Assegni Familiari

ATTENZIONE: la seguente pagina è archiviata e le notizie e informazioni presenti hanno solo un valore storico e potrebbero non essere più in linea con la normativa vigente alla data di oggi.

 

 

Assegni familiari


QUANTO

Per i coltivatori diretti, coloni e mezzadri l'importo mensile degli assegni familiari è pari a Euro 8,18  (Lire 15.832) per ogni figlio ed equiparato, fratelli, sorelle e nipoti conviventi.

Per i pensionati l'importo degli assegni familiari è di Euro 10,21 (Lire 19.760) per ogni persona a carico.


A CHI SPETTANO

 

  • ai coltivatori diretti, coloni e mezzadri;
  • ai piccoli coltivatori diretti;
  • ai titolari delle pensioni a carico delle gestioni speciali dei lavoratori autonomi (artigiani, commercianti, coltivatori diretti, coloni e mezzadri).

Gli assegni familiari sono cumulabili con l' assegno per il nucleo familiare concesso dai Comuni.


Sono corrisposti per il nucleo familiare.

Sono considerati a carico i familiari che non hanno redditi propri superiori a determinati limiti, superata una prima fascia di reddito avverrà la riduzione della corresponsione degli assegni familiari; qualora verrà superato anche la seconda fascia di reddito, avverrà la cessazione dell'erogazione degli assegni familiari.
I limiti sopra descritti sono stabiliti per l'anno 2010 dalla (Circ. n° 2 del 11/1/2010).

Il riconoscimento del diritto agli assegni familiari è condizionato non solo da limiti di reddito personale ma anche da limiti di reddito familiare cumulato (somma dei redditi di tutti i componenti il nucleo).

Gli assegni possono essere richiesti per i seguenti familiari:


  • coniuge, anche se legalmente separato, solo se il richiedente è titolare di pensione a carico delle gestioni speciali dei lavoratori autonomi;
  • figli o equiparati conviventi e non conviventi, di età inferiore a 18 anni, apprendisti o studenti di scuola media inferiore (fino a 21 anni); universitari (fino a 26 anni e nel limite del corso legale di laurea) o inabili
  • fratelli, sorelle e nipoti, conviventi, di età inferiore a 18 anni, apprendisti o studenti di scuola media inferiore (fino a 21 anni); universitari (fino a 26 anni e nel limite del corso legale di laurea) o inabili;
  • ascendenti (genitori, nonni, ecc..) ed equiparati, solo se il richiedente è piccolo coltivatore diretto.
  • figli di cittadini stranieri residenti in paesi con i quali esista una convenzione internazionale in materia di trattamenti di famiglia;

    Si considerano equiparati ai genitori: gli adottanti, gli affilianti, il patrigno e la matrigna, nonché le persone alle quali l’interessato è stato affidato come esposto (sono, quindi, esclusi i nonni ed i bisnonni).

 


COMPOSIZIONE DEL NUCLEO FAMILIARE

Possono concorrere alla composizione del nucleo familiare:

  • il richiedente;
  • il coniuge del/della richiedente non legalmente ed effettivamente separato, anche se non convivente;
  • il coniuge legalmente separato a carico (è a carico quando il richiedente è tenuto per legge al versamento di un assegno di mantenimento);
  • i figli ed equiparati minori di età, non a carico, conviventi o meno;
  • i figli ed equiparati apprendisti o studenti di scuola media inferiore (fino a 21 anni); universitari (fino a 26 anni e nel limite del corso legale di laurea);
  • i figli ed equiparati maggiorenni inabili impossibilitati a svolgere proficuo lavoro;
  • i fratelli, sorelle e nipoti minorenni o maggiorenni inabili.
Possono inoltre essere inclusi tra i componenti del nucleo familiare i congiunti residenti nei seguenti Paesi:

se lavoratore:

  • Stati della Comunità Europea
  • Capo Verde
  • Stati della ex Jugoslavia
  • Liechtenstein
  • Principato di Monaco
  • Repubblica di San Marino
  • Svizzera
  • Tunisia (massimo 4 figli)
  
Sono invece esclusi dal nucleo familiare:
 
  • il coniuge legalmente ed effettivamente separato (non compreso quindi nello stato di famiglia del richiedente);
  • il coniuge che ha abbandonato la famiglia ( accertato dalla Pubblica amministrazione );
  • i figli, fratelli, sorelle, nipoti ( sia minori che maggiorenni inabili) nel caso siano coniugati;
  • figli ed equiparati di cittadino straniero i quali non abbiano la residenza sul territorio della Repubblica italiana, salvo che per i cittadini dei paesi sopra citati.

