FAQ – Domande frequenti

Il passaggio da PIN a SPID, CIE e CNS

Quando e come avverrà lo switch-off del PIN INPS?

Il passaggio dal PIN INPS allo SPID sarà preceduto da una fase transitoria, che avrà inizio il 1° ottobre 2020, nel corso della quale:

  • non saranno rilasciati nuovi PIN agli utenti, salvo quelli richiesti da utenti che non possono avere accesso alle credenziali SPID e per i soli servizi loro dedicati;
  • i PIN già in possesso degli utenti conserveranno la loro validità e potranno essere rinnovati alla naturale scadenza fino alla conclusione della fase transitoria (ed esempio, se anche il suo PIN dispositivo scadesse tra ottobre e dicembre potrebbe rigenerarlo e utilizzarlo fino al termine della fase transitoria).


In base all’andamento del processo di passaggio a SPID, l’Istituto, di concerto con il Ministero per l’Innovazione tecnologica e la digitalizzazione, l’AGID e il Ministero del Lavoro e delle politiche sociali, fisserà la data di cessazione definitiva di validità dei PIN rilasciati dall’INPS.

Con SPID accedi ai servizi di 4000 amministrazioni e ai servizi di operatori privati che hanno aderito come Service Provider al Sistema Pubblico di Identità Digitale. Trovi l’elenco dei servizi accessibili nella sezione “Dove puoi usare SPID”.

Se hai la Carta di Identità Elettronica (CIE) e uno smartphone con sistema NFC, mediante il PIN, consegnatoti con la CIE, potrai accedere ai servizi abilitati della PA, ad esempio, a tutti i servizi INPS.

Al seguente link trovi ulteriori informazioni (circolare INPS 17 luglio 2020, n. 87).

Cos'è SPID?

SPID è il Sistema Pubblico di Identità Digitale, la soluzione che ti permette di accedere ai servizi online di 4000 amministrazioni pubbliche e dei soggetti privati (Service Provider) aderenti al Sistema con un'unica Identità Digitale (username e password+OTP) dal tuo computer, tablet o smartphone.

Puoi richiederlo agli Identity Provider accreditati dall’AGID che lo rilasciano con diverse modalità.

Qui trovi l'elenco degli Identity Provider/gestori di identità con le modalità di rilascio previste da ognuno.

Per richiedere SPID sono necessari:

  • la tessera sanitaria o il tesserino del Codice fiscale;
  • un documento di identità rilasciato in Italia (carta di identità, patente o passaporto).


In fase di richiesta dovrai fornire inoltre: un indirizzo e-mail e il numero di telefono del cellulare che usi normalmente (anche se non sei tu l’intestatario del contratto).

Se perdo le credenziali SPID, come posso fare per recuperarle?

Non ti preoccupare, è sempre possibile recuperare le tue credenziali.


Ho bisogno di supporto, come posso contattare l’assistenza SPID?

Se hai bisogno di supporto su SPID puoi inviare una richiesta al supporto online.

Ti suggeriamo di contattare direttamente gli identity provider con cui hai attivato SPID per risolvere i tuoi quesiti.

Nella sezione Serve Aiuto del sito ufficiale puoi trovare i riferimenti di assistenza degli identity provider attivi.

Per ottenere aiuto puoi anche iscriverti al Gruppo Facebook di supporto, accessibile dal sito SPID.

Sul sito SPID sono disponibili altre domande frequenti.

FAQ per utenti che hanno già la Carta di identità elettronica (CIE) per l’accesso ai servizi PA

Ho richiesto la Carta di identità elettronica quest’anno e ho saputo che posso utilizzarla per l’accesso ai servizi online della PA. Come devo fare?

Per accedere ai servizi INPS e di altre amministrazioni con la CIE occorre:

  • uno smartphone con sistema NFC;
  • i codici PIN e PUK che ti sono stati consegnati quando ha richiesto e ricevuto la CIE all’anagrafe del suo Comune di residenza.


Tali codici vengono forniti in due parti. La prima parte è contenuta nell’ultimo foglio della ricevuta cartacea che ti ha consegnato l’operatore dell’anagrafe comunale al termine della richiesta di rilascio presso lo sportello.
La seconda parte è contenuta nella lettera di accompagnamento che ti viene consegnata nella busta con la quale ricevi la CIE.

Unisci e conserva le due parti del PIN e del PUK. Il codice PIN è necessario per abilitare l’accesso vero e proprio ai servizi online per il tramite della CIE.

Verifica nelle Impostazioni se il suo smartphone è dotato di sistema NFC (near field communication) e consulta la sezione Entra con CIE nel portale del Ministero dell’Interno.

