ATTENZIONE: la seguente pagina è archiviata e le notizie e informazioni presenti hanno solo un valore storico e potrebbero non essere più in linea con la normativa vigente alla data di oggi.

 

 

TIPI DI RIMBORSO


(circ. 83/97 – circ. 193/98)


Le fattispecie di rimborso nella gestione separata si possono raggruppare, anche da un punto di vista procedurale, in tre categorie.

 

RIMBORSI AGLI ULTRASESSANTENNI PER CESSATA ATTIVITÀ


I rimborsi rientranti in questa fattispecie potevano essere richiesti dal lavoratore solo entro il primo quinquennio dalla nascita della Gestione (v. Rimborsi agli ultrasessantenni) e spettavano sempre per intero al lavoratore, quindi anche per la quota di 2/3 a carico del committente nei rapporti di collaborazione. Trattandosi di prestazioni una-tantum, erano inoltre soggetti a ritenuta fiscale.
Gli interessi erano calcolati, sia per i professionisti che per i collaboratori, al tasso annuo del 4,5% dalla data della domanda alla data dell'effettivo rimborso.

 

RIMBORSI LIQUIDATI FUORI PROCEDURA - UTILITY PER LE SEDI


Qualora per motivi vari un rimborso viene eseguito fuori procedura, ovvero in procedura "Pagamenti vari", lo stesso deve essere reinserito in procedura a cura della sede competente, al fine di rendere indisponibile la contribuzione rimborsata, mediante l'utilizzo dell'apposita opzione (da modulo base opz 6/1/7/4).