 

FIGLI EQUIPARATI

Sono equiparati ai figli:

  • figli adottivi, affiliati, naturali legalmente riconosciuti o giudizialmente dichiarati;
  • figli naturali del coniuge;
  • minori regolarmente affidati dai competenti organi;
  • nipoti viventi a carico dell'ascendente.

 


TIPOLOGIA DEL NUCLEO FAMILIARE

Per poter stabilire la misura dell'assegno dovuto per un determinato nucleo, bisognerà conoscere la tipologia del nucleo stesso, in quanto l'importo potrà cambiare a seconda se nel nucleo familiare sussistano delle situazioni particolari, quali:

  • Richiedenti che siano nella condizione di vedovo/a, separato/a legalmente, divorziato/a, celibe o nubile, in stato di abbandono o di straniero con coniuge residente all'estero in un Paese non convenzionato.
  • Richiedenti nel cui nucleo siano compresi soggetti che, a causa di infermità o difetto fisico o mentale, si trovino nell'assoluta e permanente impossibilità di dedicarsi ad un proficuo lavoro ovvero se minorenni, che abbiano difficoltà persistenti a svolgere i compiti e le funzioni della loro età.
  • Richiedenti che siano nella condizione di vedovo/a, separato/a legalmente, divorziato/a, celibe o nubile, in stato di abbandono o di straniero con coniuge residente all'estero in un Paese non convenzionato, e nel cui nucleo familiare siano compresi soggetti che, a causa di infermità o difetto fisico o mentale, si trovino nell'assoluta e permanente impossibilità di dedicarsi ad un proficuo lavoro ovvero se minorenni, che abbiano difficoltà persistenti a svolgere i compiti e le funzioni della loro età.

 


LA DOMANDA

Può essere inoltrata a qualunque sede dell'Inps, direttamente o tramite uno degli enti di Patronato riconosciuti dalla legge, che assistono gratuitamente i lavoratori; ovvero inviata per posta a mezzo di raccomandata con avviso di ricevimento.

Alla richiesta, fatta contestualmente alla domanda di pensione o successivamente per ottenere o mantenere il beneficio, deve essere allegata una  dichiarazione reddituale  e un'autocertificazione attestante la composizione del nucleo familiare.

La richiesta degli AF da parte dei coltivatori diretti, mezzadri o coloni, deve essere fatta sul modulo predisposto (mod. CD/CM 71TP/Lit.) e presentata alla sede Inps nel cui territorio l'interessato ha la residenza.

I piccoli coltivatori diretti, devono invece effettuare domanda sul mod. Prest./Agr.21 TP AF.

Qualora la domanda venga presentata dopo l'insorgenza del diritto, gli arretrati spettanti vengono corrisposti nel limite massimo di 5 anni (prescrizione quinquennale).

N.B.: Nel caso di variazione del reddito e/o dei familiari a carico, devono essere presentati nuovi modelli reddituali.

I coltivatori diretti, mezzadri o coloni, nel caso di variazione della situazione dichiarata, devono presentare un nuovo mod. CD/CM71 TP/Lit. entro 30 giorni dal verificarsi della variazione stessa.

LA DOCUMENTAZIONE

Alla domanda devono essere allegati i documenti indicati nel modulo, relativi ad ogni singola situazione.

I figli e/o equiparati minori, titolari di redditi propri, devono presentare anche il mod. AF/20.

N.B.: Le dichiarazioni di responsabilità del/della richiedente devono essere rilasciate davanti ad un pubblico ufficiale ovvero se spedite, accompagnate dalla fotocopia di un documento di riconoscimento valido.


