Seminario Inps - Operazione trasparenza, esperienze dell’Inps e dell’Inail a confronto

27 maggio 2014 martedì  14.30 - 15.30



Presentazione del seminario nel portale ForumPa



Guarda la Fotogallery del Seminario

Resoconto Seminario “Operazione trasparenza: esperienze dell’Inps e dell’Inail a confronto” - Relatori M. Barbieri, A. Pastorelli, F.Marica

Aprendo il seminario del 27 maggio Marco Barbieri, Direttore dell’Ufficio stampa e Comunicazione e Responsabile della Trasparenza dell’Inps ha affermato: 'La trasparenza deve riferirsi necessariamente al tipo e alla qualità della relazione che la pubblica amministrazione intende costruire con i cittadini utenti ma le norme hanno reso pesantissima l’attività da svolgere per la trasparenza, facendo prevalere la logica dell’adempimento rispetto a quella della qualità”.


Nell’introdurre il confronto tra l’esperienza dell’Inps e dell’Inail, Barbieri ha sottolineato in premessa la diversità delle scelte operate da Inps e Inail e ricordato ai partecipanti che sono ben 270 le prescrizioni in merito ai contenuti da pubblicare nei siti delle amministrazioni.  Nonostante l’eccesso di prescrizione, il Decreto n. 33/2013 ha avuto, a suo avviso, il merito di standardizzare i comportamenti, pur trascurando in parte l’ascolto delle necessità effettive dell’utenza. “Impiantare i flussi per acquisire i documenti e i dati da pubblicare come prescritto non è cosa semplice – ha dichiarato – perché l’amministrazione è impegnata in primo luogo nell’erogazione delle prestazioni all’utenza e finisce spesso per porre in secondo piano le attività di fornitura di dati e documenti che la Comunicazione deve pubblicare assieme ai Sistemi informativi”.


Al seminario, che si è tenuto presso la saletta di fronte allo stand della Casa del welfare,  è poi intervenuto il responsabile Trasparenza e Anticorruzione dell’ Inail, Alessandro Pastorelli,  al quale Inail ha scelto di assegnare il doppio incarico nell’intento di gestire in maniera integrata le iniziative di Comunicazione richieste dal Decreto sulla Trasparenza, con l’attività di controllo da pianificare per contrastare la corruzione.  Come punti qualificanti dell’esperienza Inail,  Pastorelli ha segnalato la “rigorosa applicazione dell’Istituto dell’accesso civico” e le iniziative di formazione rivolte al personale a vario livello, che hanno coinvolto anche il personale del Contact center con l’obiettivo di sviluppare un’etica dell’integrità nei pubblici uffici. Altro presupposto essenziale, che ha dato valore all’esperienza Inail, è stata la stretta collaborazione con le funzioni di Comunicazione e con i Sistemi Informativi, che hanno sviluppato una piattaforma dedicata a garantire la raccolta e pubblicazione dei dati, da monitorare anche al fine di rilevare possibili fenomeni di corruzione e illegalità.
Sull’impostazione del Piano Anticorruzione dell’Inps è intervenuto infine Flavio Marica, che ha descritto l’approccio messo a punto dalla Direzione Audit con la pubblicazione del Manuale Rischi e controlli, ancora prima della pubblicazione del Decreto n. 33. “L’individuazione delle attività a rischio è alla base del Piano – ha sottolineato -  e l’attività di mappatura dei processi richiesta coinvolge di fatto tutta la dirigenza che è tenuta ad indicare il livello di rischio per ogni processo”.  Si tratta di un’attività onerosa in Inps, dato che sono 439 i processi da monitorare, quasi tutti a rischio per la tipologie di prestazioni erogate dall’Inps. Perciò oltre al grande impegno richiesto nella formazione, nella quale saranno coinvolte in Inps 2500 unità di personale  a vario livello,  assai rilevante è anche l’attività di segnalazione dei segmenti di processo da telematizzare per ridurre il rischio di illegalità.


Presentazione Flavio Marica – Responsabile Anticorruzione Inps


Presentazione Alessandro Pastorelli – Responsabile Trasparenza e Anticorruzione Inail

  1. Percorso di navigazione

    Le voci indicano la posizione della pagina nell'alberatura del portale, permettendo la navigazione veloce a ritroso.

  2. Il menu di sezione

    In quest'area sono presenti le principali voci della sezione. Il simbolo "+" indica la presenza di sottosezioni. Con un clic su una voce puoi accedere al contenuto.

  3. I pulsanti di servizio SALVA e STAMPA

    Con i due pulsanti puoi scegliere di salvare il contenuto in formato PDF o stamparlo direttamente.

  4. Filtrare i risultati

    In quest'area è possibile scegliere la modalità di visualizzazione delle notizie (griglia o lista) e filtrare i risultati tramite una ricerca libera inserendo parole chiave o periodo di pubblicazione negli appositi campi.