Avvisi

Interpello per posti funzione di livello dirigenziale generale

Con Determinazione dell’Organo munito dei poteri del Consiglio di Amministrazione n. 119 del 25 ottobre 2019 (allegato 1 al presente messaggio) ad oggetto “Ordinamento delle funzioni centrali e territoriali dell’Inps” è stato definito il nuovo assetto organizzativo dell’Istituto che comprende i seguenti posti funzione di livello dirigenziale generale:

DIREZIONE GENERALE
n. posti  Descrizione posto funzione livello dirigenziale generale
1  DIREZIONE CENTRALE PRESIDENTE E ORGANI COLLEGIALI
2  DIREZIONE CENTRALE STUDI E RICERCHE
3  DIREZIONE CENTRALE AUDIT E MONITORAGGIO CONTENZIOSO
4  DIREZIONE CENTRALE ENTRATE
5  DIREZIONE CENTRALE PENSIONI
6  DIREZIONE CENTRALE AMMORTIZZATORI SOCIALI
7  DIREZIONE CENTRALE INCLUSIONE SOCIALE E INVALIDITA' CIVILE
8  DIREZIONE CENTRALE CREDITO, WELFARE E STRUTTURE SOCIALI
9  DIREZIONE CENTRALE ORGANIZZAZIONE E COMUNICAZIONE
10  DIREZIONE CENTRALE RISORSE UMANE
11  DIREZIONE CENTRALE FORMAZIONE E SVILUPPO RISORSE UMANE
12  DIREZIONE CENTRALE ANTIFRODE, ANTICORRUZIONE E TRASPARENZA
13  DIREZIONE CENTRALE TECNOLOGIA, INFORMATICA E INNOVAZIONE
14  DIREZIONE CENTRALE BILANCI, CONTABILITA' E SERVIZI FISCALI
15  DIREZIONE CENTRALE PIANIFICAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE
16  DIREZIONE CENTRALE PATRIMONIO E INVESTIMENTI
17  DIREZIONE CENTRALE RISORSE STRUMENTALI E CENTRALE UNICA ACQUISTI
18  DIREZIONE CENTRALE BENESSERE ORGANIZZATIVO, SICUREZZA E LOGISTICA

 

STRUTTURE AL SERVIZIO DEL TERRITORIO

n. posti  Descrizione posto funzione livello dirigenziale generale
19  DIREZIONE SERVIZI AL TERRITORIO
20  DIREZIONE REGIONALE PIEMONTE
21  DIREZIONE REGIONALE LOMBARDIA
22  DIREZIONE REGIONALE VENETO
23  DIREZIONE REGIONALE FRIULI VENEZIA GIULIA
24  DIREZIONE REGIONALE EMILIA ROMAGNA
25  DIREZIONE REGIONALE LIGURIA
26  DIREZIONE REGIONALE TOSCANA
27  DIREZIONE REGIONALE MARCHE
28  DIREZIONE REGIONALE UMBRIA
29  DIREZIONE REGIONALE LAZIO
30  DIREZIONE REGIONALE ABRUZZO
31  DIREZIONE REGIONALE MOLISE
32  DIREZIONE REGIONALE CAMPANIA
33  DIREZIONE REGIONALE PUGLIA
34  DIREZIONE REGIONALE BASILICATA
35  DIREZIONE REGIONALE CALABRIA
36  DIREZIONE REGIONALE SICILIA
37  DIREZIONE REGIONALE SARDEGNA
38  DIREZIONE DI COORDINAMENTO METROPOLITANO DI ROMA
39  DIREZIONE DI COORDINAMENTO METROPOLITANO DI MILANO
40  DIREZIONE DI COORDINAMENTO METROPOLITANO DI NAPOLI

Inoltre, con determinazione dell’Organo munito dei poteri del Consiglio di Amministrazione n. 126 dell’8 novembre 2019 (allegato 2 al presente messaggio) sono stati individuati – ai sensi dell’art. 19, comma 10 del D.lgs. 165/2001 – n. 2 incarichi di livello dirigenziale generale di consulenza, studio e ricerca di cui all’Ordinamento delle funzioni centrali e territoriali dell’Inps, come di seguito specificati:

