Somma Aggiuntiva

ATTENZIONE: la seguente pagina è archiviata e le notizie e informazioni presenti hanno solo un valore storico e potrebbero non essere più in linea con la normativa vigente alla data di oggi.


L’art. 5 del decreto legge 81 del 2 luglio 2007, convertito con legge n. 127 del 3 agosto 2007, ha previsto un sostegno per i titolari di pensioni basse, una somma aggiuntiva che i pensionati riceveranno una volta l’anno insieme alla pensione. Tale somma non costituisce reddito né ai fini fiscali né ai fini della corresponsione di prestazioni previdenziali e assistenziali.

L’importo della somma aggiuntiva è determinato dalla anzianità contributiva posseduta; in caso il pensionato percepisca sia una pensione diretta sia una pensione ai superstiti, si tiene conto soltanto dell’ anzianità relativa al trattamento diretto; in caso di titolare di solo trattamento ai superstiti, si calcola l’anzianità contributiva in base alla percentuale riconosciuta dall’ordinamento per la determinazione del trattamento pensionistico ai superstiti.

La somma aggiuntiva viene erogata dall’Inps Gestione Dipendenti Pubblici nel caso in cui il pensionato sia titolare della sola pensione a carico della Gestione Dipendenti Pubblici, mentre è erogata dall’Inps nel caso in cui lo stesso sia beneficiario anche di prestazioni a carico dell’Inps.

 

Requisiti necessari per l’anno 2012
Hanno diritto a percepire tale somma i pensionati con 64 anni compiuti e con un reddito complessivo individuale non superiore a € 9.370,34 (pari a 720,80 euro mensili).

Qualora il raggiungimento del 64° anno di età avvenga nel corso dell’anno, all’interessato sarà corrisposta una somma aggiuntiva soltanto per il periodo temporale successivo al compimento del requisito anagrafico.
Nel caso in cui i pensionati percepiscano un reddito annuo superiore al limite reddituale richiesto, ma inferiore allo stesso importo incrementato della somma aggiuntiva prevista, la somma è corrisposta fino a concorrenza di tale limite.

 

Cosa fare
I pensionati interessati alla corresponsione della c.d. quattordicesima mensilità riceveranno, allegato al Cud 2012, una lettera con la quale saranno invitati a presentare alla sede competente la dichiarazione dei redditi individuali presunti, diversi da pensione, riferiti all’anno 2012.
Coloro che hanno ricevuto nel 2011 la somma aggiuntiva nonché i pensionati che compiono i 64 anni entro il 30 giugno 2012, dovranno comunicare entro il 10 maggio 2012 i redditi individuali presunti, diversi da pensione, relativi all’anno 2012 al fine di percepire, con il rateo di pensione relativo al mese di luglio 2012 l’importo corrispondente.
I pensionati che maturano il requisito anagrafico nel corso del secondo semestre del 2012 dovranno presentare l’autodichiarazione reddituale, con l’indicazione dei redditi presunti, diversi da pensione, per l’anno 2012 in data successiva al compimento del sessantaquattresimo anno di età al fine di ottenere il pagamento della prestazione con la mensilità di dicembre 2012 in misura proporzionale al periodo temporale successivo al compimento del sessantaquattresimo anno di età. 
 

Certificazione Unica dei redditi di lavoro Dipendente, pensione e assimilati

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.
  1. Percorso di navigazione

    Le voci indicano la posizione della pagina nell'alberatura del portale, permettendo la navigazione veloce a ritroso.

  2. Il menu di sezione

    In quest'area sono presenti le principali voci della sezione. Il simbolo "+" indica la presenza di sottosezioni. Con un clic su una voce puoi accedere al contenuto.

  3. I pulsanti di servizio SALVA e STAMPA

    Con i due pulsanti puoi scegliere di salvare il contenuto in formato PDF o stamparlo direttamente.

  4. Filtrare i risultati

    In quest'area è possibile scegliere la modalità di visualizzazione delle notizie (griglia o lista) e filtrare i risultati tramite una ricerca libera inserendo parole chiave o periodo di pubblicazione negli appositi campi.