Trasparenza valutazione e merito - Storia dell'Ente

Per effetto del decreto legge n. 201 del 6 dicembre 2011, convertito con modifiche nella legge n. 214 del 27 dicembre 2011, dal 1° gennaio 2012 l'ENPALS confluisce in INPS.


Le risorse strumentali, umane e finanziarie saranno trasferite all'INPS attraverso successivi decreti ministeriali.

Nel frattempo le strutture dell'Ente, sia quella centrale che quelle periferiche, proseguiranno nelle loro attività connesse ai compiti istituzionali.

Si riportano di seguito brevi cenni storici sull’ENPALS.


Il D.L.C.P.S. 16 luglio 1947, n. 708, successivamente ratificato, con alcune modifiche, con L. 29 novembre 1952, n. 2388 ha istituito, in sostituzione della C.N.A.L.S., l'Ente Nazionale di Previdenza e di Assistenza per i Lavoratori dello Spettacolo (E.N.P.A.L.S.), per la gestione dell’assicurazione obbligatoria per l’invalidità, la vecchiaia ed i superstiti in favore dei lavoratori dello spettacolo e con D.P.R. 5 gennaio 1950, n. 26 ne è stato regolato l’ordinamento ed il funzionamento.

All’ENPALS è stata poi attribuita la tutela assicurativa dello sport (L. 14 giugno 1973, n. 366). Detta assicurazione, istituita in un primo tempo per i soli giocatori e allenatori di calcio, è stata successivamente estesa - con la L. 23 marzo 1981, n. 91 - a tutti gli sportivi professionisti, intendendosi per tali, ai sensi dell'articolo 2 della citata legge, "gli atleti, gli allenatori, i direttori tecnico-sportivi e i preparatori atletici che esercitano l'attività sportiva a titolo oneroso con carattere di continuità nell'ambito delle discipline regolamentate dal CONI e che conseguono la qualificazione delle federazioni sportive nazionali, secondo le norme emanate dalle federazioni stesse, con l'osservanza delle direttive stabilite dal CONI per la distinzione dell'attività dilettantistica da quella professionistica".

La L. 366/1973 ha comportato, altresì, una modifica dell’ordinamento dell’ENPALS prevedendo la costituzione, ad integrazione degli organi istituiti con il D.P.R. 26/1950, di un Comitato di Vigilanza per il fondo calciatori e allenatori di calcio, la cui composizione è stata successivamente integrata con rappresentanti dei professionisti sportivi, come previsto dalla L. 91/1981.

Successivamente l'articolo 43 della L. 27 dicembre 2002, n. 289 ha previsto l'estensione all’ENPALS della disciplina, di cui all'articolo 3 del D.Lgs. 479/1994, sull'ordinamento dei grandi enti previdenziali con applicazione, relativamente agli organi, dei criteri di composizione e nomina previsti per l'IPSEMA, salvo che per il "collegio dei revisori" (rectius: "dei sindaci"), la cui composizione è stata mantenuta inalterata sino all’emanazione dell’articolo 7 quinquiesdecies del D.L. 31 gennaio 2005, n. 7, convertito dalla L. 31 marzo 2005, n. 43, che ha apportato modifiche sostanziali.

Una radicale revisione dell'assetto organizzativo dell'ENPALS è stata operata con l'emanazione del D.P.R. 24 novembre 2003, n. 357, in attuazione dell’articolo 43 della L. 27 dicembre 2002, n. 289 (Legge finanziaria 2003), equiparandone gli organi a quelli dei principali enti previdenziali.

Lo stesso D.P.R. ha, altresì, previsto, oltre alle disposizioni che regolano aspetti diversi, l'abrogazione del precedente regolamento generale sull'ordinamento ed il funzionamento dell’ENPALS (D.P.R. 26/1950) e delle disposizioni sul Comitato di Vigilanza del Fondo autonomo, per il calcio e gli sportivi professionisti, a suo tempo istituito con la L. 366/1973 ed integrato con la L. 91/1981.

Con il D.L. 31 maggio 2010, n. 78, convertito con la legge 30 luglio 2010, n. 122, è stato rideterminato l’assetto ordinamentale degli enti pubblici previdenziali nonché disposto il trasferimento all’ENPALS delle funzioni già esercitate dall’ENAPPSMSAD – Ente Nazionale di Assistenza e Previdenza per i Pittori e gli Scultori, i Musicisti, gli Scrittori e gli Autori drammatici.

Comitato Olimpico Nazionale Italiano

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.

Comitato Olimpico Nazionale Italiano

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.
  1. Percorso di navigazione

    Le voci indicano la posizione della pagina nell'alberatura del portale, permettendo la navigazione veloce a ritroso.

  2. Il menu di sezione

    In quest'area sono presenti le principali voci della sezione. Il simbolo "+" indica la presenza di sottosezioni. Con un clic su una voce puoi accedere al contenuto.

  3. I pulsanti di servizio SALVA e STAMPA

    Con i due pulsanti puoi scegliere di salvare il contenuto in formato PDF o stamparlo direttamente.

  4. Filtrare i risultati

    In quest'area è possibile scegliere la modalità di visualizzazione delle notizie (griglia o lista) e filtrare i risultati tramite una ricerca libera inserendo parole chiave o periodo di pubblicazione negli appositi campi.