La sospensione per il lavoro agricolo

ATTENZIONE: la seguente pagina è archiviata e le notizie e informazioni presenti hanno solo un valore storico e potrebbero non essere più in linea con la normativa vigente alla data di oggi.

Sospensione cartelle esattoriali (settore agricolo)


CARTELLE ESATTORIALI PER DEBITI DA LAVORO AGRICOLO


Il sistema di recupero crediti dei lavoratori agricoli ( dipendenti e autonomi ) è stato di recente interessato dalla possibilità di pagamenti rateali preceduta da un periodo di sospensione delle cartelle esattoriali stabilita per legge.

 

SOSPENSIONE CARTELLE ESATTORIALI PER DEBITI DA LAVORO AGRICOLO


(Msg. 8710 del 20/03/2006)


Il D.L. 2/2006 del 10/01/06 convertito in Legge n.81/06 del 11/03/06  ha disposto, fino al 31 luglio 2006 , la sospensione  delle procedure di riscossione  e di recupero relative ai debiti contributivi, risultanti alla data del 30 giugno 2005, dei datori di lavoro e dei lavoratori  autonomi in agricoltura.


Questa scadenza è stata prorogata al 15 ottobre 2006, termine scaduto senza ulteriori proroghe (Legge 228/06),tale periodo di sospensione verrà considerato neutro in quanto non matureranno le eventuali somme aggiuntive che riprenderanno a decorrere dal 16 ottobre 2006.


RISTRUTTURAZIONE DEI DEBITI DA LAVORO AGRICOLO FINO 31 DICEMBRE 2004


(Msg.n.013219 del 24/05/07 – Msg.n.15825 del 15/06/07)
Dal 11 giugno all'8 ottobre è in atto l'operazione di ristrutturazione dei debiti Inps del settore agricolo, sia per i contributi per lavoratori dipendenti (operai a tempo determinato e indeterminato) e sia per i lavoratori autonomi (Coltivatori diretti,coloni,mezzadri Imprenditori agricoli professionali) a tutto il 31/12/2004 comprendendo sanzioni civili e interessi ricalcolati fino al 30/05/2007.
L'accredito dei contributi, in seguito all'operazione di ristrutturazione, sarà effettuata dall'Istituto ai sensi della normativa vigente. In particolare:


  • Ai dipendenti delle aziende agricole debitrici, per i quali vige il principio dell'automaticità delle prestazioni, viene riconosciuto, a prescindere dagli effettivi contributi versati, l'intera prestazione previdenziale corrispondente (art. 2116 c.c.)
  • Per i lavoratori autonomi, per i quali il contributo è unico e non frazionabile, non è possibile l'accredito dei contributi se non si è provveduto a versare l'intera contribuzione dovuta per ciascun periodo di iscrizione (anno solare).

Sono esclusi dalla ristrutturazione:

  • Crediti oggetto di sospensione per calamità naturale
  • Crediti riscossi con DM
  • Crediti provenienti da verbali ispettivi o accertamenti d'ufficio notificati dopo il 1 gennaio 2005.

ADESIONE
Si aderisce alla ristrutturazione richiedendo ,con apposito modulo(all.Msg.013219 del 24/05/07), alla sede Inps competente il rilascio del CAR (codice adesione ristrutturazione) con cui si accede alla banca dati trasferita dall'Inps alle Banche interessate all'operazione (Unicredit, Deutsche Bank). Tale codice è unico per ciascuna gestione, azienda o ditta autonoma, riferita allo stesso contribuente.
Una volta  ottenuto il codice bisogna rivolgersi ad una  delle associazioni di categoria che hanno aderito all'operazione prestando assistenza anche ai non associati e che sono:

  • COLDIRETTI
  • CONFAGRICOLTURA
  • COPAGRI
  • CIA
  • ASSOCIAZIONE ALPA (Ass. Lavoratori Produttori Agroalimentare);
  • ASSOCIAZIONE ANPA (Ass. Nazionale Produttori Agricoli);
  • ASSOCIAZIONE F.A.GR.I. (Ass. Filiera Agricola Italina);
  • ASSOCIAZIONE FEDAGRI (La Federazione Nazionale delle Cooperative Agricole ed Agroalimentari);
  • ASSOCIAZIONE FENAPI (Federazione Nazionale Autonoma Piccoli Imprenditori)
  • ASSOCIAZIONE UNSIC (Unione Nazionale Sindacale Imprenditori e Coltivatori)

VERIFICA
L'Associazione verificherà con il contribuente le somme che risultano a debito e nel caso di anomalia  provvederanno a chiedere , all'Inps territorialmente competente, la correzione dell'estratto conto, previa esibizione e verifica della documentenazione prodotta.