Per accedere ai servizi INPS web e mobile con CIE trovi le istruzioni nel Tutorial.

Se non hai uno smartphone con NFC o trovi complicato il sistema Entra con CIE, puoi richiedere SPID.

Ho la CIE ma ho smarrito PIN e PUK della Carta di identità elettronica. Cosa posso fare per recuperare i codici per l’attivazione?

In caso di smarrimento PIN e PUK della CIE occorre rivolgersi all’Anagrafe del Comune al quale si è richiesta la Carta per richiedere la ristampa dei codici.

Per ulteriori informazioni è disponibile nel portale AGID il Forum Smarrimento PIN/PUK CIE.

Ho difficoltà ad accedere con la CIE ai servizi online dell’INPS e del mio Comune. A chi posso rivolgermi per avere supporto?

Per problemi inerenti l’accesso mediante la CIE ai servizi delle PP.AA., segnalazioni inerenti il portale http://www.cartaidentita.interno.gov.it o il servizio http://www.prenotazionicie.interno.gov.it puoi inviare una e-mail all’indirizzo cie.cittadini@interno.it specificando i dettagli della richiesta.

FAQ per utenti che hanno richiesto o stanno utilizzando il PIN INPS per l’accesso ai servizi dell’Istituto e dell’Agenzia delle Entrate / Entrate Riscossione

Ho bisogno di supporto per la gestione del PIN, come posso contattare l’assistenza INPS?

Per la richiesta/attivazione del PIN ordinario, la conversione del PIN in dispositivo, per lo smarrimento o la revoca, trovi tutte le istruzioni in questa sezione, alla voce “Ottenere e gestire il PIN”.

Puoi inoltre contattare l'INPS attraverso i seguenti canali:

  • Contact center al numero 803164 da telefoni fisso (gratuito) o allo 06164164 da telefono mobile (con le tariffe della tua offerta mobile). Il servizio è attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 8 alle ore 20, e il sabato dalle ore 8 alle ore 14;
  • Sede provinciale competente, che può individuare e contattare tramite la sezione Contatti del portale INPS cliccando su Le sedi INPS;
  • Servizio INPS Risponde.


Ho preso il PIN INPS anni fa ma non l’ho ancora utilizzato. Fino a quando potrò usarlo? Entro quando dovrei richiedere SPID?

Se hai ottenuto le due parti del PIN (parte via SMS e parte via Postel) o hai ritirato il PIN completo recandoti presso una Sede INPS, puoi accedere al portale INPS e inserire nella maschera di accesso ai servizi di tuo interesse i 16 caratteri che hai ricevuto per attivare il PIN ordinario. Ricordati di stampare la tessera con il codice o di annotarti gli otto caratteri che la procedura automatica ti restituisce.

Con il PIN ordinario puoi accedere a tutti i servizi di consultazione (Estratto Conto contributivo, Cedolino pensione, Fascicolo previdenziale del cittadino ecc).

PIN dispositivo, seguendo la procedura Converti PIN, accessibile da questa sezione.

Il PIN INPS dispositivo per il cittadino ha validità 6 mesi e alla scadenza viene rigenerato in automatico dal sistema fino al termine del periodo transitorio (indicato entro e non oltre il 30 settembre 2021 nell’art. 24 del DL 16 luglio 2020 n. 76).

Ti consigliamo pertanto di richiedere nel periodo transitorio le credenziali SPID, consultando il sito SPID per conoscere le modalità di rilascio dei gestori di identità digitale ai quali potrai rivolgerti.

Sono invalido e ho 82 anni. Ho già il PIN e mi aiuta mia figlia per accedere ai servizi online dell’INPS. Devo proprio richiedere le credenziali SPID? Non ho l’email, né il cellulare. Come posso fare?

Se hai il PIN INPS potrai continuare ad utilizzarlo anche dopo il 1 Ottobre 2020, fino al termine del periodo transitorio che, ti assicuriamo, sarà reso noto con molto anticipo, in tempo utile per consentirti di acquisire le credenziali SPID.

Tua figlia potrà aiutarti ad individuare nel sito www.spid.gov.it/richiedispid gli identity provider che rilasciano SPID con visita a domicilio per il riconoscimento di persona.

Tieni presente che per richiedere SPID, oltre alla Carta sanitaria e ad un Documento di identità rilasciato in Italia, occorre indicare anche:

  • l’indirizzo della tua posta elettronica;
  • il tuo numero di cellulare personale.


Se non hai un indirizzo e-mail, per acquisirlo, puoi farti assistere da un congiunto o dal call center del gestore di identità che avrà scelto.

Puoi fornire anche il numero di telefono del cellulare che usi normalmente, anche se non sei tu l’intestatario del contratto.

