Video

Conferenza stampa sul piano industriale: La Presentazione - Parte prima

Alternative

Durata: 13:10 Dimensione: 44,1 MB Data: 01/04/2009


Sono presenti il Commissario straordinario Paolo Crescimbeni e il Direttore Generale Giuseppina Santiapichi, per l’Istituto, il professor Giovanni Valotti , consulente dell’Università Bocconi,che ha coordinato il lavoro.
Il Commissario introduce la conferenza stampa spiegando che l’Inpdap è l’Istituto che gestisce la previdenza dell'intero settore Pubblico, unico esempio simile in Europa è quello del Portogallo (CGA). Tutti gli altri Paesi hanno infatti casse o fondi settoriali. Il Piano Industriale 2009/2011 si pone come obiettivi la qualità e la quantità dei servizi, la modernizzazione della struttura, la valutazione della performance, le sinergie con i principali interlocutori del nostro Ente e, non ultimo, una maggiore razionalizzazione dei costi. Tutti obiettivi finalizzati a porre al centro la persona umana, nell’arco di tutta la sua vita.
Oggetto del Piano sono la modernizzazione del sistema informativo, il miglioramento della comunicazione interna ed esterna, della qualità e dell'accessibilità dei servizi e l'interazione con gli utenti, che punterà soprattutto all'accesso multicanale e sicuramente perseguire economie di gestione in proprio e in sinergia con gli altri Enti previdenziali, un esempio le Case del Welfare .
E’prevista nel Piano la valorizzazione della politica delle entrate anche con l’ampliamento della platea degli iscritti. Potrebbero essere nuovi iscritti tutti quei datori di lavoro che, indipendentemente dalla loro natura giuridica, espletano attività di pubblico servizio e che attualmente versano i contributi ad altri enti previdenziali. Si tratterebbe, in sostanza, di omogeneizzare i comportamenti contributivi quando il committente è una struttura pubblica o quando comunque opera nel settore dei pubblici servizi.
Altro punto sottolineato, la valorizzazione del patrimonio ancora in possesso dell’Istituto e l’ imminente progetto pilota, che prevede in 15 città un luogo di servizi integrati per l’utenza, la cosiddetta Casa del welfare.
Il Direttore generale ha tenuto precisare come il Piano Industriale, redatto con il contributo di tutta la Dirigenza, tocchi tutte le attività dell’Istituto con l’intento di soddisfare l’utenza con i servizi offerti, anche nell’ottica del sostegno al reddito.
Il professor Valotti, che è stato il coordinatore tecnico-scientifico del lavoro si è detto sicuro della attuabilità del Piano, un impegno che la dirigenza tutta si è assunta per il prossimo triennio.
Il Piano è impegnativo, “sfidante” con standard di sevizio molto alti e finalizzato anche a una consistente razionalizzazione dei costi. E il primo impegno sarà, da domani, lavorare al Piano attuativo di questo lavoro.

  1. Percorso di navigazione

    Le voci indicano la posizione della pagina nell'alberatura del portale, permettendo la navigazione veloce a ritroso.

  2. Il menu di sezione

    In quest'area sono presenti le principali voci della sezione. Il simbolo "+" indica la presenza di sottosezioni. Con un clic su una voce puoi accedere al contenuto.

  3. I pulsanti di servizio SALVA e STAMPA

    Con i due pulsanti puoi scegliere di salvare il contenuto in formato PDF o stamparlo direttamente.

  4. Filtrare i risultati

    In quest'area è possibile scegliere la modalità di visualizzazione delle notizie (griglia o lista) e filtrare i risultati tramite una ricerca libera inserendo parole chiave o periodo di pubblicazione negli appositi campi.