Validità DURC per la verifica della regolarità contributiva

Il decreto-legge 19 maggio 2020, n.34, cosiddetto decreto Rilancio, ha chiarito che i Documenti Unici di Regolarità Contributiva (DURC) restano esclusi dall’ampliamento del periodo di scadenza e, di conseguenza, esclusi dall’ampliamento della validità degli stessi.

Con messaggio 21 maggio 2020, n. 2103 l’INPS rende noto che i DURC online che riportano nel campo “Scadenza validità” una data compresa tra il 31 gennaio 2020 e il 15 aprile 2020 conservano la loro validità fino al 15 giugno 2020 nell’ambito di tutti i procedimenti in cui è richiesto il possesso del DURC.

Il messaggio 18 giugno 2020, n. 2510 fornisce le precisazioni del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali sulle richieste di verifica della regolarità contributiva presentate tra il 30 aprile 2020 (data di entrata in vigore della legge 27/2020) e il 19 maggio 2020 (data di pubblicazione ed entrata in vigore del decreto Rilancio).

  1. Percorso di navigazione

    Le voci indicano la posizione della pagina nell'alberatura del portale, permettendo la navigazione veloce a ritroso.

  2. Il menu di sezione

    In quest'area sono presenti le principali voci della sezione. Il simbolo "+" indica la presenza di sottosezioni. Con un clic su una voce puoi accedere al contenuto.

  3. I pulsanti di servizio SALVA e STAMPA

    Con i due pulsanti puoi scegliere di salvare il contenuto in formato PDF o stamparlo direttamente.

  4. Filtrare i risultati

    In quest'area è possibile scegliere la modalità di visualizzazione delle notizie (griglia o lista) e filtrare i risultati tramite una ricerca libera inserendo parole chiave o periodo di pubblicazione negli appositi campi.