Associati in partecipazione

Con decorrenza 1° gennaio 2004 è stata prevista l’assicurazione obbligatoria nella Gestione Separata per quei soggetti che, nell’ambito dei contratti di associazione in partecipazione, conferiscono prestazioni lavorative i cui compensi sono qualificati come redditi di lavoro autonomo, ai sensi dell’articolo 53 (c. 2, lett. c) del TUIR (D.P.R .917/86). Tali contratti sono disciplinati dagli articoli da 2549 a 2554 del Codice Civile.

 

Con il d.lgs. n. 81/2015, l’art. 2549 del c.c. ha subito modificazioni: l’attuale secondo comma  prevede che  l’apporto  del l’associato non può consistere, nemmeno in parte, in una prestazione di lavoro; il terzo comma è stato abrogato.

 

Conseguentemente , a partire da gennaio 2016, sono superati i contratti di lavoro di associazione in partecipazione con apporto di lavoro e, pertanto, viene meno anche la relativa assicurazione previdenziale.

 

BASE IMPONIBILE

Per il periodo dal 1° gennaio 2004 al 31 dicembre 2015, conformemente ai principi cui è ispirata la Gestione Separata, per gli associati in partecipazione la base imponibile previdenziale si identifica con quella definita dalle norme fiscali delle Imposte Dirette, così come risulta dalla dichiarazione dei redditi e dagli accertamenti definitivi (D.L. 269/03, art. 43, c. 2).

 

Ai fini fiscali, i redditi derivanti dalle  partecipazioni agli utili degli associati costituiscono base imponibile per il loro intero ammontare (art. 54, c. 8 del TUIR); ne consegue il contributo previdenziale deve essere calcolato sugli importi lordi erogati nell’anno d’imposta all’associato, anche a titolo di acconto sul risultato della partecipazione, e salvo conguaglio in sede di determinazione annuale dei redditi.

CONTRIBUTO, VERSAMENTO, DENUNCIA

Agli associati in partecipazione si applicano le stesse regole già previste per i collaboratori coordinati e continuativi in materia di iscrizione, contribuzione, versamento e denuncia, nonché le regole generali in materia di aliquote, massimale ed accredito contributivo.


Il versamento contributivo va quindi effettuato entro il giorno 16 del mese successivo a quello di erogazione all’associato dell’acconto o dell’eventuale conguaglio in sede di determinazione annuale dei redditi, da imputare comunque con il criterio di cassa.


Il codice tipo rapporto nella Denuncia E-mens è 13 (non richiede codice attività).


Nei rapporti di associazione in partecipazione il contributo previdenziale è per il 55% a carico dell’associante e per il 45% a carico dell’associato.

CERTIFICAZIONE

Al fine di prevenire e limitare il contenzioso sulla qualificazione del rapporto di lavoro, le parti contraenti possono comunque chiedere la certificazione del contratto di associazione in partecipazione presso gli organi certificatori, istituiti ai sensi dell’art. 75 e seg. del D.Lgs 276/2003.




  1. Percorso di navigazione

    Le voci indicano la posizione della pagina nell'alberatura del portale, permettendo la navigazione veloce a ritroso.

  2. Il menu di sezione

    In quest'area sono presenti le principali voci della sezione. Il simbolo "+" indica la presenza di sottosezioni. Con un clic su una voce puoi accedere al contenuto.

  3. I pulsanti di servizio SALVA e STAMPA

    Con i due pulsanti puoi scegliere di salvare il contenuto in formato PDF o stamparlo direttamente.

  4. Filtrare i risultati

    In quest'area è possibile scegliere la modalità di visualizzazione delle notizie (griglia o lista) e filtrare i risultati tramite una ricerca libera inserendo parole chiave o periodo di pubblicazione negli appositi campi.