Assegno straordinario del Credito e del Credito Cooperativo

ATTENZIONE: la seguente pagina è archiviata e le notizie e informazioni presenti hanno solo un valore storico e potrebbero non essere più in linea con la normativa vigente alla data di oggi.

 



ASSEGNO STRAORDINARIO SETTORE DEL CREDITO ( VOCRED) E DEL CREDITO COOPERATIVO ( VOCOOP)


Gli assegni straordinari per il sostegno del reddito vengono erogati dal Fondo su richiesta del datore di lavoro e fino alla maturazione del diritto alla pensione di anzianità o vecchiaia, a favore dei lavoratori che maturino i predetti requisiti entro un periodo massimo di 60 mesi, o inferiore a 60 mesi, dalla data di cessazione del rapporto di lavoro.
Gli assegni sono corrisposti per 13 mensilità e con l' ultima rata viene corrisposto il rateo di tredicesima maturato.


REQUISITI RICHIESTI PER ACCEDERE ALL'ASSEGNO STRAORDINARIO


Gli assegni straordinari per il sostegno del reddito sono erogati dal Fondo in favore dei lavoratori che conseguano la pensione di anzianità o di vecchiaia entro un periodo massimo di 60 mesi dalla data di cessazione del rapporto di lavoro, su richiesta del datore di lavoro e fino alla maturazione del diritto alla pensione comprensivo della " finestra" .


Il requisito per l' accesso all' assegno straordinario finalizzato al raggiungimento del diritto per la pensione di vecchiaia deve essere raggiunto con il versamento della contribuzione correlata fino al raggiungimento del requisito contributivo AGO "personalizzato" (deroghe-legge 503/92) e potrà essere concesso solo fino al compimento dell' età pensionabile.


Ai fini del perfezionamento dei requisiti contributivi per il diritto all' assegno straordinario sono utili, solo se indicati nel modello di domanda, anche i periodi di contribuzione che il lavoratore possa far valere presso un Paese dell' Unione Europea ovvero in altri Paesi con i quali l' Italia abbia stipulato apposita convenzione in materia di sicurezza sociale.


Coloro che possono far valere periodi di contribuzione nelle gestioni previdenziali dei lavoratori autonomi (coltivatori diretti, mezzadri, coloni, artigiani, commercianti) perfezionano i requisiti per il diritto all' assegno con il cumulo dei contributi versati in dette gestioni; in tali casi l' accertamento del diritto alla pensione deve essere effettuato secondo le disposizioni della gestione dei lavoratori autonomi. Ai fini del perfezionamento dei requisiti contributivi per il diritto all' assegno straordinario, i contributi eventualmente versati per gli stessi periodi in più gestioni assicurative devono essere computati una sola volta; sono riconosciuti tutti ai fini della misura.


L' accertamento dei requisiti per l' accesso all' assegno straordinario viene effettuato dall' azienda da cui dipende il lavoratore che dovrà tenere conto della complessiva anzianità contributiva rilevabile da apposita certificazione prodotta dai lavoratori.


Resta comunque fermo che, per le domande di assegno straordinario presentate, le Sedi dovranno verificare la sussistenza dei requisiti di legge.


DOMANDA DI ASSEGNO STRAORDINARIO


La liquidazione degli assegni straordinari spetta alle strutture Provinciali dell' Inps competenti in relazione alla residenza del lavoratore, alle quali dovranno pertanto essere inoltrate le relative domande.


La domanda di assegno da erogarsi in forma rateale deve essere sottoscritta dal richiedente l' assegno e dal legale rappresentante dell' azienda e deve riportare, oltre ai dati identificativi dell' azienda, le informazioni relative ai dati anagrafici e contributivi del lavoratore esodato.


Nella domanda dovrà essere inoltre indicata la data fino alla quale deve essere accreditata la contribuzione correlata. L' accredito della contribuzione correlata deve essere effettuato fino alla maturazione del requisito di età o di contribuzione, che matura per ultimo. Per le pensioni di anzianità, qualora prima del compimento dell' età venga perfezionato il maggior requisito contributivo che dà diritto alla pensione indipendentemente dall' età, il versamento della contribuzione cesserà con il perfezionamento del solo requisito contributivo.
Il periodo per il quale viene accreditata la contribuzione correlata deve essere indicato dall' azienda, sotto forma di numero di settimane, ai fini dell' incremento dell' anzianità contributiva utile al calcolo dell' assegno.


Eventuali discordanze tra quanto accertato dal datore di lavoro e quanto verificato dalla Sede Inps andranno immediatamente segnalate al datore di lavoro e al lavoratore.


REGIME FISCALE


Gli assegni straordinari di sostegno al reddito erogati in forma rateale sono soggetti allo stesso regime fiscale utilizzato per la tassazione dell' indennità di fine rapporto di lavoro (l' aliquota è comunicata dal datore di lavoro sul modulo di domanda).


RIOCCUPAZIONE


L’assegno straordinario è incompatibile con i redditi da lavoro autonomo e dipendente derivanti da attività prestata a favore di soggetti che svolgono attività in concorrenza agli istituti esodanti.
Gli assegni straordinari sono cumulabili con i redditi da attività lavorativa dipendente fino a concorrenza dell' ultima retribuzione percepita in servizio. La parte eccedente viene trattenuta per intera.
Gli assegni sono cumulabili con il reddito da lavoro autonomo per l' importo del Trattamento Minimo più il 50% dell' importo eccedente il predetto trattamento minimo, l' importo trattenuto non può comunque essere maggiore del reddito prodotto.
A seguito della comunicazione del reddito percepito la sede Inps effettuerà sull' assegno le trattenute dovute.




Assegno liquidato a dipendenti di aziende del credito ordinario.

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.

Assegno liquidato a dipendenti di aziende del credito cooperativo.

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.
  1. Percorso di navigazione

    Le voci indicano la posizione della pagina nell'alberatura del portale, permettendo la navigazione veloce a ritroso.

  2. Il menu di sezione

    In quest'area sono presenti le principali voci della sezione. Il simbolo "+" indica la presenza di sottosezioni. Con un clic su una voce puoi accedere al contenuto.

  3. I pulsanti di servizio SALVA e STAMPA

    Con i due pulsanti puoi scegliere di salvare il contenuto in formato PDF o stamparlo direttamente.

  4. Filtrare i risultati

    In quest'area è possibile scegliere la modalità di visualizzazione delle notizie (griglia o lista) e filtrare i risultati tramite una ricerca libera inserendo parole chiave o periodo di pubblicazione negli appositi campi.