Convitti e collegi

L’Inps ospita gli studenti - dalla scuola dell’obbligo fino all’università - presso i propri convitti o presso altri convitti e collegi, convenzionati con il Ministero della pubblica istruzione e della ricerca scientifica.


A chi spetta

Possono risiedere nei Collegi universitari i figli dei dipendenti e dei pensionati della pubblica amministrazione iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali (Fondo crediti), alla Gestione Magistrale o alla Gestione ex Ipost.

 

Possono frequentare, in regime di Convitto o semiconvitto, i ragazzi delle scuole del primo e del secondo ciclo scolastico, i figli dei dipendenti e dei pensionati della pubblica amministrazione iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali (Fondo crediti) o alla Gestione Magistrale.


Come si accede al beneficio

Ai posti disponibili si accede ogni anno per concorso, attraverso due bandi:
  • Bando di concorso Convitti
  • Bando di concorso Collegi Universitari

I concorsi sono rivolti rispettivamente ai ragazzi che frequentano il primo e secondo ciclo scolastico e agli studenti universitari. Tutti i vincitori partecipano alle spese sostenute dall’istituto con un contributo annuale che varia in base al valore dell’indicatore Isee.

Sul bando di interesse sono precisati di volta in volta i requisiti e il rendimento scolastico richiesti.

Lo studente vincitore del concorso resta in convitto per tutta la durata del corso di studi (fino alla discussione della tesi di laurea, se universitario) a meno di cause gravi, di variazioni della posizione giuridica del genitore iscritto o se non dovesse più possedere i requisiti di merito richiesti nel bando.

I bandi e le graduatorie sono consultabili nella sezione Concorsi welfare, assistenza e mutualità.

 

Convitti e collegi

I convitti e i collegi convenzionati sono presenti su tutto il territorio nazionale. L’Inps, in questo caso, fornisce vitto, alloggio e un contributo fisso alle spese per tutti i servizi. L’elenco dei convitti e dei collegi convenzionati è allegato al bando di concorso.

 

Più ampia è l’offerta di prestazioni che l’Istituto garantisce ai ragazzi nei suoi convitti, come laboratori didattici, escursioni, attività sportive e di svago, assistenza socio-educativa e psicologica, oltre, naturalmente, a vitto e alloggio.

I convitti di proprietà dell’Istituto che possono accogliere anche gli studenti universitari sono:

  • Convitto Santa Caterina - Arezzo;
  • Convitto Principe di Piemonte - Anagni (Frosinone);
  • Convitto Luigi Sturzo - Caltagirone (Catania);
  • Convitto Regina Elena - Sansepolcro (Arezzo);
  • Convitto di Spoleto (Perugia).
  • Casa di Soggiorno di Piazza dei Giuochi Delfici – Roma;
  • Casa per Ferie– Fiuggi (Frosinone)

 

La domanda

La domanda deve essere trasmessa esclusivamente per via telematica entro i termini previsti dal bando di concorso, dal genitore iscritto in servizio o in quiescenza (in qualità di titolare/richiedente) o dal genitore superstite o dal tutore (in qualità di richiedenti) e nel caso di concorrente maggiorenne (alla data di presentazione della domanda), dal medesimo studente (in qualità di richiedente/beneficiario). Quest’ultima modalità è l’unica prevista per il bando Collegi universitari.

 

Per trasmettere la domanda si accede con codice Pin dalla home page di questo sito, nell’area Servizi online - Servizi per il cittadino - Servizi ex Inpdap - Per tipologia di servizio - domande Collegi universitari, Convitti e Semiconvitti – Domanda ACCESSO Inserisci Domanda Convitti o Collegi. In alternativa, nei casi di impossibilità a presentare domanda via web, si può presentare tramite Contact Center Inps 803164, solo da numeri fissi, da cellulare al numero 06164164.

 

Le graduatorie

  • Consultabile la graduatoria del Bando di concorso Convitti: ospitalità residenziale e diurna.
  • Consultabile la graduatoria del Bando di concorso Collegi universitari.

consiste nel trattamento di pensione dopo l'attività di lavoro

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.

Indicatore della situazione economica equivalente, che deriva dal rapporto tra l'ISE e il numero dei componenti del nucleo familiare in base a una scala di equivalenza stabilita dalla legge.

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.
  1. Percorso di navigazione

    Le voci indicano la posizione della pagina nell'alberatura del portale, permettendo la navigazione veloce a ritroso.

  2. Il menu di sezione

    In quest'area sono presenti le principali voci della sezione. Il simbolo "+" indica la presenza di sottosezioni. Con un clic su una voce puoi accedere al contenuto.

  3. I pulsanti di servizio SALVA e STAMPA

    Con i due pulsanti puoi scegliere di salvare il contenuto in formato PDF o stamparlo direttamente.

  4. Filtrare i risultati

    In quest'area è possibile scegliere la modalità di visualizzazione delle notizie (griglia o lista) e filtrare i risultati tramite una ricerca libera inserendo parole chiave o periodo di pubblicazione negli appositi campi.