IMLA

INDENNITA’ DI MATERNITA’ LAVORATRICI AUTONOME FIGLI BIOLOGICI E FIGLI ADOTTATI O AFFIDATI

 

 Approfondimenti

 


Periodo di maternità
(art. 68 del D.Lgs. 151/2001 – Testo unico della norme a tutela e sostegno della maternità e paternità)

Il periodo di maternità coperto dall’indennità dell’Inps va dai due mesi precedenti la data effettiva del parto fino ai tre mesi successivi alla data del parto stesso. In caso di adozione o affidamento il periodo coperto dall’indennità coincide con i tre mesi successivi all’ingresso in famiglia del minore adottato/affidato.

 

Aborto
(art. 68 del D.Lgs. 151/2001 – Testo unico della norme a tutela e sostegno della maternità e paternità)

Interruzione della gravidanza, spontanea o volontaria, nei casi previsti dagli artt. 4, 5 e 6, della legge 22 maggio 1978, n. 194, verificatasi non prima del 3° mese di gravidanza. 
 

 

Iscrizione entro i termini di legge

Le artigiane e le commercianti devono richiedere l’iscrizione all’Inps entro 30 giorni dall’inizio dell’attività; le altre lavoratrici autonome richiedono l’iscrizione entro 90 giorni dall’inizio dell’attività.
Nel caso in cui l’attività sia iniziata prima dell’inizio del periodo di maternità (ossia prima dei due mesi precedenti la data effettiva del parto), l’indennità è erogata a partire dall’inizio del periodo indennizzabile (ossia a partire dai due mesi precedenti la data effettiva del parto), a condizione che il periodo di maternità sia coperto dai contributi previdenziali.
Nel caso in cui l’attività sia iniziata dopo l’inizio del periodo di maternità, l’indennità è pagata a partire dalla data di inizio dell’attività (e non, come di regola, dalla data di inizio del periodo di maternità). E’ sempre necessario che il periodo spettante sia coperto dai contributi.
Se l’iscrizione è avvenuta oltre i termini di legge (oltre, cioè, i 30 giorni o i 90 giorni dall’inizio dell’attività), l’indennità è pagata, in ogni caso, dalla data della domanda di iscrizione, sempre che il periodo di maternità richiesto sia coperto dai contributi previdenziali.

 

 

Retribuzione convenzionale giornaliera

  • Coltivatrici dirette, colone, mezzadre, imprenditrici agricole professionali: euro 37,49 per le nascite avvenute nel 2009 anche quando il periodo di maternità sia iniziato nel 2008;
  • Artigiane: euro 38,72 per i periodi di maternità iniziati nell’anno 2009. Per quelli iniziati nell’anno 2008 la retribuzione convenzionale giornaliera è pari ad euro 37,52;
  • Commercianti: euro 33,93 per i periodi di maternità iniziati nell’anno 2009. Per quelli iniziati nell’anno 2008 la retribuzione convenzionale giornaliera è pari ad euro 32,88.

  1. Percorso di navigazione

    Le voci indicano la posizione della pagina nell'alberatura del portale, permettendo la navigazione veloce a ritroso.

  2. Il menu di sezione

    In quest'area sono presenti le principali voci della sezione. Il simbolo "+" indica la presenza di sottosezioni. Con un clic su una voce puoi accedere al contenuto.

  3. I pulsanti di servizio SALVA e STAMPA

    Con i due pulsanti puoi scegliere di salvare il contenuto in formato PDF o stamparlo direttamente.

  4. Filtrare i risultati

    In quest'area è possibile scegliere la modalità di visualizzazione delle notizie (griglia o lista) e filtrare i risultati tramite una ricerca libera inserendo parole chiave o periodo di pubblicazione negli appositi campi.