Ti trovi in:

Domanda di compensazione contributiva per agricoltori

Il servizio permette di presentare la domanda per la compensazione contributiva a seguito di versamenti eccedenti, esonero o riduzione dei contributi. È rivolto ai lavoratori agricoli autonomi e ai titolari di imprese agricole.
Specifico per
Lavoratori agricoli autonomi, titolari di imprese agricole e loro intermediari
Il servizio è presente anche in

Pubblicazione: 3 aprile 2017 Ultimo aggiornamento: 3 giugno 2024

Cos'è

I lavoratori agricoli autonomi e le aziende agricole possono chiedere di compensare le somme versate in eccesso con contribuzioni che saranno dovute in futuro se:

  • hanno versato più contributi del necessario;
  • hanno avuto accesso ad un esonero contributivo o ad una riduzione che genera un’eccedenza di versamento. 

A chi è rivolta

Ai lavoratori agricoli autonomi e ai titolari di imprese agricole.

Come funziona

È possibile presentare domanda online all’INPS attraverso il servizio dedicato.

Tempi di lavorazione del provvedimento

Il termine ordinario per l’emanazione dei provvedimenti è stabilito dalla legge n. 241/1990 in 30 giorni. In alcuni casi la legge può fissare termini diversi.

Nella tabella sono riportati i termini superiori ai trenta giorni, stabiliti dall’Istituto con Regolamento.

La tabella, oltre ai termini per l’emanazione del provvedimento, indica anche il relativo responsabile.