La dilazione di pagamento presso l'agente della riscossione

ATTENZIONE: la seguente pagina è archiviata e le notizie e informazioni presenti hanno solo un valore storico e potrebbero non essere più in linea con la normativa vigente alla data di oggi.

 

LA DILAZIONE DI PAGAMENTO PRESSO L'AGENTE DELLA RISCOSSIONE


Dal 31 dicembre 2007 anche il concessionario è legittimato a concedere la dilazione di pagamento delle cartelle esattoriali (legge 28 febbraio 2008 n. 31).
Tale disposizione normativa è stata realizzata nell’intento di favorire il contribuente, prevedendo la possibilità di avere un unico interlocutore per i debiti non solo previdenziali ma anche fiscali o di altra natura, purché iscritti a ruolo.
 
A decorrere dal 3 agosto 2010 (data di pubblicazione della circolare 106/2010) la rateazione delle somme iscritte a ruolo e regolarmente notificate deve essere richiesta esclusivamente all'Agente della riscossione.
 
In particolare il concessionario può dilazionare il debito iscritto a ruolo in un massimo di 72 rate mensili ai contribuenti che si trovino in “temporanea ed obbiettiva difficoltà”.
 
Per gli importi superiori a 50.000 euro il debitore è tenuto a prestare idonea garanzia tramite polizza fideiussoria o fideiussione bancaria, o in alternativa garanzia ipotecaria. 




  1. Percorso di navigazione

    Le voci indicano la posizione della pagina nell'alberatura del portale, permettendo la navigazione veloce a ritroso.

  2. Il menu di sezione

    In quest'area sono presenti le principali voci della sezione. Il simbolo "+" indica la presenza di sottosezioni. Con un clic su una voce puoi accedere al contenuto.

  3. I pulsanti di servizio SALVA e STAMPA

    Con i due pulsanti puoi scegliere di salvare il contenuto in formato PDF o stamparlo direttamente.

  4. Filtrare i risultati

    In quest'area è possibile scegliere la modalità di visualizzazione delle notizie (griglia o lista) e filtrare i risultati tramite una ricerca libera inserendo parole chiave o periodo di pubblicazione negli appositi campi.