ESTINZIONE

  • UNICA SOLUZIONE- Si versa una quota compresa tra il 22 e 30% del debito effettivo (la percentuale varie a seconda del raggiungimento della soglia minima di adesione decisa dalle banche)
  • RATE – Si dilaziona il debito in dieci anni in 40 rate trimestrali versando una quota compresa tra il 29 e 39,8% del debito effettivo(la percentuale varie a seconda del raggiungimento della soglia minima di adesione decisa dalle banche).
    In questo caso al momento dell'adesione il contribuente dovrà versare un acconto pari al 5% del debito oltre a sottoscrivere una fidejussione bancaria .

VERSAMENTO
Il termine per il  versamento in unica soluzione o dell'acconto, in caso di rateizzazione, è fissato al 08/10/2007.
Il versamento deve essere effettuato a mezzo bonifico bancario.
Nel caso di estinzione in unica rata l'importo da versare varierà a seconda della Banca dove si effettua l'operazione:

  • UNICREDIT / DEUTSCHE BANK il 22% del debito salvo conguaglio;
  • ALTRE BANCHE il 30% del debito salvo conguaglio.

CERTIFICAZIONE
Dopo aver effettuato il bonifico si dovrà certificare l'operazione da un Notaio.
E' stata siglata apposita convenzione con il Consiglio azionale dei Notai per l'applicazione di una tariffa agevolata.


CHIUSURA
A certificazione avvenuta la pratica viene consegnata all' associazione di categoria in attesa che, al termine dei 120 giorni , la stessa  concluda con la Banca la stipula del contratto di ristrutturazione dei debiti.


RATEIZZAZIONE DEI DEBITI DA LAVORO AGRICOLO FINO AL 31 DICEMBRE 2005


(Circ.140 del 06/10/04)
Il Decreto Interministeriale 21/04/04  ex L.350/2003, ha previsto la possibilità di rateizzare i debiti non prescritti, in essere alla data del 30/09/2003 purché l'azienda a tale data abbia subito un danno, non inferiore al 35% per prodotto lordo vendibile, a causa di calamità naturali.
Successivamente  tale termine è stato ampliato a seguito dell'emanazione prima della L. n. 71/2005  che ha esteso il termine al 31/03/2005 (Circ.81/2005) e ultima la L.n.296/2006(finanziaria/ 07) art.1 comma 1086 che ha esteso l'agevolazione per i debiti  a tutto il 31/12/2005 (Circ.44/2007).


Le agevolazioni concesse, dietro presentazione della domanda (modulo in allegato al Msg 28289 del 05/08/05) e previa verifica dei requisiti sono:

  • rateizzazione in 40 rate trimestrali al tasso di dilazione del 2,50%
  • rideterminazione delle sanzioni civili al tasso del 2,50%.

NOTA BENE Per i  contribuenti che hanno presentato le domanda in precedenza l'estensione non è automatica ma devono presentare nuova istanza.

 

NORME


NORME
Legge 14 maggio 2005, n. 80 Legge 14 maggio 2005, n. 80 
"Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 14 marzo 2005, n. 35, recante disposizioni urgenti nell'ambito del Piano di azione per lo sviluppo economico, sociale e territoriale. Deleghe al Governo per la modifica del codice di procedura civile in materia di processo di cassazione e di arbitrato nonché per la riforma organica della disciplina delle procedure concorsuali"
pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 111 del 14 maggio 2005 - Supplemento ordinario n. 91
Legge 17 agosto 2005, n. 168 Legge 17 agosto 2005, n. 168
"Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 30 giugno 2005, n. 115, recante disposizioni urgenti per assicurare la funzionalità di settori della pubblica amministrazione. Disposizioni in materia di organico del personale della carriera diplomatica, delega al Governo per l'attuazione della direttiva 2000/53/CE in materia di veicoli fuori uso e proroghe di termini per l'esercizio di deleghe legislative"
pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 194 del 22 agosto 2005
Msg. n. 20120 del 21/05/05 Oggetto: CONTRIBUTI AGRICOLI-SOSPENSIONE CARTELLE DI PAGAMENTO E ATTI ESECUTIVI AI SENSI DELL'ART. 13 TER DELLA LEGGE N° 80/05. PRECISAZIONI
Msg. n. 29713 del 30/08/05 Oggetto: Contributi agricoli - ulteriore sospensione per il mese di settembre 2005 delle cartelle di pagamento.



  1. Percorso di navigazione

    Le voci indicano la posizione della pagina nell'alberatura del portale, permettendo la navigazione veloce a ritroso.

  2. Il menu di sezione

    In quest'area sono presenti le principali voci della sezione. Il simbolo "+" indica la presenza di sottosezioni. Con un clic su una voce puoi accedere al contenuto.

  3. I pulsanti di servizio SALVA e STAMPA

    Con i due pulsanti puoi scegliere di salvare il contenuto in formato PDF o stamparlo direttamente.

  4. Filtrare i risultati

    In quest'area è possibile scegliere la modalità di visualizzazione delle notizie (griglia o lista) e filtrare i risultati tramite una ricerca libera inserendo parole chiave o periodo di pubblicazione negli appositi campi.