Contributo ai pensionati non autosufficienti

 

ATTENZIONE: la seguente pagina è archiviata e le notizie e informazioni presenti hanno solo un valore storico e potrebbero non essere più in linea con la normativa vigente alla data di oggi.


La prestazione è riservata agli iscritti alla Gestione magistrale, e consiste in un contributo economico, annuale e ripetibile, che l’Istituto concede a domanda, come integrazione al reddito dei non autosufficienti.


Il contributo va da un minimo di € 1.550 a un massimo di € 6.200 e viene corrisposto anche nel caso in cui la persona non autosufficiente viva in strutture specializzate (la somma però è ridotta al 50%). Il contributo varia a seconda della fascia Isee alla quale si appartiene. Le fasce sono 4, come illustrate nella seguente tabella.


Contributo per iscritti in quiescenza non autosufficienti: fasce ISEE ed importi
Reddito ISEE Corrispondenze
Da euro Ad euro Fascia Importo contributo
0,00 8.000,00 Prima € 6.200,00
8.000,01 24.000,00 Seconda € 4.650,00
24.000,01 32.000,00 Terza € 3.100,00
32.000,01 in poi Quarta € 1.550,00

Si fa presente che l’eventuale punteggio correttivo (- 1 fascia ISEE in presenza di altro iscritto nel nucleo familiare del titolare) non opera per redditi ISEE uguali o superiori ad € 40.000,00.


A CHI SPETTA

Possono accedere alla prestazione gli iscritti pensionati e non autosufficienti con totale e permanente inabilità lavorativa (secondo formale riconoscimento delle commissioni mediche), nei casi previsti e indicati nel modulo di domanda.


LA  DOMANDA

La domanda deve essere presentata esclusivamente in modalità telematica, accedendo all’area Servizi online di questo sito. È possibile presentare domanda, anche più volte, a distanza di 12 mesi una dall’altra. La richiesta di questo contributo è alternativa a quello sanitario. A corredo della domanda deve essere inviata copia autenticata del verbale di visita della Commissione medica incaricata dell’accertamento dell’invalidità, in corso di validità.


Guida alla compilazione della domanda

Indicatore della situazione economica equivalente, che deriva dal rapporto tra l'ISE e il numero dei componenti del nucleo familiare in base a una scala di equivalenza stabilita dalla legge.

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.

consiste nel trattamento di pensione dopo l'attività di lavoro

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.