Sostegno al reddito per persone senza fissa dimora: chiarimenti

L’Istituto, facendo seguito al messaggio 20 febbraio 2019, n. 689, fornisce ulteriori chiarimenti necessari per gestire l’istruttoria delle domande e dei pagamenti delle prestazioni a sostegno del reddito riferite sia ai soggetti dichiarati irreperibili che a quelli senza fissa dimora.

Come precisato nel messaggio 4 luglio 2019, n. 2521, le persone senza fissa dimora sono quei soggetti che non hanno una residenza fissa, ma hanno il diritto di ottenere una residenza, sebbene “fittizia”, nel comune dove hanno stabilito il proprio domicilio.

Presupposto per il riconoscimento del diritto alle prestazioni a sostegno del reddito a carattere assistenziale e all’assegno di maternità dei lavoratori atipici e discontinui (c.d. assegno di maternità dello Stato) è la residenza del beneficiario nel territorio dello Stato italiano, così come annotata nei registri anagrafici del comune.

Di conseguenza, anche i soggetti senza fissa dimora, se iscritti all’anagrafe di un comune del territorio italiano, hanno diritto ad accedere e a continuare a fruire di tali prestazioni.

  1. Accedi al servizio

    Selezionando il pulsante puoi accedere direttamente al servizio o a un eventuale ulteriore menu di scelta.

  2. Indice

    Attraverso l'indice della pagina puoi selezionare ogni singola voce per accedere direttamente alla sezione di tuo interesse.

  3. Il contenuto della pagina

    In quest'area è presente il contenuto della pagina. Con il segno + puoi espandere la sezione che ti interessa.

  4. Accesso al servizio

    Selezionando il pulsante puoi accedere direttamente al servizio o a un eventuale ulteriore menu di scelta.