Glossario - ABC

ATTENZIONE!
I contenuti informativi presenti in questa Area sono in corso di aggiornamento.


ABCDEF - GHI - LMN - OPQ - RST - UVZ


Glossario - ABC

A carico di
Che dipende da qualcuno per il proprio mantenimento economico.


A tempo determinato
Per un periodo di tempo preciso e limitato.


Addetto ai servizi domestici e familiari
Collaboratore familiare/ lavoratore domestico/ COLF.


Adozione
Diventare genitore per effetto di un atto giudiziario.


Affidamento
Prendersi cura di un minore, con atto giudiziario o amministrativo, per un periodo di tempo limitato.


Aliquota contributiva
Grandezza percentuale da applicarsi alla retribuzione imponibile per determinare l'importo della contribuzione previdenziale dovuta.


Aliquota IVS
Grandezza percentuale relativa alla gestione per l'Invalidità, la Vecchiaia e i Superstiti.


Apprendista
Individuo di età compresa tra i 15 e 29 anni che svolge attività lavorativa per il conseguimento di una qualifica professionale.


Aspettativa
E' la possibilità, concessa al dipendente, di assentarsi dal lavoro per periodi di tempo più o meno lunghi e per motivi ben precisi. Di norma l’aspettativa comporta la sospensione dell’attività lavorativa e della retribuzione, con una sorta di "congelamento" del rapporto di lavoro, che riprende immediatamente quando vengono meno i motivi della richiesta di aspettativa.


Assegni familiari
Gli assegni familiari spettano ad alcune categorie di lavoratori escluse dalla normativa dell'assegno per il nucleo familiare. Il pagamento degli assegni è subordinato alla condizione che gli interessati vivano a carico del richiedente e che il nucleo familiare non superi determinati limiti di reddito. Ne hanno diritto i coltivatori diretti, mezzadri e coloni, piccoli coltivatori diretti, pensionati delle Gestioni Speciali per i lavoratori autonomi (artigiani, commercianti, coltivatori diretti, coloni e mezzadri).


Assegno di accompagnamento
E' la provvidenza economica riconosciuta dallo Stato a favore dei cittadini la cui situazione di invalidità, per minorazioni o menomazioni, fisiche o psichiche, sia tale per cui necessitano di un'assistenza continua; in particolare, perché non sono in grado di deambulare senza l'assistenza continua di una persona oppure perché non sono in grado di compiere autonomamente gli atti quotidiani della vita. Tale provvidenza ha la natura giuridica di contributo forfettario per il rimborso delle spese conseguenti al fatto oggettivo della situazione di invalidità e non è pertanto assimilabile ad alcuna forma di reddito; conseguentemente è esente da imposte. Essa è a è totale carico dello Stato ed è dovuta per il solo titolo della minorazione, indipendentemente dal reddito del beneficiario o del suo nucleo familiare.


Assegno di invalidità
Prestazione erogata dall'INPS, soggetta a revisione triennale, concessa in seguito a ridotta capacità lavorativa, in presenza di determinati limiti di reddito. L'assegno ha validità triennale e può essere confermato a domanda per tre volte consecutive; dopo la terza conferma l'assegno diviene definitivo. E' richiesta un'anzianità contributiva di cinque anni (di cui tre nell'ultimo quinquennio).


Assegno di invalidità civile
Viene riconosciuto ai cittadini italiani, appartenenti all'U.E. e ai rifugiati residenti in Italia o privi dei requisiti contributivi, di età compresa tra i 18 e i 65 anni, riconosciuti invalidi civili dalla Prefettura, con riduzione della capacità lavorativa superiore al 73% ed inferiore al 100%.


Assegno ordinario di invalidità
Vedi assegno di invalidità.


Assegno per il nucleo familiare
Prestazione accessoria alla retribuzione spettante ai lavoratori dipendenti e parasubordinati per le persone facenti parte del nucleo familiare in possesso di un reddito familiare inferiore a certi limiti.


