Addizionale comunale sui diritti d‘imbarco

ATTENZIONE: la seguente pagina è archiviata e le notizie e informazioni presenti hanno solo un valore storico e potrebbero non essere più in linea con la normativa vigente alla data di oggi.

 

ADDIZIONALE PASSEGGERI

Contesto normativo

La legge 28 giugno 2012, n. 92, articolo 2, commi 47 e seguenti, ha innovato la normativa in materia di riscossione dell’incremento dell’addizionale comunale sui diritti di imbarco di passeggeri sugli aeromobili, di cui all’articolo 2, comma 11, della legge 24 dicembre 2003, n. 350, ed all'articolo 6-quater, comma 2, del decreto legge 31 gennaio 2005, n. 7, convertito, con modificazioni, dalla legge 31 marzo 2005, n. 43.

Le disposizioni normative sopra indicate sono state modificate per rendere più efficace il processo di riscossione dell’incremento dell’addizionale comunale sui diritti di imbarco di passeggeri sugli aeromobili, quantificata dal comma 2 dell’articolo 6-quater del decreto legge n. 7/2005 nell’importo di tre euro a passeggero. A decorrere dal 1° luglio 2013 (legge n. 92/2012), l'addizionale comunale sui diritti di imbarco di passeggeri è ulteriormente incrementata di due euro a passeggero imbarcato.

Con circolare n. 112 del 25 luglio 2013 sono state date istruzioni procedurali per la comunicazione mensile all’Inps da parte dei gestori di servizi aeroportuali degli importi versati dalle singole compagnie aeree.

Successivamente, il decreto interministeriale n. 357 del 29 ottobre 2015 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha fissato la nuova ulteriore misura dell’incremento dell’addizionale comunale sui diritti di imbarco di passeggeri sugli aeromobili - di cui all’articolo 2, comma 11, della legge n. 350 del 24 dicembre  2003 - destinata a finanziare gestioni previdenziali. Il nuovo incremento decorre dal 1° gennaio 2016 ed è pari a euro 2,50 per l’anno 2016, a euro 2,42 per l’anno 2017 e a euro 2,34 per l’anno 2018.

Con circolare n. 39 del 23 febbraio 2016, sono state date istruzioni contabili sulle somme riscosse a partire dal 1° gennaio 2016.

La trasmissione di dati, a decorrere dalle riscossioni effettuate nel mese di luglio 2013, avviene tramite la procedura Addizionale Passeggeri presente sul sito alla pagina //www.inps.it, sezione “Servizi Online”. Scegliendo la voce “per tipologia di Utente”, va ricercata la voce “Aziende, consulenti e professionisti” e richiamata la funzione “Servizi per aziende e consulenti”. Viene richiesta l’immissione del codice fiscale e del PIN. Completata correttamente l’autenticazione, nella pagina “Servizi per aziende e consulenti” l’utente può accedere alla procedura.

Sono state, altresì, fornite le istruzioni per la indicazione sul flusso UniEmens degli importi dovuti a titolo di incremento dell’addizionale comunale per i diritti di imbarco e per il versamento mediante modello F24 delle somme ricevute dalle compagnie aeree.

 

DOCUMENTAZIONE

 

Denuncia obbligatoria che il datore di lavoro, che svolge la funzione di sostituto d'imposta, invia mensilmente all'INPS.

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.
  1. Percorso di navigazione

    Le voci indicano la posizione della pagina nell'alberatura del portale, permettendo la navigazione veloce a ritroso.

  2. Il menu di sezione

    In quest'area sono presenti le principali voci della sezione. Il simbolo "+" indica la presenza di sottosezioni. Con un clic su una voce puoi accedere al contenuto.

  3. I pulsanti di servizio SALVA e STAMPA

    Con i due pulsanti puoi scegliere di salvare il contenuto in formato PDF o stamparlo direttamente.

  4. Filtrare i risultati

    In quest'area è possibile scegliere la modalità di visualizzazione delle notizie (griglia o lista) e filtrare i risultati tramite una ricerca libera inserendo parole chiave o periodo di pubblicazione negli appositi campi.