INDENNITA' DI CONGEDO PARENTALE LAVORATORI DIPENDENTI - FIGLI BIOLOGICI E MINORI ADOTTATI O AFFIDATI

 

Approfondimenti


10 mesi:
Il periodo complessivo di congedo riconosciuto ai genitori per ciascun figlio nato o adottato/affidato è pari a 10 mesi che diventano 11 mesi se il padre prende almeno 3 mesi di congedo.
Ciascun genitore può chiedere fino a sei mesi di congedo; il padre che prende almeno 3 mesi di congedo ha diritto fino a sette mesi di congedo. Ad esempio: se la madre prende i 6 mesi, il padre può prenderne fino a 5; se la madre prende 4 mesi, il padre ha diritto fino a 7, e così via.
Se c’è un unico genitore, questi ha diritto a tutti i 10 mesi di congedo.
Il congedo può essere fruito in modo continuativo o frazionato; la frazione può essere anche di un solo giorno. Nel caso in cui il lavoratore chieda un periodo di congedo parentale, sono calcolati nel congedo anche le domeniche, i sabati (in caso di settimana corta) ed i giorni festivi inclusi nel periodo richiesto.


Condizioni di reddito:
Per i periodi di congedo eccedenti i 6 mesi oppure per ogni periodo di congedo richiesto oltre i 3 anni di età del bambino (oppure i tre anni dall’ingresso in famiglia del minore adottato/affidato), l’indennità spetta se il reddito annuo non è superiore a 2,5 volte l’importo del trattamento minimo di pensione a carico dell’assicurazione generale obbligatoria; per l’anno 2009 il reddito non dev’essere superiore ad euro 14.891,5 annui.
Il reddito di riferimento è determinato secondo i criteri previsti in materia di limiti reddituali per l’integrazione al minimo.