Associazione in partecipazione
Contratto con cui un soggetto (associante) attribuisce a un altro soggetto (associato) la partecipazione agli utili (ed entro certi limiti alle perdite) della sua impresa, a fronte di un apporto che può consistere in una prestazione di lavoro. L'associato lavora per l'associante, ricevendo in cambio una parte degli utili, ed ha diritto ad essere informato dall'associante circa l'andamento dell'attività. Possono essere previsti strumenti di controllo da parte dell'associato sull'andamento dell'attività. Se la partecipazione agli utili non è adeguata rispetto al lavoro prestato, il lavoratore ha diritto ai trattamenti contributivi, economici e normativi stabiliti dalla legge e dai contratti collettivi per il lavoro subordinato svolto nella posizione corrispondente del medesimo settore di attività, salvo che il datore di lavoro dimostri che la prestazione debba essere qualificata diversamente.


Autocertificazione
Definisce una serie di istituti - introdotti dalla L. 15/68 - che consentono di sostituire i certificati rilasciati dagli uffici della pubblica amministrazione con una dichiarazione dell'interessato che attesta, sotto la propria responsabilità, la propria condizione, i propri requisiti o fatti di propria diretta conoscenza. Tale azione si concretizza con la compilazione di un modulo appositamente predisposto o riportando tale formula su un qualsiasi foglio di carta e sottoscrivendo la dichiarazione così rilasciata.


Autorizzazione
Provvedimento amministrativo con il quale la pubblica amministrazione rimuove un limite posto dalla legge per l'esercizio di un diritto. Con questo provvedimento non si assegna la titolarietà di alcun diritto, ma se ne permette l'esercizio a chi ne è già titolare. In questo modo l'amministrazione pubblica può verificare che l'esercizio del diritto da parte del titolare non sia pregiudizievole per gli interessi della collettività.


Azienda Sanitaria Locale
Organi locali attraverso le quali le Regioni assicurano l’assistenza sanitaria nell’ambito della regione.


Badante
Lavoratore/rice che svolge un lavoro domestico, che si specifica per essere destinato a garantire assistenza a persone che non sono in condizioni di piena autosufficienza o che comunque hanno bisogno di assistenza in ragione di condizioni di salute o di età.


Capacità lavorativa
Attitudine al lavoro.


Cassa integrazione guadagni ordinaria
Somma corrisposta in sostituzione della retribuzione in caso di eventi non dipendenti dall'azienda o dal lavoratore.


Cassa integrazione guadagni straordinaria
Somma corrisposta in sostituzione della retribuzione in caso di eventi straordinari stabiliti da un decreto ministeriale.


Cassa unica assegni famigliari
La gestione Inps che eroga l'assegno per il nucleo familiare.


Cessare l'attività lavorativa
Interrompere un lavoro.


Collaboratore coordinato e continuativo (parasubordinato) co.co.co.
Individua un soggetto che deve svolgere un'attività di collaborazione coordinata e continuativa, da svolgersi senza vincolo di subordinazione. Tale rapporto di lavoro, assimilato a quelle dipendente, implica il versamento dei contributi previdenziali presso lInps - Gestione Separata.


Collaboratore occasionale
Svolge una attività in modo autonomo e non è tenuto a rispettare orari rigidi e predeterminati. Il lavoratore agisce in assenza di rischio economico, non è tenuto a rispettare uno specifico orario e la sua attività non è strutturale al ciclo produttivo, ma è solo di supporto al raggiungimento di obiettivi momentanei del committente. Questa modalità lavorativa non prevede né il versamento di contributi previdenziali (a meno che il reddito annuo sia superiore a 5.000 euro), né un contratto scritto, né l’obbligo di applicare le regole sulla prevenzione degli infortuni o altre norme previste per gli altri lavoratori. Il lavoratore occasionale presta la propria attività dietro pagamento di un corrispettivo assoggettato a ritenuta d’acconto del 20%. Naturalmente la ritenuta d’acconto non esaurisce gli obblighi fiscali del lavoratore relativi al reddito complessivo annuo.


