Attività creditizie

Data: 10/12/2015


L’Inps offre prestiti e mutui a tassi agevolati per i lavoratori, i pensionati e le loro famiglie. Questi sono erogati direttamente dall’Istituto oppure da banche e società finanziarie in convenzione.

Nel primo caso si tratta di prestiti e mutui che l’Istituto finanzia con un proprio Fondo credito, che viene alimentato dai contributi degli iscritti agli stessi. Nel secondo caso, invece, i finanziamenti sono erogati da banche e società finanziarie, sulla base di convenzioni stipulate con l’Istituto.

A chi spetta
Possono richiedere prestiti e mutui Inps:

  • gli iscritti e i pensionati alla Gestione Dipendenti Pubblici e i lavoratori e pensionati pubblici di altre amministrazioni iscritti al Fondo Credito
  • gli iscritti alla Assistenza Magistrale
  • i dipendenti delle aziende del Gruppo Poste Italiane spa

Inoltre, tutti i pensionati – aderenti a qualsiasi gestione pensionistica –  possono chiedere un prestito bancario ricorrendo alla cosiddetta “cessione del quinto”.

Come si finanzia il Fondo Credito
Le prestazioni creditizie sono finanziate, in via esclusiva, dalla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali (il cd. “Fondo credito”), alimentata dal prelievo obbligatorio sulle retribuzioni dei dipendenti pubblici in servizio, nelle seguenti percentuali:

  • 0,35% per quanto riguarda la Gestione Dipendenti Pubblici (ex Inpdap)
  • 0,80%,che si aggiunge allo 0,35% per quanto riguarda la Gestione Assistenza Magistrale (ex Enam)
  • 0,35% per quanto riguarda la Gestione Fondi Gruppo Poste italiane
  • 0,15% per quanto riguarda i pensionati pubblici

A tali trattenute si aggiunge la somma derivante dal rientro delle quote, comprensive di interesse, delle attività creditizie (piccoli prestiti, prestiti pluriennali, mutui per acquisto prima casa, ecc..).

Contabilmente, tutta l’attività è gestita in capitoli dedicati e il budget che ogni anno viene speso è pari alle entrate.


Documentazione

  1. Percorso di navigazione

    Le voci indicano la posizione della pagina nell'alberatura del portale, permettendo la navigazione veloce a ritroso.

  2. Il menu di sezione

    In quest'area sono presenti le principali voci della sezione. Il simbolo "+" indica la presenza di sottosezioni. Con un clic su una voce puoi accedere al contenuto.

  3. I pulsanti di servizio SALVA e STAMPA

    Con i due pulsanti puoi scegliere di salvare il contenuto in formato PDF o stamparlo direttamente.

  4. Filtrare i risultati

    In quest'area è possibile scegliere la modalità di visualizzazione delle notizie (griglia o lista) e filtrare i risultati tramite una ricerca libera inserendo parole chiave o periodo di pubblicazione negli appositi campi.