Accessibilità e catalogo dati, metadati e banche dati

In questa pagina è possibile consultare gli obiettivi annuali di accessibilità del sito web dell'Istituto, gli accordi nazionali che disciplinano il telelavoro e lo stato di attuazione del piano per l'utilizzo del telelavoro nell'Istituto. Tramite collegamento ad altra sezione del sito web, è possibile accedere agli open data.

Gli obiettivi di accessibilità

Sono redatti secondo quanto disposto dall'articolo 9, comma 7, del decreto legge 18 ottobre 2012, n. 179 entro il 31 marzo di ogni anno.

Il telelavoro in Inps

L'INPS, nel quadro generale del perseguimento degli obiettivi di efficacia, efficienza ed economicità dell'azione amministrativa ha avviato, negli ultimi anni, iniziative volte a razionalizzare l'organizzazione del lavoro e a realizzare economie di gestione.

In tale contesto si innestano anche le azioni intraprese finalizzate al recupero di professionalità che, in presenza di particolari e contingenti situazioni, risulterebbero indisponibili per lunghi periodi. In particolare, al fine di favorire la conciliazione tra le esigenze produttive e gli impegni familiari dei dipendenti, in data 14/12/2007 è stato sottoscritto il primo "Accordo nazionale sull'avvio sperimentale del telelavoro".

Il monitoraggio condotto sulle iniziative sperimentali adottate nel periodo 2008/2013, ha dimostrato che tale nuova tipologia di impiego flessibile delle risorse può rappresentare uno strumento ulteriore e più efficace rispetto alle forme di flessibilità già previste dalla normativa legislativa e contrattuale vigente (part-time, aspettative e congedi concessi a vario titolo). Con il successivo Accordo sul telelavoro sottoscritto in data 15/10/2014, l'Istituto, oltre ad introdurre in via definitiva il telelavoro domiciliare tra le forme di flessibilità della prestazione lavorativa, ha avviato il progetto di telelavoro satellitare al fine di consentire al dipendente di svolgere le proprie mansioni da qualunque struttura dell'Ente. Tale modalità di telelavoro, oltre a ridurre/annullare il tempo dedicato allo spostamento casa-ufficio ha consentito all'Ente di creare centri satellite competenti allo svolgimento di particolari e specifiche attività, finalizzati a ridurre il carico di lavoro delle strutture territoriali e rendere più efficiente e funzionale l'interazione tra le stesse e la Direzione generale.

Anche per l’anno 2018, in un’ottica di razionalizzazione dell’organizzazione del lavoro finalizzata al perseguimento degli obiettivi di efficacia, efficienza ed economicità dell’azione amministrativa, si è dato attuazione a quanto previsto nell’Accordo nazionale in materia di telelavoro domiciliare e satellitare, sottoscritto il 15 ottobre 2014. Il citato Accordo, congiuntamente alla circolare n.52 del 27 febbraio 2015, costituisce il piano di utilizzo del telelavoro che viene attuato con i Progetti di Sviluppo del Telelavoro, predisposti dalle singole strutture di Direzione Centrale, Regionale e di Coordinamento Metropolitano.

Nelle tabelle seguenti si evidenziano, per l’anno 2018, le percentuali di adesione suddivise per personale maschile e femminile, il grado di adesione al telelavoro distinto per regione e la percentuale di adesione del personale rispetto al limite posto dall’Accordo.

 

Percentuali di adesione

 

Uomini (v.a.)

Uomini (in%)

Donne (v.a.)

Donne (in%)

Totale

Telelavoro

159

28,49%

399

71,51%

558

Telelavoro domiciliare

137

27,24%

366

72,76%

503

Telelavoro satellitare

22

40,00%

33

60,00%

55

La netta differenza di adesione tra uomini e donne mette in risalto quanto l’istituto del telelavoro sia utilizzato per favorire la conciliazione tra le esigenze produttive e gli impegni familiari dei dipendenti, permettendo così, in presenza di particolari situazioni, di non lasciare per lungo tempo indisponibili professionalità che altrimenti sarebbero dovute ricorrere ad altre forme di flessibilità già previste dalla normativa legislativa e contrattuale vigente (part-time, aspettative e congedi).