Collaboratori a progetto
Rapporto di lavoro disciplinato e organizzato non da un'unica normativa, ma da una serie di leggi, decreti, regolamenti che hanno portato sempre più alla ribalta questa forma di collaborazione tra un committente - l'azienda - e un collaboratore. I caratteri essenziali di tale rapporto sono essenzialmente tre: la collaborazione tra due soggetti senza alcun vincolo di subordinazione, la coordinazione tra il lavoratore parasubordinato e il committente, strettamente vincolata all'organizzazione dell'azienda; tele prestazione si colloca in un ambito temporale ben definito e definibile.


Collaborazione coordinata non occasionale
Oggi, dopo l'entrata in vigore del d.lgs.276/03 sostanzialmente si concretizza nel lavoro a progetto alla cui scheda si rinvia per i chiarimenti.


Colono e mezzadro
Coltivatore di un fondo agricolo altrui in base ad un contratto di colonia o di mezzadria.


Coltivatore diretto
Agricoltore che provvede alle coltivazioni del fondo e ne esercita la gestione, indipendentemente dall'esserne o no proprietario.


Commissione per le adozioni internazionali
La Commissione per le adozioni internazionali garantisce che le adozioni di bambini stranieri avvengano nel rispetto dei principi stabiliti dalla Convenzione de L'Aja del 29 maggio 1993 sulla tutela dei minori e la cooperazione in materia di adozione internazionale. La Commissione, istituita a tutela dei minori stranieri e delle aspiranti famiglie adottive, rappresenta l'Autorità Centrale Italiana per l'applicazione della Convenzione de L'Aja.


Congedo di maternità
E' il periodo durante il quale il datore di lavoro ha l'obbligo di non fare lavorare la lavoratrice in stato di gravidanza. E' previsto l'arresto fino a sei mesi per il datore di lavoro che viola tale divieto. Il periodo di congedo comprende: i due mesi precedenti la data presunta del parto, i tre mesi successivi alla data effettiva del parto, i giorni compresi tra la data presunta e la data effettiva se il parto si verifica dopo la data presunta. Se il parto si verifica prima della data presunta, i giorni di congedo ante partum non goduti a causa del parto anticipato si aggiungono al periodo di congedo post partum. Il congedo può essere esteso dall'Ispettorato del lavoro se la lavoratrice si trova in particolari condizioni di salute oppure se la lavoratrice svolge mansioni incompatibili con la gravidanza o il puerperio.

Ammortizzatore sociale previsto dalla legislazione italiana che consiste in una prestazione economica erogata dall’INPS. Integra o sostituisce la retribuzione dei lavoratori che si trovano in precarie condizioni economiche a causa di sospensione o riduzione dell’attività lavorativa.

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.

Ammortizzatore sociale previsto dalla legislazione italiana che consiste in una prestazione economica erogata dall’INPS. Integra o sostituisce la retribuzione dei lavoratori che si trovano in precarie condizioni economiche a causa di sospensione o riduzione dell’attività lavorativa.

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.

Periodo immediatamente successivo al parto.

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.

Invalidità, Vecchiaia o Superstiti

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.
  1. Percorso di navigazione

    Le voci indicano la posizione della pagina nell'alberatura del portale, permettendo la navigazione veloce a ritroso.

  2. Il menu di sezione

    In quest'area sono presenti le principali voci della sezione. Il simbolo "+" indica la presenza di sottosezioni. Con un clic su una voce puoi accedere al contenuto.

  3. I pulsanti di servizio SALVA e STAMPA

    Con i due pulsanti puoi scegliere di salvare il contenuto in formato PDF o stamparlo direttamente.

  4. Filtrare i risultati

    In quest'area è possibile scegliere la modalità di visualizzazione delle notizie (griglia o lista) e filtrare i risultati tramite una ricerca libera inserendo parole chiave o periodo di pubblicazione negli appositi campi.