Collaborazione occasionale

 

ATTENZIONE: la seguente pagina è archiviata e le notizie e informazioni presenti hanno solo un valore storico e potrebbero non essere più in linea con la normativa vigente alla data di oggi.

 

La Riforma Biagi interviene anche sulla materia della collaborazione occasionale in agricoltura effettuata da parenti ed affini, entro il 3° grado, del Coltivatore Diretto.

In precedenza la collaborazione era limitata sia nel tempo, massimo due anni, che nell'apporto lavorativo, solo per la raccolta del prodotto per un periodo massimo di tre mesi.

Con l'applicazione dell' art. 74 del Dlgs 276/03, tale collaborazione viene ampliata eliminando la temporaneità dei due anni ed allargando l’attività a tutto il ciclo produttivo.

Inoltre, le prestazioni, devono essere svolte in modo occasionale o ricorrente di breve periodo, in maniera solidale ed in modo gratuito, salvo il rimborso di spese per mantenimento ed esecuzione dei lavori.

Pertanto ove ricorrono detti requisiti la collaborazione occasionale non comporta alcun obbligo contributivo nei confronti degli Enti Previdenziali. (Circ. n. 22/2005).




  1. Percorso di navigazione

    Le voci indicano la posizione della pagina nell'alberatura del portale, permettendo la navigazione veloce a ritroso.

  2. Il menu di sezione

    In quest'area sono presenti le principali voci della sezione. Il simbolo "+" indica la presenza di sottosezioni. Con un clic su una voce puoi accedere al contenuto.

  3. I pulsanti di servizio SALVA e STAMPA

    Con i due pulsanti puoi scegliere di salvare il contenuto in formato PDF o stamparlo direttamente.

  4. Filtrare i risultati

    In quest'area è possibile scegliere la modalità di visualizzazione delle notizie (griglia o lista) e filtrare i risultati tramite una ricerca libera inserendo parole chiave o periodo di pubblicazione negli appositi campi.