                - FUNZIONE "C" : CANCELLAZIONE . . . . . . . .  "   109
                - FUNZIONE "Q" : QUADRATURA. . . . . . . . . .  "   110
              - RIMBORSI . . . . . . . . . . . . . . . . . . .  "   112
                - FUNZIONE "A" : ACQUISIZIONE. . . . . . . . .  "   115
                - FUNZIONE "C" : CANCELLAZIONE . . . . . . . .  "   124
                - FUNZIONE "Q" : QUADRATURA. . . . . . . . . .  "   125
                - FUNZIONE "D" : DISPLAY E/O STAMPA. . . . . .  "   127
                - OPERAZIONI CONTABILI . . . . . . . . . . . .  "   128  e
              - PASSAGGIO AL RECUPERO CREDITI. . . . . . . . .  "   129
                - CONSIDERAZIONI GENERALI. . . . . . . . . . .  "   129
                - GESTIONE LISTA RETTIFICHE INSOLUTE . . . . .  "   134
                - NORME OPERATIVE. . . . . . . . . . . . . . .  "   137
                - FUNZIONE "A" : ACQUISIZIONE. . . . . . . . .  "   139
                - FUNZIONE "V" : VARIAZIONE. . . . . . . . . .  "   144
                - FUNZIONE "D" : DISPLAY E/O STAMPA. . . . . .  "   145
                - FUNZIONE "C" : CANCELLAZIONE . . . . . . . .  "   148
                - FUNZIONE "Q" : QUADRATURA. . . . . . . . . .  "   149
              - INOLTRO ALLE FASI SUCCESSIVE   . . . . . . . .  "   151
              - DISPLAY E/O STAMPA MODELLI IN LAVORAZIONE. . .  "   153
              - CREAZIONE SC28 VIRTUALE. . . . . . . . . . . .  "   154
                - "PICCOLE DIFFERENZE" ED ANNULLAMENTI . . . .  "   154
              - STRINGATURA. . . . . . . . . . . . . . . . . .  "   159
        - STAMPE ED UTILITY  . . . . . . . . . . . . . . . . .  "   160
              - STAMPA LISTA MOVIMENTATE . . . . . . . . . . .  "   162
              - RISTAMPA MODELLI DM10M/RA. . . . . . . . . . .  "   164
              - RISTAMPA MODELLI DM10M/RP. . . . . . . . . . .  "   164
              - STAMPA DM10M/RA PER REGOLARIZZAZIONE . . . . .  "   165
              - CANCELLAZIONE LISTA MOVIMENTATE. . . . . . . .  "   166
              - CANCELLAZIONE RISTAMPA DM10M/RA. . . . . . . .  "   167
              - CANCELLAZIONE RISTAMPA DM10M/RP. . . . . . . .  "   167
              - CANCELLAZIONE DM10M/RA PER REGOLARIZZAZIONE. .  "   167
              - STAMPE GENERALIZZATE . . . . . . . . . . . . .  "   168
                    - LISTA RETTIFICHE ATTIVE NON DEFINITE . .  "   169
                    - RETTIFICHE INSOLUTE AD UNA CERTA DATA. .  "   170
                    - LISTA DM10M/P E DM10M-RP NON DEFINITI. .  "   172
                    - SITUAZIONE SINGOLA AZIENDA . . . . . . .  "   173
                    - RETTIFICHE DA DM10/  INSOLUTI. . . . .    "   174
              - RISTAMPA RETTIFICA . . . . . . . . . . . . . .  "   175
              - AGGIORNAMENTO ARCHIVI PERIFERICI . . . . . . .  "   176
              - TRASMISSIONE AL D.B. CENTRALE DELLE AZIENDE. .  "   178
              - RIPARTIZIONE . . . . . . . . . . . . . . . . .  "   182
              - TABELLE COMPATIBILITA' . . . . . . . . . . . .  "   183
              - APPENDICE "A". . . . . . . . . . . . . . . . .  "   186
                    - TIPO ARCHIVIO. . . . . . . . . . . . . .  "   186
                    - STRUTTURA ARCHIVIO . . . . . . . . . . .  "   187
              - APPENDICE "B". . . . . . . . . . . . . . . . .  "   192
                    - TIPO RETTIFICA . . . . . . . . . . . . .  "   192
              - APPENDICE "C". . . . . . . . . . . . . . . . .  "   193
                    - ELENCO CODICI INTERVENTO . . . . . . . .  "   193
              - ALLEGATO 1 . . . . . . . . . . . . . . . . . .  "   196
                    - PROGRAMMI ED ARCHIVI UTILIZZATI. . . . .  "   196
              - ALLEGATO 2 . . . . . . . . . . . . . . . . . .  "   200
                    - LISTA UTENTI ABILITATI . . . . . . . . .  "   200
              - ALLEGATO 3 . . . . . . . . . . . . . . . . . .  "   202
                    - LISTA NOMI IDENTIFICATIVI CODE DI STAMPA  "   202
              - ALLEGATO 4 . . . . . . . . . . . . . . . . . .  "   203
                    - MESSAGGIO N. 32438 DEL 29/03/88. . . . .  "   203
              - ALLEGATO 5 . . . . . . . . . . . . . . . . . .  "   229
                    - PROSPETTO DI CARICO/SCARICO MODD. SC28 .  "   229