Assegno Straordinario Esattoriali

ATTENZIONE: la seguente pagina è archiviata e le notizie e informazioni presenti hanno solo un valore storico e potrebbero non essere più in linea con la normativa vigente alla data di oggi.

 



L' ACCERTAMENTO AL DIRITTO


Gli assegni straordinari per il sostegno del reddito vengano erogati dal Fondo su richiesta del datore di lavoro e fino alla maturazione del diritto alla pensione di anzianità o di vecchiaia. L’articolo 5, comma 2, del decreto 24 novembre 2003, n.375 prevede che agli interventi del Fondo vengano ammessi i soggetti, in servizio alla data del 31dicembre 2000.
Gli assegni sono erogati per 13 mensilità; con l'ultima rata viene corrisposto il rateo di tredicesima maturato.

 

REQUISITI RICHIESTI PER L’ACCESSO ALL’ASSEGNO STRAORDINARIO

 

Il comma 3 dello stesso art. 5 prevede che gli assegni straordinari per il sostegno del reddito siano erogati dal Fondo in favore dei lavoratori che conseguano la pensione entro un periodo massimo di 60 mesi dalla data di cessazione del rapporto di lavoro, su richiesta del datore di lavoro e fino alla maturazione del diritto alla pensione:

  • anzianità, a carico dell'assicurazione generale obbligatoria;
  • vecchiaia, a carico dell'assicurazione generale obbligatoria;
  • vecchiaia, a carico dello speciale Fondo di previdenza degli impiegati dipendenti dai concessionari della riscossione.

La legge n. 248 del 02/12/2005 ha innalzato a 96 mesi il periodo massimo di permanenza nel Fondo e ha stabilito che le domande possono essere presentate entro 10 anni dalla data di entrata in vigore del decreto n.375/2003. Pertanto le richieste di erogazione degli assegni possono essere presentate nel periodo dal 30 gennaio 2004 al 29 gennaio 2014.

Coloro che maturano il diritto esclusivamente a carico dell’AGO (anzianità e vecchiaia),
devono liberalizzare la contribuzione versata nel fondo lavoratori dipendenti contemporaneamente alla contribuzione integrativa del fondo (rimborso dei contributi integrativi o richiesta di ricongiunzione)
(circ. 156 del 09 dicembre 2004 msg.23457 del 16 ottobre 2009).

L’accertamento dei requisiti per l’accesso all’assegno straordinario viene effettuato dall’azienda da cui dipende il lavoratore.
Il comma 4 dell’articolo 5 del Regolamento in esame, prevede che, ai fini dell’applicazione dei criteri di cui al comma 3, si dovrà tenere conto della complessiva anzianità contributiva rilevabile da apposita certificazione prodotta dai lavoratori.
La contribuzione versata nelle gestioni autonome non può essere cumulata per il diritto all'assegno straordinario.
Su richiesta dei lavoratori le Sedi provvederanno a rilasciare tempestivamente la certificazione delle singole posizioni.
Resta comunque fermo che per le domande di assegno straordinario presentate le Sedi dovranno verificare la sussistenza dei requisiti di legge.

Il requisito per l’accesso all’assegno straordinario finalizzato al raggiungimento del diritto per la pensione di vecchiaia Fondo Esattoriale (fermo restando il requisito dei 15 anni di assicurazione al fondo) deve essere raggiunto con il versamento della contribuzione correlata fino al raggiungimento del requisito contributivo AGO “personalizzato” (deroghe-legge 503/92) e potrà essere concesso solo fino al compimento dell’età pensionabile. (msg. n.38281 del 21.11.2005).

L’assegno straordinario a sostegno del reddito finalizzato al perfezionamento del requisito per la pensione di anzianità non può essere liquidato in favore di lavoratori titolari di invalidità, ovvero verrà liquidato solamente in caso di revoca della pensione di invalidità o mancata conferma dell’assegno ordinario di invalidità.
E’ possibile accogliere le domande di assegno straordinario dei lavoratori titolari di trattamento di invalidità che intendono accedere all’assegno straordinario finalizzato al perfezionamento dei requisiti per la pensione di vecchiaia (msg. n.18008 del 09.05.2005 e msg. n.31778 del 19.09.2005).
La maggiorazione dovuta ai lavoratori non vedenti, sordomuti o con invalidità superiore al 74% non è riconosciuta ai fini del raggiungimento del requisito contributivo per il diritto all’accesso all’assegno straordinario ai fini del perfezionamento dei requisiti contributivi utili per la liquidazione della pensione (msg. n.7083 del 15.03.2007).