LE MODALITÀ DI PAGAMENTO

Gli AF vengono pagati direttamente dall'Inps:

  • semestralmente, ai coltivatori diretti, coloni e mezzadri con assegno a domicilio ovvero con accredito sul c/c bancario o postale. Se viene scelto l'accredito in conto corrente è necessario indicare l' IBAN, eventualmente richiedendole alla banca o alla posta;
  • sulla rata di pensione, ai pensionati.

 


REDDITO

I redditi del nucleo familiare da prendere in considerazione per la concessione dell'assegno sono quelli assoggettabili all' Irpef al lordo delle detrazioni d'imposta, degli oneri deducibili e delle ritenute erariali, e quelli esenti da imposta o soggetti alla ritenuta alla fonte a titolo di imposta, o imposta sostitutiva se da dichiarare, prodotti nell'anno solare precedente il 1° luglio di ogni anno e hanno valore fino al 30 giugno dell'anno successivo.

Non devono essere dichiarati come redditi:

  • i trattamenti di fine rapporto comunque denominati e le anticipazioni sui trattamenti di fine rapporto;
  • i trattamenti di famiglia, comunque denominati, dovuti per legge,
  • le rendite vitalizie erogate dall'Inail, le pensioni di guerra, le pensioni tabellari ai militari di leva vittime di infortunio;
  • le indennità di accompagnamento agli invalidi civili, ai ciechi civili assoluti, ai minori invalidi che non possono camminare, ai pensionati di inabilità;
  • le indennità di comunicazione per sordi e le indennità speciali per i ciechi parziali;
  • gli indennizzi per danni irreversibili da vaccinazioni obbligatorie, trasfusioni e somministrazioni di emoderivati;
  • gli arretrati di cassa integrazione riferiti ad anni precedenti quello di erogazione;
  • l'indennità di trasferta per la parte non assoggettabile ad imposizione fiscale;
  • gli assegni di mantenimento percepiti dal coniuge legalmente separato a carico del/della richiedente.

N.B.: Se la richiesta di assegni familiari riguarda periodi compresi nel 1° semestre (01.01/30.06) i redditi da dichiarare sono quelli conseguiti 2 anni prima, mentre, se i periodi sono compresi nel 2° semestre (01.07/31.12), i redditi da dichiarare sono quelli conseguiti nell'anno immediatamente precedente.

Ad esempio: in una domanda di Assegni Familiari avanzata per l'anno 2009, per il periodo dal 1° gennaio 2009 al 30 giugno 2009 devono essere dichiarati i redditi dell'anno 2007; per il periodo dal 1° luglio 2009 al 30 giugno 2010 i redditi dell'anno 2008.

 


         

Soggetto che, a causa di infermità o difetto fisico o mentale, si trova nell’assoluta e permanente impossibilità di svolgere qualsiasi attività lavorativa.

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.

Soggetto che, a causa di infermità o difetto fisico o mentale, si trova nell’assoluta e permanente impossibilità di svolgere qualsiasi attività lavorativa.

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.

Soggetto che, a causa di infermità o difetto fisico o mentale, si trova nell’assoluta e permanente impossibilità di svolgere qualsiasi attività lavorativa.

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.

Soggetto che, a causa di infermità o difetto fisico o mentale, si trova nell’assoluta e permanente impossibilità di svolgere qualsiasi attività lavorativa.

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.

Soggetto che, a causa di infermità o difetto fisico o mentale, si trova nell’assoluta e permanente impossibilità di svolgere qualsiasi attività lavorativa.

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.

Imposta sul reddito delle persone fisiche.

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.

International bank account number, codice bancario di 27 cifre che identifica il conto corrente e la banca.

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.
  1. Percorso di navigazione

    Le voci indicano la posizione della pagina nell'alberatura del portale, permettendo la navigazione veloce a ritroso.

  2. Il menu di sezione

    In quest'area sono presenti le principali voci della sezione. Il simbolo "+" indica la presenza di sottosezioni. Con un clic su una voce puoi accedere al contenuto.

  3. I pulsanti di servizio SALVA e STAMPA

    Con i due pulsanti puoi scegliere di salvare il contenuto in formato PDF o stamparlo direttamente.

  4. Filtrare i risultati

    In quest'area è possibile scegliere la modalità di visualizzazione delle notizie (griglia o lista) e filtrare i risultati tramite una ricerca libera inserendo parole chiave o periodo di pubblicazione negli appositi campi.