INCARICHI DI LIVELLO DIRIGENZIALE GENERALE DI CONSULENZA, STUDIO E RICERCA
n. posti  Descrizione posto funzione livello dirigenziale generale
40 INCARICO DI CONSULENZA STUDIO E RICERCA AREA TEMATICA "CONVENZIONI INTERNAZIONALI" avente ad oggetto “ESSIN-European Social Security identification number: analisi e  coordinamento della gestione dei sistemi di protezione sociale a livello europeo”
41 INCARICO DI CONSULENZA STUDIO E RICERCA AREA TEMATICA "PRESTAZIONI PREVIDENZIALI E SOCIO ASSISTENZIALI" avente ad oggetto “Progetto di studio per la prospettazione di  strumenti di innovazione anche normativa tesi a rimuovere il fenomeno del contenzioso medico-legale”

Successivamente, con determinazione dell’Organo munito dei poteri del Consiglio di Amministrazione n. 127 dell’8 novembre 2019 (allegato 3 al presente messaggio) si è provveduto alla rideterminazione della retribuzione di posizione parte variabile e di risultato dei dirigenti di I fascia (art. 4 CCNL dell’Area VI della dirigenza degli enti pubblici non economici per il biennio economico 2008-2009).

Tutto ciò premesso, si rende necessario avviare le procedure di conferimento degli incarichi sopra elencati, su base nazionale, secondo la previsione dell’articolo 19 del Decreto Legislativo n. 165/2001, delle disposizioni contenute nella Determinazione presidenziale n. 133 del 12 ottobre 2016 “Criteri e modalità per il conferimento degli incarichi dirigenziali” e delle disposizioni contenute nel “Regolamento in materia di rotazione del personale di cui alla legge 190/2012”, adottato con Determinazione presidenziale n. 26 del 20 marzo 2018 (disponibili sul sito istituzionale alla Sezione “Amministrazione trasparente”).

CANDIDATURE DEI DIRIGENTI DIPENDENTI DELL’ISTITUTO

Il personale appartenente al ruolo dirigenziale dell’Istituto potrà inviare, entro dieci giorni dalla pubblicazione del presente messaggio, la manifestazione di disponibilità per i predetti posti funzione utilizzando la procedura informatica accessibile dal sito intranet dell’Istituto, seguendo il percorso HOME/Servizi ai dipendenti/Interpello dirigenti.

Dalla pagina Home della procedura è possibile selezionare il pulsante del menù di sinistra “Acquisisci/Modifica domanda”; all’interno della maschera il candidato dovrà indicare:

  • l’incarico attualmente ricoperto nella sede di appartenenza e la data di decorrenza dello stesso;
  • eventuali precedenti incarichi presso la stessa struttura;
  • una sintetica relazione in cui siano illustrate le esperienze professionali maturate, ritenute maggiormente significative in relazione all’incarico per il quale si concorre;
  • le dichiarazioni di assenza di cause di inconferibilità ed incompatibilità, confermando, con il segno di spunta, il testo precompilato nell’apposito campo;
  • eventuali note; in tale campo potranno essere specificate particolari circostanze ritenute meritevoli di considerazione ai fini della presente procedura.

Si potrà, quindi, selezionare un massimo di cinque preferenze, attraverso l’apposito menù a tendina.

Alla domanda verrà allegato in automatico il curriculum vitae attualmente pubblicato sul sito dell’Istituto (estratto da procedura VEGA), che sarà visualizzabile attraverso il pulsante “Visualizza CV VEGA”. Il candidato avrà cura di verificare la completezza del CV rispetto a tutti gli incarichi ricoperti nel corso della carriera anche con riguardo ad esperienze presso altri soggetti pubblici o privati; è, comunque, possibile allegare un diverso curriculum (esclusivamente in formato PDF) attraverso l’opzione “Carica nuovo CV”.

