Lavoro ripartito (Jobsharing o a coppia)

ATTENZIONE: la seguente pagina è archiviata e le notizie e informazioni presenti hanno solo un valore storico e potrebbero non essere più in linea con la normativa vigente alla data di oggi.

 

Il lavoro ripartito (anche chiamato job sharing) è un rapporto di lavoro speciale, mediante il quale due lavoratori assumono in solido l'adempimento di un'unica e identica obbligazione lavorativa. In pratica due persone si dividono consensualmente lo stesso posto di lavoro. In questo modo, i lavoratori possono cioè gestire autonomamente e discrezionalmente la ripartizione dell'attività lavorativa ed effettuare sostituzioni fra loro.

I lavoratori possono cioè gestire autonomamente e discrezionalmente la ripartizione dell'attività lavorativa ed effettuare sostituzioni fra loro, che debbono essere comunicate al datore di lavoro con cadenza almeno settimanale per certificare le assenze.
Entrambi sono però direttamente e personalmente responsabili dell'intera obbligazione lavorativa.


Obiettivi

È una forma contrattuale che ha quindi l'obiettivo di conciliare i tempi di lavoro e di vita, attraverso nuove opportunità di bilanciamento tra le esigenze di flessibilità delle imprese e le esigenze dei lavoratori.

L'obiettivo è quello di dare una veste giuridica a situazioni oggi già in uso ed al di fuori delle regole (ad esempio i portierati).


Destinatari

Il contratto di lavoro ripartito può essere stipulato da tutti i lavoratori e da tutti i datori di lavoro.            

La pubblica amministrazione non può stipulare i contratti di lavoro ripartito.

Rispetto a quanto previsto dalla precedente normativa (circolare Ministero del lavoro e della previdenza sociale n. 43/1998), la vera novità del contratto di lavoro ripartito previsto dalla legge Biagi sta nell'aver limitato la possibilità di gestire il lavoro in solido a due lavoratori.


CARATTERISTICHE

  • deve essere stipulato in forma scritta, non per la validità dello stesso ,ma ai fini della prova;
  • è di tipo subordinato;
  • deve indicare i nominativi dei due lavoratori, la misura percentuale della prestazione da svolgere da ciascuno, e la collocazione temporale;
  • deve indicare tutti gli altri elementi che si inseriscono nei normali contratti di lavoro di natura subordinata;
  • devono essere individuate le misure adottate per la sicurezza e la tutela del collaboratore
  • il rapporto di lavoro può essere stipulato a termine o a tempo indeterminato.
  • Per quanto riguarda il trattamento economico, vige il principio di parità di trattamento rispetto ai lavoratori di pari livello e mansione. Il trattamento è comunque riproporzionato in base alla prestazione lavorativa effettivamente eseguita.

Il datore non può opporsi alla ripartizione dell'attività lavorativa stabilita dai due lavoratori.


La certificazione del rapporto

  • è facoltativa;
  • mira a qualificare la natura del rapporto di lavoro con l'assenso delle parti (d.d.l. e lavoratore);
  • avviene presso gli enti bilaterali; le DPL, le università (pubbliche e private), le fondazioni universitarie;

qualora una delle parti intendesse ricorrere in sede giudiziaria per difformità tra il programma negoziale certificato e la sua concreta applicazione, è obbligatorio "il tentativo di conciliazione" avanti allo stesso soggetto che ha assistito all'accordo.


Le regole

  • La suddivisione può essere di tipo "verticale" (una settimana, un mese o un anno ciascuno) e di tipo "orizzontale" (entrambi lo stesso giorno).
  • È data facoltà ai due lavoratori di scambiarsi "i turni" di lavoro (salvo diversa pattuizione nel contratto).
  • Sono vietate le sostituzioni da parte di terzi, salvo se concordate con il d.d.l.
  • I due lavoratori sono conteggiati come unica unità lavorativa nella forza lavoro aziendale.
  • Ad ognuno dei due lavoratori spetta, pro quota, lo stesso trattamento retributivo e previdenziale di un pari livello occupato con normale contratto di lavoro subordinato; ma il calcolo delle prestazioni e dei contributi dovrà essere effettuato mese per mese, salvo conguaglio, a fine anno, in relazione all'effettivo svolgimento della prestazione lavorativa.
    Le prestazioni previdenziali e assistenziali (es. indennità di malattia ecc.) sono calcolate come per i contratti a part time.
  • In caso di dimissioni o licenziamento di uno dei due lavoratori, il rapporto si estingue anche nei confronti dell'altra parte, ma il datore di lavoro può chiedere all'altro di trasformare il rapporto in un contratto di lavoro subordinato a tempo pieno o parziale. Il datore può anche rifiutare l'adempimento di un terzo soggetto.

ATTUAZIONE           

La nuova disciplina è già pienamente operativa.

L'attuazione e la regolamentazione del lavoro ripartito è vincolata alla contrattazione collettiva. In assenza di contratti collettivi, si applica la normativa generale del lavoro subordinato in quanto compatibile con la natura del rapporto di lavoro ripartito. Il regime transitorio e l'attuazione dei rinvii alla contrattazione collettiva potranno essere affidati anche a un Accordo interconfederale su convocazione del Ministro del lavoro e delle politiche sociali.

           

Tipologia di contratto di lavoro con il quale due lavoratori si impegnano ad adempiere solidalmente a un'unica e identica obbligazione lavorativa.

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.

Tipologia di contratto di lavoro con il quale due lavoratori si impegnano ad adempiere solidalmente a un'unica e identica obbligazione lavorativa.

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.

Tipologia di contratto di lavoro con il quale due lavoratori si impegnano ad adempiere solidalmente a un'unica e identica obbligazione lavorativa.

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.

Tipologia di contratto di lavoro con il quale due lavoratori si impegnano ad adempiere solidalmente a un'unica e identica obbligazione lavorativa.

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.

Tipologia di contratto di lavoro con il quale due lavoratori si impegnano ad adempiere solidalmente a un'unica e identica obbligazione lavorativa.

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.

Tipologia di contratto di lavoro con il quale due lavoratori si impegnano ad adempiere solidalmente a un'unica e identica obbligazione lavorativa.

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.

Possibilita` riconosciuta alla lavoratrice di proseguire l’attivita` lavorativa durante l'ottavo mese di gestazione e di prolungare il periodo di congedo di maternita` dopo il parto per un numero di giorni pari a quelli lavorati nel corso dell'ottavo.

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.
  1. Percorso di navigazione

    Le voci indicano la posizione della pagina nell'alberatura del portale, permettendo la navigazione veloce a ritroso.

  2. Il menu di sezione

    In quest'area sono presenti le principali voci della sezione. Il simbolo "+" indica la presenza di sottosezioni. Con un clic su una voce puoi accedere al contenuto.

  3. I pulsanti di servizio SALVA e STAMPA

    Con i due pulsanti puoi scegliere di salvare il contenuto in formato PDF o stamparlo direttamente.

  4. Filtrare i risultati

    In quest'area è possibile scegliere la modalità di visualizzazione delle notizie (griglia o lista) e filtrare i risultati tramite una ricerca libera inserendo parole chiave o periodo di pubblicazione negli appositi campi.