Iscrizione commercianti ante 1 aprile 2010

Nell’ottica di semplificazione degli adempimenti amministrativi, l’art. 44 comma 8 D. L. 269 del 30 settembre 2003, convertito nella Legge 326 del 24 novembre 2003, ha fatto si che dal 1 gennaio 2004 (sistema valido fino al 31/03/2010) la domanda di iscrizione al registro delle imprese presso la locale Camera di Commercio, da presentare entro 30 giorni dall’inizio dell’attività commerciale, abbia valore anche ai fini previdenziali (Circ. n. 39/2004).


Pertanto:

  • Per i titolari di imprese individuali esercenti attività di commercio, l'iscrizione all'Inps si completa con la presentazione della domanda al Registro Imprese presso le C.C.I.A.A. (Camere di Commercio Industria Artigianato ed Agricoltura).
    Quindi, la creazione della posizione assicurativa da cui poi deriva l'emissione e il conseguente invio dei mod. F24 per il pagamento dei contributi previdenziali, è automatico: con la sola registrazione al Registro Imprese.
  • Per i Coadiutori (o collaboratori) familiari (parenti e affini entro il 3° grado), all’iscrizione automatica del titolare segue l’invito scritto dell'Inps a regolarizzare eventuali collaboratori familiari presentando relativa domanda di iscrizione alla Gestione Previdenziale dei Commercianti (All. n. 1 circ. n. 39/2004).
  • Per i Soci di S.n.c., S.a.s., S.r.l., all’iscrizione al Registro Imprese presso le C.C.I.A.A. (Camere di Commercio Industria Artigianato ed Agricoltura) segue un invito scritto dell’Inps a presentare domanda di iscrizione alla Gestione Previdenziale dei Commercianti, nel caso di esercizio dell’attività in modo abituale e prevalente (all. n. 2 circ. 39/2004).

Questo sistema quindi, ha inteso ridurre il più possibile il rischio che l’impresa, iscritta alla Camera di Commercio, non denunci l’inizio attività all’Inps. In pratica, posto che i requisiti per il sorgere dell’obbligo contributivo in caso di esercizio di attività commerciale sono l’abitualità e la prevalenza, si dà per presupposto che questi vi siano nel caso di apertura di impresa individuale; mentre si sollecita,con un invito scritto, la valutazione dell’esistenza dell’abitualità e della prevalenza nel caso di collaboratori familiari e di soci di imprese commerciali.

In ogni caso l'Inps conserva la potestà decisoria sulla iscrivibilità del contribuente e, pertanto, la iscrizione si perfeziona soltanto a seguito del provvedimento emesso dall'Istituto.


Contro il provvedimento di iscrizione è possibile far ricorso, entro 90 giorni dalla notifica, al Comitato Amministratore della Gestione Esercenti attività commerciale.


LA CANCELLAZIONE


La cancellazione avviene automaticamente su domanda di fine attività presentata al Registro Imprese (C.C.I.A.A.).


Nelle società può accadere che venga mantenuta la qualifica di socio pur non prestando attività all’interno dell’impresa, in tal caso la fine attività va comunicata all’Inps con una domanda di cancellazione che deve essere documentata con le ragioni che hanno determinato il cessare dell’abitualità e prevalenza all’interno dell’attività di commercio. (es: assunzione come lavoratore dipendente a tempo pieno da parte di altra azienda; ragioni di studio; ragioni di salute; pensionamento e conduzione dell’azienda da parte degli altri soci o di dipendenti ecc). Chiaramente, in tal caso, le ragioni che portano a chiedere la cancellazione dalla gestione previdenziale vengono valutate dall’Inps che a tal fine può anche ritenere opportuno disporre accertamenti ulteriori.


In mancanza di formalizzazione della cancellazione si produce una situazione debitoria a carico del titolare della posizione assicurativa. Pertanto la tempestiva comunicazione di fine attività all'Inps evita di fatto contestazioni in termini di recupero crediti (avvisi bonari, cartelle esattoriali).




  1. Percorso di navigazione

    Le voci indicano la posizione della pagina nell'alberatura del portale, permettendo la navigazione veloce a ritroso.

  2. Il menu di sezione

    In quest'area sono presenti le principali voci della sezione. Il simbolo "+" indica la presenza di sottosezioni. Con un clic su una voce puoi accedere al contenuto.

  3. I pulsanti di servizio SALVA e STAMPA

    Con i due pulsanti puoi scegliere di salvare il contenuto in formato PDF o stamparlo direttamente.

  4. Filtrare i risultati

    In quest'area è possibile scegliere la modalità di visualizzazione delle notizie (griglia o lista) e filtrare i risultati tramite una ricerca libera inserendo parole chiave o periodo di pubblicazione negli appositi campi.