Assegni di frequenza e Contributi formativi

ATTENZIONE: la seguente pagina è archiviata e le notizie e informazioni presenti hanno solo un valore storico e potrebbero non essere più in linea con la normativa vigente alla data di oggi.

 

 

L’Inps mette a concorso ogni anno benefici economici in favore di orfani e figli portatori di handicap di lavoratori e pensionati iscritti all’Assistenza Magistrale (ex Enam).

I benefici vengono assegnati mediante Bando di concorso pubblicato annualmente in

Iniziative Welfare.


Si tratta di:

  • Assegni di frequenza concessi in favore di bambini che frequentano asili nido, scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di I grado fino alla classe seconda, figli e orfani di lavoratori e pensionati iscritti alla Gestione Magistrale (ex Enam). L’importo degli assegni e i criteri di assegnazione sono differenziati in base all’importo dell’ultima Dichiarazione Isee presentata e valida alla data di presentazione della domanda.
  • Contributi formativi per portatori di handicap concessi in favore di bambini e ragazzi che frequentano asili nido, scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di I grado fino alla classe seconda, scuole di formazione e scuole speciali propedeutiche all’inserimento nel contesto sociale e lavorativo. L’importo del beneficio e i criteri di assegnazione sono differenziati in base all’ultima Dichiarazione Isee presentata e valida alla data di presentazione della domanda.

A CHI SPETTANO

Gli assegni di frequenza sono destinati in particolare a:

  • orfani dell’iscritto alla Gestione Magistrale (Ex Enam);
  • orfani del coniuge dell’iscritto;
  • figli di genitore iscritto non legalmente riconosciuti dall’altro genitore;
  • figli degli iscritti dispensati dal servizio per infermità che comporti assoluta e permanente inabilità a proficuo lavoro.

I contributi formativi sono destinati in particolare a figli e orfani di iscritti e a carico, portatori di handicap ai sensi della vigente legislazione in materia, fino al compimento del 26° anno di età.


LA DOMANDA

La domanda deve essere presentata dal genitore iscritto in servizio o in pensione (in qualità di titolare/richiedente) o dal genitore superstite o dal tutore (in qualità di richiedenti) e, nel caso di concorrente maggiorenne, (alla data di presentazione della domanda), dal medesimo studente (in qualità di richiedente/beneficiario) entro i termini stabiliti dal bando di concorso.

Per trasmettere la domanda si accede con Pin, nell’area Servizi online - Servizi per il cittadino - Servizi ex Inpdap - Per tipologia di servizio - domanda Assegno di frequenza o domanda Contributi formativi. In alternativa, nei casi di impossibilità a presentare domanda via web, si può chiedere al Contact Center Inps 803164.


Indicatore della situazione economica equivalente, che deriva dal rapporto tra l'ISE e il numero dei componenti del nucleo familiare in base a una scala di equivalenza stabilita dalla legge.

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.