Dismissioni

La legge 410/2001, di conversione del decreto legge 351/2001, ha avviato il processo di privatizzazione e di valorizzazione degli immobili di proprietà delle Pubbliche Amministrazioni, modificando le disposizioni precedenti in materia di dismissione del patrimonio immobiliare pubblico (Decreto Legislativo 104/96 e circolari attuative, Legge 140/97 e relativi Decreti Interministeriali).
La legge citata ha introdotto la cartolarizzazione dei proventi delle vendite degli immobili, immobili individuati dall'Agenzia del demanio con appositi decreti, attraverso il trasferimento degli stessi alla S.C.I.P. S.r.l. - Società Cartolarizzazione Immobili Pubblici.
Successivamente, il decreto legge n. 41 del 2004 ha previsto che il prezzo di vendita delle unità residenziali per i conduttori aventi determinati requisiti (aver manifestato la volontà di acquisto entro il 31 ottobre 2001 con le prescritte modalità) fosse stabilito sulla base dei valori di mercato del mese di ottobre 2001. Conseguentemente sono stati previsti coefficienti di abbattimento del prezzo aggiornati semestralmente dall’Agenzia del Territorio.
In considerazione dell’eccezionale crisi economica internazionale e delle condizioni del mercato immobiliare e dei mercati finanziari, l’art. 43 bis del D.L. 207/2008, convertito dalla legge 14/2009, ha posto in liquidazione il patrimonio separato relativo alle operazioni di cartolarizzazione effettuate dalla SCIP. I beni immobili che alla data della legge di conversione erano di proprietà della SCIP sono stati ritrasferiti agli Enti originariamente proprietari.
Gli Enti possono procedere alla vendita diretta degli immobili, fatti salvi in ogni caso i diritti spettanti agli aventi diritto e nel rispetto delle procedure regolanti l’alienazioni degli stessi da parte della SCIP per la seconda operazione di cartolarizzazione.
In questo momento l’Istituto sta predisponendo un piano di valorizzazione di tutto il patrimonio immobiliare da reddito, attraverso la costituzione di un fondo immobiliare.

Si forniscono di seguito sintetiche informazioni circa le operazioni di cartolarizzazione effettuate.

Prima operazione di cartolarizzazione (SCIP 1)

 
La maggior parte del patrimonio immobiliare è stata venduta agli inquilini, ai sensi dell'art. 3 della legge n. 410/2001, nel corso dell'anno 2002. Le unità libere, quelle inoptate e le nude proprietà sono state poste in vendita al miglior offerente tramite le aste.

Seconda operazione di cartolarizzazione (SCIP 2)

 
Con decreto del Ministro dell'Economia e delle Finanze del 21.11.2002, pubblicato sul supplemento ordinario della G.U. n. 279 del 28.11.2002, sono stati trasferiti alla SCIP S.r.l. gli immobili già appartenenti al patrimonio degli Enti previdenziali.
Sulla base del Contratto di Gestione sottoscritto con la SCIP S.r.l., l'INPS ha assunto il compito di gestire gli immobili trasferiti attraverso l'adempimento di una serie di attività necessarie alla vendita degli immobili cartolarizzati.
Anche per quanto riguarda la seconda operazione di cartolarizzazione, ai sensi dell'art. 3, comma 14, della Legge n. 410/2001, le unità libere, quelle inoptate e le nude proprietà sono state poste in vendita al miglior offerente.
(Le procedure di vendita delle unità immobiliari ad uso residenziale già di proprietà dell'INPDAI (Istituto Nazionale di Previdenza per i Dirigenti di Aziende Industriali) - ente soppresso dall'art. 42 della Legge 27 dicembre 2002 n. 289 (Legge Finanziaria 2003) - dal primo gennaio 2003 sono gestite dall'INPS).

 
Immobili già INPS

 

Gli immobili cartolarizzati sono stati individuati dai seguenti decreti dell'Agenzia del Demanio: 

  • Decreto dirigenziale 4.11.2002, prot. 38488; 
  • Decreto dirigenziale 31.05.2002, prot. 18768 e successive modifiche ed integrazioni; 
  • Decreto dirigenziale 27.11.2001, prot. 32843, all. B e successive modifiche ed integrazioni.

Immobili già INPDAI

 
I decreti dell'Agenzia del Demanio che hanno individuato gli immobili cartolarizzati sono i seguenti:

 

  • Decreto dirigenziale 8.11.2002, prot. 39567; 
  • Decreto dirigenziale 4.11.2002, prot. 38391; 
  • Decreto dirigenziale 2.10.2002, prot. 33560; 
  • Decreto dirigenziale 5.07.2002, prot. 24089; 
  • Decreto dirigenziale 31.05.2002, prot. 16358, all. A e successive modifiche ed integrazioni

Per prendere visione delle precedenti norme e delle aste espletate fino al 2009 è possibile consultare nel menu a sinistra la voce Aste patrimonio Immobiliare.

 

 

  1. Percorso di navigazione

    Le voci indicano la posizione della pagina nell'alberatura del portale, permettendo la navigazione veloce a ritroso.

  2. Il menu di sezione

    In quest'area sono presenti le principali voci della sezione. Il simbolo "+" indica la presenza di sottosezioni. Con un clic su una voce puoi accedere al contenuto.

  3. I pulsanti di servizio SALVA e STAMPA

    Con i due pulsanti puoi scegliere di salvare il contenuto in formato PDF o stamparlo direttamente.

  4. Filtrare i risultati

    In quest'area è possibile scegliere la modalità di visualizzazione delle notizie (griglia o lista) e filtrare i risultati tramite una ricerca libera inserendo parole chiave o periodo di pubblicazione negli appositi campi.