Fondo Esattoriali

Il Fondo di previdenza per gli impiegati dipendenti dai concessionari del servizio di riscossione dei tributi e delle altre entrate dello Stato e degli enti pubblici (Fondo Esattoriali) è un fondo obbligatorio integrativo dell'Assicurazione Generale Obbligatoria (AGO) per le pensioni di invalidità, vecchiaia e ai superstiti.

Prestazioni previste+

Il Fondo eroga le seguenti prestazioni:

La liquidazione delle prestazioni pensionistiche è subordinata al perfezionamento dei requisiti anagrafici/contributivi richiesti nel Fondo Pensioni Lavoratori Dipendenti dell'AGO contestualmente a quelli previsti dal Fondo integrativo.

La pensione a carico dell'AGO per l'invalidità, la vecchiaia e i superstiti e l'integrazione a carico del Fondo sono pagate in unica soluzione e costituiscono un'unica pensione complessiva.

Pensione di vecchiaia

Hanno diritto alla pensione di vecchiaia integrativa gli iscritti che, perfezionati i requisiti anagrafici e contributivi nel Fondo pensioni lavoratori dipendenti dell'AGO, possono far valere 15 anni di contribuzione nel Fondo.

Pensione di invalidità

L'iscritto per conseguire la pensione di invalidità deve: 

  • essere riconosciuto invalido in costanza di assicurazione obbligatoria o volontaria al Fondo;
  • far valere almeno cinque anni di contribuzione di cui tre nell'ultimo quinquennio;
  • cessare dal servizio;
  • presentare domanda entro un anno dalla cessazione dal servizio o dalla data cui si riferisce l'ultimo contributo.

La liquidazione della prestazione a favore dell'iscritto che presenta la domanda in costanza di servizio è subordinata alla cessazione del rapporto di lavoro entro un mese dalla ricezione della comunicazione di avvenuto riconoscimento dello stato dell'invalidità, pena la decadenza del diritto. 

L'iscritto, unitamente alla domanda di pensione di invalidità nel Fondo, può richiedere la pensione di inabilità ordinaria o privilegiata prevista dalla legge 12 giugno 1984 n. 222.

Pensione ai superstiti

Hanno diritto alla prestazione i superstiti di:

  • pensionato;
  • assicurato, in presenza di cinque anni di contribuzione al Fondo di cui tre nel quinquennio precedente il decesso;
  • assicurato che alla data del decesso possa far valere 15 anni di contribuzione versata nel Fondo.

La normativa del Fondo Esattoriali non prevede la liquidazione della pensione di anzianità/anticipata a carico del Fondo stesso.

Gli iscritti al Fondo che possono far valere almeno un contributo nell'AGO, figurativo o effettivo, per attività non esattoriale, hanno la facoltà di avvalersi della ricongiunzione nell'AGO dei periodi di iscrizione al Fondo stesso. Attraverso tale ricongiunzione è possibile richiedere la liquidazione della pensione anticipata a carico del Fondo pensioni lavoratori dipendenti con la conseguente perdita del diritto a ottenere, al compimento dell'età pensionabile, la pensione di vecchiaia a carico del Fondo speciale.

Calcolo della pensione+

Il trattamento di pensione è costituito da:

  • la pensione dovuta dall'AGO in relazione ai contributi a qualsiasi titolo versati nell'assicurazione medesima;
  • l'eventuale integrazione a carico del Fondo.

Le  due quote costituiscono il trattamento complessivo garantito agli iscritti.

Tuttavia, qualora la quota di pensione a carico dell'AGO risulti di importo più elevato rispetto a quella calcolata secondo le norme del Fondo, viene posta in pagamento la sola pensione a carico dell'AGO.

Se l'iscritto può far valere nell'AGO contributi per rapporti di lavoro diversi da quello esattoriale o versamenti volontari, la pensione complessiva è aumentata di una somma pari alla differenza tra l'importo della pensione dell'AGO effettivamente liquidata e la pensione che sarebbe stata liquidata dall'assicurazione stessa senza i predetti contributi, fino alla concorrenza della misura massima di trentacinque trentacinquesimi del 65% della retribuzione utile a pensione.

Rimborso della contribuzione+

Cessazione dal servizio prima del raggiungimento del requisito minimo di contribuzione per la pensione vecchiaia

L'iscritto al Fondo che cessa dal servizio senza aver raggiunto il requisito minimo di contribuzione per la pensione di vecchiaia richiesto dal Fondo (15 anni), se non si avvale della facoltà di prosecuzione volontaria, può chiedere il rimborso del 75% dei contributi integrativi versati (senza maggiorazione di interessi e detratte le imposte). Il rimborso deve essere richiesto non prima che sia decorso un anno dalla data di risoluzione del rapporto di lavoro o dalla data cui si riferisce l'ultimo contributo volontario versato e non oltre un quinquennio dalle date predette. 

Cessazione dal servizio in presenza del requisito minimo di contribuzione per la pensione di vecchiaia

Anche l'iscritto al Fondo, che al momento della cessazione dal servizio possa far valere il requisito minimo di contribuzione per il pensionamento di vecchiaia richiesto dal Fondo (15 anni), può chiedere il rimborso dei contributi integrativi, a condizione che non sia decorso il quinto anno precedente il compimento dell'età pensionabile.

  1. Accedi al servizio

    Selezionando il pulsante puoi accedere direttamente al servizio o a un eventuale ulteriore menu di scelta.

  2. Indice

    Attraverso l'indice della pagina puoi selezionare ogni singola voce per accedere direttamente alla sezione di tuo interesse.

  3. Il contenuto della pagina

    In quest'area è presente il contenuto della pagina. Con il segno + puoi espandere la sezione che ti interessa.

  4. Accesso al servizio

    Selezionando il pulsante puoi accedere direttamente al servizio o a un eventuale ulteriore menu di scelta.