Direzione regionale Veneto: presentato il progetto di assistenza domiciliare Home Care Premium 2012

Il 15 aprile 2013 nella sala rossa del Palazzo Scaligero in Piazza dei Signori a Verona, sede della Provincia, si è svolta la conferenza stampa per presentare il progetto di assistenza domiciliare HCP 2012 inerente all’ambito territoriale del Comune di San Bonifacio come capofila del Distretto Socio Sanitario n.4 della Azienda Ulss 20 di Verona.

Presenti per la Provincia di Verona l’assessore provinciale di zona Giuliano Zigiotto; per il Comune di San Bonifacio l’assessore delle politiche sociali, famiglia e volontariato del Comune di San Bonifacio Elena Pasini, il presidente del Consiglio comunale Valeria Geremia, il dirigente del Servizio Politiche Sociali Dario Turco, l’assistente sociale Lucia Franchini; per la Ulss n. 20 Antonio Bortoli; per l’Inps gestione dipendenti e pensionati pubblici il direttore regionale Veneto Michele Salomone ela responsabile della funzionecomunicazione Carla Zia.

L’assessore Zigiotto ha molto apprezzato l’offerta di finanziamento del progetto di assistenza domiciliare per il territorio dell’est veronese, soprattutto in un momento di difficoltà economiche e disagi sociali come questo, e ha evidenziato quanto sia necessario chel’informazioneraggiunga in tempo utile anziani e disabili in difficoltà, spesso rinchiusi nelle proprie abitazioni e in se stessi.

Il Direttore regionale Inps gestione per dipendenti e pensionati pubblici, Michele Salomone, ha illustratoi motivi che hanno spinto l’Ente a favorire e finanziare questa iniziativa innovativa e sperimentale di “premiare” i soggetti che favoriscono i modelli di assistenza domiciliare del soggetto non autosufficiente: da sempre l’Ente ha sostenuto e incentivato politiche sociali nei confronti di adulti, anziani e giovani che avessero un rapporto più o meno diretto con la pubblica amministrazione (esempio borse di studio per figli); adesso in un momento di crisi e difficoltà economiche la tendenza è attuare anche del welfare in senso stretto, e la scelta è ricaduta in particolare su persone non autosufficienti.

Destinatari del progetto non sono però i soli dipendenti pubblici, ma anche soggetti che non vantano un rapporto diretto con la pubblica amministrazione, ma hanno un rapporto di familiarità di primo grado con il dante causa, unitamente a una forma di non autosufficienza e a un livello di reddito Isee prestabilito dall’ente.

Non si deve tuttavia pensare a un privilegio dei dipendenti pubblici, dato che l’unica fonte di finanziamento dei progetti è il fondo credito e attività sociali dell’Istituto, alimentato grazie alla trattenuta dello 0,35% sulle retribuzioni del personale pubblico in attività di servizio.

Sarebbe pertanto auspicabile che questa speciale modalità di assicurazione sociale fosse veicolata a tutti i lavoratori dipendenti, anche del settore privato, anche con una minore aliquota percentuale di contribuzione.

Nello specifico l’Inps gestione dipendenti e pensionati pubblici mette a disposizione sul territorio Veneto, e pressoché in tutte le provincie, circa 6 milioni di euro.

L’assessore comunale alle Politiche sociali Elena Pasini ha esposto altri numeri del progetto di assistenza domiciliare: 250 persone su un territorio di circa 100.000 abitanti, 17 comuni dell’est veronese coinvolti, guidati dal Comune capofila San Bonifacio.

Icomuni dove opera il progetto sono: Albaredo d’Adige, Badia Calavena, Belfiore, Caldiero, Cazzano di Tramigna, Cologna Veneta, Colognola ai Colli Illasi, Mezzane di Sotto, Montecchia, Monteforte, Pressana, San Bonifacio, Soave, Veronella, Vestenanova, Zimella.

Zigiotto al tavolo dei relatori

Per informazioni contattare :

Comune di S.Bonifacio
Tel 045/6170691
Fax 045/6150529

acasamia.inpdap@gmail.com

Persona che per effetto della successione perde il diritto.

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.

Indicatore della situazione economica equivalente, che deriva dal rapporto tra l'ISE e il numero dei componenti del nucleo familiare in base a una scala di equivalenza stabilita dalla legge.

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.
  1. Percorso di navigazione

    Le voci indicano la posizione della pagina nell'alberatura del portale, permettendo la navigazione veloce a ritroso.

  2. Il menu di sezione

    In quest'area sono presenti le principali voci della sezione. Il simbolo "+" indica la presenza di sottosezioni. Con un clic su una voce puoi accedere al contenuto.

  3. I pulsanti di servizio SALVA e STAMPA

    Con i due pulsanti puoi scegliere di salvare il contenuto in formato PDF o stamparlo direttamente.

  4. Filtrare i risultati

    In quest'area è possibile scegliere la modalità di visualizzazione delle notizie (griglia o lista) e filtrare i risultati tramite una ricerca libera inserendo parole chiave o periodo di pubblicazione negli appositi campi.