Prestiti INPS 2020: da maggio in vigore il nuovo Regolamento

Dal 1° maggio 2020 è entrato in vigore il “Regolamento per l’erogazione prestiti agli iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, al Fondo Credito ex IPOST e alla Gestione Magistrale ex ENAM”.

 Il Regolamento, adottato con determinazione presidenziale 13 febbraio 2019 n. 8 (pdf 2,9MB), successivamente modificato con determinazioni dell’Organo munito dei poteri del Consiglio di Amministrazione 17 aprile 2019 n. 20 e 24 ottobre 2019 n. 117 (pdf 468 Kb), ha uniformato l’erogazione dei prestiti agli iscritti alle Gestioni ex INPDAP, ex ENAM ed ex IPOST confluite nell’Istituto, attualizzandone e definendone i requisiti, i criteri e le modalità di riconoscimento degli stessi, mantenendo le finalità solidaristiche della prestazione.

Con l’adozione del Regolamento sono state disposte misure dirette a semplificare l’accesso ai prestiti, elevandone gli importi concedibili, e ad uniformare la vigente normativa regolamentare e statutaria in materia di prestiti per rispondere alle numerose richieste di miglioramento del servizio “credito” provenienti dagli iscritti alle Gestioni e dalle altre amministrazioni. Tra le novità di particolare rilievo, oltre all’attuazione di norme di semplificazione, si evidenzia l’introduzione di ulteriori motivazioni a sostegno delle richieste di finanziamento.

 Alle domande di prestito presentate dopo il 1° maggio 2020 sarà applicata, per tutte le Gestioni interessate, una ritenuta per spese di amministrazione unificata nella misura dello 0,50% e si farà riferimento ad un’unica tabella di determinazione della misura del premio compensativo per i rischi dell’operazione, secondo le diverse aliquote previste per le diverse classi di età a scadenza del finanziamento, come previsto dalla determinazione presidenziale 13 febbraio 2019 n. 7 (pdf 343KB).

Rispetto all’attuale processo, il Regolamento introduce nuove funzioni tra le quali assume particolare rilievo l’integrazione delle procedure per i prestiti ex IPOST, la cui gestione passerà, dal prossimo mese di giugno, dalla Direzione Centrale alle sedi territoriali.

 Sono disponibili un manuale per tutte le tipologie di prestazioni (pdf 1,07MB) ad uso sia dell’Ente che del cittadino e i manuali per l’accesso alle singole prestazioni e per l’inoltro della relativa domanda: piccolo prestito (pdf 4,74MB), prestito pluriennale (pdf 6,08MB),prestito small (pdf 2,89MB).

 La domanda per tutte le tipologie di prestito potrà essere effettuata esclusivamente online seguendo esclusivamente il seguente percorso all’interno del sito Internet dell’Istituto: Home/Prestazioni e servizi/Tutti i servizi e scegliendo dall’elenco alfabetico dei servizi la domanda per la singola tipologia di prestito da richiedere.

 Per l’accesso al servizio scelto occorre disporre di una delle seguenti tipologie di credenziali:

  • PIN dispositivo rilasciato dall’INPS;
  • SPID di livello 2 o superiore;
  • Carta di Identità Elettronica 3.0 (CIE);
  • Carta Nazionale dei Servizi (CNS).

 Le stesse modalità telematiche sono previste per l’estinzione anticipata e l’istanza di riesame, che sono accessibili nel portale dell’INPS, seguendo il percorso Home/Prestazioni e servizi/Tutti i servizi e scegliendo dall’elenco alfabetico dei servizi la domanda di estinzione anticipata o l’istanza di riesame relativa alla singola tipologia di prestito interessata.

  1. Accedi al servizio

    Selezionando il pulsante puoi accedere direttamente al servizio o a un eventuale ulteriore menu di scelta.

  2. Indice

    Attraverso l'indice della pagina puoi selezionare ogni singola voce per accedere direttamente alla sezione di tuo interesse.

  3. Il contenuto della pagina

    In quest'area è presente il contenuto della pagina. Con il segno + puoi espandere la sezione che ti interessa.

  4. Accesso al servizio

    Selezionando il pulsante puoi accedere direttamente al servizio o a un eventuale ulteriore menu di scelta.