Come richiedere l'iscrizione alla Gestione Dipendenti Pubblici

Gli enti e le amministrazioni pubbliche e nei casi previsti dalla legge, i soggetti privati, obbligati ad aprire una posizione contributiva alla Gestione Dipendenti Pubblici, devono trasmettere una specifica richiesta corredata degli elementi informativi necessari.

Le modalità di invio della richiesta di iscrizione+

La richiesta di iscrizione alla Gestione Dipendenti Pubblici deve essere inoltrata alla Direzione centrale Entrate a mezzo di posta elettronica certificata o, nel caso in cui non si disponga di un indirizzo PEC, tramite raccomandata con avviso di ricevimento.

Gli elementi informativi necessari da fornire con la richiesta di iscrizione+

Nella richiesta di iscrizione deve essere specificata la data di decorrenza dell'obbligo di iscrizione (data di instaurazione del primo rapporto di lavoro subordinato).

Inoltre, i soggetti pubblici devono fornire i seguenti elementi informativi:

  • estremi della legge di istituzione nel caso in cui si tratti di agenzie nazionali, regionali o locali;
  • estremi della legge di istituzione nel caso in cui si tratti di aziende sanitarie, istituti ospedalieri, strutture del Servizio sanitario nazionale;
  • estremi della delibera della Giunta regionale di istituzione dell'azienda nel caso in cui si tratti di aziende di servizi pubblici alla persona (decreto legislativo 4 maggio 2001, n. 207);
  • atto costitutivo in copia conforme all'originale e statuto nel caso in cui si tratti di aziende speciali e aziende speciali consortili (articoli 31 e 114, decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267);  
  • estremi del decreto di istituzione e data della prima seduta del Consiglio nel caso in cui si tratti di Camere di Commercio;
  • atto costitutivo in copia conforme all'originale e statuto nel caso in cui si tratti di consorzi di enti locali (articolo 31, decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267);  
  • estremi della legge regionale istitutiva del nuovo comune nel caso in cui si tratti di comuni;  
  • estremi della legge istitutiva e statuto nel caso in cui si tratti di enti pubblici non economici. Gli ordini professionali sono tenuti a iscrivere il personale assunto a decorrere dalla data di entrata in vigore del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165;
  • atto costitutivo in copia conforme all'originale e statuto nel caso in cui si tratti di unione di comuni, comunità montane e unioni montane.

I soggetti privati, invece, devono fornire i seguenti elementi informativi: 

  • estremi del decreto del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca (MIUR) di riconoscimento della paritarietà ed estremi del decreto dell'Ufficio Scolastico Regionale (USR) relativo all'ente gestore nel caso in cui si tratti di ente gestore di una o più scuole primarie paritarie private;
  • atto giuridico da cui discende il trasferimento obbligatorio, senza soluzione di continuità, di dipendenti da un'amministrazione pubblica nel caso in cui almeno un dipendente abbia mantenuto il diritto all'iscrizione a una delle gestioni dei dipendenti pubblici;
  • atto giuridico da cui discende il trasferimento obbligatorio, senza soluzione di continuità, nei casi in cui si tratti di fusione, cessione di aziende ovvero cessione o affitto di ramo d'azienda, contratto di appalto, procedure di razionalizzazione di società partecipate che comportino il trasferimento di dipendenti iscritti alla gestione pubblica per aver esercitato in passato la facoltà di mantenere l'iscrizione in tale gestione;   
  • estremi dell'atto di iscrizione nel registro persone giuridiche private ex decreto del Presidente della Repubblica 10 febbraio 2000, n. 361 nel caso in cui si tratti di soggetti privati per effetto di procedure di depubblicizzazione e almeno un dipendente abbia mantenuto il diritto all'iscrizione a una delle gestioni dei dipendenti pubblici.

Istituti scolastici statali+

Gli istituti scolastici statali che erogano direttamente retribuzioni con fondi propri, finanziati da soggetti privati o pubblici, compresi i fondi dell'Unione europea, devono aprire una propria posizione contributiva seguendo le istruzioni della circolare 16 ottobre 2015, n.172.

  1. Accedi al servizio

    Selezionando il pulsante puoi accedere direttamente al servizio o a un eventuale ulteriore menu di scelta.

  2. Indice

    Attraverso l'indice della pagina puoi selezionare ogni singola voce per accedere direttamente alla sezione di tuo interesse.

  3. Il contenuto della pagina

    In quest'area è presente il contenuto della pagina. Con il segno + puoi espandere la sezione che ti interessa.

  4. Accesso al servizio

    Selezionando il pulsante puoi accedere direttamente al servizio o a un eventuale ulteriore menu di scelta.