Sono un dipendente del comune (provincia-regione) e ho il PIN INPS con l’abilitazione per accedere a SIUSS, ISEE e variazioni anagrafiche. Se ora devo richiedere SPID, come faccio a farmi trasferire queste abilitazioni su SPID?

Le abilitazioni sono attribuite alla persona in quanto abbinate al proprio Codice Fiscale, codice fiscale che hai sempre inserito assieme al PIN per accedere ai servizi online INPS, non sono legate alle credenziali di accesso PIN/SPID/CNS o CIE.

Quindi con SPID o CIE o CNS potrai continuare ad accedere a SIUSS e ISEE, come con il PIN, senza dover fare alcuna domanda di migrazione delle abilitazioni.

Questo vale per tutti gli utenti già abilitati, operatori dei Comuni o di altri Enti pubblici, intermediari, medici, etc.

Custodisci quindi le tue credenziali PIN/SPID/CNS o CIE con cura, in quanto codici strettamente personali, abbinati a tutti i tuoi dati personali e ai servizi che ti sono stati abilitati.

FAQ per utenti tutori di Minori di anni 18 o di Persone sotto tutela con ordine del Giudice

Sono il tutore di un anziano / disabile / minorenne che non può ottenere SPID. Posso richiedere io le credenziali SPID per lui?

Le credenziali SPID sono strettamente personali e non è possibile richiederle e utilizzarle per conto di terze persone.

Per le tipologie di utenti di seguito indicati, che non possono attivare SPID, il PIN INPS resterà attivo e ancora richiedibile:

  • minori di anni 18;
  • persone soggette a tutela, curatela o amministrazione di sostegno;
  • extracomunitari non in possesso di un documento di identità riconosciuto nel sistema SPID.


È inoltre possibile chiamare il Contact center INPS al numero 803164 da rete fissa o 06164164 da rete mobile o contattare la propria Sede INPS di riferimento previo appuntamento che può richiedere tramite il portale INPS (Contatti>Le sedi INPS) oppure tramite App Inps Mobile. Può trovare i riferimenti da utilizzare nella sezione Le sedi INPS del portale dell’Istituto.

Sono il tutore di un anziano / disabile / minorenne che non può farsi SPID. Come può accedere ai servizi INPS online?

Il PIN resterà in uso e sarà ancora richiedibile per le seguenti tipologie di utenti:

  • minori di anni 18;
  • persone soggette a tutela, curatela o amministrazione di sostegno;
  • extracomunitari non in possesso di un documento di identità riconosciuto da SPID.


Quindi nella funzione di tutore potrai continuare ad utilizzare e rinnovare il Pin INPS già richiesto per i soggetti posti sotto la sua tutela.

FAQ per lavoratori di Paese UE o Extracomunitario privi di un documento di identità riconosciuto nel sistema SPID

Sono un cittadino di un Paese UE/extracomunitario e non ho un documento di identità tra quelli indicati per ottenere SPID, come posso usufruire dei servizi INPS online?

Se lavori regolarmente in Italia ma non hai un documento di identità tra quelli richiesti per ottenere le credenziali SPID (Carta sanitaria e Carta di identità o Passaporto rilasciati in Italia) puoi richiedere il PIN dispositivo INPS utilizzando la procedura PINonline.

Per la richiesta occorre: Codice fiscale, Passaporto, numero cellulare e indirizzo e-mail.

Se hai già il PIN dispositivo INPS, puoi continuare ad utilizzarlo per accedere ai servizi dell’Istituto.

Indicatore della situazione economica equivalente, che deriva dal rapporto tra l'ISE e il numero dei componenti del nucleo familiare in base a una scala di equivalenza stabilita dalla legge.

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.

Indicatore della situazione economica equivalente, che deriva dal rapporto tra l'ISE e il numero dei componenti del nucleo familiare in base a una scala di equivalenza stabilita dalla legge.

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.
  1. Percorso di navigazione

    Le voci indicano la posizione della pagina nell'alberatura del portale, permettendo la navigazione veloce a ritroso.

  2. Il menu di sezione

    In quest'area sono presenti le principali voci della sezione. Il simbolo "+" indica la presenza di sottosezioni. Con un clic su una voce puoi accedere al contenuto.

  3. I pulsanti di servizio SALVA e STAMPA

    Con i due pulsanti puoi scegliere di salvare il contenuto in formato PDF o stamparlo direttamente.

  4. Filtrare i risultati

    In quest'area è possibile scegliere la modalità di visualizzazione delle notizie (griglia o lista) e filtrare i risultati tramite una ricerca libera inserendo parole chiave o periodo di pubblicazione negli appositi campi.