Gli iscritti versano all’Istituto, tramite la loro amministrazione - o in casi particolari direttamente - i contributi a fronte dei quali vengono erogate le prestazioni previdenziali (pensione e trattamenti di fine servizio o di fine rapporto) e creditizie (prestiti, mutui, ecc.).

Oltre ai contributi obbligatori, versati mensilmente dalle amministrazioni e dagli enti iscritti alle diverse casse gestite dall’Inps Gestione Dipendenti Pubblici, esistono altre tipologie di contributi quali i figurativi, i volontari e i contributi per riscatti e ricongiunzioni.

Questi ultimi derivano da provvedimenti emanati su domanda dell’iscritto che vuole coprire, a proprie spese, alcuni periodi espressamente previsti dalla legge quali per esempio il corso di laurea o i periodi di servizio prestati con iscrizione a un’altra gestione previdenziale (Inps, ecc.). In taluni casi le ricongiunzioni possono avvenire senza alcun tipo di onere a carico dell’interessato, con il semplice passaggio dei contributi versati dalla gestione previdenziale precedente alla Gestione Dipendenti Pubblici.

 

Le informazioni relative ai contributi figurativi sono state pubblicate nella sezione: I contributi individuali > Contributi figurativi dei dipendenti pubblici. Per accedere alla sezione clicca qui.

 

Documentazione

Contributi accreditati, senza onere a carico del lavoratore, per periodi in cui l’interessato è costretto a interrompere l’attività lavorativa per diversi motivi (gravidanza, malattia, disoccupazione). Sono utili sia per raggiungere il diritto a pensione sia per aumentare l'importo della stessa.

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.