Selezionando il pulsante “Salva” in fondo alla pagina i dati generali della domanda saranno acquisiti in procedura.

Si precisa che è consentito comunque procedere alla loro modifica fino alla scadenza dei termini previsti attivando, dal menù di sinistra, il pulsante “Acquisisci/Modifica domanda”.

Il candidato riceverà una e-mail, all’indirizzo di posta elettronica istituzionale, che comunica l’avvenuta acquisizione della domanda.

Per maggiori dettagli sul funzionamento della nuova procedura si rimanda al “Manuale utente”, ivi disponibile.

CANDIDATURE DA PARTE DI ALTRI SOGGETTI

L’interpello di cui al presente messaggio è rivolto anche ai dirigenti appartenenti ai ruoli di altre amministrazioni pubbliche ai sensi dell’art. 19, comma 5 bis del D.lgs. n. 165/2001, ovvero, ai soggetti di cui all’art. 19 comma 6 del medesimo decreto legislativo.

La manifestazione di interesse e disponibilità per i posti funzione sopra specificati da parte dei predetti soggetti dovrà pervenire entro dieci giorni dalla pubblicazione del presente messaggio, per un massimo di cinque preferenze, alla casella AdesioniTitolaritaSedi@inps.it secondo il format allegato (allegato n. 4 al presente messaggio) e corredata della seguente documentazione:

  • curriculum vitae;
  • sintetica relazione in cui siano illustrate le esperienze professionali maturate, ritenute maggiormente significative in relazione all’incarico per il quale si concorre; in tale ambito potranno essere specificate particolari circostanze ritenute meritevoli di considerazione ai fini della presente procedura;
  • dichiarazioni di assenza di cause di inconferibilità ed incompatibilità (allegato n. 5 al presente messaggio).

Si raccomanda di denominare i file allegati al format con cognome_nome_all. (es: Rossi_Mario_cv; Rossi_Mario_relazione; Rossi_Mario_inconferibilità; Rossi_Mario_incompatibilità).


 

ESAME DELLE CANDIDATURE

L’Istituto procederà prioritariamente all’esame delle candidature presentate dai dirigenti appartenenti ai propri ruoli e, successivamente, all’esame di quelle dei dirigenti dipendenti delle Amministrazioni di cui all’art. 19, comma 5 bis del D. Lgs. 165/2001 e, nell’ipotesi in cui non rinvenga le necessarie professionalità nei ruoli dell’Istituto, all’esame delle candidature presentate dai soggetti di cui all’art. 19, comma 6 del D. Lgs. 165/2001.

  • Allegato N.1 – determinazione dell’Organo munito dei poteri del Consiglio di Amministrazione n. 119 del 25 ottobre 2019
  • Allegato N.2 – determinazione dell’Organo munito dei poteri del Consiglio di Amministrazione n. 126 dell’8 novembre 2019
  • Allegato N.3 – determinazione dell’Organo munito dei poteri del Consiglio di Amministrazione n. 127 dell’8 novembre 2019
  • Allegato N.4 - format disponibilità
  • Allegato N.5 - dichiarazioni di assenza di cause di inconferibilità e incompatibilità

 

  1. Percorso di navigazione

    Le voci indicano la posizione della pagina nell'alberatura del portale, permettendo la navigazione veloce a ritroso.

  2. Il menu di sezione

    In quest'area sono presenti le principali voci della sezione. Il simbolo "+" indica la presenza di sottosezioni. Con un clic su una voce puoi accedere al contenuto.

  3. I pulsanti di servizio SALVA e STAMPA

    Con i due pulsanti puoi scegliere di salvare il contenuto in formato PDF o stamparlo direttamente.

  4. Filtrare i risultati

    In quest'area è possibile scegliere la modalità di visualizzazione delle notizie (griglia o lista) e filtrare i risultati tramite una ricerca libera inserendo parole chiave o periodo di pubblicazione negli appositi campi.