Sisma 2016-17: scadenza domanda rateizzazione prorogata al 31 gennaio

Aziende, lavoratori autonomi, agricoli e iscritti alla Gestione Separata (committenti e liberi professionisti) delle aree del Centro Italia colpite dal sisma nel 2016 e 2017, tenuti a versare i contributi sospesi, possono inviare la domanda di rateizzazione entro la mezzanotte del 31 gennaio 2020. Le modalità per l’invio della domanda sono indicate nella pagina sulla sospensione dei versamenti contributivi e all’interno del servizio online “Rateizzazione contributi sospesi: sisma 2016-2017”. 

La precedente scadenza del 15 gennaio, indicata con il messaggio 13 gennaio 2020, n. 78, è stata infatti prorogata al 31 gennaio con il messaggio 15 gennaio 2020, n. 125.

Il 31 gennaio è la nuova scadenza sia per la presentazione della domanda di rateizzazione, sia per il versamento dei contributi sospesi in unica soluzione o della prima rata.

Coloro che avevano già inviato la domanda di rateizzazione devono inviarla di nuovo nei termini indicati, secondo le nuove disposizioni contenute nell’articolo 8, comma 2, decreto-legge 123/2019, convertito, con modificazioni, dalla legge 12 dicembre 2019, n. 156, che ha confermato il termine del 15 gennaio 2020, dal quale far decorrere la ripresa degli adempimenti e dei versamenti contributivi sospesi, in unica soluzione o mediante rateizzazione fino a un massimo di 120 rate mensili, con versamento della prima rata entro il 15 gennaio.

  1. Accedi al servizio

    Selezionando il pulsante puoi accedere direttamente al servizio o a un eventuale ulteriore menu di scelta.

  2. Indice

    Attraverso l'indice della pagina puoi selezionare ogni singola voce per accedere direttamente alla sezione di tuo interesse.

  3. Il contenuto della pagina

    In quest'area è presente il contenuto della pagina. Con il segno + puoi espandere la sezione che ti interessa.

  4. Accesso al servizio

    Selezionando il pulsante puoi accedere direttamente al servizio o a un eventuale ulteriore menu di scelta.