Contributo straordinario e assegno di solidarietà

ATTENZIONE: la seguente pagina è archiviata e le notizie e informazioni presenti hanno solo un valore storico e potrebbero non essere più in linea con la normativa vigente alla data di oggi.

CONTRIBUTO STRAORDINARIO

È un contributo di natura economica, in favore di iscritti alla Gestione magistrale a fronte di eventi straordinari che abbiano posto il richiedente in stato di bisogno economico come:
  • spese per viaggio, alloggio e vitto concesso con cure di gravi malattie; danni all’abitazione;
  • assistenza continuativa a parenti fiscalmente a carico;
  • manutenzione straordinaria dell’abitazione;
  • danni causati dalla morte del coniuge (escluse le spese funerarie);
  • grave disagio economico.
La richiesta non può avere ad oggetto spese rimborsabili con sussidi previsti per altre prestazioni Magistrali e comunque l’evento dannoso non deve essere coperto da altre forme assicurative.

A CHI SPETTA

Possono accedere alla prestazione gli iscritti o loro superstiti in particolare stato di bisogno, quali:
  • coniuge del titolare non legalmente separato;
  • figli celibi o nubili fino al 26° anno di età;
  • genitori;
  • sorelle e fratelli maggiorenni permanentemente inabili al lavoro;
  • vedovo o vedova dell’iscritto che non abbia contratto nuovo matrimonio e che era fiscalmente a carico dell’iscritto al momento del decesso;
  • orfani dell’iscritto sprovvisti di reddito da lavoro.

LA DOMANDA

La domanda deve essere presentata esclusivamente in modalità telematica, accedendo all’area Servizi online di questo sito, con il proprio Pin. La documentazione a corredo della domanda dovrà essere inviata, in originale o in copia autenticata, entro il termine di 30 giorni dall’invio della domanda telematica, al seguente indirizzo:
INPS – Direzione Centrale Credito e Welfare
Area coordinamento prestazioni e servizi di welfare
Via Aldo Ballarin, 42 – 00142 Roma

ASSEGNO DI SOLIDARIETA’

È un contributo, riservato agli iscritti Gestione magistrale e concesso ai superstiti degli stessi deceduti in attività di servizio.

A CHI SPETTA

Possono accedere alla prestazione i seguenti familiari, superstiti di iscritti, in grave stato di bisogno in seguito a eventi particolari (da documentare):
  • coniuge superstite;
  • figli minorenni;
  • figli maggiorenni;
  • genitori a totale carico;
  • fratelli e sorelle maggiorenni permanentemente inabili al lavoro e a carico dell’iscritto deceduto.

LA DOMANDA

La domanda deve essere presentata esclusivamente in modalità telematica, accedendo all’area Servizi online di questo sito, con il proprio Pin.

Soggetto che, a causa di infermità o difetto fisico o mentale, si trova nell’assoluta e permanente impossibilità di svolgere qualsiasi attività lavorativa.

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.

Soggetto che, a causa di infermità o difetto fisico o mentale, si trova nell’assoluta e permanente impossibilità di svolgere qualsiasi attività lavorativa.

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.
  1. Percorso di navigazione

    Le voci indicano la posizione della pagina nell'alberatura del portale, permettendo la navigazione veloce a ritroso.

  2. Il menu di sezione

    In quest'area sono presenti le principali voci della sezione. Il simbolo "+" indica la presenza di sottosezioni. Con un clic su una voce puoi accedere al contenuto.

  3. I pulsanti di servizio SALVA e STAMPA

    Con i due pulsanti puoi scegliere di salvare il contenuto in formato PDF o stamparlo direttamente.

  4. Filtrare i risultati

    In quest'area è possibile scegliere la modalità di visualizzazione delle notizie (griglia o lista) e filtrare i risultati tramite una ricerca libera inserendo parole chiave o periodo di pubblicazione negli appositi campi.