Pescatori autonomi: l’aliquota contributiva per il 2021

I lavoratori autonomi che svolgono l'attività di pesca sono tenuti a versare all'INPS un contributo mensile, soggetto ad adeguamento annuale, commisurato alla misura del salario convenzionale per i pescatori della piccola pesca marittima e delle acque interne associati in cooperativa.

Per gli anni 2019 e 2020, l’ISTAT ha comunicato che la variazione percentuale verificatasi nell’indice dei prezzi al consumo ammonta a – 0,3%.

Nella circolare INPS 9 febbraio 2020, n. 18 viene riportata la retribuzione mensile sulla quale devono essere calcolati, per il 2021, i contributi dovuti dai pescatori “autonomi”.

Nella circolare vengono indicati, inoltre, l’aliquota contributiva dovuta al FPLD, gli sgravi contributivi ai sensi dell’articolo 6 del decreto-legge 30 dicembre 1997, n. 457, e le modalità di riscossione del contributo di maternità.

Il versamento del contributo deve essere effettuato in rate mensili aventi scadenza il giorno 16 di ogni mese.

  1. Accedi al servizio

    Selezionando il pulsante puoi accedere direttamente al servizio o a un eventuale ulteriore menu di scelta.

  2. Indice

    Attraverso l'indice della pagina puoi selezionare ogni singola voce per accedere direttamente alla sezione di tuo interesse.

  3. Il contenuto della pagina

    In quest'area è presente il contenuto della pagina. Con il segno + puoi espandere la sezione che ti interessa.

  4. Accesso al servizio

    Selezionando il pulsante puoi accedere direttamente al servizio o a un eventuale ulteriore menu di scelta.