Cos'è

Il PIN (Personal Identification Number) è il codice identificativo personale che consente l’accesso ai servizi online dell’INPS, in base alle caratteristiche anagrafiche dell’utente e ad altri dati presenti negli archivi. Grazie a questo sistema di riconoscimento, ogni utente può usufruire dei servizi a lui dedicati.

In alternativa al PIN, INPS dà accesso ai propri servizi anche con altre credenziali: SPID, CIE e CNS.

Dall’avvio, nel 2015, del Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID), progettato e gestito dall’Agenzia per Italia Digitale (AGID), l’Istituto ha infatti aderito al Sistema con il ruolo di Fornitore di Servizi (Service Provider), seguito da altre pubbliche amministrazioni, elencate nel portale SPID, all’interno della sezione Dove puoi usare SPID.

Nel Sistema Pubblico di Identità Digitale è previsto che le credenziali SPID vengano assegnate da una serie di soggetti accreditati dall’AGID con il ruolo di Fornitore di Identità (Identity Provider), indicati nella sezione Richiedi SPID del sito dedicato dell’AGID.

A differenza del PIN INPS, che consente di accedere ai soli servizi INPS e Agenzia delle Entrate, le credenziali SPID di livello 2 danno accesso a tutti i servizi delle PA centrali e locali, aderenti al Sistema Pubblico di Identità Digitale, in un’ottica di semplificazione.

Da gennaio 2020 è inoltre possibile accedere ai servizi dell’INPS e di altre PA anche con la Carta di Identità Elettronica (CIE) rilasciata dalle anagrafi comunali (per ulteriori informazioni sull’accesso ai servizi INPS con la CIE, è possibile consultare il Tutorial) (pdf 1MB).

Per semplificare l’accesso a tutti i servizi della PA con uniche credenziali, di concerto con il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, con il Ministro per l’Innovazione tecnologica e la digitalizzazione e con l’AGID, l’Istituto si è impegnato nell’avviare la transizione dall’uso del PIN all’uso di credenziali uniche SPID, CIE o CNS (circolare INPS 17 luglio 2020, n. 87).

Con l’avvio della fase transitoria (1° ottobre 2020), quindi:

  • non saranno rilasciati nuovi PIN agli utenti tramite il servizio PIN online e Contact Center, salvo quelli richiesti da utenti che non possono avere accesso alle credenziali SPID e per i soli servizi a loro dedicati;
  • i PIN già in possesso degli utenti conserveranno la loro validità e potranno essere rinnovati alla naturale scadenza fino alla conclusione della fase transitoria, che verrà comunicata con adeguato anticipo (ad esempio, se il tuo PIN scadesse tra ottobre e dicembre potresti rigenerarlo accedendo con esso ai servizi INPS e utilizzarlo fino al termine della fase transitoria).

In base all’andamento del processo di passaggio a SPID, l’Istituto, di concerto con le istituzioni competenti sopra citate, comunicherà la data di cessazione definitiva di validità dei PIN rilasciati dall’INPS.

A chi è rivolto

Come funziona

Domanda

Accedi al servizio

  1. Accedi al servizio

    Selezionando il pulsante puoi accedere direttamente al servizio o a un eventuale ulteriore menu di scelta.

  2. Indice

    Attraverso l'indice della pagina puoi selezionare ogni singola voce per accedere direttamente alla sezione di tuo interesse.

  3. Il contenuto della pagina

    In quest'area è presente il contenuto della pagina. Con il segno + puoi espandere la sezione che ti interessa.

  4. Accesso al servizio

    Selezionando il pulsante puoi accedere direttamente al servizio o a un eventuale ulteriore menu di scelta.