ATTENZIONE: la seguente pagina è archiviata e le notizie e informazioni presenti hanno solo un valore storico e potrebbero non essere più in linea con la normativa vigente alla data di oggi.

 

 

Il pagamento dei contributi da lavoro domestico avviene sulla base di un calcolo convenzionale. In altre parole il contributo orario è commisurato a tre diverse fasce di retribuzione convenzionale; se l’orario di lavoro presso uno stesso datore di lavoro, supera le 24 ore settimanali, il contributo, per tutte le ore retribuite, è unico (4^ fascia), indipendentemente dalla retribuzione oraria.


N.B. La retribuzione oraria convenzionale corrispondente alla IV fascia è notevolmente inferiore alle altre e di conseguenza dà luogo all’accredito di una Retribuzione Media Settimanale molto bassa e pertanto potrebbe essere penalizzante per il lavoratore ai fini pensionistici.


Ogni datore deve quindi predeterminare l’importo della paga oraria effettiva (retribuzione oraria concordata + quota oraria di tredicesima + eventuale quota oraria di vitto e alloggio) e poi individuare il contributo che corrisponde alla fascia di retribuzione e all’orario effettuato dal lavoratore.





CONTRIBUTI DOMESTICI ANNO 2010

 

 

Retribuzione oraria effettiva
Retribuzione oraria Convenzionale
Importo contributo orario

con quota assegni familiari
senza quota assegni familiari (*)

complessivo
a carico del lavoratore
complessivo
a carico del lavoratore
 
da Euro
fino a Euro

fino a 24 ore settimanali
Euro
Euro
Euro


7,22
6,40
1,34
0,32
1,34
0,32

7,22
8,81
7,22
1,51
0,36
1,51
0,36

8,82

8,81
1,85
0,44
1,84
0,44


più di 24 ore settimanali


Euro
Euro
Euro

4,65
0,98
0,23
0,97
0,23