DOMANDA DI ASSEGNO STRAORDINARIO


La liquidazione degli assegni straordinari spetta alle strutture Provinciali dell' Inps competenti in relazione alla residenza del lavoratore, alle quali dovranno pertanto essere inoltrate le relative domande.


La domanda di assegno da erogarsi in forma rateale dovrà essere sottoscritta dal richiedente l' assegno e dal legale rappresentante dell' azienda e dovrà riportare, oltre ai dati identificativi dell' azienda,le informazioni relative ai dati anagrafici e contributivi del lavoratore esodato.


Nella domanda dovrà essere inoltre indicata la data fino alla quale deve essere accreditata la contribuzione correlata, l' accredito della contribuzione correlata deve essere effettuato fino alla maturazione del requisito di età o di contribuzione che matura per ultimo. Per le pensioni di anzianità, qualora prima del compimento dell' età venga perfezionato il maggior requisito contributivo che dà diritto alla pensione indipendentemente dall' età, il versamento della contribuzione cesserà con il perfezionamento del solo requisito contributivo.


Il periodo per il quale viene accreditata la contribuzione correlata deve essere indicato dall' azienda, sotto forma di numero di settimane, ai fini dell' incremento dell' anzianità contributiva utile al calcolo dell' assegno.


La contribuzione correlata deve essere versata sia nel fondo lavoratori dipendenti che nel fondo esattoriali.


Nel caso di liquidazione dell'assegno finalizzata al raggiungimento dei requisiti per la pensione di vecchiaia nel Fondo l' azienda dovrà allegare alla domanda di assegno il modello ES3 ed il modello ES15.
Eventuali discordanze tra quanto accertato dal datore di lavoro e quanto verificato dalla Sede Inps andranno immediatamente segnalate al datore di lavoro e al lavoratore.


CALCOLO DEGLI ASSEGNI STRAORDINARI


Il calcolo degli assegni finalizzato esclusivamente al pensionamento di anzianità o di vecchiaia nell' assicurazione generale obbligatoria è effettuato secondo le regole comuni utilizzando la retribuzione sulla quale è stato versato il contributo per l' Assicurazione generale obbligatoria.


Per il calcolo dell' assegno straordinario in favore degli assicurati che maturano il diritto a pensione di vecchiaia a carico del Fondo Esattoriali si applicano le regole del fondo (circ. n.156 del 09.12.2004 , msg. n. 21812 del 09.06.2005 e msg. n.4207 del 08.02.2006).


REGIME FISCALE


Gli assegni straordinari di sostegno al reddito erogati in forma rateale sono soggetti alla tassazione corrente.


RIOCCUPAZIONE


L'assegno straordinario è incompatibile con i redditi da lavoro dipendente e autonomo derivanti da attività in concorrenza agli istituti esodanti.

Gli assegni straordinari sono cumulabili con i redditi da attività lavorativa dipendente fino a concorrenza
dell' ultima retribuzione percepita in servizio. La parte eccedente viene trattenuta per intera.


Il reddito da lavoro autonomo è cumulabile per il 30% della quota eccedente il Trattamento minimo oppure se più favorevole, entro il 30% del reddito prodotto.


A seguito della comunicazione del reddito percepito la sede Inps effettuerà sull' assegno le trattenute dovute.

  1. Percorso di navigazione

    Le voci indicano la posizione della pagina nell'alberatura del portale, permettendo la navigazione veloce a ritroso.

  2. Il menu di sezione

    In quest'area sono presenti le principali voci della sezione. Il simbolo "+" indica la presenza di sottosezioni. Con un clic su una voce puoi accedere al contenuto.

  3. I pulsanti di servizio SALVA e STAMPA

    Con i due pulsanti puoi scegliere di salvare il contenuto in formato PDF o stamparlo direttamente.

  4. Filtrare i risultati

    In quest'area è possibile scegliere la modalità di visualizzazione delle notizie (griglia o lista) e filtrare i risultati tramite una ricerca libera inserendo parole chiave o periodo di pubblicazione negli appositi campi.