 

Grado di adesione al telelavoro – Dati riepilogativi

Sedi

Totale Dipendenti

Dipendenti Uomini

Dipendenti Donne

Abruzzo

21

6

15

Basilicata

0

0

0

Calabria

33

11

22

Campania

163

51

112

DCM Napoli

6

1

5

Emilia Romagna

0

0

0

Friuli Venezia Giulia

0

0

0

Lazio

24

6

18

DCM Roma

48

14

34

Liguria

7

2

5

Lombardia

21

4

17

DCM Milano

0

0

0

Marche

6

1

5

Molise

0

0

0

Piemonte

56

5

51

Puglia

35

12

23

Sardegna

0

0

0

Sicilia

38

16

22

Toscana

62

23

39

Trentino Alto Adige

11

3

8

Umbria

9

1

8

Valle d'Aosta

3

0

3

Veneto

14

2

12

Direzione Generale

1

1

0

TOTALE

558

159

399

La tabella riepiloga i dati relativi all’adesione ai Progetti di Sviluppo del Telelavoro, sia domiciliare che satellitare, promossi nel corso dell’anno 2018 dalle Direzioni Centrali, Regionali e di Coordinamento Metropolitano.

 

Percentuale di adesione al telelavoro sul personale potenzialmente interessato

Personale delle aree al 31/12/2018

 

25.592

Personale escluso

 

5.296

vigilanza

1.146

 

sanitario

487

 

tecnico

146

 

titolari PO

3.517

 

Personale destinatario

 

20.296

Limite del 5%

 

 1.015

Aderenti al 31/12/2018

 

558

Percentuale di adesione al 31/12/2018

 

54,99%

Nella tabella è riportata la percentuale di adesione sul personale che, in base a quanto stabilito nell’Accordo del 2014, può aderire al telelavoro; il predetto Accordo prevede, infatti, che solo il 5% del personale delle Aree professionali può aderire ai Progetti, con esclusione dei profili di vigilanza, sanitario, tecnico, e dei responsabili di posizione organizzativa.  Per l’anno 2018 la percentuale di adesione è stata pari al 54,99.

Accesso telematico e riutilizzo dei dati

L'Inps ha predisposto una convenzione quadro, approvata con determinazione commissariale n. 119 del 18 luglio 2014, che disciplina l'esercizio della facoltà di accesso telematico e riutilizzo dei dati

Open data

Sono dati gestiti dall'Istituto, categorizzati per argomento e fonte e liberamente accessibili, che possono essere consultati dai cittadini, utilizzati da operatori pubblici e privati per condurre ricerche o produrre soluzioni informatiche, o per agevolare la condivisione e il confronto di informazioni tra gli enti e le istituzioni pubbliche nazionali e comunitarie.

Open data

Possibilita` riconosciuta alla lavoratrice di proseguire l’attivita` lavorativa durante l'ottavo mese di gestazione e di prolungare il periodo di congedo di maternita` dopo il parto per un numero di giorni pari a quelli lavorati nel corso dell'ottavo.

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.

Possibilita` riconosciuta alla lavoratrice di proseguire l’attivita` lavorativa durante l'ottavo mese di gestazione e di prolungare il periodo di congedo di maternita` dopo il parto per un numero di giorni pari a quelli lavorati nel corso dell'ottavo.

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.

Possibilita` riconosciuta alla lavoratrice di proseguire l’attivita` lavorativa durante l'ottavo mese di gestazione e di prolungare il periodo di congedo di maternita` dopo il parto per un numero di giorni pari a quelli lavorati nel corso dell'ottavo.

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.

Indicatore della situazione economica equivalente, che deriva dal rapporto tra l'ISE e il numero dei componenti del nucleo familiare in base a una scala di equivalenza stabilita dalla legge.

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.
  1. Percorso di navigazione

    Le voci indicano la posizione della pagina nell'alberatura del portale, permettendo la navigazione veloce a ritroso.

  2. Il menu di sezione

    In quest'area sono presenti le principali voci della sezione. Il simbolo "+" indica la presenza di sottosezioni. Con un clic su una voce puoi accedere al contenuto.

  3. I pulsanti di servizio SALVA e STAMPA

    Con i due pulsanti puoi scegliere di salvare il contenuto in formato PDF o stamparlo direttamente.

  4. Filtrare i risultati

    In quest'area è possibile scegliere la modalità di visualizzazione delle notizie (griglia o lista) e filtrare i risultati tramite una ricerca libera inserendo parole chiave o periodo di pubblicazione negli appositi campi.