Ti trovi in:

Iscrizione azienda agricola

Il servizio permette di richiedere l’iscrizione all’INPS in caso di assunzione di manodopera agricola contestuale all’avvio dell’attività o nel caso di assunzione in un momento successivo per datori di lavoro che assumono manodopera agricola.
Rivolto a:
Categorie
Aziende agricole- Intermediari e consulenti
Cassa di appartenenza
-
Età
-
Il servizio è presente anche in

Servizi correlati

Ti potrebbero essere utili i servizi che fanno parte dello stesso processo

Pubblicazione: 3 aprile 2017 Ultimo aggiornamento: 9 dicembre 2021

Cos'è

Il datore di lavoro che instaura un rapporto di lavoro subordinato con operai agricoli (manodopera agricola) o lavoratori a questi assimilati ai fini previdenziali e assicurativi (cfr. circolare n. 88/2006, circolare 94/2019, circolare n.56/2020) deve chiedere all’INPS l’iscrizione per assolvere agli adempimenti previdenziali con le modalità previste per la manodopera agricola.

La richiesta d’iscrizione deve essere effettuata esclusivamente con modalità telematica, in particolare:

  • nei casi di avvio di assunzione di manodopera agricola contestuale all’avvio dell’attività economica mediante la procedura Comunicazione Unica d’Impresa (ComUnica) disponibile nel sito www.registroimprese.it che consente di assolvere a tutti gli adempimenti per l'avvio di un'impresa e per le successive modifiche o cancellazione;
  • nei casi di assunzione di manodopera agricola in un momento successivo all’avvio dell’attività economica mediante il servizio "Iscrizione Azienda Agricola". In alternativa è sempre possibile utilizzare la Comunicazione Unica d’ Impresa.

A chi è rivolto

L'iscrizione alla contribuzione agricola è rivolta al datore di lavoro che assume manodopera agricola a tempo indeterminato (OTI) e/o a tempo determinato (OTD).

Possono operare i datori di lavoro, i rappresentanti legali dell’azienda e, sulla base di una delega espressa, gli intermediari e le associazioni di categoria.

Come funziona

Successivamente all’assunzione di manodopera agricola, e comunque non oltre il termine di trenta giorni dall’inizio dell’attività di lavoro, è necessario richiedere l’iscrizione all’Istituto compilando la Denuncia Aziendale (DA). La Denuncia Aziendale è il modello con il quale il datore di lavoro dichiara la composizione agronomica della sua azienda e le modalità di svolgimento dell’attività per consentire all’Istituto di classificare l’azienda per l’assolvimento degli adempimenti previdenziali relativi alla manodopera agricola.

A seguito della definizione della domanda di iscrizione con esito positivo viene adottato un provvedimento di iscrizione e rilasciato un codice (CIDA) che identifica l’azienda per gli adempimenti previdenziali relativi alla manodopera agricola. Il CIDA consente di inviare le dichiarazioni mensili di manodopera utilizzando il flusso Uniemens/Posagri. Le denunce Posagri contengono i dati occupazionali e retributivi della manodopera agricola che consentono all’Istituto di calcolare la contribuzione da versare fornendo al datore di lavoro le indicazioni per provvedere al pagamento. Le predette informazioni sono contenute nel prospetto del dettaglio contributivo disponibile nel Cassetto Previdenziale Aziende Agricole.

Tempi di lavorazione del provvedimento

Il termine ordinario per l'emanazione dei provvedimenti è stabilito dalla legge n. 241/1990 in 30 giorni. In alcuni casi la legge può fissare termini diversi.

Nella tabella sono riportati i termini superiori ai trenta giorni, stabiliti dall'Istituto con Regolamento.

La tabella, oltre ai termini per l'emanazione del provvedimento, indica anche il relativo responsabile.