Mettiamoci la faccia

Anche Inpdap partecipa all’iniziativa "Mettiamoci la faccia" promossa dal Ministero per la pubblica amministrazione e l’innovazione che riguarda la rilevazione del grado di soddisfazione dell’utenza sui servizi erogati dagli sportelli.

Attualmente l’Inpdap partecipa sperimentando la rilevazione presso gli Uffici relazioni con il pubblico (Urp) di 9 sedi, quelle di Bergamo, Catania, Pesaro Urbino, Potenza, Roma 1, Salerno, Savona, Trieste e Verona. A seguire l’iniziativa verrà estesa ad altre 10 sedi: Alessandria, Arezzo, Bari, Isernia, Nuoro, Piacenza, Reggio Calabria, Teramo, Terni e Trento.

Vediamo come funziona “Mettiamoci la faccia”.

Negli Urp delle sedi sperimentali sono stati installati totem con schermi touchscreen che:

  • emettono il biglietto di prenotazione allo sportello, con funzione di elimina code
  • permettono all’utente di esprimere l’opinione sul servizio ricevuto

Quindi, solo al termine delle operazioni di sportello, dopo aver fruito del servizio, l’utente può esprimere il suo giudizio votando sullo stesso totem dal quale, poco prima, aveva ritirato il ticket di prenotazione.

Il giudizio si esprime tramite gli emoticons, le famose faccine colorate:

  • verde in caso di completa soddisfazione
  • gialla in caso di parziale soddisfazione
  • rossa in caso di mancata soddisfazione

Solo nel caso in cui si selezioni la faccina rossa sarà chiesto di indicare il motivo dell’insoddisfazione attraverso quattro alternative di risposta: tempo di attesa, professionalità dell'impiegato, necessità di tornare, risposta negativa.

Votare in sede non è l’unica possibilità. Infatti si può esprimere il proprio giudizio anche via web, entro le 24 ore dalla fruizione del servizio informativo. Basta entrare nella sezione Servizi in linea e seguire le istruzioni. Da quelle pagine l’utente navigatore può anche prenotare la propria visita all’Urp.

Tutti i giudizi degli utenti, espressi in sede o via web, vengono raccolti e mostrati – sempre nella sezione di Servizi in linea – in report periodici. Sono gli stessi dati che vengono inviati al ministro per la pubblica amministrazione e utilizzati dall’Inpdap per migliorare l’erogazione dei servizi al cittadino.

  1. Percorso di navigazione

    Le voci indicano la posizione della pagina nell'alberatura del portale, permettendo la navigazione veloce a ritroso.

  2. Il menu di sezione

    In quest'area sono presenti le principali voci della sezione. Il simbolo "+" indica la presenza di sottosezioni. Con un clic su una voce puoi accedere al contenuto.

  3. I pulsanti di servizio SALVA e STAMPA

    Con i due pulsanti puoi scegliere di salvare il contenuto in formato PDF o stamparlo direttamente.

  4. Filtrare i risultati

    In quest'area è possibile scegliere la modalità di visualizzazione delle notizie (griglia o lista) e filtrare i risultati tramite una ricerca libera inserendo parole chiave o periodo di pubblicazione negli appositi campi.